La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1.1. Limportanza del cotone bio Il cotone è coltivato in oltre 80 paesi nel mondo e con 3,3 milioni di ettari coltivati (2-2,5% delle terre coltivate al.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1.1. Limportanza del cotone bio Il cotone è coltivato in oltre 80 paesi nel mondo e con 3,3 milioni di ettari coltivati (2-2,5% delle terre coltivate al."— Transcript della presentazione:

1 1.1. Limportanza del cotone bio Il cotone è coltivato in oltre 80 paesi nel mondo e con 3,3 milioni di ettari coltivati (2-2,5% delle terre coltivate al mondo) è una delle colture non alimentari più coltivate al mondo e rappresenta il 35% della domanda mondiale di fibre.

2 2.2. Il cotone rappresentava negli anni 50 ancora il 70% del consumo mondiale di fibre, ma alla fine degli anni 70 era già sceso sotto al 50%. Alla fine degli anni novanta il cotone era ulteriormente sceso al 40% per scendere ancora nel 2010 al 35,7%. Secondo le stime dellICAC, il declino del cotone continuerà ancora nei prossimi anni e si stima che nel 2015 si arriverà al 33%.

3 3.3. Sul cotone, che occupa circa il 3% della superficie agricola mondiale, viene utilizzato il 15,7% del totale degli insetticidi e 6,8% di tutti i pesticidi (Cropnosis, UK, 2009) Secondo lOMS, tra e 2 milioni di persone sono vittime ogni anno nel mondo dincidenti davvelenamento da agenti agro-chimici, di cui mortali. Circa un terzo di questi incidenti si verificano nel settore della coltivazione del cotone

4 4.4. Uso dellacqua (Per produrre 1 kg di cotone - pari circa ad un paio di jeans - occorrono più di litri di acqua. Il 73% del cotone viene da campi irrigati)

5 5.5. Introdotto per la prima volta negli USA nel 1996, oggi il cotone OGM ha raggiunto nel 2009 il 49 % del totale della superficie mondiale seminata a cotone (GMO Compass,2009)

6 6.6. Nelle fasi di lavorazione industriale, luso di sostanze chimiche è molto ampio è può arrivare a 1 kg di sostanze chimiche per 1 kg di prodotto tessile lavorato. Questo costituisce un elevato rischio per lambiente e la salute dei lavoratori tessili, e può determinare effetti negativi sulla salute dei consumatori, come il diffondersi delle Dermatiti Allergiche di Contatto (DAC)

7 7.7. ÜI prodotti tessili biologici devono essere realizzati con fibre naturali da Agricoltura Biologica (Reg. CE 834/2007), senza luso di Organismi Geneticamente Modificati (OGM) e di pesticidi chimici di sintesi. ÜNella manifattura dei prodotti tessili non sono ammesse sostanze o preparati ritenuti cancerogeni, mutageni o tossici per la riproduzione, o riconosciuti pericolosi per lambiente. Inoltre sono bandite tutte le sostanze provate o sospette di essere allergeniche Obiettivo: minimizzare i rischi per luomo e per lambiente

8 8.8. La produzione tessile industriale convenzionale fa un uso eccessivo di risorse e rilascia nellambiente quantità massicce di sostanze inquinanti. Per questa ragione, nella produzione di tessile biologico si verifica che siano adottate tecnologie e tecniche di gestione ambientale che consentano di ridurre la quantità dei prodotti chimici impiegati, il consumo di acqua e di energia. Obiettivo: Efficienza nelluso delle risorse

9 9.9. ÜNon deve essere impiegato lavoro minorile e lavoro forzato. ÜNon deve esistere alcuna discriminazione tra lavoratori. ÜDeve essere corrisposto un salario che consenta una vita dignitosa. ÜDevono essere garantite le condizioni di sicurezza negli ambienti di lavoro, la libertà di associazione, il diritto alla contrattazione collettiva. Obiettivo: Rispetto dei diritti dei lavoratori

10 Produzione di cotone convenzionale e biologico Fonte: ICEA su dati di ICAC e Textile Exchange

11 Produzione (in ton) nei primi 10 Paesi ( ) Fonte: Textile Exchange

12 12. Evoluzione del mercato dei prodotti Tessili BIO (Vendite al dettaglio) Fonte: Organic Exchange, Market Report


Scaricare ppt "1.1. Limportanza del cotone bio Il cotone è coltivato in oltre 80 paesi nel mondo e con 3,3 milioni di ettari coltivati (2-2,5% delle terre coltivate al."

Presentazioni simili


Annunci Google