La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL VIAGGIO DEL CIBO PARTE SECONDA EDO ERGO SUM - IIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL VIAGGIO DEL CIBO PARTE SECONDA EDO ERGO SUM - IIA."— Transcript della presentazione:

1 IL VIAGGIO DEL CIBO PARTE SECONDA EDO ERGO SUM - IIA

2 L’INTESTINO: la terza fase della digestione

3 L’intestino tenue è lungo 7 metri e ha un diametro di 3 cm. Si divide in DUODENO, DIGIUNO e ILEO. Le pareti dell’intestino tenue sono ricchissime di ghiandole che secernono i SUCCHI ENTERICI: sono composti da enzimi per completare la digestione. Il duodeno è collegato al FEGATO e al PANCREAS che riversano la BILE e i SUCCHI PANCREATICI.

4 Il PANCREAS non è un organo ma una ghiandola, posta tra lo stomaco e l’intestino Produce il SUCCO PANCREATICO I SUCCHI sono composti da 3 enzimi: TRIPSINA LIPASI PANCREATICA AMILASI Altra funzione del pancreas: produce l’INSULINA, una sostanza chimica utilizzata dal fegato  se non ne produce abbastanza: DIABETE I SUCCHI VENGONO RIVERSATI NEL DUODENO ATTRAVERSO UN CANALE DETTO CONDOTTO PANCREATICO

5 Il FEGATO non è un organo ma una ghiandola, la più grossa dell’uomo Pesa 1,5 kg. Produce la BILE che viene conservata nella CISTIFELLEA, un piccolo organo a forma di sacco. La BILE emulsiona i grassi e neutralizza l’acidità dell’acido cloridrico Altre funzioni del fegato: controlla le sostanze nutritive assorbite dall’intestino mantiene costante il glucosio nel sangue grazie all’INSULINA produce alcune vitamine immagazzina ferro e vitamine demolisce i globuli rossi LA BILE VIENE RIVERSATA NEL DUODENO ATTRAVERSO UN CANALE DETTO COLEDOCO

6 IL RISULTATO È UNA POLTIGLIA DETTA CHILO LA DIGESTIONE È FINITA, MA IL CIBO VA ASSORBITO E I RESIDUI ESPULSI

7 L’INTESTINO : assorbimento ed espulsione L’ULTIMA TRATTA DEL VIAGGIO

8 Il chilo scorre nel DIGIUNO e nell’ILEO, sospinto dai movimenti dei MUSCOLI. Le pareti di questa parte di intestino contengono i VILLI INTESTINALI: rilievi della mucosa della lunghezza di 1 mm. I villi consentono l’aumento della superficie intestinale  200m² di superficie I villi devono assorbire il cibo, ridotto in sostanze molto semplici. Ogni villo infatti contiene capillari sanguigni che convogliano le varie sostanze alle varie cellule. Solo gli acidi grassi sono raccolti dai VASI CHILIFERI e mandati nel sistema linfatico.

9 Ciò che resta dall’assorbimento dei villi passa nell’intestino crasso. L’intestino crasso si divide in CIECO, COLON, RETTO. L’intestino crasso è lungo 2 metri, con un diametro di 7 cm. La sua funzione è assorbire acqua, sali minerali e vitamine ancora presenti nel cibo e eliminare le sostanze di rifiuto. Qui vivono molti batteri: la FLORA INTESTINALE, che si nutre delle sostanze di rifiuto e produce vitamine. Le sostanze non assorbite vengono espulse, attraverso l’apertura anale, sotto forma di FECI. L’APPENDICE è un prolungamento cilindrico di 5-20 cm


Scaricare ppt "IL VIAGGIO DEL CIBO PARTE SECONDA EDO ERGO SUM - IIA."

Presentazioni simili


Annunci Google