La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mosele - Vicenza 12 maggio 20121 PROGETTO di MIGLIORAMENTO 2009-11 Migliorare la relazione di aiuto infermieristica con la persona affetta da demenza in.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mosele - Vicenza 12 maggio 20121 PROGETTO di MIGLIORAMENTO 2009-11 Migliorare la relazione di aiuto infermieristica con la persona affetta da demenza in."— Transcript della presentazione:

1 Mosele - Vicenza 12 maggio PROGETTO di MIGLIORAMENTO Migliorare la relazione di aiuto infermieristica con la persona affetta da demenza in strutture Residenziali, con lapplicazione sperimentale di un piano assistenziale infermieristico dott.ssa Mosele Antonella Responsabile Coordinamento Assistenziale Residenzialità Territoriale

2 Mosele - Vicenza 12 maggio Promotori del progetto Rotary Club -Bassano del Grappa Azienda Ulss n. 3 -Bassano del Grappa Formazione in Agorà – Padova Associazione AMAd- Associazione Malattia Alheimer e altre Demenze

3 Mosele - Vicenza 12 maggio SCOPO DEL PROGETTO DI MIGLIORAMENTO Miglioramento della relazione daiuto tra infermiere e persone affette da demenza portando conseguentemente ad un possibile mantenimento delle capacità cognitive, motorie ed emotive residuali.

4 Mosele - Vicenza 12 maggio STRATEGIE ED INTERVENTI 1. Anno formare 30 infermieri dei Centri Servizi del Bassanese 2. Anno elaborare un piano di assistenza alla persona demente ospite delle strutture casa di riposo/RSA, che contenga metodi e strumenti operativi che permettano di uniformare gli interventi assistenziali ed elevare gli standards qualitativi. 3. Anno Sperimentare il piano assistenziale in 7 realtà pilota allo scopo di metterlo a punto per un periodo sperimentale nel corso del quale far emergere e correggere criticità. 4. Anno in prospettiva…Implementare il piano Assistenziale, nelle realtà dei centri servizi del territorio dellAzienda Ulss 3 di Bassano.

5 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase Formazione - anno 2009 Evento formativo 30 ore di formazione finalizzata al miglioramento della pratica clinica Titolo: Linfermiere e la relazione di aiuto con le persone affette da demenza in strutture residenziali Partecipanti : 30 infermieri selezionati con il superamento di un test di accesso tra tutti quelli presenti nelle strutture residenziali 1° giornata: 08 maggio ° giornata: 12 maggio ° giornata: 21 settembre ° giornata: 21 ottobre ° giornata: 23 novembre ° giornata: 21 dicembre

6 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase Formazione - anno 2009 Titolo dellevento formativo : Linfermiere e la relazione di aiuto con le persone affette da demenza in strutture residenziali Contenuti salienti Processo di assistenza infermieristica come metodo scientifico, procedimento logico, costituito da una sequenza di fasi e da un insieme di regole, con lo scopo di individuare i bisogni/ problemi di salute di una persona e di gestire le prestazioni assistenziali più idonee a risolverli. Il Piano Assistenziale Individualizzato si compone di 6 fasi: 1.accertamento infermieristico con modello teorico GORDON 2.ragionamento diagnostico e diagnosi infermieristiche NANDA-I 3.pianificazione dei risultati infermieristici NOC 4.pianificazione degli interventi infermieristici NIC 5.gestione/ erogazione interventi assistenziali e attività NIC 6.verifica e valutazione delle prestazioni assistenziali con indicatori NOC

7 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase Pianificazione FSC- anno 2010 Condivisione tra Rotary Club e Azienda ULSS 3 Bassano del Grappa di proseguire il progetto sperimentando il piano assistenziale sul campo. Coinvolgimento dei Centri Servizi già interessati nellevento formativo del 2009.

8 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase Pianificazione FSC- anno 2010 dal 18 novembre 2010 al 31 dicembre 2011 Titolo: Migliorare la relazione di aiuto infermieristica con la persona affetta da demenza in strutture residenziali, mediante con lapplicazione sperimentale di un piano assistenziale Partecipanti : 13 infermieri sperimentatori di 7 strutture residenziali 4 infermieri uditori di 4 strutture residenziali Gruppi in supporto alla sperimentazione: Gruppo di Direzione Gruppo di supporto organizzativo Gruppo di supporto clinico Gruppo dei partecipanti Gruppo degli uditori

9 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase Pianificazione FSC- anno 2010 Gruppo di Direzione Dott.ssa Busa Francesca - Coordinatore Direttori di Distretto Dott. Ballestrin Giovanni - Responsabile Residenzialità Territoriale Dott.ssa Mosele Antonella - Responsabile Coordinamento Assistenziale Dott. Salsa Francesco - Presidente Rotary Club Bassano Dott.ssa Zanetti Antonia - Presidente Associazione AMAd Dott.ssa Rigon Luisa Anna - Presidente Formazione in Agorà Rag. Bordignon Angelino - Direttore Centro Servizi Cartigliano

10 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase 2.4- Pianificazione FSC- anno 2010 Formazione Sul Campo (FSC) dal 18 novembre 2010 al 31 dicembre 2011 Gruppo di supporto organizzativo IPAFD Gò Paola -Infermiere coordinatore - Fondazione G. Rubbi Dott.ssa Carlesso Nathalie- Infermiere coordinatore – Istituto Palazzolo IPAFD Nervo Sabrina -Infermiere coordinatore – Centro Anziani Villa Aldina IPAFD Maluccelli Paola -Infermiere coordinatore- Casa di Riposo Cartigliano Dott.ssa Tadiello Donatella Logopedista coordinatore - ISACC IPAFD Tosin Renato -Infermiere coordinatore -Madonnina Dott. Spanio Daniele -Infermiere coordinatore - RSA Tulipano Asl n. 3

11 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase Pianificazione FSC- anno 2010 Formazione Sul Campo (FSC) dal 18 novembre 2010 al 31 dicembre 2011 Gruppo Infermieri sperimentatori del piano assistenziale infermieristico DraguDoriano ScomazzonTonina NistorCristina Errico Fernando Ceccon P.Antonio CoppolaroGina Zonta Paola Scanagatta Rosanna VasileMonica Tosin Renato BadunaCarmen Urseiu Simona GheorgheviciMonica

12 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase 3.1 Organizzazione della Sperimentazione dal 1 marzo 2011 al 31 dicembre 2011 Centri Servizi, partners del progetto : Casa di Riposo Cartigliano IPAB - Via Pio X, Cartigliano (VI) Fondazione G. Rubbi -Via della Resistenza, Marostica (VI) RSA Tulipano Via Panica, Marostica (VI) Istituto Palazzolo Via Cap. Alessio, Rosà (VI) Madonnina Via Trieste 1/A Bassano del Grappa (VI) Centro Anziani Villa Aldina Via Roma, 159/a 6028 Rossano Veneto (VI) Istituto Servizi Assistenziali Cima Colbacchini Vicolo Ca Rezzonico, Bassano del Grappa (VI)

13 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase 3.2 Organizzazione della sperimentazione dal 1 marzo 2011 al 31 dicembre 2011 Documenti supporto Clinico per la sperimentazione 1 - documentazione sanitaria infermieristica -base 2- documentazione sanitaria infermieristica –mirata Organizzazione e logistica per la sperimentazione 3- Criteri di inclusione ed esclusione delle persone inserite nei Centri Servizi nella sperimentazione. 4- N° di persone con demenza da attribuire ad ogni sperimentatore 5- N° mesi di presa in carico delle persone dementi inserite nella sperimentazione 6- Modalità di integrazione tra il personale che segue la sperimentazione e personale che assiste le persone nei Centri Servizi. 7- Modalità organizzative minime per garantire la presa in carico della persona demente inserita nella sperimentazione.

14 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase 3.3 Organizzazione della sperimentazione dal 1 marzo 2011 al 31 dicembre Ruoli Organizzazione e logistica della sperimentazione Dott.ssa Mosele: referente per la sperimentazione ( funzione HUB) ( reperibile dal lunedì al venerdì dalle 8,00 alle 9,00) Dott.ssa Rigon: consulente metodologico per la sperimentazione ( funzione HUB satellite) attivata da dott.ssa Mosele per problemi complessi e specifici di sperimentazione Dott.ssa Mosele e dott. Spanio: componenti del CUS (centro unico di sperimentazione) attivati e contattati dagli infermieri coordinatori per problemi organizzativi e clinici di sperimentazione. Infermieri Coordinatori dei centri Servizi, ( funzione SPOKE) riferimento per richieste clinico-organizzative da parte degli infermieri sperimentatori

15 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase 4.1 Sperimentazione dal 1 marzo 2011 al 31 dicembre 2011 Strumenti per la sperimentazione presenti al CUS : Registro dei casi in sperimentazione Registro problemi avanzati dai coordinatori, la soluzione e chi lha fornita. Registro numerazione delle cartelle con nominativo utente in sperimentazione. Registro rientro delle cartelle infermieristiche completate o non completate

16 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase 4.2 Sperimentazione dal 1 marzo 2011 al 31 dicembre 2011 La sperimentazione è stata preceduta da 3 giornate formative: 1° giornata retraining : 29 novembre ° giornata retraining: 20 gennaio ° giornata retraining: 15 febbraio 2011

17 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase 4.3 Sperimentazione dal 1 marzo 2011 al 31 dicembre 2011 Periodi di sperimentazione 1° Fase dal al utenti 2° Fase dal al utenti 3° Fase dal al utenti

18 Mosele - Vicenza 12 maggio Fase 4.4 Sperimentazione dal 1 marzo 2011 al 31 dicembre 2011 Modalità di supporto nelle fasi di sperimentazione 1.Incontri presso i 7 Centri Servizi per rilevare osservazioni e/o criticità dei coordinatori ed infermieri. 2.Contatti telefonici tra gli infermieri sperimentatori e CUS. 3.Incontri con coordinatori ed infermieri per condividere esperienza in corso e rivedere documentazione in uso. 4.Rinforzo formativo sul metodo il gg. 6 luglio 2011

19 Mosele - Vicenza 12 maggio CONCLUSIONI Il progetto ha richiesto da parte di tutti i ruoli coinvolti IMPEGNO e FATICA. Il metodo applicato nei Centri di Servizio può sostenere il PAI (Piano Assistenziale Individualizzato) Gli infermieri coinvolti hanno sviluppato consapevolezza professionale, competenze specifiche e si sono orientati da unassistenza per compiti ad una assistenza personalizzata.


Scaricare ppt "Mosele - Vicenza 12 maggio 20121 PROGETTO di MIGLIORAMENTO 2009-11 Migliorare la relazione di aiuto infermieristica con la persona affetta da demenza in."

Presentazioni simili


Annunci Google