La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE Area Vasta n.4, Fermo Dir. A.Martini LADOLESCENZA Osservare i segnali di disagio per interventi efficaci Dr.ssa Barbara.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE Area Vasta n.4, Fermo Dir. A.Martini LADOLESCENZA Osservare i segnali di disagio per interventi efficaci Dr.ssa Barbara."— Transcript della presentazione:

1 DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE Area Vasta n.4, Fermo Dir. A.Martini LADOLESCENZA Osservare i segnali di disagio per interventi efficaci Dr.ssa Barbara Rossi Neuropsichiatra Infantile

2 Sintesi della presentazione Ladolescenza come processo e non come malattia Le traiettorie dello sviluppo I segnali di disagio Come intervenire

3 Ladolescenza come processo Adolescenza come percorso iniziatico>>>V.Propp, Morfologia della fiaba Adolescenza deve compiersi>>>E.Erickson Adolescenza e ricerca identitaria>>>Edipo Re

4 Edipo Re

5

6

7 Ladolescenza come processo ADOLESCENZA Maturità sessuale Maturità psicologica Maturità cerebrale Maturità neuropsicologica

8 Maturità sessuale La pubertà nella femmina: Segni estrogenici Segni androgenici Lo sviluppo staturale Le mestruazioni La capacità procreativa Evoluzione biologica

9 Maturità sessuale La pubertà nel maschio: Segni androgenici Caratteri sessuali secondari Lo sviluppo staturale La capacità procreativa Evoluzione biologica

10 Maturità del Sistema Nervoso Centrale Maturazione dei lobi frontali entro i 21 anni, deputati alle funzioni esecutive (Fukui et al., Neuroimage 2005)

11 Maturità neuropsicologica Nellambito della teoria Piagetiana in adolescenza si accede allintelligenza Operatoria Formale Il Ragionamento ipotetico deduttivo permette laccesso al gruppo delle operazioni formali di trasformazione:lidentità, la negazione, la reciprocità, la negazione della reciprocità e quindi la correlatività

12 Maturità psicologica: criticità Complessità Fluidità Articolazione Trasformazioni Ambivalenza Regressioni Instabilità

13 Maturità psicologica:criticità ADO instabilità del mondo psichico interno ADO in cerca di unidentità e dipende dallimmagine di Sé che gli altri gli rimandano ADO esprime la sofferenza attraverso agiti ADO utilizza il corpo come mezzo di espressione

14 Maturità psicologica:chi sono io? Allinterno del II processo di individuazione-separazione fare i conti con spinte differenti: individuazione/dipendenza/ regressione (P.Blos The adolescent passage.Developmental issues,New York,Int.Univ.Press 1979)

15 Maturità psicologica:vivere i lutti Corpo bambino-corpo genitale Relazione infantile con i genitori che offrivano un appoggio anaclitico ( sui bisogni essenziali), e narcisistico (sostegno allimmagine e regolazione dellautostima)

16 Maturità psicologica:potenzialità Laprés coup è ciò che fa sì che esperienze, impressioni, tracce mnestiche, siano rimaneggiate ulteriormente in funzione di nuove esperienze e dellaccesso ad un altro livello di sviluppo.La pubertà è il momento elettivo di questo rimaneggiamento, poiché laccesso ad una possibile sessualità genitale viene a sconvolgere il senso delle esperienze precedenti (P.Jeammet Psicopatologia delladolescenza, Borla, 1999, Roma)

17 Le traiettorie dello sviluppo A1 B E D C

18 Le traiettorie dello sviluppo C A1 A2

19 Le traiettorie dello sviluppo Continuità vs discontinuità dei percorsi di sviluppo; quale storia di sviluppo? Precedenti disturbi? Familiarità? Eventi traumatici? Arresto di sviluppo o crisi patologica? La famiglia?

20 I segnali di disagio Larresto totale nel funzionamento di unarea dello sviluppo. Unira (e una colpa) funesta,distruttiva e spaventante: Toni

21 Lodio come ostetrico della vita le passioni sembrano aver esaurito in questo secolo la loro funzione (Silvia Veggetti Finzi) Lepoca delle passioni tristi (M.Benasayag, G.Schmit, Feltrinelli 2003)

22 DONALD W.WINNICOTT Una qualità essenziale delloggetto è quella di sopravvivere allamore come allodio istintuale La capacità di sopravvivere delloggetto placa il bambino che ha bisogno di esteriorizzare e attualizzare lodio

23 I segnali di disagio Esprimere i sentimenti melanconici distruggendo gli oggetti, la negazione della sofferenza: Nino

24 I segnali di disagio Quando il mondo esterno è persecutorio e malevolo. La rottura, la crisi, il ritiro, La necessità di uno spazio immaginario: Chico

25 I segnali di disagio Un corpo etereo. Alla ricerca del perfezionismo, tutti 9 in pagella e il piatto vuoto: Maria

26 Ragazzi con alle spalle Disturbi di Sviluppo (Ritardo Mentale,Paralisi Cerebrali Infantili, Dislessia, Autismo, S.Epilettiche..). Accettare il limite per non complicare le cose: Gigi I segnali di disagio

27 Come intervenire in senso preventivo? Di cosa ha bisogno ladolescente? Padre ladolescente ha bisogno di oggetti esterni per sostenersi e per far loro giocare il ruolo di organizzatori del mondo interno

28 Come intervenire in senso preventivo? Di cosa ha bisogno ladolescente? Come risponde un padre allattacco del figlio? Si deprime Si annulla Come rivale Comprende con fermezza

29 Come intervenire in senso preventivo? Di cosa ha bisogno ladolescente? Istituzioni: famiglia scuola società

30 Come intervenire in senso preventivo? Di cosa ha bisogno ladolescente? Gruppo dei pari come spazio psichico allargato deposito, fucina, trampolino di lancio

31 Come intervenire in senso preventivo? Di cosa ha bisogno ladolescente? Puntare in alto Fiducia Valori Investire Lavorare

32 La vetta


Scaricare ppt "DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE Area Vasta n.4, Fermo Dir. A.Martini LADOLESCENZA Osservare i segnali di disagio per interventi efficaci Dr.ssa Barbara."

Presentazioni simili


Annunci Google