La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sandro Spinsanti Istituto Giano, Roma. Molti muoiono troppo tardi, alcuni troppo presto. Ancora suona strano il precetto: Muori a tempo opportuno. (F.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sandro Spinsanti Istituto Giano, Roma. Molti muoiono troppo tardi, alcuni troppo presto. Ancora suona strano il precetto: Muori a tempo opportuno. (F."— Transcript della presentazione:

1 Sandro Spinsanti Istituto Giano, Roma

2 Molti muoiono troppo tardi, alcuni troppo presto. Ancora suona strano il precetto: Muori a tempo opportuno. (F. Nietzsche, Così parlò Zarathustra, )

3 Oggi moriamo in braccio alla medicina Le decisioni mediche determinano il tempo e il modo del morire Il fatto nuovo:

4 End of Life Decisions: Studio Eureld ( ) Studio Italeld (2007)

5 A. VAN DER HEIDE, L. DELIENS, K. FAISST ET AL., End of life decision-making in six European countries: descriptive study, The lancet, 2003, 9381, pp

6 E. PACI, G. MICCINESI, Come si muore in Italia. Lo studio Italeld La professione, 2008, 1, pp

7 Più della metà delle morti intervenute non in maniera improvvisa e inaspettata sono sopravvenute dopo che erano state prese decisioni mediche. (Eureld)

8 Circa un decesso su quattro è accompagnato da decisioni mediche capaci di accorciare (o non prolungare) la vita (Italeld)

9 Morire bene: Morire bene: destino o frutto di decisioni?

10 Che cosa è bene/giusto fare? I professionisti sanitari e le esigenze delletica

11 Né accanimento terapeutico, né eutanasia

12 Letica: Letica: una terra di mezzo in cui vengono prese le buone decisioni cliniche?

13 Perchè le categorie che utilizziamo non siano trappole concettuali, è necessario che ci basiamo su definizioni univoche

14 leutanasia? Si può definire in modo univoco leutanasia?

15

16 Eutanasia: una parola – attaccapanni 1. Addolcimento degli ultimi momenti di vita del malato 2. Abbreviazione della vita come effetto secondario della lotta contro il dolore 3. Rinuncia a prolungare la vita a ogni costo 4. Soppressione dei tarati per ragioni eugeniche (cfr. Germania nazista) 5. Porre termine alla vita di una persona, su sua richiesta esplicita o presunta Vescovi francesi: Problemi etici della morte e del morire

17 Quando una parola ha più significati, chi decide quale sia quello giusto?

18 La risposta di Humpty Dumpty (Tombolo Dondolo) Quando io adopero una parola essa ha esattamente il significato che io le voglio dare...né più, né meno. Bisogna vedere disse Alice se voi potete fare in modo che le parole indichino cose diverse. Bisogna vedere disse Tombolo Dondolo chi comanda...ecco tutto (L. Carrol: Oltre lo specchio )

19 Con gli aggettivi si può fare qualunque cosa, ma coi verbi no... Naturalmente io posso fare di loro quello che voglio! Impenetrabilità! Ecco il mio parere! Per favore, disse Alice volete dirmi che cosa significa? Adesso parli come una bambina ragionevole disse Tombolo Dondolo, guardandola compiaciuto con la parola impenetrabiltà voglio dire che ne ho abbastanza di questo argomento (L. Carrol: Oltre lo specchio )

20 Unalternativa: considerare il contesto nel quale la parola è utilizzata

21 Diverse situazioni cliniche: Diverse situazioni cliniche: 1. Morire senza dolore 2. Dottore, basta! (Voglio che non facciate più niente) 3. Né vivo, né morto (a metà del guado...) 4. Fatemi morire!

22 Laccanimento terapeutico: Laccanimento terapeutico: quali comportamenti sono inclusi in questa categoria?

23 Una vistosa curiosità: Il mondo anglosassone ignora il termine

24 FUTILITY Il dibattito sui limiti agli interventi terapeutici allombra della FUTILITY

25 Storia dellaccanimento terapeutico: Storia dellaccanimento terapeutico: nasce con il movimento delle cure palliative, in Francia

26 Patrick Verspieren: Face à celui qui meurt Acharmement thérapeutique. Accompagnement1984

27 Patrick Verspieren: Eutanasia? Dallaccanimento terapeutico allaccompagnamento dei morenti Ed. Paoline, 1985 Ed. Paoline, 1985

28 Sottotraccia nelle posizioni di Verspieren: Polemica con i mandarini della medicina, ostili a lasciarsi rimettere in discussione dallesterno

29 Malessere dei cittadini Resistenze del mondo medico Il contenzioso sui trattamenti di fine vita:

30 Diffusione della filosofia delle cure palliative Porre limiti al prolungamento della vita a ogni costo Verspieren (Centro Laënnec)

31 Accanimento terapeutico Vs Accompagnamento

32 Posizione complementare One up One down

33 Trasformazione del modello relazionale (passaggio dalletica medica alla bioetica)

34 Da così: One up One down One down a così:

35 Passaggio dalletica medica alla bioetica: la decisione del medico deve tener conto delle scelte preferenziali del malato

36 Letica di fine vita: le differenze individuali

37 Susan Sontag Che mi importa della qualità della vita?

38 Tiziano Terzani un altro giro di giostra (ma non che la giostra giri senza fine...!)

39 La Bioetica: dalla tailored medicine alla tailored ethics

40 Si direbbe che al momento di dargliela, il buon Dio si è sbagliato di morte, come in guardaroba vi si dà un vestito per un altro. Sì, quella doveva essere la morte di unaltra, una morte non sulla misura della nostra Priora, una morte troppo piccola per lei, e lei non riusciva a infilarne neanche le maniche... Bernanos, I dialoghi delle Carmelitane Bernanos, I dialoghi delle Carmelitane

41

42 La sartoria del viaggio

43 Ogni viaggiatore è per noi unico e ogni viaggio è un abito su misura dei suoi desideri. Con questa consapevolezza come un sarto prendiamo le misure ai nostri clienti, ascoltiamo le loro domande, rispondiamo a ogni loro curiosità. Nelle nostre boutiques confezioniamo per loro quellunico viaggio capace di realizzare il loro sogno

44 Signore, dà a ciascuno la sua morte, la morte che da quella vita viene, in cui ebbe amore, anima, angoscia. Perché noi siamo solo guscio e foglia. La grande morte che ciascuno ha in sé È il frutto intorno a cui tutto si volge R.M. Rilke Il libro d ore

45 Che cosa fare per dare a ciascuno la sua morte?

46 Cominciare con il piede giusto: Cominciare con il piede giusto: l ascolto

47 Il primo passo non è l informazione, Il primo passo non è l informazione, ma l ascolto

48 ARTICOLO 20: L infermiere ascolta, informa, coinvolge la persona e valuta con la stessa i bisogni assistenziali, anche al fine di esplicitare il livello di assistenza garantito e consentire all assistito di esprimere le proprie scelte. Codice deontologico degli infermieri (2009)

49 ARTICOLO 36 Linfermiere tutelerà la volontà dellassistito di porre dei limiti agli interventi non proporzionati alla sua condizione clinica e coerente con la concezione da lui espressa della qualità della vita Codice deontologico degli infermieri (2009)

50 ART. 6: QUALITÀ PROFESSIONALE E GESTIONALE DEL MEDICO Il medico agisce secondo il principio di efficacia delle cure nel rispetto dellautonomia della persona tenendo conto delluso appropriato delle risorse (Codice deontologico dei medici italiani, dicembre 2006)

51 Di che cosa parliamo quando parliamo di ascolto?

52 Oggi ho incontrato una persona che mi ha ascoltato con attenzione. Sono rimasto commosso (Elias Canetti) Un evento raro...

53 L ascolto a valenza filantropica (per controbilanciare l intimit à propria della medicina, caratterizzata dal distacco intellettivo ed emotivo)

54 Lascolto a valenza diagnostica Nelle facoltà di medicina si ripete continuamente ai futuri medici che se ascolteranno il paziente, questi dirà loro che cosha L. Sanders: Ogni paziente racconta la sua storia

55 L ascolto a valenza etica (bioetica) (strategia per giungere alla decisione condivisa)

56 L ascolto come metodo

57 Due esempi: 1. La ricerca sistematica delle preferenze del paziente 2. Informare i pazienti con insufficienza respiratoria

58 Questionario ELPI Questionario ELPI (End of Life Preferences Interview)

59 Eliciting individual preferences about death: development of the End of Life Preferences Interview. Borreani C., Brunelli C., Miccinesi G., Morino P., Piazza M., Piva L., & Tamburini M.: Eliciting individual preferences about death: development of the End of Life Preferences Interview. Journal of Pain and Symptom Management. In press

60 Le domande - chiave: Avremmo bisogno di conoscere le sue preferenze... : Desidera parlarne in questo momento? Qualora le sue condizioni dovessero peggiorare tanto da far prevedere una breve aspettativa di vita, lei vorrebbe saperlo? Desidera parlare in questo momento di che cosa potrebbe essere importante per lei alla fine della vita?

61

62 Insufficienza respiratoria: scelte terapeutiche Dagmar Rinnenburger

63 (Dagmar Rinnenburger) Il questionario non è un surrogato di direttive anticipate, che sono comunque difficili, complesse e soprattutto in continuo cambiamento con il migliorare e peggiorare della malattia. Può essere però uno strumento di comunicazione utile nel difficile percorso della malattia cronica. Soprattutto aiuta a condividere e a non imporre e subire decisioni terapeutiche. (Dagmar Rinnenburger)

64 We have a dream...: Che nelle decisioni mediche ogni persona possa proiettare la sua ombra!


Scaricare ppt "Sandro Spinsanti Istituto Giano, Roma. Molti muoiono troppo tardi, alcuni troppo presto. Ancora suona strano il precetto: Muori a tempo opportuno. (F."

Presentazioni simili


Annunci Google