La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ozone green solutions. Ozono L'ozono (O 3, stato allotropico dell'ossigeno) e' un gas instabile composto da tre atomi di ossigeno Lozono (O 3 ) è un gas.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ozone green solutions. Ozono L'ozono (O 3, stato allotropico dell'ossigeno) e' un gas instabile composto da tre atomi di ossigeno Lozono (O 3 ) è un gas."— Transcript della presentazione:

1 Ozone green solutions

2 Ozono L'ozono (O 3, stato allotropico dell'ossigeno) e' un gas instabile composto da tre atomi di ossigeno Lozono (O 3 ) è un gas naturale che non richiede e non lascia alcun residuo chimico e la cui produzione in loco è poco costosa L'ozono è un forte agente ossidante, capace di reagire con sostanze organiche, e questa sua caratteristica è stata prontamente utilizzata in molti processi di trattamento acqua ed aria. Il suo effetto battericida, fungicida e inattivante dei virus è noto da tempo secondo un raggio di azione molto ampio che va dalla deodorizzazione alla sterilizzazione Lozono propone un nuovo modello organizzativo dove ligiene e la sicurezza non rappresentano solo un costo ma anche e soprattutto un vantaggio competitivo per nuovo e migliore posizionamento aziendale nellarea del green cleaning Lozono riduce i consumi idrici e i costi di smaltimento delle acque reflue, le emissioni di sostanze nocive per l'ambiente (ISO14000; lEl/IAS) 2

3 Perché utilizzare lozono In fase di prevenzione per garantire ambienti di lavorazione dove è richiesta una carica batterica molto bassa In fase di lavorazione laddove vi sia un problema di carica batterica conclamato In fase di conservazione/trasporto per aumentare la shelf life dei prodotti Per ottenere risparmi significativi (e conformi alla legge) nelluso di pesticidi Per ottenere risparmio MOLTO significativo nellutilizzo dellacqua, energia, personale Per migliorare il posizionamento competitivo dellazienda nellottica dellimpatto ambientale zero 3

4 Fattori da tenere in considerazione nellutilizzo dellozono Spazio / cubatura degli ambienti interessati Portata dacqua degli impianti Percentuale di abbattimento che si vuole raggiungere Il tempo a disposizione La potenza delle soluzioni tecnologiche Linterazione con materiali, persone e alimenti 4

5 Molti ambiti di applicazione consolidati … e tanti ancora da implementare! 5

6

7 Da dove nasce lesperienza di ASLAN Approccio scientifico alle proprietà dellozono (rapporti col mondo della ricerca). Approccio allinnovazione dellimpresa. Certezza che per business vero e duraturo (anche come fatturato) è necessario rispondere alle esigenze dei clienti. Non articoli da scaffale ma SOLUZIONI GREEN CLEANING personalizzate, secondo un metodo (patent pending SM-A , VI2009A000232) interessante anche per i nostri competitors internazionali. 7

8 Lunica azienda in Italia e in Europa che governa e garantisce il processo a tutto tondo (dalla ricerca applicata alla produzione alla commercializzazione alla manutenzione). Lunica azienda in Italia ed in Europa che si posiziona sul mercato industriale medio, utilizzando soluzioni in gas e in acqua, anche ad alte concentrazioni di ozono. Lunica azienda in Italia e in Europa che partecipa attivamente a pool di aziende e di Enti di ricerca sui temi delle applicazioni dellozono. Lunica azienda in Italia e in Europa che lavora esclusivamente sulle tecnologie con ozono. Lunica azienda in Italia e in Europa che in soli 6 mesi ha fatto il fatturato che le grandi multinazionali del settore sviluppano annualmente a regime. Lunica azienda in Italia e in Europa che è entrata in settori dove la sicurezza per gli alimenti e la persona rappresentano fattori vitali soprattutto ad alte concentrazioni di ozono (brevetto). ASLAN è lazienda che si mette al fianco del Cliente per arrivare (anche insieme ad altre tecnologie) ad un alto e competitivo posizionamento nel Green Cleaning. Chi e Aslan

9 La situazione del mercato in Italia e in Europa sulla tecnologia dellozono per sanificare e disinfettare tecnologiamercatoconcorrenza IMPIANTI Efficace Qualificata TECNOLOGIA MEDIO ALTA Efficace Quasi inesistente BASSA TECNOLOGIA Pericolosa (assenza competenze e sicurezza) in diffusione BASSA TECNOLOGIANon efficace, diffusa 9

10 – Professionalità – Scientificità – Sicurezza ANALISI DEL BISOGNO: analizzare bene la situazione e i bisogni del Cliente. RICERCA CONTINUA (R&S): individuare soluzioni innovative, efficaci, affidabili e adeguate alle esigenze rilevate presso il Cliente: sapere che concentrazioni utilizzare, per che tempi, ecc., anche effettuando test specifici nelle varie situazioni. PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE: consente di progettare soluzioni innovative, anche su misura, efficaci e sicure (con sofisticati sistemi di controllo), di piccole dimensioni e dai costi contenuti. ASSISTENZA CONTINUA: dalla fase di individuazione del bisogno, allinstallazione a quella di manutenzione. METODOLOGIA PROGETTAZIONE RICERCA Il nostro METODO 10

11 IBIS MONTANA ALIMENTARI – Gruppo Cremonini - Piacenza VALDO Spumanti - Treviso NOMOS – refrigerazione passiva - Monza TABARELLI MELE – Trento / Padova APOSCALIGERA - fragole - Verona SALUMIFICIO PIZZETTI - lavorazione carni - Bergamo Azienda Agricola I Pini di RAGO Roberto – IV gamma - Salerno Consorzio Ortofrutticolo Padano – ortofrutta -Padova Cooperativa frutticoltori CASTELBALDO - ortofrutta – Padova Azienda Agricola FORNARI – IV gamma - Mantova CEREAL DOCKS –produzione e stoccaggio granaglie – Vicenza Azienda Agricola BOVO (fornitore del Gruppo ORTOROMI) – Padova fresca – Bari Azienda Agricola SIAR – vitivinicolo - Forlì Cesena Azienda Agricola CAMPOBASSO MARCO – ortofrutta – Taranto Azienda Agricola CAMPOBASSO FRANCESCO – ortofrutta – Taranto FURLOTTI & C. – lavorazione carni - Medesano (PR) PER CHI Pulizie - Trento NORD EST Pulizie - Milano DI PINTO - Autolavaggio – Padova PROEST - Padova MILANO SPORT – Azienda che gestisce le strutture e attività sportive del Comune di Milano MG LOGISTICA - Padova KIWI GOLD – Cesena IL PASTAIO – produzione pasta Clienti Vengono riportate le Aziende Clienti che hanno acconsentito alla pubblicizzazione della referenza 11

12 12 CREMONINI – MONTANA CENTRO CARNI & COMPANY CANTINA COLOGNOLA AI COLLI DAUTORE PROSCIUTTIFICIO PRINCIPE DI SAN DANIELE SAIWA RAUSCEDO CONS. ORT. PADANO SI.A.MO.CI. ATAC ROMA ZUCCATO AZ. AGR. RAGO SAN GABRIELE ZONIN GRUPPO OROGEL AUTOGRILL GRUPPO PELLEGRINI CARIONI CIAVARELLA/SAPONARO FRUTTITAL NOMOS REFRIGERAZIONE PASSIVA CASEIFICIO AMADIO CEREAL DOCKS CODAP ORTOGRANDA ZONIN SALUMIFICIO VECCHI SUMMERKIWI CANTINE GANCIA SOGEM AZ. VIT. VARRAMISTA CEREAL DOCKS LA MAROSTEGANA AZ. AGR. FORNARI ORTOROMI IL PASTAIO AREOPORTO MALPENSA Con chi stiamo lavorando Vengono riportate le Aziende con cui stiamo lavorando e che hanno acconsentito alla pubblicizzazione della referenza CITTERIO PENZO PANZOTTERIA SALUMIFICIO PIZZETTI GRUPPO AIA AGRICOLA BERICA FURLOTTI APOFRUIT DERADO ZAMBELLI TRUCK MILANO SPORT A.O. NIGUARDA - MILANO AREU – 118 LOMBARDIA VISION AMBULANZE STARPOOL BERNO AUTOTRASPORTI CASEIFICIO PEZZETTI BONTA LUCANE CROCE ROSSA NAPOLI FRAMON

13 PROGETTI DI RICERCA APPROVATI ADRIALOG – REGIONE FRIULI: trattamento pesce con ozono sui pescherecci. NOTOX – REGIONE FRIULI: eliminazione tossine grano e altri prodotti alimentari. PROGETTI DI RICERCA IN CORSO DI VALUTAZIONE POR CRO AZIONE REGIONE VENETO PSR MISURA AVEPA PON TECNOPASTAFREE – MIUR PON ECOFRUIT - MIUR PON SAMEFEAT - MIUR PIF CARNI - REGIONE PUGLIA PIF FUNGHI – REGIONE PUGLIA INDUSTRIA 2015 – MIUR Progetto di Cooperazione internazionale in Tanzania - Università di Torino COMUNITA SCIENTIFICA E CULTURALE Blog curato direttamente Matching Settore Sanità 2007 – 2008 – 2009 Articoli su riviste specializzate ed eventi tecnico scientifici MENZIONE SPECIALE AL Premio Impresa Ambiente 2010 International Conference of International Ozone Association – Geneva – April 2010 Partecipazione alla International Ozone Association (IOA) Attività di ricerca e sviluppo 13

14 COMMERCIALI AUSILIA (Soc. Consulenza nazionale sulla sicurezza alimentare e ambientale) CASARTIGIANI Verona CDO (Compagnia delle Opere ) CONSID (Consorzio Imprese Diano) DEL OZONE International ECOLAB (Rete laboratori analisi) FAI (Federazione Italiana Autotrasportatori) RETARDER (rappresentante prodotti per la conservazione frutta) TEBALDI (realizzazione impianti per cantine) RADIS (Soc. di consulenza e disinfezione nel settore stoccaggio granaglie) FRIGOMECCANICA (realizzazione camere bianche settore lavor. Carni) CATENA HOTEL IANNOTTA QUALITEC ALIMENTARE (Soc. Consulenza sulle tecnologie nel settore agroalimentare) Associazione CSEN (ass. sportiva) Partnership 14 SCIENTIFICHE Università di Udine, Padova, Torino e Bologna Politecnico di Milano CNR Bari, Avellino e Milano Centro di Ricerca Bonomo SSICA (Stazione Sperimentale Industrie e Conserve Alimentari) di Parma SAS (Sicurezza attività sportive e corretti stili di vita) Centro di Ricerca di Milano Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Tre Venezie Veneto Agricoltura Laboratorio BIOLAB c/o VEGA (Parco scientifico tecnologico di Venezia) Distretto Biomedicale Veneto I.A.M.B. – Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari Parco tecnologico Molise Innovazione TECNICA 5 (progettazione e realizzazione impianti IV gamma) TECNOALIMENTI FLUIDINAMICS (progettazione impianti ad ozono)

15 Certificate CE da Ente terzo ASLAN: alcune delle apparecchiature

16 Dove si posiziona la tua azienda? 16

17 17

18 18

19 Durata del test: 5 giorni I campioni di fragole sono stati suddivisi in 2 gruppi: uno stoccato in un ambiente a 20 gradi centigradi, laltro stoccato in un ambiente a 20 gradi centigradi e trattato in continuo con 0,1ppm di ozono TEST con ozono sulle FRAGOLE

20 TEST con ozono sui KIWI Due metà dello stesso kiwi, conservate a temperature ambiente, a destra la metà trattata con ozono in continuo, a sinistra la metà non sottoposta a trattamento con ozono in cui già dopo 4 giorni: oltre al rinsecchimento è visibile un inizio di sviluppo di muffa.

21 TEST con ozono nella IV GAMMA insalate

22 TEST con acqua ozonizzata su superfici di lavoro e macchinari Labbattimento di Salmonella ottenuto con acqua ozonizzata, è stato mediamente di oltre 2 Log arrivando dopo 6 minuti ad un abbattimento vicino ai 3Log.

23 TEST con acqua ozonizzata per trattamento SOIA contro SALMONELLA Utilizzo di acqua ozonizzato per la disinfezione delle superfici di lavorazione e di macchinari: i due campioni sono stati prelevati prima del trattamento e dopo un trattamento di 2 minuti e dopo il trattamento di quattro minuti

24 TEST con ozono nella lavorazione delle CARNI 24 analisi al (ufc/gr)analisi al (ufc/gr) campion e OzonoCMTe.colienterob.CMTe.colienterob. controlloSenza ozono410000nr< nr10 1 Concentrazion e nr< nr20 2 Concentrazion e nr< nr50 3 Concentrazion e nr< nr20 miscela ATM al miscela ATM al campi one OzonoOSSCO2OSSCO2 contr ollo Senza ozono 71,124,770,626,9 1 Concentr azione 1 72,923,472,525 2 Concentr azione 2 72,523,874,623,4 3 Concentr azione 3 72,424,174,723,2 La carne è stata macinata e vi sono state aggiunte le spezie. Per poter lavorare limpasto nel campione di prova è stata aggiunta dellacqua normale come previsto dal procedimento dellAzienda, mentre negli altri campioni è stata aggiunta acqua ozonizzata a diverse concentrazioni. I campioni sono poi stati confezionati seguendo le normali procedure dellAzienda. Sono stati effettuati test dopo 3 gg e dopo 10 gg dal confezionamento del prodotto. Le prove di palatabilità del prodotto non hanno rilevato differenze di gusto tra il prodotto di controllo ed i prodotti trattati con ozono. Sono state rilevate invece differenze nei valori microbiologici e nella miscela ATM

25 Dettaglio forma trattata con ozono Dettaglio forma NON trattata con ozono TEST con ozono nel settore LATTIERO CASEARIO

26 TEST con ozono nel settore TRASPORTI


Scaricare ppt "Ozone green solutions. Ozono L'ozono (O 3, stato allotropico dell'ossigeno) e' un gas instabile composto da tre atomi di ossigeno Lozono (O 3 ) è un gas."

Presentazioni simili


Annunci Google