La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comunicazione e testi: le funzioni della lingua Liceo Scientifico E. Boggio Lera Catania CLASSE I B Docente: Prof. S. PiccininiTirocinante: Simona Scoletta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comunicazione e testi: le funzioni della lingua Liceo Scientifico E. Boggio Lera Catania CLASSE I B Docente: Prof. S. PiccininiTirocinante: Simona Scoletta."— Transcript della presentazione:

1 Comunicazione e testi: le funzioni della lingua Liceo Scientifico E. Boggio Lera Catania CLASSE I B Docente: Prof. S. PiccininiTirocinante: Simona Scoletta

2 Le tappe del nostro percorso… Che cosè un testo? La comunicazione e le funzioni linguistiche Il testo letterario

3 Segni linguistici Scrittura Oralità Lingua Comunicazione Parole Autore Messaggio Scopo Fruitore

4 Testo La parola testo deriva dal latino TEXTUM, tessuto.

5 Numerose definizioni… Il senso etimologico fa pensare al testo come ad un tessuto, la cui trama è riccamente ordita intrecciando vari fili. Il testo è una successione fissa di segni grafici portatori di significati. Il testo è uno strumento di comunicazione.

6 Il processo comunicativo secondo Roman Jakobson ElementiDefinizione Emittente È colui che invia il messaggio. Messaggio È ciò che viene comunicato dallemittente. Destinatario (o ricevente) È colui al quale è diretto (o che riceve) il messaggio. Codice È ogni linguaggio che permette di formulare il messaggio. Canale È il mezzo fisico che porta il messaggio dallemittente al destinatario. Contesto È la situazione nellambito della quale si comunica il messaggio.

7 EmittenteCanaleMessaggioCanaleDestinatario Codice Contesto

8 Le funzioni della lingua ScopoFunzioneTipo di testo Informare, esporre, avvisare, descrivere Informativa (o denotativa o referenziale) Orari, avvisi, inserzioni, verbali, cronache… Esprimere sentimenti, opinioni, stati danimo Espressiva (o emotiva)Diari, memorie, confessioni, lettere damore o di odio, commenti critici… Persuadere, esortare il destinatario a modificare il suo comportamento Persuasiva (o conativa o imperativa) Leggi, divieti, regolamenti, messaggi pubblicitari… Stabilire il contatto tra emittente e destinatario. Facilitare la comunicazione. Fàtica (o di contatto)Saluti, intercalari, richiami allattenzione… Spiegare e descrivere il funzionamento della lingua stessa. MetalinguisticaGlossari, dizionari, manuali di grammatica… Far poesia. Arricchire il messaggio con ulteriori significati. Poetica (o connotativa o immaginativa) Testi letterari in prosa e in versi.

9 TRIESTE: Capoluogo della regione Friuli-Venezia Giulia e della provincia omonima. Adagiata sulla sponda orientale del suo golfo, tra la costa e le alture carsiche, è il porto più settentrionale del Mare Adriatico, al confine italo-sloveno, e un importante centro commerciale e industriale. Il nucleo più antico della città sorge su un promontorio, occupato dal colle di San Giusto, il quale chiude a S il Porto Vecchio con la stazione marittima. […] Adesso lavoreremo con tre testi differenti che trattano la stessa tematica. Siete in grado di distinguere il testo letterario dal testo non letterario?

10 […] Ci misero circa unora ad arrivare allArsenale, unora di felicità perfetta, nella notte chiara in quellaria limpida, rinfrescata da un autunno anticipato. Ella sedette sul muricciolo che fiancheggiava la via ed egli rimase in piedi dominandola tutta. Vedeva proiettarsi quella testa, illuminata da una parte dalla luce di un fanale, sul fondo oscuro: lArsenale che giaceva sulla riva, tutta una città, in quellora morta. – La città del lavoro!- disse egli sorpreso desser venuto là ad amare. Il mare, chiuso dalla penisola di faccia, nascosto dalle casse, nella notte era sparito dal panorama. Restavano le case sparse alla riva come su una scacchiera, poi, più in là, un vascello di costruzione. La città del lavoro pareva anche maggiore che non fosse. Alla sinistra, dei fanali lontani parevano segnarne la continuazione.

11 Ho attraversata tutta la città. Poi ho salita un'erta, popolosa in principio, in là deserta, chiusa da un muricciolo: un cantuccio in cui solo siedo; e mi pare che dove esso termina termini la città. Trieste ha una scontrosa grazia. Se piace, è come un ragazzaccio aspro e vorace, con gli occhi azzurri e mani troppo grandi per regalare un fiore; come un amore con gelosia. Da quest'erta ogni chiesa, ogni sua via scopro, se mena all'ingombrata spiaggia, o alla collina cui, sulla sassosa cima, una casa, l'ultima, s'aggrappa. Intorno circola ad ogni cosa un'aria strana, un'aria tormentosa, l'aria natia. La mia città che in ogni parte è viva, ha il cantuccio a me fatto, alla mia vita pensosa e schiva.

12 TESTI DUSO E TESTI LETTERARI I messaggi verbali danno vita a testi verbali orali e scritti di tipo diverso in relazione: -Al contesto -allo scopo -al destinatario

13 Testi duso Testi letterari Lo scopo Testi della comunicazione quotidiana con scopi pratici. Opere artistiche con scopo essenzialmente estetico. La funzione Informativo-referenziale o persuasiva. Poetico-espressiva con una molteplicità di significati. La realtà rappresentata Riferimento a vicende accadute e a persone reali. Finzione creata dallimmaginario dellautore con ambientazione verosimile. Il messaggio Significato denotativoSignificato connotativo

14 Situazione comunicativaComunicazione letteraria Emittente Lautore del testo Destinatario Il lettore Messaggio Non sempre il messaggio che lautore voleva inviare al lettore arriva realmente a questultimo, ciò per i motivi più diversi (codice poco chiaro al lettore, contesto sconosciuto, ecc.) Codice Differenze di significato tra la lingua letteraria e la lingua duso. Contesto Contesti situazionali, linguistico-letterari, storico-culturali, che possono essere a noi poco noti

15 Qualche suggerimento per accostarsi correttamente al testo letterario Collocare il testo nella situazione comunicativa in cui è stato prodotto (CONTESTO SITUAZIONALE). Collocare il testo nella tradizione letteraria (CONTESTO LINGUISTICO-LETTERARIO). Collocare il testo nel contesto storico-culturale.

16 E la classe rispose…

17 Grazie per lattenzione!


Scaricare ppt "Comunicazione e testi: le funzioni della lingua Liceo Scientifico E. Boggio Lera Catania CLASSE I B Docente: Prof. S. PiccininiTirocinante: Simona Scoletta."

Presentazioni simili


Annunci Google