La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I re Magi di Benozzo Gozzoli a Palazzo Medici Riduzione dal testo di Franco Cardini Ed. Mandragora.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I re Magi di Benozzo Gozzoli a Palazzo Medici Riduzione dal testo di Franco Cardini Ed. Mandragora."— Transcript della presentazione:

1 I re Magi di Benozzo Gozzoli a Palazzo Medici Riduzione dal testo di Franco Cardini Ed. Mandragora

2 La cappella è situata in una posizione particolare, segreta e preziosa come la camera di un tesoro, incastonata tra le strutture poderose del palazzo di Michelozzo. Ancora oggi laccesso alla cappella riserva lemozione della sorpresa

3 Nel 1422 fu concesso a Cosimo il privilegio pontificio di possedere un altare portatile. Nel 1445 larchitetto Michelozzo iniziò per lui la costruzione del grande palazzo di Via Larga che verrà terminato nel Erano gli anni di maggior espansione della famiglia. Cosimo aveva concepito lidea di una cappella nel suo palazzo ma non la vide mai ultimata, i lavori si protrassero per un ventennio e sarebbero stati seguiti in un primo tempo da suo figlio ( Piero) e dai nipoti Lorenzo e Giuliano più tardi Cosimo il Vecchio sulla mula bruna, al suo fianco il figlio Piero il Gottoso

4 Adorazione dei Magi di Gentile da Fabriano, 1423, oggi agli Uffizi Il tema dei Magi non nasceva dal nulla, cerano stati precedenti paleocristiani e medioevali, le sculture di Giovanni e Nicola Pisano, Giotto. Inoltre era stata scritta la Legenda Aurea di Jacopo da Varazze. In Firenze il culto dei Magi si era radicato dallultimo decennio del Trecento. E necessario anche ricordare che nonostante lindubbio interesse di Cosimo per larte, il simbolo dei Magi era già stato utilizzato per ottenere la sacralizzazione del potere.

5 Cera stato un episodio importante in precedenza. Nel 1164 dalla chiesa di Milano di SantEustorgio le reliquie dei Magi erano state traslate (spostate) alla cattedrale di Colonia perché Federico I in questa maniera aveva punito la ribellione della città lombarda. Secondo limperatore Milano non aveva diritto di custodire i resti di coloro che rappresentavano il piegarsi dei voleri terreni dinanzi a quelli celesti

6 I Magi, oltre ad essere patroni dei re e dei cavalieri, lo erano anche dei sapienti, dei mercanti, dei viaggiatori e dei pellegrini. La stella che li aveva guidati a Betlemme campeggiava come insegna dellarte degli Albergatori. Il Mago che aveva recato in dono al Bambino la mirra, simbolo dimmortalità, era anche protettore dei medici adatto perciò, insieme ai santi Cosma e Damiano ad essere protettore della famiglia medicea La splendida cavalcatura del Mago adulto (Baldassarre) è forse ispirata ad una testa di cavallo in bronzo della collezione di Lorenzo. A destra i paggi recano lampolla con la mirra. Il balsamo on cui fu unto il corpo di Cristo considerato perciò taumaturgico (miracoloso)

7 Ritratti, insegne, allusioni Sullo sfondo abbiamo la campagna fiorentina, il paesaggio è fiabesco e gli animali e vegetazione hanno contenuti allusivi e simbolici. Gli animali esotici (ghepardi, cammelli) richiamano un oriente vicino a causa del Concilio così come il servo nero con una calza bianca e laltra vermiglia

8 part. Sorelle di Lorenzo Re Melchiorre, imperatore dOriente Giovanni VIII Paleologo

9 Si notino anche i curiosi copricapo o i corredi di molti personaggi. Re Gasparre, si presume fosse il ritratto del patriarca di Costantinopoli che morì a Firenze durante il Concilio

10 Poiché non era permesso firmare lopera anche Benozzo, come molti altri artisti del tempo, realizzerà alcuni autoritratti Si noti la scritta sul cappello di Benozzo

11 La casa Medici viene glorificata con le sue insegne gentilizie - i bisanti - che dalla popolazione venivano definiti familiarmente palle sono presenti in varie decorazioni: borchie rotonde, finimenti dei cavalli, arance,ecc… Alcuni esempi di stemmi medicei, in basso in particolare lo stemma papale

12 La leggenda dei bisanti medicei Per sopperire alla mancanza di un passato glorioso i Medici tentarono di legare il proprio nome a personaggi leggendari. Secondo una delle leggende il capostipite aveva avuto la ventura di scontrarsi con il gigante Mugello che abitava la regione che avrebbe preso il suo nome. I bisanti sullo scudo dei medici sarebbero i colpi assestati dalla mazza ferrata del mostro sullo scudo di Averardo Secondo un altro racconto invece le palle rappresenterebbero le ventose applicate alle ferite dellimperatore Carlo Magno da un progenitore dei medici Giuliano de Medici

13 I bisanti sono visibili anche nei finimenti del cavallo del mago giovane (Baldassarre) che si suppone essere il giovane Lorenzo con sembianze ampiamente idealizzate

14 sulla copertura delle redini del cavallo del Mago giovane (Lorenzo), oltre i soliti bisanti, ci sono fiori di cardo simbolo della vittoria del bene sul male Il cardo è anche simbolo della passione di Cristo così come il fringuello (nome latino cardelis) fu ritenuto simbolo di salvezza perché si nutriva di cardi. Tali simboli sono stati usati anche da Botticelli, Carpaccio, Piero della Fracesca, il Pollaiolo

15 Diamante Deo amante Il diamante richiamava il motto Deo amante che veniva abbinato al motto Semper, insieme avrebbero espresso lauspicio di un perdurare del favore divino. Si pensa che già al tempo di Cosimo al diamante siano state aggiunte piume di struzzo o di falco. Con Lorenzo tre penne Una rossa una verde una bianca colori simboleggianti le virtù teogali: Fede (bianca), Speranza (verde), Carità (rossa) cornice di specchio con anello mediceo, su disegno di Antonio del Pollaiolo

16 Laffresco fornisce molte informazioni su abbigliamento e finimenti del tempo. Nonostante i cavalli appaiano docili I Magi indossano il tipico sprone cavalleresco dorato e il rotellino o girella a 8 punte. Prevalentemente da caccia gli stincali foderati in cuoio, i paggi indossano le corazzine

17 Non solo fiaba Passare al di là dellaffresco non è più facile che passare dallaltra parte dello specchio come faceva Alice. Dietro ad ogni immagine è nascosto un messaggio simbolico Gran parte del significato dellopera è ancora nascosto o almeno non cè uniformità di interpretazioni possibile. La maggior parte dei messaggi era ideata in modo che sfuggisse allo spettatore comune per essere compreso solo da pochi Fagiano inseguito dal nibbio Toro attaaccato dal ghepardo


Scaricare ppt "I re Magi di Benozzo Gozzoli a Palazzo Medici Riduzione dal testo di Franco Cardini Ed. Mandragora."

Presentazioni simili


Annunci Google