La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il quadro congiunturale dei trasporti in Italia: movimenti, fatturato e prezzi Trasporto marittimo e trasporto su strada: un‘analisi integrata per lo studio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il quadro congiunturale dei trasporti in Italia: movimenti, fatturato e prezzi Trasporto marittimo e trasporto su strada: un‘analisi integrata per lo studio."— Transcript della presentazione:

1 Il quadro congiunturale dei trasporti in Italia: movimenti, fatturato e prezzi Trasporto marittimo e trasporto su strada: un‘analisi integrata per lo studio dello shift modale Donatella Berna, Valeria Stancati Elaborazioni dati: Giovanna Astori Stefania Fegatelli Roma, 14 Aprile 2014

2 Sommario 1.Quadro di riferimento 2.Il trasporto merci su navi Ro-Ro 3.Il confronto mare - strada 4.Possibilità di modal - shift 5.Conclusioni Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile 2014

3 1 Quadro di riferimento LIBRO BIANCO SUI TRASPORTI COM(2011)144, marzo 2011 “ L’Europa ha bisogno di una rete essenziale articolata su corridoi in grado di sostenere, in modo altamente efficiente e poco inquinante, volumi elevati di traffico di merci e passeggeri’’. Afferma inoltre che ’’le autostrade del mare costituiranno la dimensione marittima della rete essenziale’’.

4 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Quadro di riferimento LIBRO BIANCO SUI TRASPORTI COM(2011)144, marzo 2011 Per percorrenze superiori ai 300 Km, entro il 2030, il 30% del trasporto di merci su strada dovrebbe essere trasferito verso altri modi di trasporto più efficienti sotto il profilo energetico. Nel 2050 questa percentuale dovrebbe passare al 50%. La posizione geografica dell’Italia rende il Trasporto marittimo la modalità di trasporto alternativo di eccellenza.

5 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il trasporto merci su navi Ro-Ro La potenzialità di passaggio dal trasporto su strada a quello via mare si riferisce al trasporto combinato strada-mare effettuato con l’utilizzo di navi Ro-Ro. Merci nel complesso imbarcate e sbarcate via mare in Italia (migliaia di tonn.)

6 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il trasporto merci su navi Ro-Ro Merci in Ro-Ro imbarcate e sbarcate in Italia per tipo di navigazione (migliaia di tonn.)

7 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il trasporto merci su navi Ro-Ro Merce movimentata su navi Ro-Ro in cabotaggio - Variazioni tendenziali tonn e tkm

8 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada Il trasporto merci nazionale su strada e via mare (migliaia di tkm) anni

9 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada Modal-split nelle modalità marittima e stradale

10 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada Regolamento UE 1315/2013 sulle reti TEN-T: “ Le autostrade del mare, che rappresentano la dimensione marittima delle reti transeuropee dei trasporti, contribuiscono alla realizzazione di uno spazio europeo dei trasporti marittimi senza barriere. ’’ Un’ analisi del servizio di trasporto merce prestato sulle Autostrade del Mare confrontato con il servizio prestato su strada rappresenta un caso di studio di grande interesse.

11 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada vs Sono stati confrontati i dati di performance espressi in tonnellate-km relativi al trasporto merci su strada e al trasporto marittimo su un insieme selezionato di flussi di traffico nazionale Misurazione del flusso di traffico merci su strada e su mare dei movimenti di merce associati o associabili alle Autostrade del Mare limitatamente al solo traffico nazionale. Il periodo considerato si riferisce agli anni

12 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Valutazione della confrontabilità dei dati relativi alle due modalità oggetto di analisi: 1. Analisi delle definizioni Tipo traffico  Trasporto merci su strada: traffico nazionale - Percorsi solo su strada  Trasporto marittimo: traffico di cabotaggio -Porti origine/destinazione delle Autostrade del mare Unità di analisi (unità di trasporto)  Automezzi per il trasporto merci (compresi i trattori stradali)  Navi per il Trasporto marittimo Il confronto mare-strada

13 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Tipologie merceologiche considerate: Entrambe le modalità utilizzano la classificazione NST2007, considerando tutti i 20 gruppi con esclusione del petrolio greggio. 3. Unità di misura del fenomeno: la tonnellata-chilometro Flussi già quantificati per il trasporto su strada; Stimati in termini di tonn.-km per la modalità marittima, tramite: 1. conversione del miglio marittimo in chilometro 1 miglio =1,852 chilometri 2. utilizzo delle ‘Tavole delle distanze' dell‘Istituto Idrografico della Marina Il confronto mare-strada

14 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada 4. Livello di georeferenziazione ● Modalità marittima: porto di imbarco/sbarco ● Modalità stradale: regione di carico/scarico associata al potenziale porto di imbarco/sbarco attraverso l’infrastruttura stradale Livello di analisi possibile: regionale Criteri di costruzione delle stime dei flussi Sono stati stimati tre flussi: ogni flusso si basa su di un insieme di relazioni di traffico per le quali i punti di carico/scarico terrestre sono potenzialmente associabili a dei porti.

15 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada: RELAZIONI DI TRAFFICO VIA MARE

16 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada: RELAZIONI DI TRAFFICO TERRESTRE Sono state individuate le relazioni di traffico terrestre utilizzate dagli automezzi dal nord/centro/sud verso la Sicilia e viceversa E’ stata verificata la disponibilità dell’infrastruttura stradale per il collegamento ai porti delle Autostrade del Mare

17 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada: RELAZIONI DI TRAFFICO TERRESTRE piemonte, valle d'aosta, lombardia, trentino, veneto, friuli, emilia- romagna liguria, toscana sicilia toscana, lazio, abruzzo, marche sicilia abruzzo, molise, campania, lazio sicilia

18 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada: i flussi

19 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada Per ciascuna relazione di traffico si è proceduto all’aggregazione dei dati di traffico rilevati (in tkm) per le due modalità di trasporto oggetto di analisi. Per la modalità stradale sono stati esclusi gli automezzi che hanno effettuato trasbordo su nave. L’aggregazione dei dati è relativa ai due versi di ciascun flusso.

20 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada Servizio di trasporto su mare e su strada (milioni di tkm)- anni

21 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada Servizio di trasporto su mare e su strada (milioni di tkm) - anni

22 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Il confronto mare-strada Servizio di trasporto su mare e su strada (milioni di tkm) - anni

23 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Possibilità di modal-shift Parte dei viaggi degli automezzi attualmente interamente percorsi su strada potrebbero essere percorsi imbarcando gli automezzi su navi, utilizzando le Autostrade del mare. Valutazione delle potenzialità di shift modale del traffico dalla modalità stradale verso quella marittima, dati il numero e tipologia di navi operative. Sono state analizzate “le potenzialità” delle autostrade del mare per il traffico delle merci per i flussi oggetto del caso di studio.

24 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Possibilità di modal-shift Ipotesi utilizzate nella stima: La portata della nave è stata dimezzata per tenere conto del volume delle merci e di eventuali condizioni di minor carico ammissibili per la nave (P N ) Il carico delle navi è stato incrementato con il peso degli automezzi e il peso (80 kg) dei passeggeri trasportati (C N ) La portata teorica residua (P r ) è stata calcolata, per ogni tratta, come differenza tra la somma delle portate di tutte le navi e la somma dei carichi sulle navi. P r = P N - E’ stata stimata la portata teorica residua delle navi che, nel periodo , hanno espletato il servizio sulle Autostrade del mare.

25 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Possibilità di modal-shift Flusso 1 Servizio teorico residuo in modalità marittima (milioni di tkm) – anni

26 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Possibilità di modal-shift Flusso 2 Servizio teorico residuo in modalità marittima (milioni di tkm) – anni

27 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Possibilità di modal-shift Flusso 3 Servizio teorico residuo in modalità marittima (milioni di tkm) – anni

28 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile Conclusioni Nel periodo si rileva una minore incidenza del servizio nazionale di trasporto merci su strada rispetto al servizio di trasporto marittimo in cabotaggio. L’incremento del servizio di trasporto merci via mare è consistente per le relazioni di traffico con percorrenza chilometrica più elevata. L’esercizio effettuato, sulla base delle informazioni disponibili e utilizzando alcune ipotesi semplificatrici, sembra mostrare che persistono le potenzialità di spostamento di flussi di traffico su strada verso le autostrade del mare.

29 Donatella Berna, Valeria Stancati - Roma, 14 Aprile GRAZIE PER L’ATTENZIONE Per informazioni:


Scaricare ppt "Il quadro congiunturale dei trasporti in Italia: movimenti, fatturato e prezzi Trasporto marittimo e trasporto su strada: un‘analisi integrata per lo studio."

Presentazioni simili


Annunci Google