La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SOCIOLOGIA ISTRUZIONE E FORMAZIONE CAP. 5. CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE crisi dei docenti Il dibattito italiano LISTRUZIONE listruzione in Italia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SOCIOLOGIA ISTRUZIONE E FORMAZIONE CAP. 5. CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE crisi dei docenti Il dibattito italiano LISTRUZIONE listruzione in Italia."— Transcript della presentazione:

1 SOCIOLOGIA ISTRUZIONE E FORMAZIONE CAP. 5

2 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE crisi dei docenti Il dibattito italiano LISTRUZIONE listruzione in Italia listruzione in Europa scuola e società lavoro 2

3 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE istruzione socializzazione apprendimento avviene ovunqueavviene a scuola è il proseguimento della socializzazione iniziata nella famiglia processo chiave del controllo sociale culturale abilità acquisite (successo nel) POSIZIONE SOCIALE 3

4 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE efficiente sistema istruzione formazione ricerca industriale SUCCESSO DEL SISTEMA ECONOMICO figure occupazionali competitività internazionale primo tipo di organizzazione frequentato autonomamente e di formazione socio-organ.va collegato slle strutture di potere della società 4

5 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE - Lo sviluppo del sistema scolastico italiano sistema scolastico italiano nascita 1860Legge Casatiscuola elementare a 2 gradi il 1° obbligatorio e gratuito scuola elitaria/selettiva 1877Legge Coppinoribadito obbligo scolastico riforma 1904Legge Orlandoobbligo scol. sino a 12 anni migliori stipendi ai maestri 1911Legge DaneoIstruz. elementare allo Stato Patronati scolastici riformaLegge Gentileregolamentaz.ione radicale 3 liv. di istruzione selettiva percorsi chiusi alternativi riforma 62-69Legge Guisc. media unica obbligatoria scuola materna statale liberi accessi università anni 70riqualificazione scolastica anni 1997riforma dei cicliLeg Berlinguer PROBLEMI - SCUOLA PRIVATA - BAMBINI COME FORZA LAVORO - SCUOLA PUBBLICA - SCUOLA IDEOLOGICA - SELEZIONE PRECOCE - CULTURA DEL LAVORO - SVILUPPO ECONOMICO INDUSTRIALIZZAZIONE -SCUOLA DI MASSA - SCUOLA PUBBLICA E PRIVATA - LEGAME CON MONDO LAVORO FORTE CENTRALISMO B ROCRATICO OBBLIGO SCOLASTICO SINO AD ANNI

6 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE - Lo sviluppo del sistema scolastico italiano sistema scolastico TIPOLOGIA PROGRAMMA (scuola strumento..) strumento di consenso e conservazione SCUOLA come FUNZIONE INSEGNANTI libera istituzione servizio per tutti di gestione centralizzata e standardizzata dellinsegn. prescrittivo di obiettivi programmatici e fini regolativo che indica criteri suggerisce contenuti definisce traguardi funzionari esecutori + diciplina che pedag. dipendono da scuole esecutivi / creativi responsabili verso amministrazione committenti e fruitori 6 calo demografico>diminuzione studenti immigrazioni e adozioni>multietnicità (bagaglio linguistico comunicativo)(mediatore socio-culturale) mondo del lavoro>quali saperi/abilità? competenze richieste>competenze incomplete (disoccupazione giovanile) ideologia status scolast.>no a formaz. professionale mancato orientamento>demotivazione / selezione cultura del lavoro>carente agenzie formative>formazione extrascol.ca > per quadri medio alti > per riconversione e innovazione > per nuove imprenditorialità artificiosa separazione tra Stato e Enti Locali nella formazione (scarsa integrazione e discriminazioni territoriali)

7 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE - Il rapporto tra scuola, studenti, e società SELEZIONE DISPERSIONE obbligo scolastico ?>scarsa motivazione RARO CHE COLPA SIA O DELLUNO O DELLALTRO IL PROBLEMA E IL MANCATO RACCORDO TRA DOMANDA E OFFERTA NEI SISTEMI FORMATIVI non riesce a raggiungere traguardi e obiettivi non riesce a far raggiungere traguardi e obiettivi 7

8 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE - Il rapporto tra scuola, studenti, e società SELEZIONE DISPERSIONE FAMIGLIATERRITORIOSCUOLA inadeguatezza educativa insuff. rapporto scuola-famiglia non integrazione scuola-servizi ma alla base cè scarso collegamento tra i diversi gradi di scuola TASSO DI ABBANDONO CORRELATO CON LIVELLO SOCIO-CULTURALE DI APPARTENENZA RICORRENTE SCARSA ORGANICITA DEGLI APPRENDIMENTI-ASSENZA PROGETTO FORMATIVO ORIENTARE NON SIGNIFICA DARE UNINFORMAZIONE 8 SCUOLA = MOBILITA! TRASMISSIONE DEL SAPERE E DELLE ABILITA OCCUPAZIONE PARAMETRATA RICONOSCIMENTI MORALI E MATERIALI POSIZIONE SOCIALE FAMIGLIA SCUOLALAVORO INFLAZIONE TITOLI concorrenza d. credenziali

9 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE - Tentativi di integrazione tra formazione e mondo del lavoro CURRICULUM CONTINUO PROBLEMA ATAVICO ITALIANO? discrepanza fra formazione e lavoro e il passaggio è lungo e obsoleto STUDENTE orientamento per future scelte SCUOLA verifica propria offerta formativa CLASSI ALTE percorsi meno professionalizzanti DONNE / UOMINI terziario / terziario avanzato 9 1)conservatorechiuso a innovazioni didattiche e tecnologiche scuola determinante per formazione morale, selezione istruzione = socializzazione / intelligenza? genetica! tipico comportamento burocratico e impersonale 2)di buona volontàsi destreggia tra tradizione e modernità;attenua rigidità orientato ad allievi: educati, onesti, altruisti cerca di conoscerne aspetti psicologici e affettivi 3)permissivousa convincimento razionale, si attiene regole democr. tollerante e liberale, riduce insegn., x spazio ad allievi 4)tecnocraticosoluzione crisi scuola? Riqualificazione prof.le tecnica moderne tecniche didattiche, non investe su socializ. 5)Innovatoresforzo teorico e pratico per ridefinire la scuola scuola collegata con realtà; studente-utente crfitico, e indipendente nel giudizio su contraddizioni sociali modelli educativi tecniche didattiche tecniche disciplinari stile di insegnamento

10 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE - Linsegnante in crisi di identità Insegnare o educare? innegabile il suo ruolo di educatore valoriale GIOVANI SENZA VALORI ? NO, NON VENGONO TRASMESSI (non è compito mio) rischio di trasformare ruolo educativo in ruolo burocratico insegnanti: unici adulti significativi oltre la famiglia IERIscuola dèlite > insegnante=parte dellélite OGGIscuola di massa >insegnante=parte della massa (più in italia che in altri paesi) = CRISI DI UNA PROFESSIONE caduta prestigio sociale Inadeguata qualità professionale 10 EUROPA del sapere e delle culture ( gli obbiettivi dei ministri delleducazione) 1) unEuropa pluriculturale - sviluppo della dimensione europea nellinsegnamento - molteplicità degli approcci culturali - incentivazione insegnamento delle lingue 2) unEuropa della mobilità - riconoscimento diplomi nazionali - corrispondenza delle qualificazioni professionari 3) unEuropa della formazione per tutti - lotta agli insuccessi scolastici - riduzione delle disparità - uguaglianza di accesso 4) unEuropa delle competenze - migliore insegnamento di base - più attenzione allevol. economica, culturale e tecnica 5) unEuropa aperta al mondo - tesa alla definizione di nuove forme di solidarietà

11 CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE - Listruzione in Europa ISTRUZIONE ruolo insegnanti occupazione formazione su apprendimento su socializzazione su selezione ed. permanente credenziali occupazionali socializzazione europeismo competenze europee Europa della mobilità eliminazione insuccessi ob.vi latenti e manifesti omologaz. valori sociali facilitare/condizionare linguaggio e valori eliminazione insuccessi dispersione scolastica orientamento differenze risultati 11


Scaricare ppt "SOCIOLOGIA ISTRUZIONE E FORMAZIONE CAP. 5. CAP. 5 - ISTRUZIONE E FORMAZIONE crisi dei docenti Il dibattito italiano LISTRUZIONE listruzione in Italia."

Presentazioni simili


Annunci Google