La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La cooperazione sociale come strumento di deistituzionalizzazione Paolo Tachella Esteban Jiménez Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico Programma.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La cooperazione sociale come strumento di deistituzionalizzazione Paolo Tachella Esteban Jiménez Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico Programma."— Transcript della presentazione:

1 La cooperazione sociale come strumento di deistituzionalizzazione Paolo Tachella Esteban Jiménez Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale.

2 La cooperazione sociale in Liguria Al 31/12/2008 risultavano iscritte allAlbo Regionale delle Cooperative sociali della Liguria 400 cooperative, registrando così un +29% rispetto al 2005 Il valore complessivo della produzione 2008 relativamente ad un campione di n. 213 cooperative esaminate é di , con un valore medio per impresa di Le cooperative sociali liguri risultano cosi suddivise: Tipo A 56%, Tipo B 35%, Tipo A/B 3%, Tipo C 6%

3 Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale La cooperazione sociale in Liguria I lavoratori occupati nelle 216 imprese esaminate dal Centro Sviluppo Economia Sociale (CSES) sono di cui uomini, pari al 28.8% e donne, pari al 71.2%, prevalentemente con contratto a tempo indeterminato Tra il 2005 e 2008 si è registrato un incremento medio percentuale delloccupazione pari al 7%

4 Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale La cooperazione sociale in Liguria Nelle 75 cooperative di tipo B esamiate dallo CSES risultano occupati 894 persone appartenenti a fasce svantaggiate, con una media di 12 inserimenti per cooperativa, lievemente superiore al 30% dei lavoratori richiesto dalla legge Di seguito le percentuali per tipologia di disagio di inserimenti: 40% disabilità 24% tossicodipendenza 18%salute mentale 9%detenuti ed ex detenuti 5%alcolisti

5 Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale Progetto W.H.C.B. Workpackage 4 Economia Sociale Obiettivo: promuovere limpresa sociale come strumento di inclusione lavorativa di persone appartenenti a categorie svantaggiate e in forte situazione di disagio (quali ad esempio disabili, pazienti con problemi psichici, anziani, le donne e le ragazze che hanno subito violenza e che sono a rischio e/o oggetto di trafficking).

6 Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale Vantaggi derivanti dalla presenza di imprese sociali sul territorio Scopo delle imprese sociali: perseguire linteresse generale della comunità finalizzato alla promozione umana Tipo di cooperativa sociale di riferimento per il progetto: cooperativa di tipo B, caratterizzata dallo svolgimento di attività agricole, industriali, commerciali o di servizi, finalizzate allinserimento di persone svantaggiate La cooperazione sociale generalmente presenta vantaggi come: valorizzazione dei principi di democrazia aziendale, della centralità della persona, della solidarietà, delletica del lavoro, della tutela dellambiente; favorire linsediamento sul territorio di forza lavoro locale, contenendo fenomeni di migrazione o di pendolarismo disagiato; migliore inserimento di soggetti svantaggiati nel mondo lavorativo; riduzione dei costi sociali derivanti dalla diminuzione degli effetti di marginalizzazione di soggetti svantaggiati inseriti nelle attività lavorative; migliori opportunità per la Pubblica Amministrazione e per il sistema delle imprese di esternalizzare processi organizzativi.

7 Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale Progetto W.H.C.B. Workpackage 4 Economia Sociale Macro attività del WP4: a)Individuazione della popolazione beneficiaria e promozione della attività di progetto b)Preparazione del piano di impresa e formazione dei beneficiari c)Sostegno alla creazione di impresa sociale nel territorio di Scutari e attività sperimentale di inserimento lavorativo

8 Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale Individuazione dei beneficiari e promozione della attività di progetto. Partner Locale del progetto: Centro Donna Passi Leggeri Partner Instituzionale del progetto: Comune di Scutari Attività economica identificata in collaborazione con i partner Albanesi: Impresa di ristorazione scolastica Sono state selezionate 5 donne che andranno a coprire allinterno dellimpresa i seguenti profili: a)Manager dellimpresa e responsabile della comunicazione della stessa. b)Responsabile dellinclusione lavorativa. c)Cuoche

9 Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale Preparazione del piano di impresa e formazione dei beneficiari FI.L.S.E. ha avviato il 26 maggio 2010 il primo modulo di formazione presso una cooperativa sociale ligure Il secondo modulo di formazione è iniziato il 4 ottobre 2010 e si è svolto presso i 4 principali Consorzi di Cooperative Sociali Liguri

10 Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale Tematiche affrontate durante i periodi formativi 1) Il project management e la gestione delle commesse: Elementi caratteristici del progetto/commessa Preparazione e gestione del team di progetto Organizzazione e gestione del progetto Pianificazione, programmazione e controllo di gestione 2) La gestione del personale come fattore di sviluppo: selezione, valutazione delle prestazioni e del potenziale, la gestione por obiettivi e risultati. 3) Inserimento lavorativo nellimpresa sociale: la gestione di un progetto individualizzato. 4) Comunicare limpresa sociale; marketing dei servizi. 5) Ristorazione collettiva (formazione on the job).

11 Piano di Fattibilità: Impatto prodotto dal nuovo centro produzione pasti VARIABILE SERVIZIO MENSA MUNICIP. SCUTARI IMPATTO DETERMINABILE DALLA SITUAZIONE CON CENTRO DI PRODUZIONE PASTI CONSEGUENZE SITUAZIONE ATTUALE A GESTIONE PUBBLICA DIRETTA SITUAZIONE CON IL CENTRO PRODUZIONE PASTI COSTO DELLE MATERIE PRIME ALIMENTARI A PASTO 1,50 1,11 SIGNIFICATIVO RISPARMIO ECONOMICO PER LA MUNICIPALITA DI SCUTARI Maggiori risorse da destinare alla collettivit à con potenziale crescita della qualit à della vita. PREZZO A PASTO N.D. 1,59 LIVELLO QUALITATIVO PASTO Medio-altoAlto IMPATTO POSITIVO SULLA COLLETTIVITA E CRESCITA DEL CONSENSO A FAVORE DELLE POLITICHE COMUNALI Migliore alimentazione della popolazione con correlato miglior stato di salute e riduzione costi di assistenza sanitaria. ASSISTENZA ALL INSERIMENTO LAVORATIVO NOSI IMPATTO POSITIVO SULLA COLLETTIVITA IMPATTO POSITIVO SULLA COLLETTIVITA Limitazione e cura di disagi sociali e psicologici, con riduzione dei costi di assistenza sanitaria. SUSSIDIO AD INVALIDO PSICHICO 120,00 a persona Borsa lavoro del progetto APQ di durata temporanea RISPARMIO ECONOMICO PER LA MUNICIPALITA DI SCUTARI Maggiori risorse da destinare alla collettivit à per un breve periodo SUSSIDIO DI DISOCCUPAZIONE 30,00 a persona 0 per persona disoccupata che passa allo stato di occupazione lavorativa nel Centro RISPARMIO ECONOMICO PER LA MUNICIPALITA DI SCUTARI Maggiori risorse da destinare alla collettivit à con potenziale crescita della qualit à della vita.

12 Programma di Sostegno alla Cooperazione Regionale Sostegno alla creazione di impresa sociale nel territorio di Scutari e attività sperimentale di inserimento lavorativo In seguito al ciclo formativo e ai risultati del piano di fattibilità elaborato, Regione Liguria e FI.L.S.E. prevedono nei prossimi mesi una fase di sostegno allimpresa e un attività sperimentale di inserimento lavorativo Inclusione lavorativa di almeno 2 persone appartenenti a fasce svantaggiate Supporto allallestimento del Centro Cottura del Centro Donna e sostegno operativo nellavvio dellattività imprenditoriale (con clienti pubblici o privati)


Scaricare ppt "La cooperazione sociale come strumento di deistituzionalizzazione Paolo Tachella Esteban Jiménez Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico Programma."

Presentazioni simili


Annunci Google