La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

di Francesco Boffoli Razza Frisona italiana attitudine: da latte.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "di Francesco Boffoli Razza Frisona italiana attitudine: da latte."— Transcript della presentazione:

1

2 di Francesco Boffoli

3 Razza Frisona italiana attitudine: da latte

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14 Alimentazione tradizionale con somministrazione di foraggi verdi, fieni e sottoprodotti aziendali. Fecondazione artificiale ad opera del veterinario o alla stazione di monta

15 I bovini possono essere mandati al pascolo quotidianamente con rientro serale in stalla o essere lasciati liberi durante le fasi di disponibilità di erba e in questo caso si attua un allevamento semibrado. In base alla consistenza aziendale si attua la monta naturale stagionale al pascolo con concentrazione dei parti in inverno o in primavera.

16 Lalimentazione include grandi quantità di insilati (di mais, derba, di polpe di bietola). Nella maggior parte dei casi si adopera la monta naturale con il toro imbrancato con le bovine. Alcune di queste aziende sfruttano il pascolo aziendale o inviano gli animali allalpeggio realizzando così allevamenti semibradi

17 I ricoveri sono costituiti da tettoie in genere molto ampie con la zona di alimentazione che può presentare una rastrelliera con copertura o senza. Lalimentazione si basa sui sottoprodotti agricoli e sui residui industriali a basso costo ma la razione di solito è ben bilanciata. Ci sono recinti esterni per il pascolo

18 E la forma tradizionale di allevamento delle razze rustiche nelle aree marginali del Paese ma è anche adottato da diversi allevatori di vacche di razze specializzate da carne sia italiane che dimportazione. Lalimentazione si basa sulle essenze pabulari presenti al pascolo con integrazione alimentare nei periodi più difficili.

19 I box unicellulari per lo svezzamento dei vitelli di dimensioni cm 100x200 sono la soluzione ideale in quanto sopraelevati e con fondo grigliato, assicurano il drenaggio continuo della lettiera che resta così asciutta e confortevole. Le chiusure del box, tetto e pareti laterali, creano un idoneo microclima garantendo, nel contempo, lisolamento degli animali. Sul cancellino di ingresso trovano posto il portasecchio ribaltabile per latte ed acqua e la mangiatoia portamangime e portafieno. La disposizione dei box su file contrapposte e linstallazione di una struttura di copertura, consente di garantire migliori condizioni di lavoro agli operatori e quindi un miglior controllo degli animali.

20 Dopo il periodo di condizionamento alla vita sociale, alletà di circa 6 mesi, è possibile formare gruppi di vitelli e manze più numerosi ospitandoli in ricoveri, con zona di riposo sia a lettiera, che a cuccette.

21 La distribuzione planimetrica per i ricoveri di questi settori prevede la zona di riposo a lettiera (3-6 mq/capo sino a 16 mesi detà c.a e 6-8 mq./capo sino al parto) e quella di alimentazione su pavimento pieno, con pulizia meccanizzata, o su fessurato.La rastrelliera, di tipo autocatturante ed antisoffocamento, ha dimensioni diversificate (altezza ed interasse) in funzione delletà degli animali. Anche le recinzioni ed i cancelli debbono essere opportunamente studiati al fine di poter confinare tutti gli animali in alimentazione in concomitanza con le operazioni di asportazione della lettiera.

22 Le attrezzature per questa tipologia di allevamento sono specificatamente studiate per consentire il contenimento degli animali evitandone ogni possibile danneggiamento ed assicurando le operazioni di movimentazione e controllo in piena sicurezza. Sono box adattabili sia alla pavimentazione fessurata, sia alla lettiera. La stalla per lingrasso è caratterizzata da box multipli e dalla relativa tipologia dei box, sia in termini di rapporto fra le dimensioni di larghezza e profondità, sia di tipo di pavimentazione con fessurato o su lettiera

23 Sono attrezzature apparentemente semplici che condizionano però pesantemente la razionalità dellallevamento e di conseguenza la gestione. Non esiste una stalla ideale ottimale per tutte le situazioni, ma una serie di tipologie, che opportunamente sviluppate, possono rispondere al meglio alle differenti specifiche esigenze.


Scaricare ppt "di Francesco Boffoli Razza Frisona italiana attitudine: da latte."

Presentazioni simili


Annunci Google