La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROTOCOLLO RM CIS Assiali T2 FSE (DP ) min 5 mm (racc 3) Assiali FLAIR min 5 mm (racc 3) Assiali T1 min 5 mm (racc 3) Sagittali T2 FSE (FLAIR) 3mm Assiali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROTOCOLLO RM CIS Assiali T2 FSE (DP ) min 5 mm (racc 3) Assiali FLAIR min 5 mm (racc 3) Assiali T1 min 5 mm (racc 3) Sagittali T2 FSE (FLAIR) 3mm Assiali."— Transcript della presentazione:

1 PROTOCOLLO RM CIS Assiali T2 FSE (DP ) min 5 mm (racc 3) Assiali FLAIR min 5 mm (racc 3) Assiali T1 min 5 mm (racc 3) Sagittali T2 FSE (FLAIR) 3mm Assiali T1 dopo Gadolinio 5 min 5 mm (racc 3) DIR (raccomandate) Midollo Sagittali T1 e T2 + STIR + assiali T2+T1 dopo Gd (sagittali ed assiali) Sagittali T1 e T2 + STIR + assiali T2+T1 dopo Gd (sagittali ed assiali) Orbite: in Pz con NORB ed RM enc e midollo negativo Orbite: in Pz con NORB ed RM enc e midollo negativo Orientamento secondo la linea bicallosale con standardizzazione piani e parametri di studio per il f.u. 1 Tesla 1 Tesla Encefalo

2 PROTOCOLLO RM F.U. CIS e RR iniziali Assiali T2 FSE (DP) min 5 mm (racc 3) Assiali FLAIR min 5 mm (racc 3) Somministrazione Gd Assiali T1 dopo Gadolinio min 5 mm (racc 3) (opzionali: Sagittali T2 FSE (FLAIR); DIR Midollo Sagittali T1 e T2 + STIR + assiali T2+T1 dopo Gd (sagittali ed assiali) Sagittali T1 e T2 + STIR + assiali T2+T1 dopo Gd (sagittali ed assiali) Orientamento secondo la linea bicommissurale con standardizzazione piani e parametri di studio per il f.u. Encefalo

3 CIS Rispondenza ai criteri diagnostici: numero lesioni (1-3, 3-10, >10) sede lesioni (corticali-iuxtacorticali; periventricolari; sottotentoriali) caratteristiche lesioni (compatibili con les. Infiammatorio- /demielinizzanti) presenza enhancement Assenza lesioni di altra naturaCDMS Variazioni rispetto allesame precedente: nuove lesioni incremento/confluenza di pre-esistenti lesioni presenza enhancement Assenza lesioni di altra naturaCIS Rispondenza ai criteri diagnostici: numero lesioni (1-3, 3-10, >10) sede lesioni (corticali-iuxtacorticali; periventricolari; sottotentoriali) caratteristiche lesioni (compatibili con les. Infiammatorio- /demielinizzanti) presenza enhancement Assenza lesioni di altra naturaCDMS Variazioni rispetto allesame precedente: nuove lesioni incremento/confluenza di pre-esistenti lesioni presenza enhancement Assenza lesioni di altra natura Criteri per una refertazione standardizzata RM enc nella SM da inserire nel corpo del referto o nelle conclusioni:

4 CIS Rispondenza ai criteri diagnostici: numero lesioni sede delle lesioni caratteristiche lesioni (compatibili con les. Infiammatorio- /demielinizzanti) presenza enhancement Assenza lesioni di altra naturaCDMS Variazioni rispetto allesame precedente: carico lesionale/nuove lesioni presenza enhancement? Assenza lesioni di altra naturaCIS Rispondenza ai criteri diagnostici: numero lesioni sede delle lesioni caratteristiche lesioni (compatibili con les. Infiammatorio- /demielinizzanti) presenza enhancement Assenza lesioni di altra naturaCDMS Variazioni rispetto allesame precedente: carico lesionale/nuove lesioni presenza enhancement? Assenza lesioni di altra natura Criteri per una refertazione standardizzata RM midollo SM:

5 Ulteriore aspetto per esecuzione e refertazione: Motivazione esame: CIS: CIS: sospetta malattia infiammatorio/demielinizzante CDMS: CDMS: controllo in Paziente in terapia con…/non in terapia/peggioramento clinico in Paziente con SM?


Scaricare ppt "PROTOCOLLO RM CIS Assiali T2 FSE (DP ) min 5 mm (racc 3) Assiali FLAIR min 5 mm (racc 3) Assiali T1 min 5 mm (racc 3) Sagittali T2 FSE (FLAIR) 3mm Assiali."

Presentazioni simili


Annunci Google