La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Guido Baldoni Prof. Guido Baldoni Esigenze termiche e luminose Bassa resistenza al gelo (+ 7°C morte) Esigenze luminose Specie brevidiurna ma oggi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Guido Baldoni Prof. Guido Baldoni Esigenze termiche e luminose Bassa resistenza al gelo (+ 7°C morte) Esigenze luminose Specie brevidiurna ma oggi."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Guido Baldoni Prof. Guido Baldoni Esigenze termiche e luminose Bassa resistenza al gelo (+ 7°C morte) Esigenze luminose Specie brevidiurna ma oggi ampia varietale, fino a cv. foto-indifferenti Richiede molta luce, soprattutto in levata Ibridi liguleless, con foglie erette, + produttivi in Italia Ibridi liguleless, con foglie erette, + produttivi in Italia Foglie rosse x freddo in emergenza Ridotto assorbimento del fosforo Ridotto assorbimento del fosforo Apice spiga non fecondato x caldo a fine fioritura Scoppio dei granuli pollinici Sensibilità a temperature eccessive soprattutto durante limpollinazione T minima Emergenza °C Levata °C Fioritura °C Maturazione °C T Max 32°C, critica di notte T Max 32°C, critica di notte Fabbisogni termici sempre elevati Cereali – Mais – Esigenze Esigenze termiche Danni al coleottile da basse tempera- ture in emergenza

2 Prof. Guido Baldoni Prof. Guido Baldoni Esigenze idriche P. critico fine levata - fioritura n Italia Centro-Sud frequenti stress idrici in giu.-luglio (molto nocivi alla resa) Foglia C 4 Pianta C 4 Fotosintesi netta alta ( = veloce accumulo di biomassa) anche con bassa concentrazione di CO 2 x stomi chiusi Fotosintesi netta alta ( = veloce accumulo di biomassa) anche con bassa concentrazione di CO 2 x stomi chiusi Coefficiente idrico basso ~ 300 kg H 2 O usata / kg sostanza secca prodotta es. x produrre 20 t di sostanza secca necessari 600 mm di acqua Ciclo primaverile – estivo Periodo poco piovoso + elevata evapotraspirazione es. ET ~ 7-8 mm/d da un campo di mais della Pianura Padana in luglio Sost. secca Acqua consumata d dallemergenza Acqua e Biomassa cellule del fascio mesofillo Cereali – Mais – Esigenze

3 Prof. Guido Baldoni Prof. Guido Baldoni Esigenze pedologiche Basse esigente pedologiche ma meglio: Veloce sgrondo delle acque Veloce sgrondo delle acque Teme asfissia radicale (x radici fascicolate) Ottima sistemazione e drenaggio nei terreni pesanti, poco permeabili Ottima sistemazione e drenaggio nei terreni pesanti, poco permeabili Terreno caldo in primavera precoce Terreno caldo in primavera precoce Alte esigenze termiche in emergenza Meglio aratura e sarchiatura nei terreni argillosi, poco areati (+ freddi in primavera) Meglio aratura e sarchiatura nei terreni argillosi, poco areati (+ freddi in primavera) Elevata disponibilità di elementi nutritivi Elevata disponibilità di elementi nutritivi Veloce levata ed abbondante biomassa Terreni ottimali Ricchi di elementi Particolarmente N e K Ricchi di elementi Particolarmente N e K Ricchi di sostanza organica Intensa mineralizzazione estiva Ricchi di sostanza organica Intensa mineralizzazione estiva Con alta C.S.C. (capacità di scambio cationico) Colloidi organici o argillosi Con alta C.S.C. (capacità di scambio cationico) Colloidi organici o argillosi 33 cm 1 m Radici di mais a 2 mesi dalla semina Cereali – Mais – Esigenze


Scaricare ppt "Prof. Guido Baldoni Prof. Guido Baldoni Esigenze termiche e luminose Bassa resistenza al gelo (+ 7°C morte) Esigenze luminose Specie brevidiurna ma oggi."

Presentazioni simili


Annunci Google