La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA CLASSIFICAZIONE DEL REGNO ANIMALE Un viaggio lungo lalbero genealogico degli animali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA CLASSIFICAZIONE DEL REGNO ANIMALE Un viaggio lungo lalbero genealogico degli animali."— Transcript della presentazione:

1 LA CLASSIFICAZIONE DEL REGNO ANIMALE Un viaggio lungo lalbero genealogico degli animali

2 GLI INVERTEBRATI

3 PORIFERI Le spugne, un sacchetto coperto di pori I Poriferi sono le spugne di mare e dacqua dolce Sono gli animali più semplici, hanno solo cellule specializzate

4 CELENTERATI meduse e polipi, un sacchetto con tentacoli armati I celenterati hanno tessuti muscolari, una rete nervosa, uno scheletro idraulico e una simmetria raggiata

5 COMPARE LA SIMMETRIA BILATERALE

6 PLATELMINTI i vermi piatti I platelminti sono i più primitivi animali con simmetria bilaterale, una testa, forme primitive di organi, apparati e sistemi

7 COMPARE UN CANALE DIGERENTE CON DUE APERTURE

8 NEMATODI i vermi cilindrici I nematodi sono i più primitivi animali con un canale digerente fornito di bocca e ano

9 COMPARE IL CELOMA PROTOSOMI

10 ANELLIDI un corpo fatto di tanti segmenti (anelli=metameri) Gli anellidi sono i più primitivi animali con un vero celoma, pieno di liquido, che protegge gli organi interni e fa da scheletro idraulico

11 MOLLUSCHI gli inventori della conchiglia I molluschi (=corpo molle) hanno un capo, il sacco di visceri ed un piede per muoversi

12 Le classi dei MOLLUSCHI GASTEROPODI (= piede ventrale)

13 Le classi dei MOLLUSCHI BIVALVI, hanno una conchiglia costituita da due valve

14 Le classi dei MOLLUSCHI CEFALOPODI, hanno il piede vicino al capo ed è suddiviso in più tentacoli per catturare le prede. Conchiglia ridotta, assente o interna.

15 ARTROPODI gli inventori della corazza Gli artropodi (=zampa articolata) hanno il corpo ricoperto da un esoscheletro costituito da materiale proteico (chitina) e le zampe con articolazioni

16 La muta

17 Artropodi a 6 zampe: gli INSETTI Hanno 6 zampe ed un corpo che si divide in tre regioni: Capo, regione anteriore con antenne, occhi composti e apparato boccale Torace, regione intermedia strutturata in 3 segmenti ognuno dei quali porta 2 zampe (presenza di ali nelle forme alate) Addome, regione posteriore composta da numerosi metameri privi di arti; termina con pungiglioni, appendici (organi di senso)

18 Capo Lapparato boccale è differenziato da specie a specie

19 Occhio composto L'occhio della mosca è composto da centinaia di occhi più piccoli: ogni sfaccettatura è una piccola lente su uno strato di cellule fotosensibili.

20 Ciclo vitale e sviluppo Si riproducono sessualmente con fecondazione interna Sono in massima parte ovipari, depongono numerose uova Al momento della schiusa, linsetto che esce dalluovo somiglia raramente alladulto: dovranno verificarsi una serie di importanti trasformazioni (metamorfosi) prima di raggiungere lo stadio adulto.

21 Metamorfosi Durante la metamorfosi gli insetti cambiano aspetto, abitudini alimentari e spesso anche lambiente di vita

22 Metamorfosi incompleta / completa

23 Artropodi Gli altri gruppi di artropodi

24 I crostacei (es. granchi, gamberi, aragoste) Sono i primi artropodi comparsi sul nostro pianeta Esoscheletro molto robusto chiamato carapace Capo e torace fusi insieme nel cefalotorace + addome costituito da numerosi metameri

25 I crostacei (es. granchi, gamberi, aragoste)

26 Gli aracnidi (ragni, scorpioni, acari) Sono artropodi a 8 zampe Corpo diviso in due parti: cefalotorace e addome Quattro paia di arti sono usati per il movimento; altre due paia sono collocate anteriormente e servono a trattenere ed uccidere la preda Possono avere ghiandole velenifere

27 Gli aracnidi (ragni, scorpioni, acari)

28 I miriapodi Sono artropodi terrestri dal corpo allungato e suddiviso in numerosi segmenti, ciascuno dei quali porta uno (centopiedi) o due paia di arti (millepiedi)

29 DEUTEROSOMI

30 ECHINODERMI lo scheletro sotto la pelle Gli echinodermi (= pelle spinosa) hanno un endoscheletro nel derma, sotto lepidermide, simmetria radiale e pedicelli per il movimento Riccio di mare Stella marina

31 CORDATI Imboccato il ramo dei deuterosomi, superati gli echinodermi, stiamo per arrivare agli animali dotati di colonna vertebrale. Però, prima di incontrarli, dobbiamo fermarci a considerare lanimaletto della figura che, per quanto ti possa stupire, ha molte cose in comune con noi. Ha una corda dorsale e un cordone nervoso dorsale

32 I VERTEBRATI PESCI - ANFIBI - RETTILI UCCELLI - MAMMIFERI

33 Comè fatto un vertebrato La colonna vertebrale è formata da segmenti (ossei o cartilaginei) metamerici (che si ripetono): le vertebre Alla colonna vertebrale sono collegati due paia di arti Allinterno della colonna vertebrale si trova il midollo spinale, un cordone nervoso, che nella parte anteriore si sviluppa a formare il cervello, alloggiato nel cranio

34 Il rivestimento Il corpo dei vertebrati è protetto dalla cute, chiamata comunemente pelle, e da diversi annessi cutanei: Scaglie, squame, penne e piume, peli

35 La regolazione della temperatura OMEOTERMI: sono in grado di mantenere una temperatura interna costante ETEROTERMI: hanno una temperatura interna che varia con il variare della temperatura dellambiente circostante

36 La riproduzione Ovipari: lo sviluppo dellembrione avviene in uova deposte allesterno del corpo della femmina Ovovivipari: le uova si dischiudono allinterno del corpo materno Vivipari: partoriscono figli perfettamente formati Nei vertebrati la riproduzione è sessuata e i sessi sono separati; la fecondazione può essere interna o esterna.

37 I PESCI Circa specie, sono i vertebrati più antichi, comparsi 400 milioni di anni fa

38 Anatomia di un pesce

39 Organo della linea laterale Percepisce le variazioni di pressione causate da uno spostamento dacqua

40 I pesci più primitivi tuttora esistenti sono privi di mascelle come i loro progenitori: sono le lamprede, che succhiano con la bocca il sangue di altri pesci

41 scheletro cartilagineo I pesci cartilaginei hanno uno scheletro cartilagineo e sono coperti di scaglie. La maggior parte è costituita da formidabili predatori, però alcuni, come lo squalo balena (15 m per 9 t), si nutre di plancton

42 scheletro osseo I pesci ossei hanno uno scheletro osseo e sono coperti di scaglie disposte una sullaltra come le tegole di un tetto. Hanno la vescica natatoria, un sacchetto pieno di gas collegato alla bocca, che permette al pesce di rimanere stabilmente a una certa profondità

43 La riproduzione nei pesci Fecondazione esterna Prevalentemente ovipari

44 GLI ANFIBI Anfibio deriva dal greco amphibios e significa doppia vita

45 Gli anfibi sono legati ancora allambiente acquatico, perché la riproduzione e le prime fasi della vita larvale si svolgono nellacqua. Dalluovo fecondato si sviluppa una larva (girino) che si trasforma per metamorfosi in un adulto che vivrà sulla terraferma

46 Anatomia di un anfibio Pelle viscida e senza squame Dita palmate Cloaca: apertura dellapparato escretore e riproduttivo

47 Gli anuri (rane, rospi) non hanno la coda allo stato adulto, le zampe posteriori sono più sviluppate delle anteriori per il salto

48 Gli urodeli (salamandre e tritoni) mantengono la coda per tutta la vita

49 I RETTILI I conquistatori della terraferma: i primi vertebrati indipendenti dallacqua

50 I rettili hanno caratteristiche che li rendono molto adatti allambiente esterno. Depongono luovo sul terreno. Lo sviluppo dellembrione avviene in ambiente acquatico ricreato dentro luovo, dove il piccolo riceve tutto quello che gli occorre: è luovo amniotico la grande invenzione dei rettili, che rimane negli uccelli e nei mammiferi

51 Come sono fatti i rettili Il nome deriva dal latino reptare che significa strisciare La pelle è rivestita da squame cornee costituite da cheratina (la sostanza che forma i nostri capelli e le nostre unghia) Organi di senso ben sviluppati, in particolare quelli dellolfatto (es. lingua per il serpente) La capacità di separare mandibola e mascella permette loro di ingoiare prede di grandi dimensioni Fecondazione interna, per la maggior parte sono ovipari

52 La varietà dei rettili Si conoscono circa 6500 specie di rettili che si suddividono in quattro principali ordini: cheloni, sauri,ofidi e loricati

53 carapace CHELONI: tartarughe e testuggini

54 SAURI: il gruppo più vario e numeroso LUCERTOLA - Podarcis sicula RAMARRO - Lacerta bilineataGECO - Tarentola mauritanica IGUANA Iguana iguana CAMALEONTE

55 Un sauro particolare: lorbettino Orbettino Anguis fragilis Il nome inglese dell'orbettino è lucertola di vetro Si distingue dai serpenti per la presenza di palpebre che si chiudono

56 OFIDI: tutte le specie di serpenti …anche bisce e vipere

57 LORICATI:coccodrilli e alligatori coccodrillo alligatore caimano

58 GLI UCCELLI Conquistatori del cielo

59 Queste sono le caratteristiche che consentono agli uccelli di avere un corpo leggero, di forma aerodinamica e adatta al volo: ossa cave (ossa pneumatiche) e scheletro leggero arti anteriori trasformati in ali corpo coperto di penne: aumentano la superficie portante per il volo numero di vertebre ridotte nella coda muscoli pettorali molto sviluppati ed uno sterno carenato a cui questi muscoli si agganciano

60 Penne per volare Le penne sono indispensabili per il volo; a seconda della loro posizione e della loro funzione vengono indicate con nomi diversi. Il resto del corpo è rivestito da piume che servono da isolante nei confronti della temperatura esterna.

61 Adattamenti al volo Oltre al rivestimento di penne, gli uccelli hanno ossa cave che li rendono più leggeri, muscoli pettorali ben sviluppati e uno sterno carenato a cui i muscoli si agganciano

62 Le zampe Le zampe degli uccelli, diversificate nella loro forma, presentano quasi sempre tre dita rivolte in avanti ed una allindietro

63 Il becco Le mascelle, inferiore e superiore, si sono estese fino a formare un becco corneo che presenta unampia varietà di forme in relazione al tipo di alimentazione

64 La struttura interna Il becco è privo di denti ed il cibo non può essere sminuzzato. Negli uccelli, oltre agli organi comuni a tutti i vertebrati, sono presenti il gozzo, in cui viene accumulato il cibo, e il ventriglio, nel quale il cibo viene triturato

65 La respirazione Il volo è unattività che richiede molta energia e quindi molto ossigeno; per questo lapparato respiratorio è molto efficiente: La respirazione avviene con i polmoni I polmoni sono dotati di espansioni, i sacchi aerei, che consentono di aumentare la quantità di aria introdotta

66 La riproduzione Gli uccelli sono tutti ovipari La fecondazione è interna Le uova fecondate vengono deposte in un nido e vengono covate fino alla loro schiusa

67 Dimorfismo sessuale nel piumaggio

68 La varietà degli uccelli La classe degli uccelli è suddivisa in numerosi ordini, che si differenziano tra loro per la forma del becco, delle zampe e delle ali. Vediamone alcuni tra i principali:

69 Passeriformi Es. passero, allodola, merlo, pettirosso

70 Galliformi Es. fagiano, quaglia

71 Columbiformi Es. piccione, tortora

72 Rapaci Es. aquila, falco, gufo, civetta

73 Anseriformi Es. anatre, oche

74 Pinguino (Sfenisciformi): non vola, ma nuota, ha le ali trasformate in pinne e le piccole penne lo coprono come una tuta impermeabile

75 Struzzo (Ratiti): non vola, ha le zampe lunghe da corridore, le ali atrofizzate utilizzate come bilanceri nella corsa; non ha penne, solo piume.


Scaricare ppt "LA CLASSIFICAZIONE DEL REGNO ANIMALE Un viaggio lungo lalbero genealogico degli animali."

Presentazioni simili


Annunci Google