La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le pensioni per gli addetti a lavori particolarmente usuranti Valeria Picchio Dipartimento Democrazia Economica Cisl Confederale 14 aprile 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le pensioni per gli addetti a lavori particolarmente usuranti Valeria Picchio Dipartimento Democrazia Economica Cisl Confederale 14 aprile 2011."— Transcript della presentazione:

1 Le pensioni per gli addetti a lavori particolarmente usuranti Valeria Picchio Dipartimento Democrazia Economica Cisl Confederale 14 aprile 2011

2 1. Legge delega n. 183/2010 art. 1 c. 1 Governo è delegato ad adottare uno o più d.lgs. per concedere: ai lavoratori dipendenti impegnati in particolari lavori o attività e che maturano i requisiti per accesso al pensionamento dal 1 gennaio 2008 di conseguire, a domanda, il diritto a pensionamento anticipato con requisiti inferiori a quelli previsti per la generalità dei lavoratori dipendenti secondo principi e criteri direttivi dellart. 1 comma 3 lett. da a) a f) legge 247/2007 Ferme restando le procedure per lemanazione di cui ai commi 90 e 91 e le norme di copertura finanziaria del comma 92 art. 1 legge 247/2007 CISL - aprile

3 2. Legge delega n. 183/2010 art. 1 c. 2 Clausola di salvaguardia I d.lgs. di cui al comma 1 recano, ai sensi dellart. 17 c. 12 legge 196/2009, una clausola di salvaguardia diretta a prevedere che: qualora nellambito della funzione di accertamento del diritto al beneficio emergano scostamenti tra gli oneri derivanti dalle domande accolte e la copertura finanziaria prevista, trovi applicazione un criterio di priorità, nella decorrenza dei trattamenti pensionistici, in ragione: della maturazione dei requisiti agevolati, e, a parità degli stessi, della data di presentazione della domanda CISL - aprile

4 Decreto legislativo approvato dal CdM il 13/4/2011 Deroga ai requisiti pensionistici previsti da art. 1 L. 243/2004 modificata da art. 1 L. 247/2007 prevista per: Art. 1 comma 1 a) Addetti a mansioni particolarmente usuranti art. 2 decreto Min. Lavoro 19/5/1999 b) Lavoratori notturni così come definiti nel d.lgs c) Lavoratori imprese allegato 1 elenco 1 del d.lgs d) Conducenti di veicoli, capienza almeno 9 posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo 4 CISL - aprile 2011

5 Mansioni particolarmente usuranti : decreto Min. Lav. 19/5/1999 art. 2 Lavori in galleria, cava, miniera: mansioni in sotterraneo in prevalenza e continuità Lavori nelle cave: mansioni svolte da addetti a cave di materia di pietra e ornamentale Lavori nelle galleria: mansioni svolte da addetti al fronte di avanzamento in prevalenza e continuità Lavori in cassoni ad aria compressa Lavori svolti da palombari Lavori ad alte temperature: mansioni per le quali non sia possibile adottare misure di prevenzione (es. fonderie di 2 fusione, refrattaristi, colata manuale) Lavorazione vetro cavo: mansioni soffiatori del vetro cavo Lavori in spazi ristretti: mansioni in prevalenza e continuità (costruzione, riparazione manutenzione navale, allinterno di intercapedini, pozzetti, doppi fondi,, ecc.) Lavori di asportazione amianto: mansioni in prevalenza e continuità 5 CISL - aprile 2011

6 Lavori notturni come definiti nel d.lgs. usuranti Lavoratori a turni (art. 1 c. 2 lett. g) d.lgs. 66/2003) che svolgono attività notturna ai sensi della lett. d ( almeno 7 ore comprendenti intervallo tra le h. 24 e le h. 5 del mattino) - Almeno 6 h. per almeno 78 gg. allanno per chi raggiunge il diritto a pensione anticipata tra 1/1/2008 e il 30/6/ Almeno 64 gg. allanno per chi raggiunge diritto a pensione anticipata dal 1/7/2009 Lavoratori che prestano attività per almeno 3 ore tra le h. 24 e le h. 5 del mattino per intero anno lavorativo 6 CISL - aprile 2011

7 Lavoratori di imprese per cui operano voci di tariffa INAIL elenco 1 all. 1 del d.lgs. cui si applicano criteri organizzazione del lavoro art c.c. se: Impegnati in processi produttivi in serie Con ritmo determinato da misurazione di tempi di produzione Con mansioni organizzate in sequenze di postazioni Che svolgano attività con ripetizione costante dello stesso ciclo lavorativo su parti staccate di un prodotto finale Che si spostano a flusso continuo o a scatti con cadenze brevi determinate dallorganizzazione del lavoro/tecnologia Con esclusione degli addetti a lavorazioni collaterali a linee di produzione/manutenzione/rifornimento materiali, attività di regolazione o controllo computerizzato delle linee e al controllo di qualità 7 1. Lavorazioni imprese all. 1 elenco 1 – voci tariffa INAIL CISL - aprile 2011

8 2. Lavorazioni imprese all. 1 elenco 1 – voci tariffa INAIL 8 Dip. Dem. Economica, Economia sociale, Fisco, Previdenza e Formazione sindacale VoceLavorazioni 1462Prodotti dolciari, additivi per bevande e altri alimenti 2197Lavorazione/trasformazione resine sintetiche e materiali polimerici termoplastici e termoindurenti, produzione articoli finiti 6322Macchine per cucire e macchine rimagliatrici per uso industriale e domestico 6411Costruzione autoveicoli e rimorchi 6581Apparecchi termici: di produzione vapore, riscaldamento, refrigerazione, condizionamento 6582Elettrodomestici 6590Altri strumenti e apparecchi 8210Confezione con tessuti di articoli per abbigliamento ed accessori … 8230Confezione calzature q.siasi materiale anche per singole fasi del ciclo produttivo CISL - aprile 2011

9 Conducenti di veicoli di servizio pubblico Conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo Di capienza complessiva non inferiore a 9 posti 9 CISL - aprile 2011

10 Pensioni con decorrenza entro31/12/2017 Pensioni con decorrenza dal 1/1/2018 Svolgimento effettivo di attività usuranti a) b) c) d) Per almeno 7 anni negli ultimi 10 anni di lavoro; Compreso lanno di maturazione dei requisiti, Non si considerano periodi coperti totalmente da ctb figurativa Svolgimento effettivo di attività usuranti a) b) c) d) Almeno per metà della vita lavorativa complessiva Non si considerano periodi coperti totalmente da ctb figurativa 1. Requisiti per pensione anticipata usuranti 10 CISL - aprile 2011

11 2. Requisiti per pensione anticipata usuranti Dal 1/1/2013 età anagrafica ridotta di 3 anni e somma età + CTB ridotta di 3 unità rispetto ai requisiti tabella B all. 1 legge 247/2007 fermo restando gli adeguamenti alla speranza di vita previsti dal D.L. 78/2010 convertito in Legge 122/ CISL - aprile 2011

12 3. Requisiti per pensione anticipata usuranti Dal 2008 al /1/ /6/2009: età ridotta di 1 anno rispetto ai requisiti tabella B all. 1 legge 247/2007 1/7/ /12/2009: età ridotta di 2 anni e somma età+ctb inferiore di 2 unità rispetto ai requisiti tabella B all. 1 legge 247/2007 per quel periodo; 2010: età ridotta di 2 anni e somma età+ctb ridotta di 1 unità rispetto ai requisiti tabella B all. 1 legge 247/2007 stesso periodo; 2011 e 2012: età anagrafica ridotta di 3 anni e somma età+ctb ridotta di 2 unità rispetto ai requisiti tabella B all. 1 legge 247/2007 per stesso periodo. 12 CISL - aprile 2011

13 3. Requisiti per pensione anticipata usuranti pensione FPLD 13 1/1/ /06/2009 1/7/ /12/ Età + ctb QuotaEtà+ctbQuotaEtà+ctbQuota 57 anni + 35 c.57 a.+ 36 c. 58 a. +35 c a. +37 c. 58 a. +36 c a c. 58 a. +36 c. 94 Dal 2013* Età + ctbQuota 58 età + 36 ctb 59 età + 35 ctb 94 CISL - aprile 2011 *Dal 2015 si applicherà laumento legato alla speranza di vita

14 1. Lavori notturni inferiori a 78 giorni Lavoratori a turni (art. 1 c. 2 lett. g) d.lgs. 66/2003) che svolgono attività notturna (nellintervallo tra le 24 e 5 del mattino) per almeno 6 h. e che raggiungono il requisito agevolato dal 1/7/2009, la riduzione del requisito di età anagrafica non può superare: 1 anno per attività da 64 a 71 gg. lavorativi annui 2 anni per attività da 72 a 77 gg. lavorativi annui 14 CISL - aprile 2011

15 2. Lavori notturni da 64 a 71 gg. FPLD 15 1/7/ /12/ Età+ctbQuotaEtà+ctbQuotaEtà+ctbQuota 58 a.+ 35 c a. +36 c. 59 a. +35 c a c. 59 a. +35 c. 94 Dal 2013* Età + ctbQuota 60 età + 35 ctb95 ctb minima 35 anni CISL - aprile 2011 * Dal 2015 si applicherà laumento legato alla speranza di vita

16 3. Lavori notturni da 72 a 77 gg. FPLD 16 1/7/ /12/ Età+ctbQuotaEtà+ctbQuotaEtà+ctbQuota 57 a.+ 36 c. 58 a. +35 c a. +37 c. 58 a. +36 c a c. 59 a. +35 c. 94 Dal 2013* Età + ctbQuota 59 età + 35 ctb94 CISL - aprile 2011 * Dal 2015 si applicherà laumento legato alla speranza di vita

17 4. Lavori notturni inferiori a 78 giorni 17 Per applicare il requisito ridotto di 1 o 2 anni si guarda alla durata prevalente dellattività lavorativa notturna Esempio: se per 20 anni, su totali 36 anni di lavoro, si è svolta attività notturna entro 71 gg. annui, si applicherà 1 anno di riduzione Se la durata dellattività notturna è equivalente si applica il requisito ridotto di 2 anni Esempio: 18 anni attività notturna entro 71 gg. annui e 18 anni attività notturna da 72 a 77 gg. annui, si applicherà la riduzione di 2 anni CISL - aprile 2011

18 5. Lavori notturni inferiori a 78 giorni 18 Il beneficio ridotto (1 anno o 2 anni) si applica anche al lavoratore che ha svolto: Una o più attività di cui alle lettere a), b), c) d) art. 1 comma 1 solo se le attività notturne per meno di 78 giorni si siano svolte per un periodo superiore alla metà. Sono fatte salve norme di miglior favore per pensionamento anticipato. Esse non sono cumulabili o integrabili con norme lavori usuranti CISL - aprile 2011

19 6. Requisiti per pensione anticipata usuranti dal Il requisito anagrafico per accedere alla pensione sarà collegato alla speranza di vita quindi ha effetto anche sulle pensioni anticipate per lavori usuranti CISL - aprile 2011

20 Contribuzione mista 20 In caso di periodi contributivi presso le Gestioni dei lavoratori autonomi non ricongiunti al Fondo Pensione Lavoratori Dipendenti lanticipo della pensione per usuranti dovrà essere calcolato sui requisiti pensionistici previsti per i lavoratori autonomi CISL - aprile 2011

21 Si applicano le finestre mobili? 21 SI Quindi la decorrenza del trattamento pensionistico sarà differito di 12 mesi (o 18 mesi in caso di ctb mista autonoma e dipendente) ANCHE per i lavoratori che svolgono attività usuranti CISL - aprile 2011

22 Domanda per beneficio usuranti allente di previdenza: - Entro 30/9/2011 se requisiti agevolati sono maturati entro 31/12/ Entro 1 marzo dellanno di maturazione requisiti agevolati se essi sono maturati a partire dal 1/1/ Procedura: domanda CISL - aprile 2011

23 Documentazione (art. 2 c. 2): - Copia/estratti documentazione dello svolgimento attività usurante - Elementi di prova di data certa - In riferimento a qualità e quantità attività usuranti e assetto organizzativo azienda Procedura: documentazione CISL - aprile 2011

24 In riferimento a: Prospetto paga Libro matricola, registro impresa, libro unoc del lavoro Libretto di lavoro Contratto individuale indicante CCNL, CCL territoriale, aziendale, i livello di inquadramento Ordini di servizio, schemi turnazione personale, registri presente ed atti affidamento incarichi o mansioni Documentazione medico-sanitaria Comunicazioni art. 12 c. 1 dlgs 66/ /a. Procedura: documentazione CISL - aprile 2011

25 In riferimento a: Comunicazioni art. 5 c. 2 dlgs usuranti Carta qualificazione conducente art. 18 dlgs 286/2005 e certificato idoneità alla guida Documento valutazione rischio previsto da norme salute sicurezza sul lavoro Comunicazioni assunzione art. 9-bis comma 2 d.lgs. 510/1996 convertito in legge 608/1996 e ss. Dichiarazione assunzione art. 4 bis comma 2 d.lgs. 181/2000 contenente informazioni di cui al d.lgs. 152/1997 Altra documentazione equipollente 25 3/b. Procedura: documentazione CISL - aprile 2011

26 Presentazione domanda dopo i termini comporta differimento della decorrenza: a) 1 mese per ritardo entro 1 mese b) 2 mesi per ritardo tra 1 mese e 2 mesi c) 3 mesi per ritardo da tre mesi in poi Ente di previdenza comunica al lavoratore la prima decorrenza utile di pensionamento Il lavoratore deve comunque presentare domanda di pensione Procedura CISL - aprile 2011

27 Dal mese successivo alla pubblicazione del decreto di attuazione del Min. lavoro verranno attivate modalità di rilevazione attività usuranti Il datore di lavoro deve rendere disponibile al lavoratore la documentazione e deve conservarla Procedura CISL - aprile 2011

28 Se dal monitoraggio si rileva scostamento tra numero domande e risorse finanziarie la decorrenza dei trattamenti è differita con criteri di priorità, in ragione della maturazione dei requisiti agevolati, individuati dal decreto di attuazione del Min. Lavoro A parità di criteri la priorità è stabilita in ragione della data di presentazione della domanda 28 Meccanismo di salvaguardia CISL - aprile 2011

29 29 Copertura finanziaria milioni milioni Dal milioni Risorse del Fondo art. 1 c. 3 lett. f) legge 247/2007 CISL - aprile 2011

30 Entro 30 gg. dallentrata in vigore del d.lgs. usuranti, decreto attuativo MLPS di concerto con MEF sentite le OO.SS. comparativamente più rappresentative sul piano nazionale su: Espletamento monitoraggio e procedura Disciplina procedimento accertamento della documentazione art. 2 Comunicazioni dellente di previdenza allinteressato in esito alla domanda Definizione criteri per attività verifica ispettiva MLPS e enti previdenza Modalità utilizzo da parte ente di previdenza delle informazioni sullazienda Disposizioni su modalità rilevazione periodi lavoro dal 2011 su usuranti e notturni inferiori a 78 gg. Criteri priorità per applicazione meccanismo di salvaguardia Forme e modalità collaborazione tra enti previdenziali e scambio dati 30 Decreto attuativo Min. Lavoro CISL - aprile 2011

31 Datore di lavoro deve: Comunicare annualmente in via telematica alla DPL competente per territorio e agli enti di previdenza competenti lesecuzione del lavoro notturno svolto in modo continuativo o in regolari turni periodici art. 1 c. 1 lett. b); Comunicare lo svolgimento lavorazioni art. 1 c. 1 lett. c) (a catena) alla DPL competente per territorio e allente di previdenza competente entro 30 giorni dallinizio delle stesse (in prima applicazione entro 30 giorni dalla entrata in vigore del d.lgs. usuranti). In caso di omissione sono previste sanzioni da 500 a 1500 e applicazione art. 13 c. 2 d.lgs. 124/ Datore di lavoro: obblighi di comunicazione CISL - aprile 2011

32 Se si ottengono benefici per effetto di documentazione non veritiera 32 Sanzioni Al beneficiario: Revoca della pensione e ripetizione indebito Per chi ha fornito documentazione non veritiera: sanzione pecuniaria = doppio di quanto erogato CISL - aprile 2011


Scaricare ppt "Le pensioni per gli addetti a lavori particolarmente usuranti Valeria Picchio Dipartimento Democrazia Economica Cisl Confederale 14 aprile 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google