La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RICEZIONE ANALISI TECNICA Massimo Della Rosa. Nella fase ricezione punto esistono meno variabili situazionali che nella fase battuta punto. Nei fondamentali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RICEZIONE ANALISI TECNICA Massimo Della Rosa. Nella fase ricezione punto esistono meno variabili situazionali che nella fase battuta punto. Nei fondamentali."— Transcript della presentazione:

1 LA RICEZIONE ANALISI TECNICA Massimo Della Rosa

2 Nella fase ricezione punto esistono meno variabili situazionali che nella fase battuta punto. Nei fondamentali della fase ricezione punto la capacità di prestazione degli atleti è strettamente connessa con il loro valore tecnico. Con riferimento a tale fase si dice che la tecnica fa la prestazione.

3 Nella fase di cambiopalla la qualificazione degli atleti si ottiene attraverso grandi volumi di lavoro tecnico, anche di natura analitica. Tale regola vale soprattutto per la ricezione. E pertanto necessario garantire agli atleti un elevato numero di interventi.

4 Emerge pertanto la necessità di allenare la ricezione con esercizi analitici o sintetici in quanto il metodo globale non garantisce un volume di lavoro adeguato.

5 Nel corso degli anni la pallavolo è diventata sempre più veloce. Anche le tecniche di ricezione hanno ovviamente risentito di tale tendenza anche in considerazione della modifica delle regole di gioco.

6 Nella pallavolo evoluta la ricezione deve contrapporsi ad un servizio sempre più potente e sempre più tattico Il compito del ricevitore è pertanto sempre più difficile sia per quanto riguarda la posizione che gli spostamenti che lintervento

7 Lanalisi tecnica della ricezione deve considerarne tutte le componenti: posizione iniziale spostamento posizione rispetto alla palla intervento.

8 Tali elementi, che come detto necessitano di adeguati volumi di lavoro, devono adattarsi alle diverse tecniche di servizio (float da vicino, float da lontano jump float, servizio in salto)

9 Cronologia Postura rilassata che consenta facilità di spostamento Peso in avanti e braccia davanti al corpo Osservazione della palla Osservazione della traiettoria e spostamento in funzione dei suoi punti notevoli Sfruttamento di tutto il tempo disponibile per lo spostamento Anticipo nella preparazione del piano di rimbalzo Arresto ed intervento

10 PRIMA CHE LAVVERSARIO BATTA: Postura rilassata,peso in avanti e braccia davanti al corpo

11 PRIMA CHE LAVVERSARIO BATTA: LA POSIZIONE INIZIALE: E determinata: Dal modello di ricezione adottato dalla squadra Dalla tecnica utilizzata dal battitore Dalla tecnica utilizzata dal ricevitore Dalla posizione del battitore Dalle competenze attribuite al ricevitore

12 OSSERVAZIONE DELLA PALLA E DELLA TRAIETTORIA NEI SUOI PUNTI NOTEVOLI: Prima che la palla parta: la lettura del colpo per poter anticipare il più possibile lo spostamento

13 OSSERVAZIONE DELLA PALLA E DELLA TRAIETTORIA NEI SUOI PUNTI NOTEVOLI: Durante la fase ascendente della traiettoria della palla: La lettura della componente laterale della traiettoria ed il conseguente spostamento laterale per portarsi con i piedi dietro alla palla

14 OSSERVAZIONE DELLA PALLA E DELLA TRAIETTORIA NEI SUOI PUNTI NOTEVOLI: Lindividuazione del vertice della traiettoria della palla e la conseguente valutazione della profondità del servizio

15 OSSERVAZIONE DELLA PALLA E DELLA TRAIETTORIA NEI SUOI PUNTI NOTEVOLI: Durante la fase discendente della traiettoria della palla: lo spostamento antero-posteriore per adattare la posizione alla profondità del servizio

16 OSSERVAZIONE DELLA PALLA E DELLA TRAIETTORIA NEI SUOI PUNTI NOTEVOLI: Durante la fase discendente della traiettoria della palla: Sfruttare di tutto il tempo disponibile per migliorare la posizione rispetto alla palla Anticipare la preparazione del piano di rimbalzo Se possibile arrestarsi al momento dellintervento

17 LINTERVENTO

18 La flesso-estensione degli arti inferiori Quando? Spingere o Contenere ? Movimento concentrico o eccentrico in relazione alla velocità della palla

19 LINTERVENTO Contro il sevizio float: Aggredire la palla Baricentro avanzato Peso sul piede più avanti

20 LINTERVENTO Contro il servizio in salto potente Contenere: chiudendo gli angoli delle articolazioni o arretrando con i piedi piedi o arretrando il baricentro (caduta controllata)

21 LINTERVENTO Limportanza dellarticolazione tibio-tarsica Il dinamismo dei piedi Spostamenti rapidi a piccoli passi e aggiustamenti con le caviglie

22 LINTERVENTO Il piano di rimbalzo: Braccia estese in avanti e staccate dal corpo Busto inclinato in avanti Scapole sollevate e avvicinate Mento chiuso tra le spalle Braccia extraruotate Presa comoda di una mano nellaltra

23 PRINCIPI GENERALI Cercare la palla con i piedi Aggredire la palla Non perdere le spalle Mani e occhi verso lobiettivo

24 LE TECNICHE La ricezione in bagher sul servizio float

25 LE TECNICHE Il bagher frontale

26 LE TECNICHE Le traiettorie corte: Abbassare progressivamente il baricentro durante lo spostamento sulle traiettorie lente e corte. Ginocchio a terra

27 LE TECNICHE IL BAGHER LATERALE Non farsi superare dalla palla Non perdere le spalle Non perdere linclinazione in avanti del busto Abbassare la spalla opposta Arretrare il piede corrispondente Peso sul piede opposto

28 LE TECNICHE IL BAGHER LATERALE Limportanza del bagher laterale a sinistra: viene utilizzato molto più frequentemente poiché il palleggiatore alza da posto 2/3

29 LE TECNICHE LA RICEZIONE IN PALLEGGIO SUL SERVIZIO FLOAT. Vantaggi: Consente di evitare spostamenti antero- posteriori Consente al ricevitore-attaccante di rimanere più vicino alla rete Consente ai giocatori con scarsa mobilità dellarticolazione tibio-tarsica di ricevere più efficacemente. Consente ai giocatori con scarsa capacità di spostamento e di valutazione delle traiettorie di ricevere più efficacemente il servizio jump float

30 LE TECNICHE LA RICEZIONE IN PALLEGGIO SUL SERVIZIO FLOAT.

31 LE TECNICHE LA RICEZIONE IN PALLEGGIO SUL SERVIZIO FLOAT. Viene ormai sistematicamente utilizzata da tutte le scuole anche nel volley femminile

32 LA CAPACITA DI ADATTARE LE TECNICHE AL CONTESTO SITUAZIONALE

33 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "LA RICEZIONE ANALISI TECNICA Massimo Della Rosa. Nella fase ricezione punto esistono meno variabili situazionali che nella fase battuta punto. Nei fondamentali."

Presentazioni simili


Annunci Google