La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Indice Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 1 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Indice Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 1 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione."— Transcript della presentazione:

1 Indice Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 1 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su Istruzione e Formazione 2010

2 Indice Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 2 Indice Ob. 1.1 Migliorare listruzione e la formazione per insegnanti e formatoriOb. 1.1 Migliorare listruzione e la formazione per insegnanti e formatori Ob. 1.2 Sviluppare le competenze per la società della conoscenza Ob. 1.3 Garantire laccesso alle TIC per tuttiOb. 1.3 Garantire laccesso alle TIC per tutti Ob. 1.4 Attrarre più studenti agli studi scientifici e tecnici Ob. 1.5 Sfruttare al meglio le risorse Ob. 2.1 Un ambiente aperto per lapprendimento Ob. 2.2 Rendere lapprendimento più attraente Ob. 2.3 Sostenere la cittadinanza attiva, le pari opportunità e la coesione socialeOb. 2.3 Sostenere la cittadinanza attiva, le pari opportunità e la coesione sociale Ob. 3.1 Rafforzare i legami con il mondo del lavoro e della ricerca e con la società in generaleOb. 3.1 Rafforzare i legami con il mondo del lavoro e della ricerca e con la società in generale Ob. 3.2 Sviluppare lo spirito imprenditoriale Ob. 3.3 Migliorare lapprendimento delle lingue straniere Ob. 3.4 Aumentare la mobilità e gli scambi Ob. 3.5 Rafforzare la cooperazione europea Indice

3 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 3 Ob. 1.1 Migliorare listruzione e la formazione per insegnanti e formatori Indice

4 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 4 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Individuare le competenze che insegnanti e formatori devono possedere vista la trasformazione del loro ruolo nella società della conoscenza Creare le condizioni per sostenere adeguatamente insegnanti e formatori nel loro impegno di risposta alle sfide della società della conoscenza, anche attraverso la loro formazione iniziale e continua, nella prospettiva della formazione permanente Assicurare un livello sufficiente per laccesso alla professione di insegnante in tutte le materie e a tutti i livelli, e provvedere alle esigenze a lungo termine della professione di insegnante e di formatore rendendola ancora più attraente Attirare nuovi insegnanti e formatori che abbiano esperienza professionale in altri campi Indice

5 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 5 Art. 5 della L. 53/2003 e decreto l.vo attuativo 227/05: Formazione iniziale Accesso programmato a percorsi di formazione iniziale universitari di pari dignità per tutti i docenti Accesso ai corsi di laurea specialistica per la formazione iniziale degli insegnanti subordinato al possesso dei requisiti minimi curricolari e all'adeguatezza della personale preparazione dei candidati, verificata dagli atenei; Possibilità di stage allestero per approfondimento e acquisizione delle competenze necessarie alla professione docente Svolgimento di specifiche attività di tirocinio presso gli istituti scolastici con fine di verifica delle attitudini e competenze disciplinari, didattiche, pedagogiche, organizzative, relazionali per lo svolgimento della professione docente Anno di applicazione presso le scuole con valutazione finale positiva per laccesso ai concorsi pubblici Formazione in servizio Formazione di insegnanti interessati ad assumere funzioni di supporto, di tutorato e di coordinamento dell'attività educativa, didattica e gestionale presso i centri di ateneo/interateneo universitari, in collaborazione con le scuole e anche in convenzione con USR, INDIRE, INVALSI, IRRE,associazioni, enti Iniziative di eccellenza per la formazione dei formatori, per attività di ricerca scientifica e per la formazione permanente e ricorrente degli insegnanti presso le Università, anche su proposta delle scuole e in convenzione con USR, INDIRE, INVALSI, IRRE Direttiva annuale del Ministro per finanziare gli interventi, destinare le risorse e fissare gli obiettivi prioritari nazionali (in attuazione degli obblighi contrattuali e per sostenere i processi innovativi e di riforma). La concreta attuazione degli obiettivi formativi annuali è rimessa agli USR e alle scuole autonome. Inoltre, per le Regioni in Obiettivo 1, Azioni 1.3, 1.4 e 7.1 del PON Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Indice

6 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 6 Ob. 1.2 Sviluppare le competenze per la società della conoscenza Indice

7 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 7 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Individuare nuove competenze di base, vedere come sia possibile inserirle nei piani di studio e trovare il modo per far sì che possano essere apprese e mantenute, insieme alle competenze di base tradizionali, lungo tutto larco della vita Rendere davvero possibile il raggiungimento delle competenze di base a tutti, compresi i meno favoriti, a coloro che hanno necessità particolari o che hanno abbandonato la scuola precocemente e ai discenti adulti Promuovere il riconoscimento ufficiale delle competenze di base per facilitare la formazione continua e loccupabilità Indice

8 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 8 Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Legge di Riforma 53/2003 e Decreti Attuativi, comprese le Norme generali del diritto dovere allistruzione e alla formazione e le Norme generali relative allalternanza scuola lavoro azione MIUR volta a potenziare e consolidare gli interventi di messa a sistema delleducazione permanente, sia attraverso la costituzione di reti integrate tra i Centri Territoriali Permanenti, sia attraverso apposite misure di sostegno per gli istituti secondari sedi di corsi serali (azione diretta a rafforzare le competenze di base e a favorire linserimento degli adulti nei percorsi di istruzione e formazione finalizzati al conseguimento di un diploma o di una qualifica professionale) Sono stati definiti gli standard formativi minimi relativi alle competenze culturali di base (linguistiche, scientifiche, tecnologiche, storico - economico- sociali Misura 1 del PON (Regioni in Obiettivo 1) Introduzione dello studio della lingua straniera fin dalletà precoce Programma di Sviluppo delle Tecnologie Educative, che ha coinvolto lintero sistema scolastico, dalla scuola dellinfanzia alla secondaria superiore. con riferimento ai dispositivi di cui allaccordo in sede di Conferenza unificata Stato - Regioni - Province autonome di Trento e Bolzano - Province - Comuni - Comunità montane del 28 ottobre 2004, è stato avviato un processo per facilitare il riconoscimento delle competenze già acquisite, sia nei sistemi formali sia in quelli non formali, che consentirà alle fasce deboli della popolazione di rientrare più facilmente in formazione per completare il proprio percorso e aggiornare le conoscenze già possedute. piano di azione nazionale per il rafforzamento degli apprendimenti di base, che prevede attività da svolgersi anche attraverso strutture operative regionali a supporto delle scuole. Il piano prevede tra laltro: - una nuova formazione iniziale e in servizio dei docenti; - linserimento di attività di recupero obbligatorie allinterno dei piani di studio; - lincremento delle sinergie e delle opportunità di educazione informale; - un monitoraggio sistematico delle competenze da parte del Servizio nazionale di valutazione Indice

9 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 9 Ob. 1.3 Garantire laccesso alle TIC per tutti Indice

10 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 10 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Fornire adeguati dispositivi e software educativo in modo da poter applicare al meglio le TIC e i processi delle- Learning nellinsegnamento e nella formazione Incoraggiare a sfruttare al meglio le tecniche innovative di insegnamento e di apprendimento basate sulle TIC Indice

11 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 11 Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Sviluppo delle infrastrutture ICT nelle scuole – obiettivo: miglioramento dellinfrastruttura informatica degli istituti scolastici, sia in termini di dotazione di personal computer per le attività di segreteria e didattiche, sia di cablaggi degli edifici ed accesso ad internet con connessioni a banda larga. Piano Nazionale di Formazione sulle competenze informatiche e tecnologiche del personale della scuola Sviluppo dei servizi on-line – obiettivo: ridisegno del Sistema Informativo in unottica sempre più rivolta a fornire il massimo supporto allo studente e alla sua famiglia. Aggiornamento del capitale umano e formazione docenti – obiettivo: e-Learning e alfabetizzazione ICT: sviluppo di un percorso di base per il conseguimento della patente europea del computer; creazione delle figure di docenti esperti nelle metodologie didattiche offerte dalle tecnologie dellinformazione; corsi per responsabili delle infrastrutture tecnologiche della scuola o di reti di scuole collegate tra loro. Accordi e protocolli dintesa con enti, aziende e associazioni – obiettivo: facilitazioni per lacquisto di PC e software per docenti e studenti. Azione 1.1.a e Misure 2 e 4 del PON Scuola (sviluppo di competenze di base nelle TIC; NT per lutilizzo e la valorizzazione delle metodologie didattiche; infrastrutture per linclusione scolastica e lintegrazione sociale) ECDL Advanced Progetto Vola con Internet Indice

12 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 12 Ob. 1.4 Attrarre più studenti agli studi scientifici e tecnici Indice

13 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 13 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Stimolare linteresse precoce nei confronti della matematica, della scienza e della tecnologia Motivare maggiormente i giovani nella scelta di studi e di carriere nel campo della matematica, della scienza e della tecnologia, in particolare nel campo della ricerca scientifica Migliorare lequilibrio tra i sessi per quanto riguarda le persone che apprendono materie matematiche, scientifiche e tecnologiche Garantire un numero sufficiente di insegnanti qualificati di matematica e di materie scientifiche e tecniche Indice

14 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 14 Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Progetto Speciale per l Educazione Scientifica e Tecnologica (SeT) Progetto Pilota Ministeriale Q-ESaT (European Science and Tecnology – Quality) Progetto Pilota LES (Laboratori per lEducazione Scientifica) Scienza on Line MathOnLine Physics on stage Settimana della Cultura Scientifica Avviato il Progetto Lauree scientifiche, che vede la collaborazione del MIUR, Confindustria e Conferenza nazionale dei Presidi di Scienze, finalizzato a migliorare lapprendimento e lattrattività delle materie scientifiche e ad incrementare il numero dei laureati nelle materie scientifiche Indice

15 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 15 Ob. 1.5 Sfruttare al meglio le risorse Indice

16 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 16 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Aumentare gli investimenti in risorse umane garantendo una distribuzione equa ed efficace dei mezzi disponibili per facilitare laccesso generale allistruzione e alla formazione ed aumentarne la qualità Sostenere lo sviluppo di sistemi di controllo della qualità compatibili rispettando la diversità in tutta Europa Sviluppare il potenziale dei partnariati pubblico-privati Indice

17 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 17 Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Lanalisi dellavanzamento della spesa conferma limpegno dellItalia per lattuazione delle strategie di Lifelong learning. Anche se ancora poco consolidate, le stime condotte indicano che la spesa totale ha raggiunto nel 2002 i 6,5 miliardi di euro, complessivamente tra i diversi soggetti (le imprese, la P.A., le Regioni e le famiglie). Vi è stata una sensibile e costante crescita della spesa, mediamente pari al 10% circa annuo. Creazione del sistema nazionale di valutazione della qualità dellistruzione scolastica Nellambito della formazione continua, la costituzione dei Fondi interprofessionali Indice

18 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 18 Ob. 2.1 Un ambiente aperto per lapprendimento Indice

19 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 19 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Estendere laccesso allistruzione permanente fornendo informazioni, consulenze e orientamento sullintera gamma delle opportunità di apprendimento disponibili Fornire istruzione e formazione in modo tale che gli adulti possano partecipare efficacemente e abbiano la possibilità di conciliare la partecipazione allapprendimento con altre responsabilità e attività Garantire che tutti possano accedere allapprendimento, per rispondere meglio alle sfide della società della conoscenza Promuovere percorsi flessibili di apprendimento per tutti Promuovere reti di istituti di istruzione e formazione a vari livelli nel contesto dellistruzione permanente Indice

20 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 20 La previsione di percorsi di studio personalizzati, percorsi in alternanza tra scuola e lavoro ; L.30/03 di riforma del mercato del lavoro ha previsto lapprendistato professionalizzante La circolarità tra le diverse tipologie di formazione, attraverso la possibilità di passaggi assistiti da un percorso allaltro, nellottica dellalternanza tra istruzione, formazione e lavoro; Il concetto del diritto-dovere allistruzione; il Piano nazionale di Linee guida e Linee di azione per lorientamento e il riorientamento; Il sistema integrato di istruzione e formazione degli adulti; E stato condiviso con le Regioni e le autonomie locali un sistema per la certificazione finale e intermedia dei percorsi di istruzione e formazione professionale e il riconoscimento dei crediti, a livello nazionale, da far valere nei passaggi tra sistemi formativi Il Libretto formativo del cittadino (il corrispondente italiano di EUROPASS ); Il potenziamento del sistema di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) Piano Nazionale di Formazione sulle Competenze Informatiche e Tecnologiche del personale della scuola Ampliamento delle opportunità di apprendimento integrato per il personale della scuola attraverso PUNTOEDU dellINDIRE Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Indice

21 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 21 Ob. 2.2 Rendere lapprendimento più attraente Indice

22 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 22 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Incoraggiare i giovani a restare nell'istruzione o nella formazione dopo il termine della scuola dell'obbligo e motivare gli adulti e permettere loro di partecipare all'apprendimento durante il resto della vita Sviluppare modi di riconoscimento ufficiale delle esperienze di apprendimento non formali Trovare modi atti a rendere l'apprendimento più attraente, sia nell'ambito dei sistemi formali di istruzione e formazione che al di fuori di essi Promuovere una cultura dell'apprendimento per tutti ed aumentare la consapevolezza nei discenti potenziali dei benefici sociali ed economici dell'apprendimento Indice

23 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 23 La previsione di percorsi di studio personalizzati Percorsi in alternanza tra scuola e lavoro Il concetto di obbligo scolastico a quello del diritto-dovere allistruzione Il Piano nazionale di Linee guida e Linee di azione per lorientamento e il riorientamento Il sistema integrato di istruzione e formazione degli adulti strutturato su tre livelli: nazionale, regionale e locale tra loro interconnessioni Il sistema per la certificazione finale e intermedia dei percorsi di istruzione e formazione professionale e il riconoscimento dei crediti, Il Libretto formativo del cittadino (il corrispondente italiano di EUROPASS ) Il potenziamento del sistema di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) Piano Nazionale di Formazione sulle Competenze Informatiche e Tecnologiche del personale della scuola PUNTOEDU dellINDIRE Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Indice

24 Ob. 2.3 Sostenere la cittadinanza attiva, le pari opportunità e la coesione sociale Indice

25 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 25 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Garantire che lapprendimento dei valori democratici e la partecipazione democratica ad opera di tutti i partner della scuola siano efficacemente promossi al fine di preparare i cittadini a una partecipazione attiva alla società Integrare pienamente il concetto di pari opportunità negli obiettivi e nel funzionamento dellistruzione e della formazione Garantire un equo accesso allacquisizione delle competenze per i meno privilegiati o per le persone attualmente meno favorite e motivarli a partecipare allapprendimento Indice

26 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 26 Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Legge di Riforma 53/2003 e Decreti Attuativi : Attività di formazione sullEducazione alla convivenza civile Misure 4 e 7 del PON Scuola (Infrastrutture per linclusione scolastica e lintegrazione sociale; promozione di scelte scolastiche e formative mirate a migliorare laccesso e la partecipazione delle donne al mercato del lavoro) Formazione integrata e-learning Puntoedueuropa (ambiente di apprendimento on-line – Piattaforma INDIRE) 1°,2° e 3° Campus degli studenti dEuropa (Orvieto) (2003,2004,2005) sui temi dellECD EDH L'Europa dell'istruzione. Sviluppo e promozione della dimensione europea dell'educazione" 2005 – Anno Europeo della Cittadinanza Democratica Piano nazionale per la cittadinanza democratica MIUR – Ministero Pari opportunità Concorso Tutti diversi tutti uguali Indice

27 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 27 Ob. 3.1 Rafforzare i legami con il mondo del lavoro e della ricerca e con la società in generale Indice

28 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 28 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Promuovere una stretta cooperazione tra i sistemi di istruzione e formazione, la società in senso lato, le imprese e i centri di ricerca Creare partenariati tra tutti i tipi di istruzione e formazione, imprese e centri di ricerca nell interesse reciproco. Promuovere il ruolo dei portatori di interesse nello sviluppo della formazione, compresa quella iniziale e quella sul posto di lavoro Indice

29 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 29 Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Attivati progetti di cooperazione tra scuole e imprese per la realizzazione di modelli di integrazione fra formazione scolastica ed esperienze formative assistite attuate in ambiti lavorativi, oltre alla Sperimentazione dellalternanza scuola lavoro Progetto Lauree scientifiche, che vede la collaborazione del MIUR, Confindustria e Conferenza nazionale dei Presidi di Scienze Dallaccordo sancito in Conferenza unificata Stato - Regioni - Province - Comuni e Comunità montane del 2 marzo 2000 si sono create le basi per la definizione di un sistema integrato di istruzione e formazione degli adulti Le strategie nazionali di istruzione e formazione nellottica del lifelong learning vedono quali attori chiave le parti sociali a diversi livelli Uno specifico Accordo in sede di Conferenza unificata Stato - Regioni – ed Enti locali prevede listituzione, nel prossimo triennio, di Poli formativi riferiti a determinati settori produttivi, a partire da quelli che caratterizzano il Made in Italy Attuazione, in collaborazione anche con alcuni Paesi europei, del progetto denominato Rete telematica delle imprese formative simulate. ; Progetti di transizione scuola – lavoro (nascita coopertive di studenti) Sono state promosse, anche dintesa con Confindustria, Camere di commercio (Unioncamere) e Associazioni imprenditoriali, iniziative per rendere sistematici i piani di intervento sullalternanza scuola-lavoro Indice

30 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 30 Ob. 3.2 Sviluppare lo spirito imprenditoriale Indice

31 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 31 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Promuovere il senso di iniziativa e la creatività nell'ambito dei sistemi di istruzione e formazione al fine di sviluppare lo spirito di impresa (imprenditorialità) Agevolare l'acquisizione delle competenze necessarie all'avviamento e allo sviluppo di imprese Indice

32 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 32 Interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Programma delle attività dirette a favorire il raccordo tra formazione e mondo del lavoro sostenute dal CIPE Rete di Imprese Formative Simulate Progetti di Cooperative di Transizione-Lavoro Tirocini Nazionali e Internazionali Indice

33 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 33 Ob. 3.3 Migliorare lapprendimento delle lingue straniere Indice

34 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 34 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Incoraggiare tutti ad apprendere almeno due o, se del caso, più lingue oltre alla propria lingua materna, ed aumentare la consapevolezza dellimportanza dellapprendimento delle lingue straniere a prescindere dalletà Incoraggiare le scuole e i centri di formazione ad impiegare metodologie efficaci di insegnamento e formazione e motivare a proseguire lapprendimento delle lingue in una fase successiva della vita La formazione degli insegnanti di lingue è pertanto il punto centrale di tale obiettivo Indice

35 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 35 Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Riforma L. 53/2003: - introduzione dellinsegnamento obbligatorio della L2 (EN) fin dal primo anno della scuola primaria (=> politica dellinsegnamento precoce della LS) - introduzione dello studio di una seconda LS fin dal primo anno della scuola secondaria inferiore (oppure rafforzamento dellapprendimento della prima LS – art. 25) - introduzione del CLIL nellultimo anno del sistema dei licei nel ciclo secondario - grande iniziativa di formazione degli insegnanti della scuola primaria (miglioramento delle competenze linguistiche in EN e acquisizione delle competenze metodologiche di insegnamento della LS in età precoce – è stato predisposto, tra laltro, il Divertinglese come materiale didattico idoneo a questa fascia di età) Interventi della DGAI-MIUR (di interfaccia e supporto allimplementazione delle raccomandazione sulle politiche linguistiche della CE e del Consiglio dEuropa, attraverso le attività inserite nel processo Parlare il Mondo, soprattutto inerenti la promozione di ambienti favorevoli alle lingue con strumenti e strategie frutto della cooperazione transnazionale), comprese le Azioni 1.1.b e 1.1.c del PON Scuola (la promozione delle competenze linguistiche di base e di settore e percorsi linguistici nei Paesi dellUE). Indice

36 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 36 Ob. 3.4 Aumentare la mobilità e gli scambi Indice

37 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 37 Temi chiave 1.Fornire la più ampia possibilità di accesso alla mobilità ai singoli e agli organismi operanti nel settore dellistruzione e della formazione, inclusi quelli che si rivolgono ad un pubblico meno privilegiato, e ridurre gli ostacoli alla mobilità che ancora sussistono. 2.Sorvegliare il volume, le tendenze, i tassi di partecipazione e gli aspetti qualitativi dei flussi di mobilità in tutta lEuropa 3.Facilitare la convalida ed il riconoscimento delle competenze acquisite durante il periodo di mobilità 4.Promuovere la presenza ed il valore dellistruzione e della formazione europea nel mondo, nonché il loro richiamo nei confronti di studenti, docenti universitari e ricercatori provenienti da altre regioni del mondo Indice

38 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 38 Interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Promozione e diffusione programmi Europei Socrates – Leonardo – Gioventù attraverso la costituzione delle Agenzie Nazionali Il MIUR ha lanciato, nel dicembre 2004, il bando per il III° programma di internazionalizzazione. Sono stati stanziati, per gli anni , 15 milioni di Euro destinati a co-finanziare progetti presentati dagli Atenei finalizzati a concorrere, attraverso il potenziamento della dimensione internazionale, allaccrescimento della qualità del sistema formativo e di ricerca ed a promuovere la competitività degli Atenei sul piano internazionale. In particolare il fondo finanzierà la mobilità dei diversi attori (docenti, studenti, ricercatori, personale tecnico-amministrativo) nellambito di: - programmi integrati di studio che prevedono la partecipazione congiunta di docenti e studenti di almeno un altro Paese, il mutuo riconoscimento dei periodi e dei titoli di studio ed il rilascio di titoli congiunti o doppi titoli: - progetti di ricerca condotti con la partecipazione di ricercatori di altri paesi,: - iniziative transnazionali. Bando CIPE a sostegno dei tirocini internazionali Direttiva del Ministro Europa dellIstruzione del giungo 2004 Attivazione Unità Nazionale e-Twinning Italiana Creazione Centro Nazionale Europass Istituzione del Punto Nazionale di Riferimento Italia (promosso dall'Unione Europea e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per fornire informazioni sui sistemi di Istruzione e Formazione Professionale e sulle certificazioni rilasciate in Italia relative alle qualifiche professionali) Apertura Università Campus Italo-Cinese in occasione dellAnno dellItalia in Cina Indice

39 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 39 Ob. 3.5 Rafforzare la cooperazione europea Indice

40 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 40 Cosa intende la CE con questo obiettivo? Accrescere lefficacia e la rapidità delle procedure di riconoscimento per la prosecuzione degli studi e della formazione e laccesso al lavoro in tutta lEuropa Promuovere la cooperazione tra gli organismi e le autorità competenti, onde assicurare una maggiore compatibilità per quanto riguarda la garanzia della qualità e laccreditamento Promuovere la trasparenza dellinformazione sulle opportunità e sulle strutture di istruzione e di formazione Promuovere la dimensione europea dellistruzione e della formazione Indice

41 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 41 Esempi di interventi su scala nazionale favorevoli allobiettivo Lancio nazionale di Europass Avvio, anche con riferimento ai dispositivi di cui allaccordo in sede di Conferenza unificata Stato - Regioni - Province autonome di Trento e Bolzano - Province - Comuni - Comunità montane del 28 ottobre 2004, di un processo per facilitare il riconoscimento delle competenze già acquisite, sia nei sistemi formali sia in quelli non formali Riforma del modello di laurea (3 + 2) secondo le indicazioni del processo di Bologna con introduzione del C.F.U. (Credito Formativo Universitario) Introduzione di nuovi strumenti per promuovere e sostenere la dimensione internazionale delle Università ( per es. la possibilità di rilasciare titoli congiunti con Atenei esteri; il riconoscimento dei periodi di studio, dei crediti e dei titoli conseguiti all'estero ai fini della prosecuzione degli studi e altri progetti di cooperazione per la mobilità inter-universitaria a livello internazionale con listituzione di ricerche congiunte) Istituzione del Punto Nazionale di Riferimento Italia (promosso dall'Unione Europea e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per fornire informazioni sui sistemi di Istruzione e Formazione Professionale e sulle certificazioni rilasciate in Italia relative alle qualifiche professionali) DGAI-MIUR: processo Europa dellIstruzione, con forti sinergie interistituzionali - nuclei di intervento regionali per il coordinamento e sostegno alla partecipazione nel territorio alle iniziative europee - interventi di formazione - istituzione di scuole polo e reti interistituzionali - reti tematiche nazionali (lingue; educare allEuropa) - sito Buongiorno Europa e siti regionali di Europa dellIstruzione - protocolli dintesa con attori istituzionali regionali - interventi compensativi sul territorio (award alle scuole di aree deprivate per aperture internazionali) - piano dazione per un dibattito nazionale su Istruzione e formazione … Indice


Scaricare ppt "Indice Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione su "Istruzione e Formazione 2010" Diapositiva 1 Piano Nazionale di informazione e sensibilizzazione."

Presentazioni simili


Annunci Google