La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Elaborazione: Beatrice Mongili 5ªH. Come viene definita tale forza? E una forza apparente. La percepiamo perché siamo osservatori in un sistema solidale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Elaborazione: Beatrice Mongili 5ªH. Come viene definita tale forza? E una forza apparente. La percepiamo perché siamo osservatori in un sistema solidale."— Transcript della presentazione:

1 Elaborazione: Beatrice Mongili 5ªH

2 Come viene definita tale forza? E una forza apparente. La percepiamo perché siamo osservatori in un sistema solidale con la rotazione terrestre. Se osservassimo gli stessi fenomeni dallo spazio non noteremmo tale forza. E la forza che giustifica il movimento di un grave lasciato cadere da una torre che non segue la sua verticale fisica(esperimento di Guglielmini).

3 Dalla velocità lineareVelocità direttamente proporzionale alla distanza dallasse di rotazione. E massima allequatore e nulla ai poli. Dalla massa Dipende: Dalla velocità angolare Interessa solo lo spostamento del corpo e non la sua velocità. Formula: Fс= -2mωxvρ m = massa ω = velocità angolare v = velocità lineare x = prodotto scalare ρ = mezzo attraverso cui passa loggetto

4 Conseguenze: Poiché la velocità lineare cambia: decresce andando dallequatore verso i poli e cresce spostandosi dai poli allequatore, e poiché un corpo in movimento mantiene la sua velocità iniziale: un corpo che va dallequatore verso i poli avrà una velocità lineare maggiore e sarà in anticipo rispetto alla rotazione terrestre, subirà una deviazione verso est. Mentre un corpo che va dai poli allequatore avendo una velocità lineare minore sarà in ritardo rispetto alla rotazione terrestre e subirà una deviazione verso ovest. A A¹A¹ B B¹B¹ B²B² C¹C¹ D C D¹D¹

5 La legge di Ferrel chiarisce la legge di Coriolis dicendo che: qualunque oggetto che si muova nellemisfero boreale viene deviato verso la propria destra mentre qualunque oggetto che si muova nellemisfero australe viene deviato verso la propria sinistra e la deviazione aumenta in maniera proporzionale alla velocità con cui si sposta. Questa forza agisce su qualsiasi corpo gassoso, liquido o solido che non sia vincolato al movimento terrestre. Quindi è una forza che interessa: Le correnti oceaniche Le correnti atmosferiche La traiettoria degli aerei, dei missili…etc

6 Osserviamo la deviazione dei venti che si spostano nelle celle convettive (tre per emisfero) da zone di alta pressione a zone di bassa pressione. Molto importante è la deviazione degli Alisei che soffiano, soggetti alla forza di Coriolis, da Nord Est in direzione Sud Ovest. Circolazione atmosferica

7 Altro caso di deviazione è quello dei cicloni e anticicloni. I cicloni sono regioni atmosferiche circolari che si sviluppano intorno a punti di bassa pressione dove laria converge e il loro senso di rotazione è antiorario. Per gli anticicloni,regioni che si sviluppano intorno a punti di alta pressione, dove laria diverge, il senso di rotazione diventa orario nel nostro emisfero. Nellemisfero australe la situazione è ribaltata. anticiclone ciclone

8 Corrente del Golfo E una corrente oceanica che nasce nel Golfo del Messico dove grandi quantità dacqua vengono riscaldate dai raggi del sole che arrivano perpendicolarmente alla superficie, la corrente tende così a risalire verso lalto ma viene deviata dalla forza di Coriolis verso est, permettendole così di prendere una direzione Nord Est.


Scaricare ppt "Elaborazione: Beatrice Mongili 5ªH. Come viene definita tale forza? E una forza apparente. La percepiamo perché siamo osservatori in un sistema solidale."

Presentazioni simili


Annunci Google