La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Malnutrizioni (obesità, anoressia,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Malnutrizioni (obesità, anoressia,"— Transcript della presentazione:

1 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Malnutrizioni (obesità, anoressia, bulimia)

2 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Malnutrizione. Condizione in cui la nutrizione risulta deficitaria o eccessiva negli apporti calorici e nutritivi. Abbiamo quindi malnutrizione quando: a)non si introduce cibo nella quantità necessaria (iponutrizione) con conseguente denutrizione b)si introduce cibo in eccesso (ipernutrizione) con conseguente sovrappeso c)non si introduce la qualità consigliata di cibi. Un uso eccessivo di zucchero nellalimentazione causa aumento di peso e linsorgenza del diabete. Per evitare il sovrappeso è utile moderare il consumo di formaggi. MALNUTRIZIONE

3 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Obesità. Lobesità, la cui origine è legata a fattori genetici, metabolici, psicologici e socio-ambientali (ridotta attività motoria, eccesso alimentare) è dovuta a unalterazione del bilancio energetico con accumulo eccessivo di tessuto adiposo. Diffusa a livello mondiale, al punto da essere definita globesità dall Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), è responsabile dellaumento di patologie quali diabete, malattie cardiovascolari e alcune forme di tumore. Nei Paesi industrializzati scarso movimento e ipernutrizione sono le cause di obesità della popolazione. OBESITÀ

4 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Nel mondo 1 miliardo di adulti sono in sovrappeso e 300 milioni di loro sono obesi. Un uomo obeso presenta valori di massa grassa superiori al 25% del peso corporeo, una donna valori superiori al 35%. Negli adulti, un Indice di Massa Corporea IMC a 30 indica una condizione di obesità. In Italia gli obesi rappresentano il 9% della popolazione. Un approccio corretto al problema dellobesità prevede lintegrazione di una dieta ipocalorica e attività fisica con interventi di tipo psicologico-educativi. INDICE DI MASSA CORPOREA

5 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Esiste lobesità centrale (o viscerale) tipica dei maschi e lobesità periferica (o sottocutanea) tipica delle femmine con tessuto adiposo localizzato attorno ai fianchi, cosce e glutei. Obesità centrale. OBESITÀ Obesità periferica.

6 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Nel tipo viscerale, il tessuto adiposo si valuta tramite la Circonferenza Addominale (C.A.). Valori di C.A. a 102 cm nelluomo e 88 cm nella donna fanno aumentare il rischio di malattie quali diabete 2, ipertensione e malattie cardiovascolari. Il tessuto adiposo sottocutaneo si calcola misurando lo spessore in mm di alcune pliche cutanee: dalla misura delle stesse si risale alla percentuale dei lipidi corporei. Misurazione dello spessore delle pliche cutanee con il plicometro. CIRCONFERENZA ADDOMINALE

7 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Obesità in età evolutiva. Tra i bambini il 20% risulta in sovrappeso mentre il 4% è obeso; tra gli adolescenti, i soggetti in sovrappeso salgono al 25% mentre gli obesi al 5%. Lobesità acquisita in età scolare predispone al rischio di una obesità adulta nel 69% dei casi. Persone di età comprese fra i 6 e i 17 anni, con problemi di obesità o sovrappeso, per classe di età e sesso. Anni Fonte ISTAT. OBESITÀ IN ETÀ EVOLUTIVA

8 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Introduzioni caloriche eccessive nei primi due anni di vita, aumentano il volume (ipertrofia) e il numero (iperplasia) delle cellule del tessuto adiposo, predisponendo il bambino a una obesità adulta difficilmente reversibile: è possibile infatti ridurre il volume delle cellule adipose (obesità ipertrofica) ma non il loro numero (obesità iperplastica). Come per gli adulti, lipernutrizione e la scarsa attività motoria sono le cause che nelletà infantile predispongono maggiormente allobesità. OBESITÀ IN ETÀ EVOLUTIVA

9 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Prevenzione e trattamento dellobesità in età evolutiva. La prevenzione o il trattamento dellobesità infantile si deve basare maggiormente sul potenziamento di uno stile di vita più attivo che sulla restrizione calorica. Nelle obesità gravi di bambini con più di 7-8 anni e negli adolescenti, si suggerisce un aumento dellattività motoria, unito a una dieta ipocalorica, il cui apporto giornaliero non può essere inferiore al 70% del fabbisogno energetico giornaliero. Alimenti importanti in una dieta ipocalorica adatta a prevenire e combattere lobesità infantile. PREVENZIONE E TRATTAMENTO

10 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute La pasta integrale viene generalmente consumata in una dieta ipocalorica. OBESITÀ IN ETÀ ADULTA Trattamento dellobesità nelletà adulta. Negli adulti in sovrappeso o obesi, la dieta ipocalorica deve essere deficitaria di circa 500 kcal al giorno al fine di produrre un dimagrimento di 500 g alla settimana. Una diminuzione del peso pari al 5% è sufficiente per ridurre tutti i principali fattori di rischio cardiovascolari.

11 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Disturbi del Comportamento Alimentare (D.C.A.). I D.C.A. sono una serie di disturbi e atteggiamenti alterati nei confronti del cibo e del proprio corpo che si manifestano soprattutto nei soggetti femminili (95% dei casi). Tali disturbi, che vanno dal rifiuto del cibo alle grandi abbuffate, si dividono in Anoressia Nervosa, Bulimia Nervosa e Disturbo da Alimentazione Incontrollata (Binge Eating Disorder). Chi soffre di Disturbi del Comportamento Alimentare alterna periodi di digiuno a mangiate incontrollate. DISTURBI DEL COMPORTAMENTO

12 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Anoressia nervosa. Colpisce soprattutto adolescenti femmine (12-18 anni) ed è caratterizzata dal rifiuto di mantenere il peso corporeo al di sopra del peso minimo normale per età e statura, dallintensa paura di acquistare peso o diventare grassi, da una visione distorta della propria immagine corporea per ciò che riguarda forma e dimensione (al punto che il paziente continua a vedersi grasso anche quando si trova in evidente sottopeso), dalla negazione della gravità della condizione di sottopeso. Modelli di forma fisica estremi spesso diffusi dai mass media possono portare ad avere una percezione distorta della propria immagine corporea. ANORESSIA NERVOSA

13 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Leccessivo stato di magrezza e il conseguente deperimento organico, causato dalla dieta ferrea e dalleccessiva attività fisica, provocano amenorrea (ossia interruzione del ciclo mestruale), nelle femmine in età fertile. Lanoressia può accompagnarsi o meno con episodi di abbuffate o con comportamenti di eliminazione quali il vomito autoindotto e luso improprio di lassativi e diuretici, per favorire ulteriormente la riduzione del peso. Le donne affette da anoressia hanno un rapporto ossessivo con la bilancia: controllano continuamente il loro peso. ANORESSIA NERVOSA

14 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Lanoressia nervosa, se non curata può presentare unevoluzione cronica con progressivo aggravamento nel corso degli anni e, in alcuni casi, causare il decesso. Talvolta diviene necessario il ricovero ospedaliero per il ripristino del peso corporeo o la correzione di squilibri elettrolitici. Sebbene per prevenire lanoressia non esistano rimedi unici e infallibili, leducazione alimentare è, comunque, un primo passo da compiere. ANORESSIA NERVOSA

15 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Bulimia nervosa. Esordisce di solito nella tarda adolescenza o nella prima età adulta ed è caratterizzata da continue abbuffate, dalla sensazione di non riuscire a controllare la propria alimentazione, da ricorrenti e inappropriati metodi compensatori per prevenire laumento di peso (vomito autoindotto, abuso di lassativi, diuretici e farmaci, digiuno o eccessiva attività fisica nei giorni che seguono labbuffata). I soggetti con bulimia nervosa rientrano di solito nei limiti normali del peso sebbene alcuni possono essere lievemente sottopeso o sovrappeso. BULIMIA NERVOSA La bulimia, meno chiaramente visibile dell'anoressia nervosa, ha però conseguenze altrettanto gravi sulla vita e la salute di chi ne soffre.

16 Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Disturbo da Alimentazione Incontrollata (Binge Eating Disorder). In questo disturbo alimentare il soggetto presenta episodi ricorrenti di alimentazione incontrollata, durante i quali assume quantità esagerate di alimenti con la sensazione spiacevole di non riuscire a controllare lingestione degli stessi. Ciò produce un evidente disagio psicologico, con senso di colpa e riduzione dellautostima; inoltre, la mancanza di comportamenti compensatori favorisce con il tempo un aumento del peso corporeo accentuando linsoddisfazione e predisponendo il soggetto al diabete 2 e a malattie cardiovascolari. Le persone affette da Disturbo da Alimentazione Incontrollata sono soggette a episodi di abbuffate compulsive in cui consumano senza controllo smodate quantità di cibo. ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA


Scaricare ppt "Alimentazione nutrizione e salute – Liviana © 2010 De Agostini Scuola S.p.A. – Novara Alimentazione nutrizione e salute Malnutrizioni (obesità, anoressia,"

Presentazioni simili


Annunci Google