La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OUTLINES Il diabete è una malattia cardiovascolare Il paziente diabetico ha una elevata prevalenza di vasculopatia periferica La pluridistrettualità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OUTLINES Il diabete è una malattia cardiovascolare Il paziente diabetico ha una elevata prevalenza di vasculopatia periferica La pluridistrettualità"— Transcript della presentazione:

1

2

3

4 OUTLINES Il diabete è una malattia cardiovascolare Il paziente diabetico ha una elevata prevalenza di vasculopatia periferica La pluridistrettualità della macroangiopatia Le indicazioni alla procedura di rivascolarizzazione La preparazione del paziente Il follow-up ed il controllo dei fattori di rischio La persistenza dellischemia

5 PERCORSO CLINICO-DIAGNOSTICO del paziente in fase post salvataggio Valutazione periodica della perfusione periferica e nuova procedura in caso di fallimento Controllo di tutti i fattori di rischio cardiovascolare che possono condizionare il quadro aterosclerotico Controllo della terapia che direttamente o indirettamente può influenzare la sopravvivenza cardiovascolare e il mantenimento della pervietà dellalbero periferico

6 PAD MODIFICATION OF RISK FACTORS Smoking cessation Diabetes control FBG mg/dl, PPG < 180 mg/dl, HbA 1c < 7% Dyslipidemia management LDL < 100 mg/dl, TG < 150 mg/dl Statins (RR 38%; 4S) Hypertension control BP < 130/85 mmHg Ramipril [RR 28%; HOPE (n=4051)] Am J Cardiol 2001; 87 (suppl): 3D-13D NEJM 2001; 344: Am J Med 2002; 112: 49-57

7 PAD and Diabetes: Tight control efficacy (UKPDS 35 BMJ )

8 i Destino dei pazienti con Critical Limb Ischemia

9 32 non idonei ad intervento di rivascolarizzazione (6.8%) di cui 19 (4%) sottoposti ad amputazione primaria 334 sottoposti ad intervento di rivascolarizzazione (70.7%) 26 in corso di valutazione ed in attesa di ricovero (5.5%) 49 in terapia medica (10.4%) 31 non più seguiti dopo la diagnosi (6.6%) Pazienti diabetici con ischemia critica : 472 Pazienti con CLI seguiti presso il centro Piede Diabetico del Policlinico di Tor Vergata 1/2003 a 8/2007

10 Uomini (55%). Età media 71 anni (± 10). Fumatori (24%). Durata del diabete: 20 anni (± 12). Storia di cardiopatia: (54%). Durata media del follow-up: 26.7 mesi (± 19). I 334 pazienti sottoposti a rivascolarizzazione hanno le seguenti caratteristiche: Pazienti con CLI seguiti presso il centro Piede Diabetico del Policlinico di Tor Vergata 1/2003 a 8/2007

11 Glicemia 142 ± 62. HbAc1 7,5 ± 1,7. Colesterolo totale 162 ± 42,3. Colesterolo HDL 40,7 ± 16,5. Trigliceridi 137,1 ± 63,3. Pressione arteriosa sistolica 136 ± 14. Pressione arteriosa diastolica 80,2 ± 8,7. TCPO ± TCPCO ± Pazienti con CLI seguiti presso il centro Piede Diabetico del Policlinico di Tor Vergata 1/2003 a 8/2007

12 Pazienti con CLI seguiti presso il centro Piede Diabetico del Policlinico di Tor Vergata 1/2003 a 8/2007 Durante il follow-up si sono osservati i seguenti esiti: 255 pazienti vivi con entrambi gli arti (76.3%). 43 pazienti vivi con amputazione maggiore (12.9%). 36 pazienti deceduti (10.8%): Età media 74 anni ± fumatori. 24 di essi avvenuti per cause cardiovascolari.

13 Follow-up TASC II* 25% decessi per CHD fatale 30% amputazioni maggiori 45% vivi senza amputazioni Follow-up Tor Vergata 10.8 % decessi totali (7.9% CHD fatale) 12.9 % amputazioni maggiori 76.3 % vivi senza amputazioni maggiori Esito dei pazienti con ischemia critica *Fonte: TASCII, Gennaio 2007, Journal of Vascular Surgery – Hirsch AT et al. J Am Coll Cardiol 2006;47:

14 Conclusioni Il paziente diabetico con ischemia periferica è ad elevato rischio di amputazione maggiore soprattutto in presenza di lesioni cutanee di qualsiasi entità esse siano Per poter procedere al salvataggio darto devono essere poste in atto tutte le procedure terapeutiche per ripristinare la perfusione periferica e per rimuovere tutti i tessuti necrotici e/o infetti al fine di limitare lestensione della gangrena E fondamentale un corretto approccio internistico in fase periprocedurale ed il paziente deve essere valutato nella sua globalità per il possibile coinvolgimento di altri distretti arteriosi E irrinunciabile il controllo di tutti i fattori di rischio per un adeguato esito a distanza


Scaricare ppt "OUTLINES Il diabete è una malattia cardiovascolare Il paziente diabetico ha una elevata prevalenza di vasculopatia periferica La pluridistrettualità"

Presentazioni simili


Annunci Google