La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I RAPPORTI LIONS-LEO Il LEO Advisor. SCOPI DEL LIONISMO Creare e stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli del mondo. Promuovere princìpi di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I RAPPORTI LIONS-LEO Il LEO Advisor. SCOPI DEL LIONISMO Creare e stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli del mondo. Promuovere princìpi di."— Transcript della presentazione:

1 I RAPPORTI LIONS-LEO Il LEO Advisor

2 SCOPI DEL LIONISMO Creare e stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli del mondo. Promuovere princìpi di buon governo e di buona cittadinanza. Unire i Club con i vincoli dell'amicizia e della reciproca comprensione. Stabilire una sede per la libera ed aperta discussione di tutti gli argomenti di interesse pubblico, con la sola eccezione della politica di parte e del settarismo confessionale. Incoraggiare le persone che si dedicano al servizio a migliorare la loro comunità senza scopo di lucro e a promuovere un costante elevamento del livello di efficienza e di serietà morale nel commercio, nell'industria, nelle professioni, negli incarichi pubblici ed anche nel comportamento in privato.

3 FINALITA’ DEL LEO CLUB Dare ai giovani di tutto il mondo l’opportunità di contribuire individualmente e collettivamente allo sviluppo della società, quali membri responsabili della comunità locale, nazionale ed internazionale. Stimolare fra i soci l’accettazione degli alti principi di etica. Sviluppare le doti di Leadership. Formarsi un’esperienza attraverso il servizio alla comunità. Fornire l’occasione per promuovere la comprensione internazionale.

4 IL CLUB PADRINO NEI CONFRONTI DEL PROPRIO CLUB LEO PONDERARE CON SERIETA’ LA RESPONSABILITA’ CHE SI ASSUME NELLO SPONSORIZZARE UN LEO CLUB NOMINARE UN LEO ADVISOR PREPARATO E DISPONIBILE CHE ABBIA CARATTERISTICHE VALIDE PER UN COSI’ DALICATO COMPITO SEGUIRLI ATTRAVERSO L’ADVISOR E NON INTRALCIARE L’OPERA DI QUEST’ULTIMO VAGLIARE L’OPPORTUNITA’ DI AIUTARLI ECONOMICAMENTE OLTRE CHE MORALMENTE TENERE IN CONSIDERAZIONE I PROGRAMMI DEL LEO CLUB COLLABORARE INSIEME PER UN SERVICE COMUNE CREARE L’OPPORTUNITA’ DI QUALCHE INTERCLUB DI INTERESSE COMUNE NON ABBANDONARLI A SE STESSI INVITARE IL PRESIDENTE LEO ALMENO AD UN PAIO DI RIUNIONI DEL DIRETTIVO DEL CLUB, DANDOGLI LA POSSIBILITA’ DI DIALOGARE INVITARE IL PRESIDENTE LEO A QUALCHE MEETING PARTICOLARE DEL LIONS CLUB DIMOSTRARE INTERESSE PER TUTTA LA LORO ATTIVITA’ PARTECIPARE, SE INVITATO, AI MEETING LEO (nella persona del Presidente o di un componente del Consiglio Direttivo) INCORAGGIARE I LEO A SVOLGERE LA LORO ATTIVITA’ DANDO SOSTEGNO ED ENTUSIASMO RICONOSCERE ED APPREZZARE PUBBLICAMENTE IL LORO OPERATO

5 RAPPORTI CON I LIONS QUINDI E’ Dl PRIMARIA IMPORTANZA UN BUON COLLEGAMENTO TRA LEO CLUB E LION CLUB PADRINO, PER IL BUON ANDAMENTO DEL LEO CLUB. IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER QUESTI RAPPORTI E’ IL LEO “ADVISOR” LEO “ADVISOR” EGLI FUNGE DA TRAIT D’ UNION FRA I 2 CLUBS: DEVE ESSERE PERSONA DISPONIBILE, PARTECIPARE AGLI INCONTRI LEO, OFFRIRE TUTTA L‘ ASSISTENZA NECESSARIA PER LA VITA DEL CLUB, INFORMARE IL LIONS CLUB PADRINO DELL’ ATTIVITA’ DEL LEO CLUB. DEVE ESSERE PERSONA DISPONIBILE, PARTECIPARE AGLI INCONTRI LEO, OFFRIRE TUTTA L‘ ASSISTENZA NECESSARIA PER LA VITA DEL CLUB, INFORMARE IL LIONS CLUB PADRINO DELL’ ATTIVITA’ DEL LEO CLUB.

6 COMPITI DELL’ADVISOR ESSERE UN LION CON I LEO, UN LEO CON I LIONS CREDERE NELL’AZIONE DEI GIOVANI AVERE DISPONIBILITA’, COMPRENSIONE ED INTUITO PER TRATTARE CON I GIOVANI PARTECIPARE REGOLARMENTE ALLE RIUNIONI DEL LEO CLUB INTERVENIRE SOLO QUANDO E’ NECESSARIO CON DISCREZIONE, MA CON FERMEZZA ESSERE UN BUON ASCOLTATORE ESSERE CONSAPEVOLE DELLA RESPONSABILITA’ DELL’INCARICO ASSUNTO SERVIRE DA STIMOLO AI SOCI DEL LEO CLUB CONOSCERE LO STATUTO TIPO DEI CLUBS LEO CONOSCERE LE STRUTTURE DEL DISTRETTO LEO PROMUOVERE DEI BUONI RAPPORTI COLLABORATIVI FRA IL CLUB LEO ED IL CLUB PADRINO ESSERE DI GUIDA CON L’ESEMPIO PERSONALE CONSIGLIARE SENZA PREVARICARE LE DECISIONI E LA VOLONTA’ DEL CLUB LEO DIMOSTRARE AL LIONS CLUB PADRINO L’IMPORTANZA DEL LAVORO SVOLTO DAI LEO FAR RILEVARE AI LIONS CHE I LEO HANNO BISOGNO DEL LORO COINVOLGIMENTO ED INTERESSAMENTO CONSIGLIARE IL LEO CLUB : NELLA GESTIONE DEI FONDI NELLA GESTIONE DEI FONDI NELLA PROGRAMMAZIONE DEI PROGETTI NELLA PROGRAMMAZIONE DEI PROGETTI NELLO SVOLGIMENTO DELLE RIUNIONI E DEL DIRETTIVO NELLO SVOLGIMENTO DELLE RIUNIONI E DEL DIRETTIVO DARE IMPULSO ED ENTUSIASMO DARE IMPULSO ED ENTUSIASMO

7 IN SINTESI DOVRA’ ESSERE : EDUCATOREISPIRATORECONSIGLIERE OFFICER DI COLLEGAMENTO UN ESEMPIO

8 Quali i criteri per la scelta dell’ADVISOR ? Scriviamoli insieme : ……………...……………...……………...……………...……………...

9 I LEO: LIONS del futuro ?

10 IL PRESIDENTE DI LEO CLUB IL PRESIDENTE E’ IL CAPO ESECUTIVO DEL LEO CLUB L’ INCARICO DURA UN ANNO E‘ IL PRINCIPALE RESPONSABILE DELLO SVOLGIMENTO DELLE RIUNIONI DEL CLUB E DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DELLE RIUNIONI DEL CLUB E DEL CONSIGLIO DIRETTIVO PROMUOVE IN TUTTI I SOCI ABILITA’ DIRIGENZIALI E DA’ IL GIUSTO SPIRITO DI COLLABORAZIONE IL GIUSTO SPIRITO DI COLLABORAZIONE NEL “SUO“ ANNO SOCIALE E’ IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER I SOCI, PER IL DISTRETTO LEO, PER I LIONS E PER LA PER I SOCI, PER IL DISTRETTO LEO, PER I LIONS E PER LA COMUNITA’ COMUNITA’ ALL’ESTERNO VIENE IDENTIFICATO CON IL CLUB HA LA DIRETTA RESPONSABILITA’ DELL’ OPERATO DELL’ INTERO CLUB E DELLA OSSERVANZA DELLO STATUTO DEL INTERO CLUB E DELLA OSSERVANZA DELLO STATUTO DEL CLUB, DA PARTE DI TUTTI I SOCI E DI SE STESSO. CLUB, DA PARTE DI TUTTI I SOCI E DI SE STESSO.

11 IL PRESIDENTE LEO DEVE: STILARE, PRIMA DELL’ INIZIO DELL’ ANNO SOCIALE, UN PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’ DA CONSEGNARE AL LIONS PADRINO ED AL DISTRETTO LEO ; PROGRAMMARE CON LARGO ANTICIPO IL CALENDARIO DELLE RIUNIONI E DEI CONSIGLI DIRETTIVI; PREDISPORRE L’ ORDINE DEL GIORNO DI TUTTE LE RIUNIONI E DEI CONSIGLI DIRETTVI CURARE CHE VENGA INVIATO, CON CONGRUO ANTICIPO, L’ AVVISO DI CONVOCAZIONE DELLE RIUNIONI AI SOCI ED AL LEO ADVISOR; PRESIEDERE TUTTE LE RIUNIONI ED I CONS. DIRETTIVI DEL CLUB; PARTECIPARE, SE INVITATO, ALLE RIUNIONI DI CONSIGLIO DIRETTIVO E AI MEETING DEL LIONS CLUB PADRINO ………………………….

12 I COLLABORATORI VICE PRESIDENTE, AFFIDABILE, CUI DELEGARE PARTE DEL LAVORO : EGLI PRENDERA’ LE PARTI DEL PRESIDENTE IN CASO DI INDISPONIBILITA’, O SI RENDESSE VACANTE LA CARICA; IL SEGRETARIO E’ IL COLLABORATORE PIU’ VICINO AL PRESIDENTE, DEVE ESSERE EFFICIENTE, DINAMICO, INDIPENDENTE; CON IL PRES. DEVE ESSERCI GRANDE AFFIATAMENTO; IL TESORIERE, AUTONOMO ED INTRAPRENDENTE, PER RISOLVERE I PROBLEMI DELLA RACCOLTA E GESTIONE DEI FONDI E GESTIRE TUTTE LE OPERAZIONI FINANZIARIE DEL CLUB : DA ESSO IL PRESIDENTE RICEVERA’ IL BILANCIO PREVENTIVO, LE RELAZIONI PERIODICHE ED IL BILANCIO DI FINE ANNO; IL CERIMONIERE SI OCCUPERA’ DELLE RIUNIONI PUBBLICHE E CURERA’ L’ IMMAGINE DEL CLUB NELLA COMUNITA‘. IL LEO ADVISOR ? PRESIDENTE VICE PRESIDENTESEGRETARIOCERIMONIERE TESORIERE LEO ADVISOR

13 LE ATTIVITA’ NELL’ ANNO SOCIALE DEL LEO CLUB ATTIVITA’ PERMANENTI, O RIPETITIVE (TRADIZIONI DEL CLUB) ORGANIZZAZIONE DI FESTE O ALTRE MANIFESTAZIONI PER RACCOLTA FONDI OPERE DI ASSISTENZA A CENTRI E COMUNITA’ CICLI DI CONFERENZE CON UN PRECISO FILO CONDUTTORE SERVICE CHE VERRANNO PIANIFICATI, FINANZIATI E TERMINATI NELL‘ ANNO : ESSI CONTRADDISTINGUERANNO L’ ANNO SOCIALE E ESSI CONTRADDISTINGUERANNO L’ ANNO SOCIALE E QUINDI VANNO AFFRONTATI E REALIZZATI CON CURA. QUINDI VANNO AFFRONTATI E REALIZZATI CON CURA. ATTIVITA’ NON PREVISTE ALL’ INIZIO DELL’ ANNO, O COMUNQUE NON PIANIFICATE NEI DETTAGLI, IN QUANTO DI RAPIDA ORGANIZZAZIONE E CHE NON PRESENTANO PARTICOLARI PROBLEMI ATTIVITA’ CON IL CLUB PADRINO ATTIVITA’ CON I LIONS

14 GRAZIE PER L’ATTENZIONE


Scaricare ppt "I RAPPORTI LIONS-LEO Il LEO Advisor. SCOPI DEL LIONISMO Creare e stimolare uno spirito di comprensione fra i popoli del mondo. Promuovere princìpi di."

Presentazioni simili


Annunci Google