La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OGM in ambito aziendale Innovazione. Il termine biotecnologia: composto di tre parole di origine -greca BIOS Vita TEUCHOS Strumenti LOGOSStudio o essenza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OGM in ambito aziendale Innovazione. Il termine biotecnologia: composto di tre parole di origine -greca BIOS Vita TEUCHOS Strumenti LOGOSStudio o essenza."— Transcript della presentazione:

1 OGM in ambito aziendale Innovazione

2 Il termine biotecnologia: composto di tre parole di origine -greca BIOS Vita TEUCHOS Strumenti LOGOSStudio o essenza Studio degli strumenti provenienti da organismi viventi

3 Biotecnologie Insieme di tecniche che utilizzano organismi viventi o componenti sub-cellulari per ottenere la sintesi, la degradazione o la trasformazione di sub-strati biologici per la produzione industriale.

4 Tipologie Sfruttano le proprietà di microrganismi per la fermentazione di cibi e bevande Consentono la trasmissione di caratteri anche tra organismi di specie diverse attraverso la modifica del loro patrimonio genetico TradizionaliInnovative Es. Tecniche basate sull’uso di lieviti per produrre pane, birra, vino e formaggi. Es. Metodo del DNA ricombinante, moderna tecnica delle cellule in coltura

5 Biotecnologia = integrato di principi Agenti biologici (microrganismi, enzimi, cellule animali e vegetali, batteri)

6 Ingegneria genetica o tecnica del DNA ricombinante Consente di trasferire I geni di un organismo in un altro che, in condizioni naturali, non avrebbe mai avuto occasione di possedere; Si superano le barrienre che in natura non permettono alle specie di mescolarsi tra loro.

7 Tappe operative dell’ingegnieria genetica (tecnica del DNA ricombinante)

8 Gli strumenti di lavoro dell’ingegneria genetica

9 Fasi della realizzazione di una pianta trasgenica Consente di selezionare i tessuti in cui inserire il gene Permette di identificare in quale pianta la trasformazione genetica è avvenuta con successo

10 Sistema di innovazione Rete di agenti e set di politiche e di istituzione che ha l’obiettivo di assicurare la generazione, la crescita e la distribuzione della conoscenza e di stimolare l’innovazione tecnologica.

11 Fasi del processo innovativo Invenzione Nascita di un’idea e di un modello per un nuovo/migliorato prodotto/processo; generalmente risultato dell’attività di ricerca (di base o applicata) degli enti di ricerca (pubblici o privati). Innovazione Passaggio dalla fase sperimentale alla realizzazione e allo sfruttamento economico dell’invenzione da parte di imprese produttive e commerciali Diffusione o adozione Da parte delle imprese che applicano le nuove tecnologie o dei consumatori che acquistano un nuovo prodotto

12 Sistema di innovazione per gli OGM Fase 1 - Invenzione Ricerca agricola di base e applicata Fase 2 - Innovazione Prove di campo, riproduzione, moltiplicazione Fase 3 - Diffusione Adozione di prodotti GM Enti/imprese di ricerca Sistema finanziario Politiche e regolamentazione Consumatori Imprese agricole Imprese produttrici

13 Fase dell’invenzione Anni ’80 - 1° ricerche applicate di start-up company con sostengo pubblico Forzanti dello sviluppo: - forte protezione brevettuale USA; -estensione brevetto industriale alla materia vivente Criticità: difficoltà di finanziamento dell’attività di ricerca Crollo di Wall Street 1987 Crisi economica UE inizio ani ‘90

14 Ruolo multinazionali chimiche e farmaceutiche Dispongono risorse finanziarie e know-how nella ricerca di base Acquisizione start-up company e loro competenze Acquisizione imprese agro-chimiche sementiere Costituzione grandi gruppi industriali dell’agribiotech Produzione OGM I generazione: producer-oriented biotechnology con destinatario l’agricoltore e con l’obiettivo di consentire una sua riduzione dei costi di produzione, contenere le perdite post-raccolto e aumentare le rese per ettaro

15 Anni ’90 – revisione e ristrutturazione obiettivi aziendali Rapida diffusione tra agricoltori Dubbi e preoccupazioni della domanda finale Multinazionali rivedono le loro strategie: revisione e ristrutturazione obiettivi aziendali End-user oriented biotechnology (OGM II e III generazione): Produzione di nuove varietà di piante transgeniche con caratteristiche qualitative superiori, dirette non più al produttore agricolo, ma a specifiche necessità della trasformazione, dell’alimentazione animale, del consumatore finale e dell’industria farmaceutica

16 Nuova generazione di OGM: creare un nuovo mercato e migliorare il grado di accettazione OGM II generazione: es. soia ad elevato contenuto di acido oleico che migliorano le caratteristiche del prodotto per l’alimentazione finale; OGM III generazione (functional food o nutraceutical): introducono nuovi tratti di carattere nutrizionale e farmaceutico, es. riso arricchito di vitamina A.

17 La ricerca nel settore delle biotecnologie agricole

18 Stima delle spese in biotecnologie agricole Milioni di U$A per anno Paesi industrializzati Settore privato Settore pubblico Paesi in via di sviluppo Settore pubblico Settore privato- Totale mondo

19 L’invenzione di biotecnologie agricole nel mondo: alcuni esempi di campi prova - 2/3 nei PS MaisPatateSoiaCotonePomodoro n. Totale di campi USA e Canada Europa, Nuova Zelanda, Australia e Giappone PECO PVS

20 La fase dell’innovazione Fase OGM I generazione Strategie di commercializzazione funzione dello specifico prodotto chimico realizzato di gruppi biotech. Assicurazione tutela giuridica brevetto. Registrazione nomi commerciali per facilitare la diffusione Vendita pacchetto tecnologico. Rafforzamento legame industria-produttore. Costituzione barriere all’entrata.

21 Fase OGM II e III generazione Possibile modifica dei rapporti intero sistema innovativo Industria e operatori intermedi sviluppano colture Agricoltura partner della sola coltivazione: rafforzamento legame con multinazionali a monte e a valle Problemi tecnici, economici e organizzativi di attuazione Necessità di differenziare produzioni, gestione, mercato delle grandi colture Possibile diffusione più lenta

22 Fase dell’adozione OGM: qualche dato

23 Fase dell’adozione Tra il 1996 e il 2000 la superficie a OGM è passata da 2,6 a oltre 45 milioni di ettari Ha interessato sei delle principali commodity agricole: soia, mais, colza, patate, cotone e tabacco Ha interessato quattro tra i maggiori produttori mondiali: USA, Argentina, Canada e Cina

24 Superficie mondiale destinata alla coltivazione OGM in milioni di ha ( )

25 Distribuzione delle colture transgeniche rispetto al livello di sviluppo (milioni di ettari)

26 Distribuzione delle coltivazioni transgeniche per Paese (in milioni di ettari)

27 Distribuzione delle colture transgeniche rispetto al tipo di coltura (in milioni di ettari)

28 Caratteri degli OGM Colture GM resistenti agli erbicidi (HT); GM resistenti agli insetti (IR); GM resistenti ad erbicidi ed insetti (HT+IR); Colture GM resistenti ai virus (VR).

29 Colture GM resistenti agli erbicidi (HT) L’inserzione del gene resistente agli erbicidi in una pianta consente agli agricoltori di diserbare con un ampio spettro di erbicidi uccidendo tutte le piante tranne quelle GM. Per questa ragione i nuovi semi GM hanno stimolato sia il mercato delle sementi GM sia il mercato degli erbicidi.

30 GM resistenti agli insetti (IR) Inserendo materiale genetico derivante dal Bacillus Thuringiensis (Bt) nel seme, gli scienziati hanno modificato le colture in modo da consentir loro di produrre il loro insetticida. Il gene Bt responsabile della produzione della tossina è inserito direttamente nella pianta per produrre varietà resistenti agli insetti. Usato per combattere il parassita del cotone e il bruco che attacca le colture di cereali.

31 Colture GM resistenti ai virus (VR) Usato per difendere patate e tabacco dai virus che si trasmettono via afidi. Ci si aspetta un significativo contenimento nell’ammontare di pesticidi usati nelle due colture.

32 Distribuzione delle colture transgeniche rispetto al tratto modificato (milioni di ettari e %)

33 Le principali piante transgeniche per prodotto e tratto modificato (milioni di ha)

34 Rapporto tra le principali coltivazioni transgeniche e le corrispettive convenzionali (milioni di ettari)

35 Area mondiale a potenziale transgenico (milioni di ettari)

36 La soia transgenica (in milioni di ettari e %)

37 Il mais transgenico (in milioni di ettari e %)

38 Il cotone transgenico (in milioni di ettari e %)

39 La colza transgenica (in milioni di ettari e %)

40 Mercato sementiero transgenico (milioni di dollari USA)

41 Valore del commercio mondiale delle sementi agricole (milioni di dollari USA)

42 Importanza dell’agricoltura nel business “life sciences” Società% delle vendite totali nella sezione agri-business AgrEvo100 Monsanto47 Novartis26 Rhone-Poulenc19 Astra-Zeneca18 DuPont13 Dow Chemical9

43 …le stesse compagnie sono leader anche nella vendita di prodotti che proteggono le colture Prime 10 società agro-chimicheVendite in milioni di U$A Novartis4.124 Monsanto4.032 DuPont3.156 Zeneca2.895 AgrEvo2.384 Rhone-Poulenc2.286 Bayer2.248 American Cyanamid2.194 Dow2.132 BASF1.932

44 Attività di consolidamento delle principali società biotecnologiche (2002)

45 Acquisizione delle società produttrici di sementi da parte delle principali società agri-biotec 2000 AgrEvoZencaNovartisDupontMonsanto Cargill (cer.) Metla Pesquisa (cer.) Sementes Ribeiral (cer.) Sementes Fartura (cer.) BGT (cer.) Garst (50%) (cer.) North King (cer.) Eridania Beghin (altro) Pioneer (cer.) Protein Tech. (soia) Mycogen (cer., soia, altro) DeKalb Asgrow Holden’s (cer., soia) Delta & PineLand Calgene Stoneville (cotone)

46 Acquisizione di compagnie sementiere da parte della società Life’s science (numero di operazioni)

47 Fattori che incidono sulle decisioni di investimento nel settore delle biotecnologie in USA

48 Quali vantaggi per gli agricoltori Alcuni dati relativi agli USA

49 Il caso della soia “Round up Ready” della Monsanto (HT): ampia diffusione per attese di elevati rendimenti

50 I dati sui rendimenti per ettaro (T/ha) dicono il contrario StatiConvenz.leRRRR-Conv.% Illinois Iowa Michigan Minnesota Nebrasca Ohio South Dakota Wisconsin

51 Confronto tra utili derivanti da soia GM e convenzionale ColturaRendimento (t/ha) Costo semi (euro/ha) Costi totali (escluso terra e lavoro) (euro/ha) Utili su terra/ lavoro (euro/ha) GM3, Non- GM 3,

52 Ma conviene ai PVS introdurre OGM?

53 Differenza di performance tra cotone Bt e convenzionale ArgentinaCinaIndiaMessicoSud Africa Rendimento Kg/ha 531 (33%) 523 (19%) 699 (80%) 165 (11%) 237 (65%) n. Passaggi diserbo -2,4…-3,0-2,2… Ricavo lordo ($/ha) 121 (34%) 262 (23%) …248 (9%) 59 (65%) Pesticida-18 (-47%) -230 (-67%) -30 … -106 (-77%) -26 (-58%) Costo sementi87 (530%) 32 (95%) …58 (165%) 14 (89%) Costi totali99 (35%) -208 (-16%) …-47 (-27%) 2 (3%) Profitti23 (31%) 470 (348%) …295 (12%) 65 (299%)

54 … ma restano i costi e i rischi Costi -Economici - Uso brevetti e tecnologia; -Costi di gestione addizionali; -Aumento della dipendenza; -Della ricerca: - capitale e umano; -Di sicurezza. Rischi -Finanziari: - Indennizzo in caso di danno; - Valore assicurazione; -Salute umana: -Allergie, tossicità, resistenza antibiotici; -Ambientali: -Contaminazione.


Scaricare ppt "OGM in ambito aziendale Innovazione. Il termine biotecnologia: composto di tre parole di origine -greca BIOS Vita TEUCHOS Strumenti LOGOSStudio o essenza."

Presentazioni simili


Annunci Google