La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FaD e SCUOLA SUPERIORE IN OSPEDALE PRESSO SPEDALI CIVILI di BRESCIA CARATTERISTICHE e ATTIVITA dei DOCENTI COINVOLTI Presentazione per EXPO 2005 2 marzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FaD e SCUOLA SUPERIORE IN OSPEDALE PRESSO SPEDALI CIVILI di BRESCIA CARATTERISTICHE e ATTIVITA dei DOCENTI COINVOLTI Presentazione per EXPO 2005 2 marzo."— Transcript della presentazione:

1 FaD e SCUOLA SUPERIORE IN OSPEDALE PRESSO SPEDALI CIVILI di BRESCIA CARATTERISTICHE e ATTIVITA dei DOCENTI COINVOLTI Presentazione per EXPO marzo 2005 Presentazione per EXPO marzo 2005 A.Bertelli – V.Alberti

2 SCUOLA SUPERIORE IN OSPEDALE: OBIETTIVI Progetto HSH Home School Hospital Progetto HSH Home School Hospital realizza Diritto alla salute Diritto alla salute Contrasta dispersione scol. Contrasta dispersione scol. Integra processo terap. Integra processo terap. Diritto alla istruzione Diritto alla istruzione Garantisce il diritto allo studio dellalunno in ospedale, in day hospital o in terapia domiciliare valorizzando il ruolo delle tecnologie e della comunicazione multimediale

3 SCUOLA SUPERIORE IN OSPEDALE di BRESCIA : CARATTERISTICHE E un distaccamento di docenti in esonero parziale in esonero parziale ToT. 6 ORE per 3 giorni settimanali 3 docenti coinvolti : dello stesso istituto umanistico-letteraria di tre aree scientifico-matematica tecnico- informatica ToT. 12 ORE attività di insegnamentocurricolare + = FLESSIBILITAorganizzativa

4 ATTIVITA DOCENTI IN PRESENZA Studio individualizzato individualizzato Utilizzo delle NUOVE TECNOLOGIE e della FaD = FORMAZIONE A DISTANZA con impiego di un AMBIENTE VIRTUALE DI APPRENDIMENTO (A.V.A) = FIRST CLASS (con raccordo e supervisione del CSA di Brescia)

5 RUOLO DEL DOCENTE nella scuola superiore in ospedale 1) dellaccoglienza 1) GESTORE dellaccoglienza ) ANALISTA della situazione iniziale per ottimizzare interventi formativi 2) ANALISTA della situazione iniziale per ottimizzare interventi formativi In particolare : raccoglie informazioni anagrafiche raccoglie informazioni anagrafiche ricostruisce il vissuto scolastico dello studente ospedalizzato ricostruisce il vissuto scolastico dello studente ospedalizzato verifica le sue competenze informatiche ed eventualmente le verifica le sue competenze informatiche ed eventualmente le recupera/rafforza/promuove 1) dellaccoglienza 1) GESTORE dellaccoglienza ) ANALISTA della situazione iniziale per ottimizzare interventi formativi 2) ANALISTA della situazione iniziale per ottimizzare interventi formativi In particolare : raccoglie informazioni anagrafiche raccoglie informazioni anagrafiche ricostruisce il vissuto scolastico dello studente ospedalizzato ricostruisce il vissuto scolastico dello studente ospedalizzato verifica le sue competenze informatiche ed eventualmente le verifica le sue competenze informatiche ed eventualmente le recupera/rafforza/promuove

6 3)TUTOR/COORDINATORE -TUTOR DISCIPLINARE mentor -TUTOR DI SISTEMA e-tutor 3)TUTOR/COORDINATORE -TUTOR DISCIPLINARE mentor -TUTOR DI SISTEMA e-tutor Coordinatore / stimolatore apprendimento collaborativo A.Bertelli – V.Alberti

7 4) PIANIFICATORE ATTIVITA in forma blended e con ambiente virtuale di apprendimento in particolare : in particolare : predispone un Piano di Studio Personalizzato sulla base delle indicazioni programmatiche del Consiglio di Classe e delle condizioni di salute dello studente predispone un Piano di Studio Personalizzato sulla base delle indicazioni programmatiche del Consiglio di Classe e delle condizioni di salute dello studente 4) PIANIFICATORE ATTIVITA in forma blended e con ambiente virtuale di apprendimento in particolare : in particolare : predispone un Piano di Studio Personalizzato sulla base delle indicazioni programmatiche del Consiglio di Classe e delle condizioni di salute dello studente predispone un Piano di Studio Personalizzato sulla base delle indicazioni programmatiche del Consiglio di Classe e delle condizioni di salute dello studente SERENDIPITA A.Bertelli – V.Alberti

8 5) SOSTENITORE – MOTIVATORE 5) SOSTENITORE – MOTIVATORE nei confronti: nei confronti: - dello studente malato / interesse e studio - dello studente malato / interesse e studio - dei suoi genitori /supporto morale e partecipativo - dei suoi genitori /supporto morale e partecipativo - dei suoi insegnanti ed eventualmente dei - dei suoi insegnanti ed eventualmente dei compagni /supporto tecnico e didattico compagni /supporto tecnico e didattico (messaggi su piattaforma nel caffè sport / sala professori…) (messaggi su piattaforma nel caffè sport / sala professori…) 5) SOSTENITORE – MOTIVATORE 5) SOSTENITORE – MOTIVATORE nei confronti: nei confronti: - dello studente malato / interesse e studio - dello studente malato / interesse e studio - dei suoi genitori /supporto morale e partecipativo - dei suoi genitori /supporto morale e partecipativo - dei suoi insegnanti ed eventualmente dei - dei suoi insegnanti ed eventualmente dei compagni /supporto tecnico e didattico compagni /supporto tecnico e didattico (messaggi su piattaforma nel caffè sport / sala professori…) (messaggi su piattaforma nel caffè sport / sala professori…) A.Bertelli – V.Alberti

9 6) VALUTATORE AUTOVALUTATORE - delle attività cognitive e socio-affettive in presenza - delle attività cognitive e socio-affettive in presenza - delle attività asincrone di e-learning - delle attività asincrone di e-learning - dellefficacia del processo formativo attuato - dellefficacia del processo formativo attuato A.Bertelli – V.Alberti

10 FaD e OBIETTIVI FaDFaD collegamento telematico permette il contatto fra studente e compagni Migliora qualità della vita dei lungodegenti con attività che supportano la terapia Incrementa la motivazione allo studio tramite impiego delle TIC Facilita scambio di metodologie e materiali fra docenti osped. e docenti scuole territoriali Riduce isolamento, incrementa interesse e facilita apprendimento A.Bertelli – V.Alberti

11 formazione personalizzata Principio innovativo di questo progetto di FaD è la creazione di una formazione personalizzata interazione conversativa e cooperativa mediante interazione conversativa e cooperativa sapere cosa + sapere come + sistema tecnologico + relazioni interpersonali Costruzione di un sapere autonomo e significativo Costruzione di un sapere autonomo e significativo formazione personalizzata Principio innovativo di questo progetto di FaD è la creazione di una formazione personalizzata interazione conversativa e cooperativa mediante interazione conversativa e cooperativa sapere cosa + sapere come + sistema tecnologico + relazioni interpersonali Costruzione di un sapere autonomo e significativo Costruzione di un sapere autonomo e significativo FaD e caratteristiche A.Bertelli – V.Alberti

12 MODALITA OPERATIVE Flessibilità Organizzativa come capacità di adattamento ai cambiamenti esterni passività formale capacità di adattamento ai cambiamenti esterni passività formale capacità di rinnovarsi allinterno per affrontare i cambiamenti esterni attività, creatività ricerca, sperim. capacità di rinnovarsi allinterno per affrontare i cambiamenti esterni attività, creatività ricerca, sperim. cambiamento+innovazionecambiamento+innovazione A.Bertelli – V.Alberti

13 Autorizzazione e coordinamento con i medici dei rispettivi reparti per attuazione della FaD Autorizzazione e coordinamento con i medici dei rispettivi reparti per attuazione della FaD impiego TIC nella didattica attività disciplinare e relativa valutazione (compilazione di una scheda per ciascun allievo portfolio) impiego TIC nella didattica attività disciplinare e relativa valutazione (compilazione di una scheda per ciascun allievo portfolio) Continua MODALITA OPERATIVE A.Bertelli – V.Alberti

14 NOVITA delle modalità operative Informazione sulla normativa sensibilizzazione al problema Informazione sulla normativa sensibilizzazione al problema mediazione tra allievo malato e scuola di appartenenza mediazione tra allievo malato e scuola di appartenenza E-learning Attivazione servizio anche per listruzione dom. Supporto allintervento con maggiore impegno e carico di lavoro A.Bertelli – V.Alberti Responsabilizzazione dirigenti e docenti Sviluppo nuovi casi (prima ignorati)

15 COMUNICAZIONE ONLINE ONLINE RAPPORTI CONSAPEVOLEZZAOPERATIVAMOTIVAZIONE APPREND.EFFICACEAUTOSTIMA Ob. fondamentali - Ob. fondamentali - Interazioni / team cooperativo - Chiarezza metodologica - Fiducia e impegno operativi Studente = uscita isolamento e successo formativo/ reazione alle cure formativo/ reazione alle cure Compagni = apprendim.efficace solidarietà Insegnanti = qualificazione professionale ASPETTO MOTIVAZIONALE E COMUNICATIVO UNO A UNO UNO A MOLTI MOLTI A MOLTI A.Bertelli – V.Alberti

16 Esiti attività svolta (alcuni dati fino ad oggi) A.Bertelli – V.Alberti

17 Studente: dati anagrafici (leggibili con sistema di password per privacy) Ordine di scuola: biennio /triennio Contesto: realtà scolastica e situazione apprenditiva Rapporti con Consiglio di Classe Attività predisposta : impiego TIC e FaD e organizzazione unità di apprendimento in presenza Ricadute della FaD sullo studente degente Ricadute della FaD sui suoi insegnanti e compagni CASE STORY A.Bertelli – V.Alberti

18 Caso Daniela Lungodegenza Impiego Tic per facilitare la comunicazione e la motivazione allapprendimento Impiego Tic per facilitare la comunicazione e la motivazione allapprendimento Intervento collaborativo è sfociato nel rientro a scuola supportato dal mantenimento con FaD della sicurezza vissuta in ospedale Intervento collaborativo è sfociato nel rientro a scuola supportato dal mantenimento con FaD della sicurezza vissuta in ospedale Caso Giulia Impiego FaD per superare paure scolastiche pregresse e ricostruire rapporti con compagni e professori Impiego FaD per superare paure scolastiche pregresse e ricostruire rapporti con compagni e professori Offerta di maggiore creatività e recupero Autostima attraverso impiego competenze linguistiche e informatiche Offerta di maggiore creatività e recupero Autostima attraverso impiego competenze linguistiche e informatiche

19 PUNTI DI DEBOLEZZA Attività scuola superiore in ospedale Problema bourn-out del docente Problema bourn-out del docente Necessità costante di conciliare lintervento di insegnamento- apprendimento con terapia medica e condizione psico-fisica dello studente Necessità costante di conciliare lintervento di insegnamento- apprendimento con terapia medica e condizione psico-fisica dello studente Coinvolgimento dello studente e sua motivazione Coinvolgimento dello studente e sua motivazione

20 PROSPETTIVE PROSSIME In ospedale Riqualificazione attività educ/didattica realizzazione sito Scuola Superiore Miglioramento risorse strutturali (prese ADSL…) Istruz. dom. Istituti di BS Assistenza casi avviati/favorire cooperaz. Attivazione e-learning con sc.primaria e Secondaria di I grado Nuovi casi Realizzazione rete tra Scuole Superiori della città di Brescia coordinamento documentazione materiali valutazione


Scaricare ppt "FaD e SCUOLA SUPERIORE IN OSPEDALE PRESSO SPEDALI CIVILI di BRESCIA CARATTERISTICHE e ATTIVITA dei DOCENTI COINVOLTI Presentazione per EXPO 2005 2 marzo."

Presentazioni simili


Annunci Google