La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

“ Se sperimento la mia ipotesi diventa teoria” Vetreria usata per i grandi volumi Cilindro graduatoBeutaBecker.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "“ Se sperimento la mia ipotesi diventa teoria” Vetreria usata per i grandi volumi Cilindro graduatoBeutaBecker."— Transcript della presentazione:

1

2 “ Se sperimento la mia ipotesi diventa teoria”

3 Vetreria usata per i grandi volumi Cilindro graduatoBeutaBecker

4 Il cilindro graduato  Misura volumi precisi di liquidi in litri e suoi sottomultipli

5 Devo ripetere anche le... EQUIVALENZE  Regole che mi permettono il passaggio all’interno dei multipli e sottomultipli della scala delle unità di misura

6 EQUIVALENZE

7 1,5 m = 0,15 dam da m a dam 1 gradino della scala dividiamo per 101,5 : 10 = 0,15 730,1 g = 7,301 hg da g ad hg 2 gradini della scala dividiamo per ,1 : 100 = 7,301 1,7 cl = 0,0017 dal da cl a dal 3 gradini della scala dividiamo per 10001,7 : = 0,0017

8 0 m 2 = 0,7 dam 2 da m 2 a dam 2 1 gradino della scala dividiamo per : 100 = 0,7 531,11 mm 2 = 0, dm 2 da mm 2 a dm 2 2 gradini della scala dividiamo per ,11 : = 0,053111

9 MISURE DI VOLUME : per trasformare una unità di misura di volume in un'altra di ORDINE SUPERIORE dobbiamoSPOSTARE LA VIRGOLA verso SINISTRA di tanti GRUPPI DI TRE CIFRE quanti sono i POSTI che INTERCEDONO tra le due unità di misura, DIVIDENDO per per ogni gradino della scala di misure e aggiungendo degli zeri se necessario.

10 2 m 3 = dm 3 da m 3 a dm 3 1 gradino della scala moltiplichiamo per x = ,5 m 3 = cm 3 da m 3 a cm 3 2 gradini della scala moltiplichiamo per ,5 x =

11 La MISURA DI UN SOLIDO prende in nome di VOLUME. L'UNITA' DI MISURA di VOLUME principale è il METRO CUBO che viene indicato con la sigla m 3. Il METRO CUBO corrisponde ad un cubo il cui spigolo è lungo 1 metro.

12 MULTIPLIUNITA' DI MISURASOTTOMULTIPLI decametro cubometro cubo decimet ro cubo centimet ro cubo millimetr o cubo dam 3 m3m3 dm 3 cm 3 mm m 3 0,001 m 3 0, m 3 0, m 3

13

14 ...ma per i liquidi? Devo ricordare che... 1 l = 1 dm 3

15 Nel cilindro graduato si forma il menisco !!!!

16 Menisco e capillarità La capillarità è un fenomeno che permette all'acqua di salire in tubicini molto sottili.

17 ADESIONE Questo fenomeno è spiegato dall'esistenza di forze di attrazione tra le molecole dell'acqua e le pareti del tubicino: tali forze sono dette forze di ADESIONE

18 ATTRAZIONE TRA LE MOLECOLE D’ACQUA Anche tra una molecola d'acqua e l'altra esistono forze di attrazione dette......

19 FORZE DI COESIONE Si formano perché gli atomi di idrogeno (H) e di ossigeno (O) di due molecole differenti si attraggono tra loro

20

21 LA “MAGIA” di H 2 O La molecola d’acqua presenta due atomi di idrogeno e uno di ossigeno L’idrogeno presenta una carica positiva mentre l’ossigeno una carica negativa

22 Ci sarà un attrazione tra le cariche diverse delle due molecole detta ATTRAZIONE POLARE

23 L’attrazione polare avviene anche con molecole chiamate SALI. il nostro sale da cucina Na Cl o cloruro di sodio verrà SCIOLTO perché il (Na ) positivo si legherà all’ ossigeno negativo, mentre i il cloro (Cl )negativo si legarà all’idrogeno positivo

24

25 La pipetta pasteur Il funzionamento della pipetta Pasteur consiste essenzialmente nello schiacciare la tettarella in modo da provocare l'uscita dell'aria contenuta nel tubicino, e nell'immergere quest'ultimo nel liquido, conservando compressa la parte in gomma: rilasciandola si provocherà uno scompenso di pressione per effetto del quale il liquido salirà nel tubicino e non potrà più uscirne fino a quando la tettarella non sarà nuovamente schiacciata.

26 Allenandosi con le pipette graduate Dopo l’aspirazione a bocca o con Palla di Peleo si blocca la con un dito l’estremita’ superiore riducendo la pressione : la pressione esterna ora è maggiore di quella interna; perciò l'acqua non scenderà

27

28 A causa della pressione atmosferica

29 ... e della tensione superficiale che crea un “telo” Le forze di adesione creano un “telo” che sostiene la graffetta

30 E ADESSO SI SPERIMENTA LA PRESSIONE ATMOSFERICA E LA TENSIONE SUPERFICIALE..... clicca sul link e BUONA VISIONE

31 Con la pipetta si forma un menisco ancora più profondo!!!!

32 Quando l'acqua è contenuta in un tubo dal diametro grande, il numero delle molecole d'acqua a contatto con il vetro è relativamente piccolo. Quando invece si tratta di un tubo capillare, il numero di molecole dell'acqua a contatto con il vetro è molto piu' grande, quindi prevalgono le forze di adesione sulle forze di coesione. L'acqua sale per un certo tratto lungo il tubo di vetro, mentre la superficie del liquido non si presenta piana ma curva, con la concavita' verso l'alto.

33

34 CONCAVITA’ e SEMICIRCONFERENZA

35 ...per miscugli omogenei e eterogenei usiamo.....BECKER e BEUTA

36 becker beuta

37 La beuta presenta un estremita’ con un diametro minore rispetto alla base, comoda per effettuare l’agitazione manuale, nel becker il solvente evapora più facilmente in quanto con il calore le molecole salendo non incontrano la superficie di vetro

38 QUESTO E’ UN FENOMENO FISICO

39

40

41

42

43

44


Scaricare ppt "“ Se sperimento la mia ipotesi diventa teoria” Vetreria usata per i grandi volumi Cilindro graduatoBeutaBecker."

Presentazioni simili


Annunci Google