La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Vaccini, iniziative e risultati: la prospettiva di un’organizzazione umanitaria Silvia Mancini Medici Senza Frontiere Università La Sapienza, 21.03.2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Vaccini, iniziative e risultati: la prospettiva di un’organizzazione umanitaria Silvia Mancini Medici Senza Frontiere Università La Sapienza, 21.03.2014."— Transcript della presentazione:

1 Vaccini, iniziative e risultati: la prospettiva di un’organizzazione umanitaria Silvia Mancini Medici Senza Frontiere Università La Sapienza,

2 I vaccini hanno reso possibile alcuni dei più importanti successi in materia di salute pubblica evitando la morte di 2,5 milioni di bambini ogni anno (WHO) oltre a malattie e disabilità. Immunizzazione di base nei PVS è uno dei pochi interventi a cui la popolazione ha accesso attraverso il settore pubblico. Vaiolo, poliomielite, morbillo Se implementata correttamente fornisce protezione alla popolazione intera. Introduzione

3 1974: Programma EPI. Risoluzione della WHA (World Health Assembly resolution WHA27.57) basato sulla scia del successo del programma globale di eradicazione del vaiolo. Garantire che tutti i bambini di tutti i paesi potessero beneficiare di vaccini salvavita. WHO include 6 vaccini (BCG, polio, morbillo, DTP). In quel periodo meno del 5% di bambini nei PVS riceveva l’immunizzazione. Nel 1985 fu aggiunto il vaccino contro la febbre gialla, nel 1992 l’epatite B e più recentemente il vaccino contro influenza da haemophilius di tipo B. Nel 2001 il costo di tali vaccini corrispondeva a 1.37$ per bambino. Se si aggiungono le due altre vaccinazioni GAVI ( Hep B e (Hib) il costo lievita a 10$. Introduzione

4 Secondo il WHO (2009) la copertura della terza dose del vaccino combinato di DTP – misura standard per interpretare la copertura vaccinale- è passata dal 20% nel 1980 all’80% nel Tuttavia più di 22 milioni di bambini a livello globale rimangono non vaccinati ( WHO – 2009) Nascita di Global Alliance for Vaccines and Immunization (GAVI) nel 2000 per accellerare l’estensione dei nuovi vaccini anche nei PVS e ridurre lo scarto con i paesi sviluppati. Nuovi vaccini - oligopolio di poche aziende farmaceutiche che ne fissano il prezzo. Copertura vaccinale

5 Source: WHO/UNICEF coverage estimates 2012 revision. July 2013 Immunization Vaccines and Biologicals, (IVB), World Health Organization. 194 WHO Member States Immunizzazione globale , DTP3 Nel 2012, la copertura globale per il DTP3 era dell’83%, 10% in più rispetto al 73% del 2000 e un incremento del 63% rispetto al 20% del 1980.

6 Copertura 3 dosi DTP, 2012 Source: WHO/UNICEF coverage estimates 2012 revision. July 2013 Immunization Vaccines and Biologicals, (IVB), World Health Organization. 194 WHO Member States

7 Eradicazione polio,

8 Progressi eradicazione polio, Source: WHO polio/database, July WHO Member States

9 Copertura vaccinale infantile morbillo, 2012

10 - DRC - Burundi - Chad - Ethiopia - Kenya - Niger - Nigeria - Somalia - Zambia Risposta epidemie di morbillo in Africa MSF

11 Per i Paesi il cui obiettivo è la riduzione della mortalità Fornire indicazioni al MoH e ai partners – Definizione di un’epidemia – Risposta immediata per i casi sospetti – Risposta in presenza di un’epidemia confermata Decisioni a livello locale – management epidemia – Agenzie internazionali per il supporto Lessons learnt da ogni epidemia (WHO, May 2010) Per il controllo Rafforzamento del sistema di vaccinazione di routine e SIA Rafforzamento della sorveglianza Morbillo

12

13 Source: WHO/UNICEF estimates of national immunization coverage, 2012 revision (completed July 2013); The 2012 Revision. 22 milioni di bambini nel mondo non sono vaccinati 16,3 milioni (72%) vive in 10 paesi

14 Mortalità infantile causata da malattie prevenibili con il vaccino Source: WHO/UNICEF 194 WHO Member States Copertura EPI usato come indicatore proxy per gli altri servizi sanitari Malattie prevenibili con la vaccinazione son la causa di ~29% della mortalità infantile annuale (1-59 mesi) Costi EPI sono aumentati del 2,700% negli ultimi 10 anni.

15 Copertura vaccinale infantile PCV3, 2012

16 Copertura vaccinale infantile rotavirus, 2012

17 Il principale obiettivo di organizzazioni umanitarie come MSF resta la riduzione della mortalità. Oltre alla malaria le altre maggior causa di mortalità e morbidità, Hib, pneumococco, colera, rotavirus sono tutte malattie prevenibili con un vaccino. Nuovi vaccini contro queste malattie sono ampiamente diffusi nei paesi sviluppati ma non sempre sono implementati nei PVS Obiettivi

18 Attività di vaccinazione MSF Risposta alle epidemie (morbillo, febbre gialla, meningite, colera) Campagne preventive Contesti di crisi /rifugiati Vaccinazione di routine

19

20

21

22 Attività vaccinazione MSF : overview Risposta alle epidemie: (morbillo, febbre gialla, meninigite, colera) - Innanzitutto il trattamento poi misure di controllo (colera) - Vaccinare prima del picco, se possibile. - Implementare strategie di vaccinazione di massa efficaci Campagne di vaccinazione preventive: (morbillo, febbre gialla, meninigite, colera) - Implementare vaccinazioni su larga scala quando esiste un alto rischio di epidemia Contesti di crisi/rifugiati: morbillo + introduzione di nuovi vaccini Immunizzazione di routine - Integrata nei progetti di primary health care - Vaccinare più individui, con più antigeni (nuovi o sottoutilizzati) - Tentare strategie alternative - Monitorare attività - Alta percentuale di missed opportunities

23 Landscape della vaccinazione: momentum politico Decennio dei vaccini: Global Vaccine Action Plan Nuovi paesi target, a livello globale e regionale. Aumento pressione sui paesi GAVI Alliance Nuovi vaccini introdotti nei contesti dove lavora MSF Nuovo approccio per i fragile states (11 paesi) UNICEF “equity approach” – focalizzato a livello distrettuale Donors: GATES……………….. & altri SAGE guidelines sulla vaccinazione in contesti di crisi

24 Nuove sfide, opportunità e dibattiti hanno posto la questione dei vaccini al centro delle discussioni sulla salute pubblica. Nell’ultimo decennio 3 nuovi vaccini, particolarmente importanti per i PVS sono stati sviluppati e introdotti nei Paesi sviluppati: PCV, rotavirus, HPV. Ancora faticosamente disponibili nei PVS. Diversi fattori rendono la diffusione dei vaccini nei PVS complessa e difficile: prezzi elevati dei nuovi vaccini, la mancanza di R&D per vaccini adattati alle realtà dei PVS, sistemi di salute deboli, mancanza di adeguate risorse umane. La situazione attuale

25 5 principali aziende farmaceutiche particolarmente innovative in quanto a produzione di vaccini: GSK, Merck, Novartis, Sanofi-Pasteur, Wyeth/Pfizer. Queste aziende applicano a GAVI la politica del «tiered pricing» tuttavia il costo dei vaccini risulta più elevato di quanto sarebbe rispetto a una logica di effettiva competizione. I paesi a sviluppo moderato sono esclusi dalla possibilità di avere accesso ai prezzi preferenziali ottenuti da GAVI Copertura vaccinale infantile

26 I Paesi che possono richiedere i prezzi GAVI sono quelli che vivono con 1,5 $ al giorno pro capita. Questi fondi hanno permesso in alcuni di questi Paesi di introdurre il vaccino contro l’epatite B e contro l’Hib e dovrebbero presto consentire l’introduzione del PCV e del rotavirus. Le grandi aziende farmaceutiche vendono a GAVI e all’UNICEF questi vaccini a prezzi preferenziali. Tuttavia non tutti gli attori operanti in questi contesti e implementing partners dei MoH locali hanno accesso a questi prezzi preferenziali. Accesso ai vaccini

27 Se poi si aggiunge anche il PCV il costo sale a 30$ e con il rotavirus e la rubella siamo a più di 38$. GAVI costo >2,700% e aumenterà ulteriormente con HPV e altri Sostenibilità: una preoccupazione Source : MSF, Access Campaign, The right shot: extending the reach of affordable and adapted vaccines

28 Source: S Schmitt, Consultant, WHO SAGE meeting, 8 November 2012

29 Qual é la strategia di Big Pharma? Drugmaker GSK chases volume over profit in Africa “The British drugs giant is having some early success with a novel "hybrid" approach in Africa….Its goal is to increase volumes fivefold in five years. GSK's two-year- old least developed countries (LDC) unit, by contrast, is charged with a dual role - to focus 50 percent on business and 50 percent on reputation across 40 countries in Africa and 10 in Asia. ‘We're real optimists...Not all the least developed countries will be LDCs for ever and now is a really good time to invest to build a GSK footprint that benefits patients today and benefits our business in the longer term.’” - Reuters, 3 Aug 2012 [Emphasis added]

30 Vendita vaccini, primi 6 mesi del 2012 Big Pharma tra le prime 20 posizioni Nuovi vaccini, particolarmente proficui Merck Rota Teq ($284 mil) GSK Rotarix ($266 mil) Big Pharma

31 Snapshot: Riduzione costo del pentavalente UNICEF & PAHO Source: “The Right Shot”

32 GAVI $7 PAHO ~$15 South Africa $20 Macedonia $89 Sources: PAHO Revolving Fund price list, UNICEF Supply Division GAVI Price List, South Africa DoH personal correspondence (7Nov2012), SAGE Presentation (8Nov2012) Prezzo PCV per dose confronto Strategia per l’accesso al PCV ad un prezzo accessibile ? GAVI Alliance Advanced Market Commitment (AMC) PAHO Revolving Fund - $14.24 (PCV10), $16.34 (PCV13) Republic of South Africa Macedonia MSF ?

33 Snapshot: Pentavalent prices (2009) GAVI $3.45 PAHO $3.58 $9.07 South Africa $11.07 Swaziland Average cost of the two products (1-dose liq & 2-dose lyo) Average cost of the two products (1-dose products) Procured by Biovac Procured by Biovac, 1-dose Novartis product Sources: PAHO Revolving Fund price list, UNICEF Supply Division GAVI Price List, South Africa DoH personal correspondence (7Nov2012), Personal Correspondence to MSF Access Campaign (1Nov2012)

34 I vaccini sono pensati su misura dei paesi ricchi, i costi sono elevati. I prodotti sviluppati non sono necessariamente elaborati sulla base dei bisogni globali di salute pubblica dei PVS. Il finanziamento per le attività di immunizzazione non è adeguato. I sistemi di salute dei PVS sono molto deboli. Copertura vaccinale

35 Advocacy sulle strategie di vaccinazione Abbiamo bisogno di vaccini monodose! Maggiore R&D su vaccini che richiedono una sola dose e in forma combinata (penta + PCV + + +) Fare pressione sulle industrie produttrici per fare trial clinici e rendere i dati e le informazioni sull’immunità disponibili. Estendere i gruppi di età da vaccinare per ‘catch up’ i bambini persi all’inizio Chiedere ai Ministri della Salute di implementare le raccomandazione dell’OMS per le vaccinazioni interrotte o ritardate (bambini di età >1y) Spingere GAVI ad adottare una politica che supporta i paesi che vaccinano le fasce di età più adulte. Promuove strategie innovative di somministrazione del vaccino Chiedere maggiore ricerca operazionale su strategie di somministrazione alternative. (fuori dalle postazioni fisse) Imparare dal lavoro di MSF a vaccinare i bambini contro il morbillo nell’ambito di programmi nutrizionali (& altri pacchetti pediatrici)

36 Advocacy sulla catena del freddo Abbiamo bisogno di vaccini termostabili! Fare pressione perchè la fabbricazione di vaccini termostabili sia prioritaria. Ri- etichettare i vaccini esistenti per rendere chiaro la termostabilità Spingere I produttori a pubblicare I dati sulla termostabilità Spingere il processo del WHO di ri-etichettatura dei vaccini Modellare il mercato per dare priorità alla termostabilità Chiedere ai grandi acquirenti dei vaccini (UNICEF Supply, GAVI, governi) di usare il loro potere di acquisto con le industrie produttrici Maggiore ricerca operazionale

37 GAVI in quanto primo donatore per i PVS sui programmi di immunizzazione si focalizza sull’introduzione di nuovi vaccini. Conflitto di Interesse: aziende farmaceutiche che beneficiano di acquisti GAVI sono nel board di GAVI – Nel 2012 Gavi ha rivisto il proprio regolamento sul conflitto di interessi – Pharma è uscita dal Executive Comittee di GAVI Lobbying di MSF con GAVI – Relazioni con singoli membri del board – Nuovi membri del board su Research/Technical Health Institute sono conosciuti da MSF/Epicentre GAVI: influenza la politica

38 Il ruolo di GAVI nella catena del rifornimento – Esaminare come GAVI può influenzare la competizione nella produzione – Costruire la relazione con i produttori di vaccini nei PVS Mobilitazione delle risorse – Ampia comunicazione su GAVI AMC - Pfizer & GSK – Comunicazione su come GAVI potrebbe fare di più per influenzare i costi GAVI: influenza la politica

39 Esperienza HIV: strategia per la riduzione dei costi Source: “Untangling the Web of Antiretroviral Price Reductions”

40 Prezzo vaccini: l’impatto della competizione

41 Advocacy sui prezzi dei vaccini Aumentare la trasparenza sui costi dei vaccini e il monitoraggio Chiedere che il costo dei vacicni sia pubblicamente disponibile. Da notare il successo ottenuto nel 2011 con Unicef Chiedere che gli indicatori dei prezzi siano inclusi nel monitoraggio della vaccinazione & nella valutazione (Decade of Vaccines) Incoraggiare i produttori ad entrare nel mercato Analizzare le barriere per immettersi sul mercato per promuovere nuovi produttori e stimoare la competizione Chiedere agli acquirenti con grandi poteri d’acquisto (UNICEF Supply, GAVI) di promuovere l’igresso di produttori di paesi emergenti Negoziati diretti di MSF con i produttori Condurre negoziati con i produttori (ex. PCV, oral cholera)

42 Costi dei vaccini più bassi Svilluppare prodotti più adeguati per raggiungere un più vasto numero di persone Innovare la strategia di distribuzione dei vaccini in modo da raggiungere più persone Alcuni vaccini non sono specificatamente concepiti per l’epidemiologia dei PVS. Obiettivi MSF

43 Grazie!


Scaricare ppt "Vaccini, iniziative e risultati: la prospettiva di un’organizzazione umanitaria Silvia Mancini Medici Senza Frontiere Università La Sapienza, 21.03.2014."

Presentazioni simili


Annunci Google