La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE DEI PROCESSI MENTALI Apprendimento e Valutazione di Competenze Cognitivo-Emotive.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE DEI PROCESSI MENTALI Apprendimento e Valutazione di Competenze Cognitivo-Emotive."— Transcript della presentazione:

1 FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE DEI PROCESSI MENTALI Apprendimento e Valutazione di Competenze Cognitivo-Emotive attraverso ausili tecnologici in bambini con Disturbo dello Spettro Autistico

2 Scopo: Valutazione di competenze cognitivo ed emotive attraverso ausili tecnologici in bambini con Disturbo dello Spettro Autistico. Verificare la competenza e l'efficacia di alcuni ausili tecnologici al fine di raggiungere tale scopo. In particolare sono state indagate la capacità di identificare e riconoscere le emozioni e la capacità di inferire stati mentali INTRODUZIONE Verificare se il ricorso a tali strumenti tecnologici può fornire un valido aiuto a soggetti con DSA o al contrario se conduce invece soltanto ad apprendimenti meccanici

3 Deficit nelle relazioni interpersonali Deficit nella comunicazione verbale, non verbale e nel linguaggio Interessi ristretti e stereotipati Non interagiscono con gli altri Non giocano con gli altri bambini Si isolano Non richiedono la partecipazione dellaltro nelle loro attività Se vengono chiamati non rispondono o non si voltano Non guardano negli occhi ISOLAMENTO AUTISTICO Deficit Comunicazione verbale: Aspetti grammaticali, lessicali e fonologici coerenti con il livello di sviluppo. Aspetti pragmatici selettivamente danneggiati Comprensione lessicale del linguaggio Non comprensione espressioni astratte Non comprensione espressioni ambigue Deficit comunicazione non verbale: Difficoltà comprensione e riconoscimento emozioni Tono della voce Difficoltà comprensione di gesti Difficoltà comprensione linguaggio del corpo Movimenti, gesti e azioni ripetitivi e frequenti. Resistenza al cambiamento Se qualcosa viene mutato, anche se è un dettaglio, reagiscono con crisi di rabbia e agitazione. DISTURBI GENERALIZZATI DELLO SVILUPPO relazioni interpersonali comunicazione verbale, non verbale e nel linguaggio Interessi ristretti e stereotipati

4 Le tecnologie assistive vengono definite come qualsiasi oggetto, parte di equipaggiamento, o sistema, sia prodotto commercialmente, che fuori dagli standard, modificato o personalizzato, che venga utilizzato al fine di aumentare, mantenere o migliorare le capacità funzionali di individui con disabilità (Who,2011). Maggior indipendenza Incremento Qualità di vita Lutilizzo di alcuni supporti tecnologici permette di raggiungere: Con la presente ricerca ci siamo proposti di valutare lefficacia o meno dellutilizzo di una specifica e determinata tecnologia assistiva in soggetti con DSA.

5

6 I BAMBINO II BAMBINO III BAMBINO Nato nel 2003 In carico dal 2006 Diagnosi di Sindrome da Alterazione Globale dello Sviluppo Psicologico non altrimenti specificato (F84.9 ICD-10). Nato nel 2001 In carico dal 2009 Diagnosi di Sindrome da Alterazione Globale dello Sviluppo Psicologico come Autismo Atipico (F84.1 ICD-10). Nato nel In carico dal 2008 Diagnosi di Sindrome da Alterazione Globale dello Sviluppo Psicologico non altrimenti specificato (F84.9 ICD-10).

7 PARTECIPANTI ETÀ CRONOL OGICA DIAGNOSI ANNO DELLA PRESA IN CARICO Q.I GENERE Q.I TOTALE Q.I VERBAL E Q.I PERFOR MANCE Bambino 1 (F.)9 anni Sindrome di alterazione globale dello sviluppo psicologico non altrimenti specificato M Bambino 2 (T.)11 anni Sindrome di alterazione globale dello sviluppo psicologico atipico M Bambino 3 (V.)10 anniSindrome di alterazione globale dello sviluppo psicologico non altrimenti specificato M

8 Fase A: Colloqui con le operatrici e psicologhe dei tre bambini presi in esame. Fase B: Svolgimento attività proposte all'interno del software Autismo e Competenze Cognitive- emotive, con cadenza settimanale, per un periodo di un mese. Fase C: Ultima giornata di somministrazione del cd-rom dopo un arco di tempo di due settimane.

9 o Intervento individualizzato, specifico ed intensivo, tuttora in atto. o Notevole evoluzione nell'acquisizione di maggiori e migliori competenze cognitive, comportamentali ed emotive. o Diminuzione di difficoltà nelle relazioni interpersonali, nella comunicazione, minore isolamento, stile cognitivo meno rigido ed inflessibile.

10 BAMBINO 1 (F)BAMBINO 2 (T)BAMBINO 3 (V)

11 BAMBINO 1BAMBINO 2BAMBINO 3 Riflessioni derivate dallosservazione diretta

12 CONCLUSIONI La presente ricerca si propone di valutare l'efficacia dell'utilizzo di strumenti tecnologici, in particolare di software, nella valutazione e potenziamento di tutte quelle abilità e competenze che risultano deficitarie nei Disturbi dello Spettro Autistico. Pertanto lo strumento utilizzato per il presente lavoro, il software Autismo e Competenze Cognitive-Emotive, si è rilevato essere un mezzo inadeguato al fine di raggiungere gli obiettivi sopra descritti; Non fornisce una valida ed efficace valutazione delle competenze dei soggetti. Lapprendimento che ne deriva è meccanico e rimane incanalato al solo utilizzo del software.

13


Scaricare ppt "FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE DEI PROCESSI MENTALI Apprendimento e Valutazione di Competenze Cognitivo-Emotive."

Presentazioni simili


Annunci Google