La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO MACONDO Questionario sulle competenze dellorganizzazionecompetenze dellorganizzazione (a cura di Cristina Pedroni) Valutazione e miglioramento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO MACONDO Questionario sulle competenze dellorganizzazionecompetenze dellorganizzazione (a cura di Cristina Pedroni) Valutazione e miglioramento."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO MACONDO Questionario sulle competenze dellorganizzazionecompetenze dellorganizzazione (a cura di Cristina Pedroni) Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

2 PROGETTO MACONDO GRUPPO DI LAVORO Coordinato da: Mirco Pinotti Ausl di Reggio Emilia Mirco Pinotti Ausl di Reggio EmiliaPartecipanti: Patrizia Copelli Regione Emilia-Romagna Patrizia Copelli Regione Emilia-Romagna Daniele Govi MMG Ausl di Reggio Emilia Anna Maria Marzi Hospice Madonna dellUliveto Daniele Govi MMG Ausl di Reggio Emilia Anna Maria Marzi Hospice Madonna dellUliveto Cristina Pedroni Ausl di Reggio Emilia Manuela Righi Regione Emilia-Romagna Debora Formisano Debora Formisano Elena Cervi Aosp Reggio Emilia Rita Iori Aosp Reggio Emilia Rita Iori Aosp Reggio Emilia Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Aosp Reggio Emilia

3 PROGETTO MACONDO OBIETTIVO Valutare i modelli organizzativi per il controllo del dolore oncologico. Importanza giustificata dalla estrema variabilità delle cure prestate, dalla eterogeneità organizzativa a livello regionale e dalle difformità nellaccesso a questo servizio. Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

4 PROGETTO MACONDO POPOLAZIONE TARGET Lindagine è rivolta alle Aziende Sanitarie Ospedaliere e Territoriali. Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

5 PROGETTO MACONDO Legislazione di riferimento Legislazione di riferimento Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Nazionale. Decreto-Legge 450 del 28/12/1998, convertito nella l. n.39 del 26 febbraio 1999 (Programma nazionale per assistenza palliativa con patologie neoplastiche);Decreto-Legge 450 del 28/12/1998, convertito nella l. n.39 del 26 febbraio 1999 (Programma nazionale per assistenza palliativa con patologie neoplastiche); Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20/01/2000 (requisiti minimi per i centri di Cure Palliative);Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20/01/2000 (requisiti minimi per i centri di Cure Palliative); Decreto per le Linee Guida per l'ospedale senza dolore, G.U. del 29/06/2001;Decreto per le Linee Guida per l'ospedale senza dolore, G.U. del 29/06/2001; Decreto della Conferenza Unificata 19/04/2001, G.U. del 14/05/2001,Decreto della Conferenza Unificata 19/04/2001, G.U. del 14/05/2001, Decreto 5 settembre 2001, G.U. del 15/11/2001, s.g. n° 266 (finanziamenti per costruzione strutture per Cure Palliative);Decreto 5 settembre 2001, G.U. del 15/11/2001, s.g. n° 266 (finanziamenti per costruzione strutture per Cure Palliative); Decreto del Ministero della Salute n.43 del 22/02/2007 (standard per lassistenza di persone in terapia palliativa)Decreto del Ministero della Salute n.43 del 22/02/2007 (standard per lassistenza di persone in terapia palliativa)

6 PROGETTO MACONDO Legislazione di riferimento Legislazione di riferimento Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Regionale. Delibera di Giunta 456/2000 il Programma La Rete delle Cure Palliative, in cui si definiva che, oltre alle cure domiciliari primarie e specialistiche in cure palliative, la Rete deve comprendere hospice e Servizi Ospedalieri di Cure Palliative (SOCP) per lerogazione dellassistenza specialistica di II livello.Delibera di Giunta 456/2000 il Programma La Rete delle Cure Palliative, in cui si definiva che, oltre alle cure domiciliari primarie e specialistiche in cure palliative, la Rete deve comprendere hospice e Servizi Ospedalieri di Cure Palliative (SOCP) per lerogazione dellassistenza specialistica di II livello. Programma regionale per la Rete delle Cure Palliative PSR Indice delle Deliberazioni della Giunta Regionale di Approvazione del Programma e dei Provvedimenti Attuativi (456/2000, 1602/2000, 2231/2001, 2134/2003);Programma regionale per la Rete delle Cure Palliative PSR Indice delle Deliberazioni della Giunta Regionale di Approvazione del Programma e dei Provvedimenti Attuativi (456/2000, 1602/2000, 2231/2001, 2134/2003);Indice Delibera di Giunta regionale 1716/ Requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi delle strutture residenziali di cure palliative (hospice).Delibera di Giunta regionale 1716/ Requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi delle strutture residenziali di cure palliative (hospice).

7 PROGETTO MACONDO Il QUESTIONARIO Il QUESTIONARIO Si articola in due parti: Una SEZIONE a compilazione aziendale; Una SEZIONE a compilazione distrettuale, per le AUSL. Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

8 PROGETTO MACONDO PRINCIPALI CONTENUTI 1.SEZIONE, compilazione aziendale: Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile Anagrafica (informazioni relative alla struttura sanitaria). Modelli Organizzativi. Formazione. Governo Clinico (Linee Guida, percorsi di cura, audit) riferito alla Rete di Cure Palliative. Comitato Ospedale senza Dolore. Servizi di documentazione (pazienti e familiari).

9 PROGETTO MACONDO PRINCIPALI CONTENUTI 2.SEZIONE, compilazione distrettuale: Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile In generale (informazioni complessive sulle modalità e strumenti di presa in cura). Attività dei Servizi Infermieristici Domiciliari. Supporto psicologico/emotivo al personale operativo.

10 PROGETTO MACONDO Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile OBIETTIVO dellindagine in sè Valutare i modelli organizzativi per il controllo del dolore oncologico. Importanza giustificata dalla estrema variabilità delle cure prestate, dalla eterogeneità organizzativa a livello regionale e dalle difformità nellaccesso a questo servizio. (Sezione a cura di Debora Formisano)

11 PROGETTO MACONDO TIPO DI STUDIO INDAGINE OSSERVAZIONALE TRASVERSALE. Fare fotografia dellorganizzazione della RETE delle CURE PALLIATIVE. Prima fase dellaudit clinico Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

12 PROGETTO MACONDO STRUMENTO DI RILEVAZIONE Questionario con diverse sezioni. Progettare modalità di somministrazione al fine di garantire una buona adesione. Fornire indicazioni chiare e precise a chi compila il questionario per ottenere dati reali e corretti. Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

13 PROGETTO MACONDO MODALITA: di somministrazione… Il questionario sarà disponibile sul sito Attraverso un software specifico, sarà possibile compilarlo online e raccogliere i risultati senza inviare il materiale per posta. notevole risparmio di tempo e risorse. Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

14 PROGETTO MACONDO … e di compilazione. La modalità di compilazione cambierà a seconda delle diverse sezioni: Sezione aziendale: compilazione a cura dei referenti aziendali di rete cure palliative e relativo gruppo di lavoro. Sezione distrettuale: compilazione a cura del direttore di dipartimento cure primarie e collaboratori. Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.

15 PROGETTO MACONDO PERIODO DI INDAGINE PERIODO DI INDAGINE TEMPI SOMMINISTRAZIONE E RACCOLTA QUESTIONARI COMPILATI AGO-SETT 2008 ELABORAZIONE DEI DATI OTT-NOV 2008 RESTITUZIONE DEI RISULTATI: Rapporto risultati preliminare Report definitivo GEN 2009 PRIMAVERA 2009 Valutazione e miglioramento dell'assistenza domiciliare al paziente oncologico, con particolare riferimento al riconoscimento e al controllo del dolore in una rete di assistenza integrata. Seminario di presentazione. Reggio Emilia, 3 aprile 2008.


Scaricare ppt "PROGETTO MACONDO Questionario sulle competenze dellorganizzazionecompetenze dellorganizzazione (a cura di Cristina Pedroni) Valutazione e miglioramento."

Presentazioni simili


Annunci Google