La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’INVENTACOMPITI. Classe quarta scuola primaria “T.Bertollo” Per chi ha tenacia e motivazione nulla è impossibile. Se scrivere un testo senza errori ortografici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’INVENTACOMPITI. Classe quarta scuola primaria “T.Bertollo” Per chi ha tenacia e motivazione nulla è impossibile. Se scrivere un testo senza errori ortografici."— Transcript della presentazione:

1 L’INVENTACOMPITI. Classe quarta scuola primaria “T.Bertollo” Per chi ha tenacia e motivazione nulla è impossibile. Se scrivere un testo senza errori ortografici sembra un’ impresa superiore alle nostre forze ci sono sempre altre risorse a cui possiamo attingere per svolgere un compito o raggiungere un obiettivo. Vogliamo guidarvi in un viaggio alla scoperta di un bambino che non si lascia mai scoraggiare dalle difficoltà. Quelli che vedrete sono i nostri compiti. Li abbiamo preparati e portati a scuola per dimostrare che le cose si possono vedere da tanti diversi punti di vista … e non ce ne sono di giusti o di sbagliati se si tratta di imparare. OGNUNO IMPARA A MODO SUO.

2 Lunedì 10 febbraio 2014 COMPITO : scrivi il riassunto del libro “Hank Zipzer e le Cascate del Niagara.” Maestra, ma il riassunto deve proprio essere scritto oppure …. Oppure …?

3 Hank Zipzer il superdisastro! Ecco il protagonista del libro che abbiamo letto in classe. KIM DAVINI

4 HANK ZIPZER Hank è un ragazzino strampalato Sempre allegro e spensierato Le materie di scuola non capisce E i compiti mai finisce. Lui è bravo a costruire Ma lettere e numeri lo fanno impazzire. La sua passione è la magia Infatti ha molta fantasia, È bravo anche a mettersi nei guai E in orario non arriva mai. Ogni giorno è mandato in presidenza Dalla grigia maestra senza pazienza. La punizione che dal preside arriverà Per lui sempre giusta non sarà. Dai suoi migliori amici è adorato E da loro viene spesso consolato. Questo è il messaggio che vogliamo mandare E uniti a gran voce lo vogliamo urlare: Anche se apparteniamo allo stesso universo, Ognuno impara in modo diverso. Non c’è un modo giusto e uno sbagliato : Ogni individuo deve essere apprezzato. (CLASSE QUARTA)

5 Hank Zipzer è un ragazzino di New York che frequenta la quarta elementare. È creativo e spiritoso. Ama i trucchi di magia e utilizza la sua intelligenza in modi molto fantasiosi, ma nessun adulto sembra farci caso. Tutti si aspettano da lui voti migliori a scuola, Hank però non riesce a studiare come tutti i suoi compagni. GIORGIA NICOLINI

6 Questo è il palazzo di New York dove vive la famiglia Zipzer. Qui vivono anche i due migliori amici di Hank. I mattoncini colorati rappresentano la sua esuberante creatività. Nascosti nella cassaforte ci sono i veri tesori di Hank : tenacia, sincerità, creatività, senso dell’umorismo. RICCARDO MUZIO E ALESSIO GRIMALDI

7 Hank deve affrontare ogni giorno mille sfide : scrivere e leggere gli riesce difficile, la grammatica è un vero incubo, le divisioni non gli riescono mai. Eppure lui non si arrende. Un giorno dimostrerà a tutti che può farcela. I pugni che abbiamo inserito nel nostro lavoro simboleggiano la lotta quotidiana di Hank contro la sua dislessia. LORENZO SIVORI E LUIGI PERRONE

8 La maestra di Hank, l’inflessibile Signorina Adolf, assegna a tutta la classe un compito : descrivere in un testo di cinque paragrafi le proprie vacanze. Hank avrebbe tante cose da raccontare sulle sue vacanze alle Cascate del Niagara, ma scrivere è tutt’altra faccenda!! Perché allora non “costruire” un testo e raccontare a voce ciò che avrebbe scritto? Idea geniale Hank ! La maestra ti ricoprirà di lodi per la tua creatività e il tuo spirito di iniziativa. La classe si alzerà in piedi e applaudirà il tuo progetto. Ma veramente andrà così? SOFIA RONAN E SOFIA FRANCESCHINI

9

10 Ecco il severissimo preside della scuola, il preside Love. Sempre pronto a dare consigli ma poco capace di ascoltare i suoi studenti. Hank ha allagato la classe con il suo progetto sulle Cascate del Niagara e merita una punizione esemplare. Nessun adulto è disposto ad ascoltare le sue spiegazioni. Hank è furioso. CHRIS GAMBARè

11 Purtroppo Hank finisce spesso in presidenza e riceve molte punizioni a causa del suo comportamento. Durante una di queste punizioni incontrerà il nuovo maestro di musica della scuola : il signor Rock. Sarà l’incontro che gli cambierà la vita! MARIA LA MANNA. ELENA LONGHINI, MILENA BENEARRIVATO

12 Il signor Rock capisce subito che quel ragazzino non è lo svogliato, pigro, ribelle che gli adulti credono. Il signor Rock andrà addirittura a casa di Hank per suggerire ai suoi genitori di fargli fare il test per la dislessia.Lo ascolteranno? Il computer è uno dei tanti strumenti dispensativi e compensativi che uno studente dislessico può utilizzare per migliorare le sue prestazioni scolastiche. BORA HOXHA E ASIA CAMMAROTO

13

14 la scuola per Hank è una vera tortura, un luogo in cui sperimenta le più terribili delusioni. Sente che nessuno, esclusi i suoi due migliori amici, ha fiducia nelle sue capacità Nemmeno a casa sembra andare meglio. Suo padre lo ritiene uno svogliato senza speranza e sua sorella non perde occasione per prenderlo in giro. Meno male che c’è Papà Pete, il suo affettuoso e saggio nonno. Il suo più grande sostenitore. SARA COLOMBO

15 Il senso di frustrazione che accompagna Hank ogni giorno è aumentato dai continui confronti che i genitori fanno tra lui e la sorella Emily. Emily è certamente una studentessa modello e una ragazza di grande intelligenza ma, si chiede Hank, è normale che l’iguana Katherine sia la sua sola compagnia?L’iguana è stata realizzata a mano proprio da me. NICOLLE SILVANO

16

17 un nonostante tutti i suoi sforzi la pagella di Hank è un disastro. La maestra scrive una lettera in cui convoca a scuola i suoi genitori. Hank è disperato. Si sente un vero fallimento e piange nascosto nei bagni della scuola. ANASTACIA SCALERA

18 Perché per lui studiare è più difficile che per tutti gli altri? Perché quello che studia sembra scivolargli via dalla mente nel giro di una notte?. L’idea di aver deluso i suoi genitori lo spinge ad una decisione folle … sbarazzarsi della pagella macinandola nel tritacarne. È proprio questa la soluzione? DENISE TADDEI Le domande che Hank si pone sulle sue difficoltà scolastiche sono rappresentate dal punto interrogativo. Le striscioline di carta sono ciò che resta della sua pagella “macinata”

19 Se solo Hank sapesse che il suo disturbo ha un nome : DISLESSIA, e che tante persone di successo ne hanno sofferto. Essere dislessici non ci impedisce di realizzarci nella vita perché la dislessia non significa mancanza di intelligenza. KIM DAVINI

20 Hank è un ragazzino speciale, ricco di talento e dotato di grande creatività. La sua mente e il suo cuore sono come una scatola che custodisce tutte le meraviglie che gli altri non riescono a vedere in lui. Soltanto i suoi amici Ashley e Frankie lo amano così com’è. VITTORIA VATTUONE E SARA MARINELLI

21 Ogni bambino è speciale … Anche tu!

22 La Torre di Pisa,pendente e diversa da ogni altra, rappresenta lo stato d’animo di Hank che si ritiene diverso dagli altri perché non riesce ad essere lo studente di successo che vorrebbe. FEDERICA BIXIO

23 Hank è come un fiore coloratissimo non ancora sbocciato. Tutte le sue qualità sono come la polpa di un cocco chiusa dentro al suo guscio. ANNA FIRENZE E MATILDE MUZIO

24 IO NON SONO STUPIDO … E’ SOLO CHE IL MIO CERVELLO HA CONNESSIONI DIVERSE. (Hank)

25

26 FINE


Scaricare ppt "L’INVENTACOMPITI. Classe quarta scuola primaria “T.Bertollo” Per chi ha tenacia e motivazione nulla è impossibile. Se scrivere un testo senza errori ortografici."

Presentazioni simili


Annunci Google