La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNITÀ 2.1 I GLUCIDI 2 MODULO. Pag. 68 Aspetti generali I glucidi sono composti ternari C, H, O Sono anche detti carboidrati o zuccheri Sono i costituenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNITÀ 2.1 I GLUCIDI 2 MODULO. Pag. 68 Aspetti generali I glucidi sono composti ternari C, H, O Sono anche detti carboidrati o zuccheri Sono i costituenti."— Transcript della presentazione:

1 UNITÀ 2.1 I GLUCIDI 2 MODULO

2 Pag. 68 Aspetti generali I glucidi sono composti ternari C, H, O Sono anche detti carboidrati o zuccheri Sono i costituenti più abbondanti nelle cellule vegetali Vengono sintetizzati grazie alla fotosintesi clorofilliana Nel corpo umano costituiscono soltanto l1% del peso corporeo

3 Pag. 69 Classificazione dei glucidi

4 Pag. 70/1 I monosaccaridi

5 Pag. 70/2 I monosaccaridi Sono solubili in acqua Hanno aspetto cristallino e colore bianco Sono dolci Formula generale: C 6 H 12 O 6

6 Pag. 71 Glucosio, fruttosio, galattosio Sono isomeri strutturali Glucosio: è il glucide più importante in natura si trova nella frutta e nei vegetali nel sangue umano mg/100 Fruttosio: è lo zucchero della frutta presente anche nel miele Galattosio: non si trova allo stato libero ma combinato (è un costituente del lattosio e di alcuni glucidi complessi)

7 Pag. 72/1 I disaccaridi Il legame tra due monomeri glucidici è detto legame glucidico, può essere: di tipo α (i due –OH sono sotto il piano della molecola) di tipo β (uno dei due –OH è sotto il piano della molecola, laltro sopra) Sono bianchi, cristallini, dolci e idrolizzabili

8 Pag. 72/2 I disaccaridi

9 Saccarosio (glucosio + fruttosio): è lo zucchero da tavola si ottiene dalla barbabietola e dalla canna da zucchero Maltosio (glucosio + glucosio): è lo zucchero del malto si ottiene per idrolisi dellamido Lattosio (glucosio + galattosio): è lo zucchero del latte per fermentazione lattica dà acido lattico Pag. 73 Saccarosio, maltosio, lattosio

10 Pag. 74 I polisaccaridi: classificazione In base alla composizione chimica: omopolisaccaridi, ad es. amido, glicogeno, cellulosa eteropolisaccaridi, ad es. emicellulosa, pectina In base alla funzione: di riserva, ad es. amido, glicogeno strutturale, ad es. cellulosa, chitina In base agli aspetti nutrizionali: disponibili, ad es. amido non disponibili, ad es. cellulosa, emicellulosa fibra

11 Pag. 75 Amido È la riserva energetica più importante dei vegetali Si accumula nei semi e nei tuberi È formato da due polisaccaridi: amilosio lineare amilopectina ramificato

12 Pag. 76/1 Glicogeno Polimero del glucosio forma ramificata Si accumula nel fegato e nei muscoli

13 Pag. 76/2 Cellulosa Polimero del glucosio con legami β-glucosidici non è digeribile dallorganismo umano Ha forma lineare Conferisce rigidità ai tessuti vegetali

14 Pag. 77 Eteropolisaccaridi Emicellulose: Struttura per lo più ramificata Ad es. xilani, mannani, galattani, ecc. Pectine: Sono molto abbondanti nella frutta In soluzione acida e con zuccheri gelificano marmellata Glicoproteine: Svolgono ruoli biologici complessi Ad es. fibrinogeno, collagene, immunoglobuline, ecc.

15 Pag. 78 La fibra alimentare

16 Pag. 79 Funzioni della fibra alimentare

17 Pag. 80 La digestione e l'assorbimento dei glucidi

18 Pag. 81 Il destino metabolico dei glucidi Il destino metabolico dei glucidi coincide in gran parte con quello del glucosio Nel processo ossidativo del glucosio si distinguono tre tappe: la glicolisi il ciclo di Krebs la fosforilazione ossidativa Complessivamente: C 6 H 12 O 6 + 6O 2 6 CO H 2 O +38 ATP

19 Pag. 82 La glicolisi È una via metabolica molto antica, presente in tutte le forme viventi glucosio 2 acido piruvico + 2 ATP Si compie nel citoplasma cellulare

20 Pag. 83 Destini metabolici dellacido piruvico

21 Pag. 84/1 Il ciclo di Krebs È un insieme di sequenze cicliche Avviene nella matrice mitocondriale Molti prodotti intermedi vengono impiegati in altre vie metaboliche

22 Pag. 84/2 La fosforilazione ossidativa È un insieme di reazioni che porta alla liberazione di energia sotto forma di ATP Avviene nelle creste mitocondriali Lidrogeno proveniente dal ciclo di Krebs si lega allossigeno per formare acqua

23 Pag. 85/1 Le funzioni dei glucidi La principale funzione dei glucidi è quella energetica I glucidi forniscono energia di rapido utilizzo Funzione di riserva si accumulano sotto forma di glicogeno nei muscoli e nel fegato, in caso di necessità il glicogeno è idrolizzato e libera glucosio Alcuni glucidi svolgono un ruolo plastico, come ad es. il galattosio e il ribosio Funzione protettiva: sono necessari per un corretto utilizzo dei grassi, che in carenza di glucidi si ossidano, dando luogo ai cosiddetti corpi chetonici, tossici per il nostro organismo 1 g di glucidi = 4 kcal

24 Pag. 85/2 Il fabbisogno glucidico Si consiglia un apporto giornaliero di glucidi pari al 55-65% dellenergia totale, di cui 45-55% amido e non più del 10% di glucidi semplici Leccesso di glucidi obesità La carenza di glucidi eccessivo catabolismo di proteine, perdita di sodio, marasma


Scaricare ppt "UNITÀ 2.1 I GLUCIDI 2 MODULO. Pag. 68 Aspetti generali I glucidi sono composti ternari C, H, O Sono anche detti carboidrati o zuccheri Sono i costituenti."

Presentazioni simili


Annunci Google