La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Autori Nicola Cagnoni Augusto Giada Maria Antonietta Ilaria Nicola Cossu Angela Simone Abdellah Elena Antonio Elisa Salvatore Irene Marco Maia Ylenia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Autori Nicola Cagnoni Augusto Giada Maria Antonietta Ilaria Nicola Cossu Angela Simone Abdellah Elena Antonio Elisa Salvatore Irene Marco Maia Ylenia."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Autori Nicola Cagnoni Augusto Giada Maria Antonietta Ilaria Nicola Cossu Angela Simone Abdellah Elena Antonio Elisa Salvatore Irene Marco Maia Ylenia Eleonora Maria Francesca Paolo

4 Le storie cominciano così: cera una volta e tanto tempo fa… Raccontano di maghi, streghe, folletti, re, regine, principi e principesse… Ci fanno sognare, e con le ali della fantasia, galoppare. Ed ora tutti pronti ad ascoltare!

5

6

7

8

9

10 I DUE AMICI Un coniglio di nome Cirillo, invita a pranzo il suo amico Birillo per mangiare una gustosa zuppa di carote.

11 Dopo aver mangiato, i due amici escono a fare una passeggiata nel prato, e lì incontrano la coniglietta Micia

12 Appena la vedono tutti e due si innamorano di lei e le offrono dei fiori. Ma Micia non può avere due fidanzati e allora i due bisticciano.

13 Micia, vedendoli litigare, decide di andarsene. Così Cirillo e Birillo restano lì a piangere.

14

15 Le tre campane Cerano una volta tre campane: una gialla, una arancione e una rossa. Quella gialla e quella rossa si erano stancate di stare sul campanile, e allora andarono nel bosco a passeggiare. Cominciava a fare buio e le due campane non trovarono la strada di casa. Erano disperate e cominciarono a piangere.

16 Ma arrivò la sorellina arancione che le riportò a casa e rimasero per sempre sul campanile.

17 Gli animali del prato Nel prato lape Tina vola tra i fiori, la rana Isa gioca con il suo amico Gino e il topo Squitti mangia il formaggio. Il sole sorridente li guarda. Ma poi arriva la sera e la luna splende nel cielo. Tutti tornano a casa per fare la nanna.

18 La casa stregata Un giorno, dei bambini andarono in una casa che era stregata, perché cera un mostro tutto verde con gli occhi rossi e le unghie affilate. I bambini, vedendo quel mostro si spaventarono e uno di loro svenne.

19 Il mostro stava per mangiarlo, quando arrivò un cavaliere e lo fece addormentare con una freccia avvelenata. I bambini, felici, ringraziarono il cavaliere e ritornarono a casa.

20 Il bambino povero Cera una volta un bambino che si chiamava Gim. Lui e la sua famiglia erano molto poveri e non avevano una casa. Un giorno Gim vide una buca. Siccome era curioso cominciò a scavare e trovò la tana di una talpa. I due si salutarono e la talpa andò a fare una passeggiata.

21 Gim entrò nella tana dove cerano tante cose da mangiare e si trasferì lì con la sua famiglia. La talpa Giulietta ritornò a casa e fu felice di avere una nuova famiglia. Così vissero insieme ricchi, felici e contenti.

22 Romeo il girasole triste Cera una volta un girasole di nome Romeo, che viveva dentro un vaso dove il suo padrone lo aveva piantato. Lui era molto triste perché da lontano vedeva un campo di girasoli. Il suo padrone lo annaffiava, ma il povero girasole stava sempre con la testolina giù, perché voleva raggiungere i suoi amici.

23 Il padrone capì e un giorno lo portò nel campo, dove il girasole incontrò i suoi genitori e i suoi fratelli. Da quel giorno la sua testolina guardò di nuovo il sole e fu felice per sempre.

24 Benvenuta primavera! Ciao primavera, sei arrivata, profumata e colorata. gli abitanti del prato fanno festa: le farfalle giocano a rincorrersi, le api succhiano il nettare, le coccinelle fanno una danza, le formiche fanno cucù dalla tana, i bambini saltano allegri tra i fiori del prato. Ciao primavera, finalmente sei arrivata!

25

26

27 Il mago Giustino Una volta il mago Giustino uscì per andare a comprare le pozioni magiche perché voleva trasformare una rana in una talpa, e invece la trasformò in un cavallo perché le pozioni non erano quelle giuste. A Giustino quel cavallo piaceva tanto, decise di tenerlo e lo chiamò Mimì.

28 Ma un giorno arrivò un mago molto cattivo che usava le stesse pozioni di Giustino e trasformò una rana in un mostro di fiamme. Quel terribile mostro voleva distruggere la città. Il mago Giustino arrivò con il suo cavallo Mimì, e insieme distrussero quel mostro con una pozione segreta che nessuno conosceva, e finalmente la città fu salva.

29 I due vampiri Cerano una volta due vampiri, uno nero e uno viola scuro. Loro erano grandi amici. Un giorno incontrarono due bellissime vampire fucsia e fecero amicizia.

30 Insieme andarono nella città dei vampiri di nome Muvilend. Ma quando arrivarono lì, trovarono un parco dei divertimenti pieno di gente e di bambini. I vampiri volevano divertirsi, ma tutti, appena li videro, si misero a gridare per la paura.

31 I vampiri cercarono di spiegare che volevano solo divertirsi e che non avrebbero fatto del male a nessuno. I bambini si fidarono delle loro parole, giocarono insieme e da quel giorno non ebbero più paura dei vampiri.

32 Il pagliaccio Il pagliaccio fa il giocoliere e i bambini stanno a vedere. Con le pernacchie e le facce buffe, fa divertire senza baruffe. Salta, balla, fa capriole nel suo mondo senza parole. Ridere e sognare lui fa i bimbi di ogni età.

33 La bambina distratta Cera una volta una bambina di nome Carolina,molto distratta e smemorata e ogni volta che la mamma le diceva di fare qualcosa, lei scriveva tutto, ma faceva un errore: scriveva le a al posto delle o e viceversa. Un giorno la sua mamma, la mandò a comprare la pasta e come al solito,Carolina prendeva un foglietto e scriveva: Devo andare a comprare la posta. Uscì di casa, andò all ufficio postale e chiese la posta.

34

35 Tornata a casa, la consegnò alla madre, la quale le disse: Come al solito sei molto distratta. Oggi mangerai posta condita con sugo e formaggio. Carolina imparò la lezione e non sbagliò più.

36 PROFUMO DI MARE Il mare io lo guardo e mi illumina lo sguardo. I pesci colorati, dalle onde sono attirati Le stelle marine sono belle, giocano sul fondo con le sorelle. I delfini salutano i bambini facendo gli inchini. Che bello spettacolo è il mare, mi viene voglia di nuotare.

37

38 La mia classe E ora tocca a me raccontare, di questa mia classe così speciale. Quante emozioni, quante avventure, un po faticose ma strepitose. Ognuno di voi mi ha dato tanto, ed io vi ringrazio per questo incanto. Antonio ha un gran vocione, ma in fondo è un bambinone. Simpatico e affettuoso possiede un cuore generoso. Tanta ricchezza dentro ha, e a venir fuori non tarderà. Eleonora è piccolina, proprio come una bambolina. Lei è un misto di dolcezza, delicatezza e tenerezza. Paolo è bravo a disegnare e lartista vuole fare. Nel suo mondo di fantasia, puoi trovare la sua magia.

39 Giada. Piccolina e peperina, è proprio una bella bambina. I biondi capelli le adornano il viso ed è bellissimo il suo sorriso. Angela. Delicata nei suoi modi, vede il mondo tutto a colori. Nella sua riservatezza, se guardi bene cè tanta ricchezza. E graziosa tanto, tanto, e si esprime col bel canto. Simone. Il suo banco fa camminare, e le cose non sa trovare. Nel suo disordine perenne, lui però rizza le antenne. Grande intuito lui ha, molto spiccato per la sua età. Nicola Cagnoni. Sembra già un giovanotto, con i capelli sempre a posto. La perfezione gli appartiene, perché tutto vuol far bene. Forse un futuro avrà, nel campo della pubblicità.

40 Elisa. I suoi grandi occhioni blu, e il sorriso suo radioso, raccontano del suo mondo favoloso. Lei è tenera e carina, ma anche un po birichina. Augusto. Ama fare il suo dovere, e lo fa con gran piacere. Attento ed impegnato, uno studente modello è diventato. E simpatico e tenerone, sì, un dolce bambinone. Marco. La sua serietà è una grande rarità. Preciso ed impegnato, ogni cosa ha terminato. Ma potendolo lui fare, tutto il giorno starebbe a giocare. Ma il dovere ha già imparato e così è soddisfatto.

41 Salvatore. La mattina al suo arrivo, sfoggia sempre un bel sorriso. I suoi sguardi da interpretare, tante emozioni son pronti a dare. Tenero, dolce e affettuoso, ha lavorato senza riposo. Ylenia. In questanno appena passato, lei è cresciuta proprio tanto. A volte sembra un po ribelle, ma fa tante cose belle. Il suo amico del cuore è Salvatore. Insieme sono belli, due teneri gioielli. Ilaria. Ogni giorno ha da mostrare qualche cosa di speciale. Figurine e oggetti vari, nel suo zaino non sono rari. Nel lavoro ha dato prova di saperci proprio fare, senza mai rallentare. Maia. Riservata e silenziosa, lei apprezza ogni cosa. La sua creatività non è certo una novità. Possiede un grande talento, nel disegno è un gran portento.

42 Maria Francesca. La sua flemma nel parlare, laccompagna anche nel fare. Gli altri ama stuzzicare e lattenzione attirare. Affettuosa e generosa, ama fare ogni cosa. Alle volte è una bambina, altre una piccola donnina. Irene. Il suo umore altalenante, fa di lei una bambina intrigante. Ogni tanto ti stupisce, per quel che fa e per quel che dice. Le piace molto raccontare e belle storie inventare. Forse un giorno diventerà, una scrittrice di qualità. Abdellah. I grandi occhioni neri, esprimono tutti i suoi pensieri. Riservato ed educato, tanti progressi lui ha fatto. Parla poco ma si sa, che un gran tesoro dentro ha. Nicola Cossu. Sembra sempre un po distratto, ma in realtà la sua attenzione è continua e a profusione. Non dimentica mai niente, perché tiene tutto a mente. Sempre allegro e sorridente è un bambino divertente.

43 Elena. Il ballo è la sua passione e ne parla in continuazione. Forse un giorno chissà, della sua bravura si parlerà. I suoi disegni sono raffinati, ma spesso restano non colorati. Maria Antonietta. Alta, magra e carina, sembra già una ragazzina. I suoi quaderni curati e ordinati, da tutti quanti sono apprezzati. Ma se da ridere le viene, non cè nessuno che la trattiene. Qui finisce la mia poesia, con commozione ed allegria, per questa classe così speciale, che è stato facile amare. Vi voglio un mondo di bene. Maestra Mara. Siete nel mio cuore

44

45 Il topo con gli occhiali


Scaricare ppt "Autori Nicola Cagnoni Augusto Giada Maria Antonietta Ilaria Nicola Cossu Angela Simone Abdellah Elena Antonio Elisa Salvatore Irene Marco Maia Ylenia."

Presentazioni simili


Annunci Google