La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La musica tradisciplinarità e trasversalità. EDUCARE AI SUONI E ALLA MUSICA EDUCARE CON I SUONI E CON LA MUSICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La musica tradisciplinarità e trasversalità. EDUCARE AI SUONI E ALLA MUSICA EDUCARE CON I SUONI E CON LA MUSICA."— Transcript della presentazione:

1 La musica tradisciplinarità e trasversalità

2 EDUCARE AI SUONI E ALLA MUSICA EDUCARE CON I SUONI E CON LA MUSICA

3 Educare AI suoni e ALLA musica significa: Ammettere che suoni e musica rappresentano un mezzo necessario per comprendere la realtà Riconoscere limportanza del medium uditivo per tutti gli apprendimenti scolastici e non solo per quello musicale Riconoscere come lo sviluppo dellintelligenza musicale non giovi solo alla musicalità Riconoscere che la musica può rappresentare un mezzo didattico efficace per promuovere a scuola insegnamenti altri

4 Primo punto: lonnipresenza del paesaggio sonoro Suoni e musiche: dove ? Suoni e musiche: perché ? Caratteristiche del p aesaggio sonoro: toniche segnali impronte

5 Tipologia sonora Suoni in e Suoni out Sono i suoni che caratterizzano ogni azione compiuta da noi o da altri nel nostro raggio di udibilità Anche la voce, in quanto suono, rientra in questa tipologia. Prove di commutazione Musiche in e out Sono musiche che accompagnano azioni/ gesti/ pratiche sociali. Esempi. Musiche per: -ballare -pregare -fare festa -marciare -giocare -per tenersi compagnia -per rilassarci -per comunicare sentimenti Prove di commutazione Informazioni su: agenti/ azioni / luoghi /cause- effetti/ situazioni Funzioni: -Correlativa dazione -Empatica -Interpretativa -Segnaletica -regolatrice di stati danimo -….

6 Leducazione dellorecchio è necessaria a tutte le discipline: ragioni filogenetiche dellapprendimento anni fa : gli ominidi comunicano con suoni/musiche/segnali anni fa : gli ominidi comunicano con suoni/musiche/segnali anni fa : il suono si fa PAROLA anni fa : il suono si fa PAROLA La cultura orale privilegia ludito La cultura orale privilegia ludito Lorecchio e la memoria sonico-uditiva sono regine incontrastate di ogni apprendimento fino a tempi recentissimi Lorecchio e la memoria sonico-uditiva sono regine incontrastate di ogni apprendimento fino a tempi recentissimi

7 Leducazione dellorecchio è necessaria a tutte le discipline: ragioni ontogenetiche dellapprendimento Il bambino vive i meccanismi della cultura orale: impara con le modalità tipiche delloralità e privilegia ludito Il bambino vive i meccanismi della cultura orale: impara con le modalità tipiche delloralità e privilegia ludito La scuola privilegia il senso della vista (uso della lettura/ scrittura) La scuola privilegia il senso della vista (uso della lettura/ scrittura) ma richiede al bambino un orecchio educato quale prerequisito per ogni apprendimento ma richiede al bambino un orecchio educato quale prerequisito per ogni apprendimento

8 Poesia/ musica e danza sono espedienti per impare e ritenere le informazioni a.C. La poesia musicale (metrica) nasce per agevolare la memoria uditiva I processi di apprendimento messi in atto dalle società orali sono caratterizzati dal piacere di apprendere con la musica e la danza

9 Il bambino impara con lorecchio: il punto di vista ontogenetico Lallazioni e sperimentazioni musicali Lallazioni e sperimentazioni musicali Feddback uditivo di gesti-azioni Feddback uditivo di gesti-azioni Risposte motorie allo stimolo sonoro Risposte motorie allo stimolo sonoro Musical babbling Musical babbling Canti pot pourri Canti pot pourri Schemi metrico-musicali per memorizzare (giochi motori, filastrocche, conte…) Schemi metrico-musicali per memorizzare (giochi motori, filastrocche, conte…)

10 Lorecchio è principe di ogni apprendimento: il punto di vista fisiologico e anatomico di Tomatis La musicalità umana si sviluppa attraverso ludito, organo preposto alla ricezione del linguaggio, alla coordinazione motoria e, in definitiva, elemento fondamentale per lapprendimento in genere e per lequilibrio psico-fisico della persona

11 Le leggi di Tomatis La voce contiene ciò che lorecchio sente La voce contiene ciò che lorecchio sente Se si offre allorecchio la possibilità di udire correttamente, si migliora subito e inconsciamente lemissione vocale Se si offre allorecchio la possibilità di udire correttamente, si migliora subito e inconsciamente lemissione vocale Si può trasformare la fonazione con una stimolazione uditiva intrattenuta nel tempo Si può trasformare la fonazione con una stimolazione uditiva intrattenuta nel tempo

12 Funzioni dellorecchio: Filtrare i suoni Contribuire alla ricarica della corteccia cerebrale Controllare ogni movimento corporeo Sviluppare, tramite la lateralità destra, il pensiero locico-analitico e un maggior controllo emotivo Controllare tutti gli elementi musicali (ritmo, melodia…)

13 Sviluppare lintelligenza musicale non giova solo alla musicalità Gardner e la teoria delle intelligenze multiple: precedenti storici Gardner e la teoria delle intelligenze multiple: precedenti storici Afasici e amusici Afasici e amusici Musica e soggetti autistici Musica e soggetti autistici Musica e soggetti epilettici Musica e soggetti epilettici

14 La modularità del cervello: ipotesi parassitaria formulata sui cervelli normali La musica coinvolge (al pari della lingua) una molteplicità di moduli cerebrali anche se le vie uditive primarie sono collocate nella prima circonvoluzione destra e sinistra degli emisferi. La parte educata musicalmente sembra collocata più nellemisfero cerebrale sinistro; la parte emotiva nel destro

15 Il bernoccolo del musicista La pratica musicale procura un ipersviluppo del corpo calloso cerebrale Rappresenta un trainig senza pari di inteconnessioni neuronali tra i due emisferi cerebrali

16 Il Mozart-Effekt: le ricerche Loscuramento del compito: ricerche Ascoltare/ fare musica aumenta le prestazioni scolastiche relativamente a TUTTE LE DISCIPLINE Ascoltare/ fare musica aumenta le prestazioni scolastiche relativamente a TUTTE LE DISCIPLINE perché il contesto ludico, emotivo e relazionale che essa comporta è in grado di MINIMIZZARE e mascherare la difficoltà del compito assegnato perché il contesto ludico, emotivo e relazionale che essa comporta è in grado di MINIMIZZARE e mascherare la difficoltà del compito assegnato


Scaricare ppt "La musica tradisciplinarità e trasversalità. EDUCARE AI SUONI E ALLA MUSICA EDUCARE CON I SUONI E CON LA MUSICA."

Presentazioni simili


Annunci Google