La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tecnologie informatiche, strumentazione didattica, costruzione di mappe Franco Castronovo Istituto comprensivo Porlezza- 22 maggio 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tecnologie informatiche, strumentazione didattica, costruzione di mappe Franco Castronovo Istituto comprensivo Porlezza- 22 maggio 2014."— Transcript della presentazione:

1 Tecnologie informatiche, strumentazione didattica, costruzione di mappe Franco Castronovo Istituto comprensivo Porlezza- 22 maggio 2014

2 Software per mappe Software di sintesi vocale SmartPen Hardware diversi Di cosa parliamo…

3 Diminuiscono il carico delle difficoltà a svolgere parti automatiche delle procedure, permettendo in questo modo al bambino di liberare l’attenzione per compiti cognitivi più complessi Sono considerati come una sorta di protesi Per essere utili gli strumenti devono essere condivisi ed accettati Non esistono strumenti compensativi uguali per tutti Anche l’utilizzazione degli strumenti compensativi richiede preparazione all’uso, insegnamento e addestramento Strumenti compensativi per DSA

4 Competenze compensative “L’insieme integrato di conoscenze, abilità e atteggiamenti che consente di compiere in un contesto di apprendimento nuove esperienze conoscitive.” (dalla definizione delle competenze disciplinari) Padronanza Competenza elevata Promosse dalla scuola

5 Mappe per…..comprendere, memorizzare, prendere appunti, argomentare.. (alunni)..anticipare, definire, approfondire, circoscrivere.. (docenti)

6

7 Compensare le difficoltà di comprensione e di memorizzazione Mappe come strumento per la comprensione (sviluppate dallo studente) Mappe come strumento per la produzione (sviluppate dallo studente) Mappe come strumento per la facilitazione (sviluppate da altri)

8 Perché non si fanno le mappe? Ci vuole troppo tempo Per farle, lo studente deve studiare, e quindi.. Servono se l’argomento è complesso, ma se è complesso vengono mappe complesse, poco iconiche Perdono rapidamente di efficacia (troppo sintetiche) Le mappe già pronte servono a poco Non si acquisiscono nuove strutture cognitive, si riorganizzano quelle già possedute ….

9 Dal testo alla mappa Posso ridurre il numero di letture del testo se mi appoggio maggiormente ad una lettura iconica Mappe e processo di sintesi (fondamentale per la comprensione)

10 Dal testo alla mappa - raccomandazioni Poter fare semplicemente le mie mappe e consultare/ampliare quelle già fatte Non rinunciare al testo Andare oltre la parola-chiave Non solo efficacia (bella mappa) ma anche efficienza (mappa veloce-strumento quotidiano) Importanza del processo, più che il prodotto Processo attivo e dinamico nella revisione Processo attivo e dinamico nella consultazione Pochi nodi, unità significative di informazione Gerarchizzazione dei nodi Mentre studio, faccio la mappa

11 METODO DI STUDIO Come si chiama? PQ4R P prelettura osservo testo immagini didascalie Parole in grassetto Q domande cosa faccio? mi pongo domande conoscenze pregresse 4R4R lettura riflettere ripassare leggo non sottolineo 2° lettura trovo idea principale sottolineo annoto mappa ripetere ripeto quando? a distanza di tempo ripeto il discorso guardando la mappa ritorno sul testo per riprendere i concetti poco chiari

12 Dal testo alla mappa Quale scaletta nello studio del testo?  Scalettamappa (Fogarolo, 2011) 1.Anticipazione del testo 2.Leggere il testo A.Selezionare e inserire il testo in un nodo B.Individuare una parola chiave per il titolo del nodo C.Inserire immagine significativa nel nodo D.Prima ipotesi sul livello gerarchico del nodo 3.Organizzare i nodi formando una mappa 4.Verificare l’organizzazione complessiva della mappa 5.Leggere la mappa 6.Memorizzare la mappa

13 Dal testo alla mappa Con Teacher Mappe Con LeggiXMe e CmapTools Con Mind Maple Dalla mappa al testo Con FreePlane Con WIKI Mind Map comprensioneproduzione

14 Mappe concettuali

15 DAL TESTO ALLA MAPPA con Teacher Mappe pagina TeacherMappe

16 Mappe mentali

17 DAL TESTO ALLA MAPPA con Libre Office e Mind Maple Lite download MindMaple

18 DALLA MAPPA AL TESTO con Libre Office e Free Plane download FreePlane

19 Come fare una mappa mentale Supermappe Ipermappe Cmaptools Biblio-video-grafia

20 Compensare le difficoltà di lettura Leggere (senza supporto) Leggere (con la sintesi vocale) Ascoltare (lettore umano) Ascoltare (audiolibro)

21

22 Leggere (senza supporto) Leggere (con la sintesi vocale) Ascoltare (lettore umano) Ascoltare (audiolibro)

23 Confronto tra le diverse modalità di accesso al testo per le persone con DSA

24 AttivitàLettura autonoma Lettura autonoma con doppio canale: via visiva (verbale e non) e uditiva Ascolto di un adulto che legge Lettura autonoma attraverso il canale uditivo di una registrazione, di un audiolibro o di un libro parlato Senza supportoSintesi vocaleLettore umanoAudiolibro

25 Lettura attivaCon difficoltàSìNo. La velocità non è controllabile, non si può ritornare indietro, se non chiedendo all’adulto. Non si può cambiare strategia di lettura. No. La velocità non è controllabile, si può ritornare indietro, ma trovare un punto preciso è difficile. Non si può cambiare strategia di lettura. Senza supportoSintesi vocaleLettore umanoAudiolibro

26 Lettura espressiva NoSì, ma solo con sintesi Loquendo Sì Senza supportoSintesi vocaleLettore umanoAudiolibro

27 Informazioni aggiuntive NoSe si sfruttano altre fonti come Internet Il contenuto può essere letto e spiegato Il contenuto può essere letto e spiegato, se registrato Senza supportoSintesi vocaleLettore umanoAudiolibro

28 ReperibilitàTanti libri e riviste; non sempre tutti consultabili Oltre ai libri digitali più diffusi (grazie a BiblioAID), c’è l’enorme serbatoio di materiale digitale presente in Internet Tanti libri e riviste; non sempre tutti consultabili Sono reperibili audio di interi libri di narrativa; non sempre immediatamen- te disponibili Senza supportoSintesi vocaleLettore umanoAudiolibro

29 Presenza di rimandi visivi SìSì, con software che mantengono gli indici testuali Solo se si consulta anche il libro cartaceo Senza supportoSintesi vocaleLettore umanoAudiolibro

30 A che scopoLeggere per piacere, come scelta libera e personale Leggere per bisogno e piacere, per lo studio, per allenare l’ascolto Leggere insieme per appassionare alla lettura, per l’allenamento all’ascolto Leggere per appassionare alla lettura, per racconti e romanzi, per l’allenamento all’ascolto Senza supportoSintesi vocaleLettore umanoAudiolibro

31 QuandoLettura libera o in momenti dedicati all’allenamento Nella scuola primaria e secondaria, e nella vita in generale, quando necessario Nella scuola primaria o quando non si hanno alternative autonome Lo decide la persona, in momenti dedicati alla lettura di racconti e romanzi per piacere. Non è adatto allo studio Senza supportoSintesi vocaleLettore umanoAudiolibro

32 Commerciali  Personal Reader (Anastasis)  AlfaReader (Erickson) Free  LeggiXMeSP – PDFXChangeViewer Tablet, smartphone  iPad, iPhone  Android (EdiTouch…) Sistemi di sintesi vocale

33 DAL TESTO ALLA MAPPA con LeggiXMe e CmapTools download CmapTools

34 Compensare le difficoltà di scrittura Usare correttamente la tastiera  10 dita  TutorDattilo Compensare la disortografia (correttore ortografico, controllo ortografico con sintesi vocale, eco in scrittura, uso di immagini)  FacilitOfficeSP

35 Raccomandazione Gli insegnanti devono padroneggiare con sicurezza queste tecnologie, per poter rinforzare le competenze compensative degli alunni attraverso l’insegnamento delle opportune strategie d’uso. Non basta consentire l’uso degli strumenti compensativi, è necessario promuoverli e supportarli.

36

37 Il mondo Apple

38 Mac Book –Sintesi vocale già compresa in MacOS (alt + esc) –Dettatura testo già compresa in MacOS –SKIM per studiare con i libri pdf –CmapTools/VUE per mappe –….

39 iPad (iPhone?) e…

40 …mappe –iMindMap –PearlTrees –MindMeister –Popplet –Inspiration –SimpleMind –….

41 …leggere/ascoltare –VoiceOver –iBooks (e-Pub, PDF) –Voice Dream –…. –Audiolibri MP3

42 …scrivere –Pages –…. …calcolare –Calcolatrice –MyScriptCalculator

43 …prendere appunti –AudioNote –Notability –Evernote –…. …poi: –Dragon/SIRI o PAGES per prendere appunti a voce –Fotografare/filmare –….

44 Il mondo Sistema operativo UBUNTU, installabile o live Suite di sw di produttività (LibreOffice, GIMP, Scribus, GeoGebra…) Suite di sw didattici (italiano, matematica…) Software compensativi (sintesi vocale, lettore pdf…) SW indicizzati per materia e livello

45

46 Never miss a word Prendere appunti con la SmartPen, senza perdere nemmeno una parola

47 SmartPen per compensare i DSA dal registratore audioalla penna-registratore

48 Come funziona la SmartPen

49 Pulsanti sul quaderno

50 La lezione frontale Un momento progettato dell’attività didattica Il docente come regista Il docente come attore Gli strumenti del docente –La teatralità –L’analisi e la sintesi –La LIM

51 Che cosa fa l’alunno? Sta attento Prende appunti Memorizza, comprende e riflette Gli strumenti dell’alunno –Il quaderno –La penna –La SmartPen

52 Efficace, perché? - 1 Integra i 2 canali sensoriali (visivo/non verbale, uditivo) di accesso all’informazione più congeniali per un alunno DSA da G. Stella-L. Grandi Come leggere La dislessia e i DSA Giunti Scuola 2011

53 Efficace, perché? - 2 Uso di mappe mentali dinamiche nella presa d’appuntimappe mentali Strumento per la memorizzazione Supera i limiti dei registratori nella archiviazione/organizzazione (reperimento in un secondo tempo)

54 Lo scritto e l’audio… prima Appunti in scaletta Uno Due Tre Quattro Schemi Mappe Audio continuo e sequenziale Audio1 Audio2 Audio3 Audio4

55 Lo scritto e l’audio… dopo Appunti in scaletta Uno Due Tre Quattro Schemi Mappe Audio sincronizzato agli appunti, con bookmark Audio1 Audio2 Audio3 Audio4 Audio1 Audio2 Audio3 Audio4 Audio5 Audio6

56 Scritto e audio sul quaderno Puntando con la PulsePen una qualsiasi parola del testo si attiva l’audio collegato, esattamente nel punto sincronizzato al momento della scrittura-registrazione.

57 Scritto e audio sul computer Puntando con il mouse una qualsiasi parola del testo si attiva l’audio collegato, esattamente nel punto sincronizzato al momento della scrittura- registrazione, evidenziando progressivamente il testo.

58 Modalità didattiche Italiano: operare sulle frasi - grammatica Inglese - Francese: grammatica, pronuncia Storia-Geografia: operare su mappe, cartine, immagini Scienze-Tecnologia: operare su schemi, modelli grafici, immagini Interviste per il giornalino Integrazione LIM – PulsePen

59 …senza prendere appunti (se non mentali?) …e prendo appunti …e prendo appunti con la PulsePen, che riascolto navigando …e riascolto tutta la lezione del docente in video Assisto alla lezione / comprendo / memorizzo… Attività complessa Attività semplificata

60 Come prendere appunti In modo liberomodo libero –docente spiega, alunno riassume scaletta –docente spiega, alunno schematizza –persona racconta, alunno sintetizza In modo guidato –docente indica su LIM lo schema, alunno ricopia al momento opportunolo schema –docente fotocopia schema su foglio speciale, alunno ricalca al momento opportuno

61 Riascoltare gli appunti a casa Solo nei punti poco chiari degli appunti o del libro Rafforzare la comprensione di una regola Memorizzare sequenze Perfezionare la pronuncia nelle lingue straniere …… Integrati alle schermate della LIM

62 Esportazione in pdf È possibile esportare il pencast in formato pdf- audio, consultabile con Adobe Reader XI (richiede Adobe Air).

63 La condivisione del pencast Scambiare fra gli alunni Fornire agli alunni assenti Consentire al docente la raccolta e il confronto Uso di strumenti social Pillole didattiche on-line (flipping the classroom)

64 Flipping the classroom L’utilizzo attivo della Pulsepen da parte dell’insegnante in una situazione di flipped classroom annulla una delle principali difficoltà: la scarsa familiarità con una tecnologia di cui vanno insegnate le strategie d’uso più che il funzionamento tecnico, da parte di chi queste strategie deve insegnarle.

65 Best practices for educators Stickers Inserire stickers sonori nell’aula (mappe, schemi…) $ $$ Aumentare le informazioni di una mostra di disegni $$ Sonorizzare i libri $$ Informazioni audio su test/verifiche per alunni BES $$ Metodo Sceneggiatura Comporre il testo Registrare l’intero testo DOPO aver cliccato su REC e aver scritto il titolo Riprodurre l’audio disegnando e schematizzando (mappe mentali)(mappe mentali) Cartoline di NataleCartoline di Natale ….

66 Punti di criticità specifici Manca la fascinazione nell’uso dello strumento la sua forza e la sua debolezza stanno nell’interfaccia di carta che rapporto con la Screen Generation differenza fra la fase di produzione e la fase di consultazione Individuazione guidata della modalità preferita nella presa d’appunti Gestione dell’oralità secondaria da parte del docente

67 Punti di criticità comuni alle ICT Necessità di uso continuo e diffuso Addestramento, padronanza Approvazione esplicita da parte dell’ambiente, del contesto (team docente) Forte condivisione della famiglia

68 Dropbox Account di classe con cartelle condivise PDFcast inviato da ogni alunno e dal docente PDFcast fruito da ogni alunno e dal docente

69 Evernote Account unico con indirizzo mail PDFcast inviato da ogni alunno e dal docente PDFcast fruito da ogni alunno e dal docente


Scaricare ppt "Tecnologie informatiche, strumentazione didattica, costruzione di mappe Franco Castronovo Istituto comprensivo Porlezza- 22 maggio 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google