La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Trasparenza dell’informativa finanziaria 1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Trasparenza dell’informativa finanziaria 1."— Transcript della presentazione:

1 Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a Trasparenza dell’informativa finanziaria 1

2 La revisione nel modello del Financial Reporting Supply Chain Patrizia Cappato 2 Il processo di produzione e comunicazione dell'informativa economico-finanziaria aziendale

3 Page 3 Il modello del Financial Reporting Supply Chain Nel modello del FRSC, la funzione di revisione contribuisce in maniera determinante alla trasparenza dell’informativa finanziaria aziendale ma in che modo

4 Page 4 La Revisione : Obiettivi della Funzione di Revisione Obiettivo della funzione di revisione è garantire la qualità dell’informativa aziendale di bilancio. Ciò si concretizza nella tutela dell’applicazione delle norme che regolano il bilancio e nel controllo che gli amministratori forniscano adeguata informativa finanziaria al mercato.

5 Page 5 La Revisione : Obiettivi e Finalità dell’Attività di Revisione La revisione può essere definita come l’attività svolta da parte di professionisti indipendenti i quali applicano statuite procedure (definite da norme e regolamenti e standard professionali) al fine di accertare la conformità dl bilancio alla legge, interpretata ed integrata dai principi contabili di riferimento; tale attività conduce alla formazione e al’espressione di un giudizio professionale in merito all’attendibilità sostanziale del bilancio

6 Page 6 Aggiustamenti proposti alla Direzione Il processo di revisione Espressione del giudizio professionale Esecuzione del lavoro Pianificazione Relazione di Revisione Valutazione significatività aggiustamenti Procedure di Conformità Procedure di sostanza Discussione Aggiustamenti Lettera di Attestazione Strategia di Revisione Piano di Revsione Analisi Aziendale Analisi Bilancio Analisi del Rischio

7 Page 7 La Revisione : Obiettivi e Finalità dell’Attività di Revisione (Doc.200 – Obiettivi e Principi Generali dell’Attività di Revisione del Bilancio) L’obiettivo della revisione è di acquisire elementi probativi necessari per consentire al revisore di esprimere un giudizio sul fatto che il bilancio sia redatto, in tutti gli aspetti significativi, in conformità al quadro normativo di riferimento. Principi generali che orientano il comportamento professionale del revisore a)Indipendenza b)Integrità c)Obiettività d)Competenza e Diligenza e)Riservatezza f)Professionalità g)Rispetto dei principi tecnici

8 Page 8 Elementi fondamentali di un incarico di revisione (Doc.200 – Obiettivi e Principi Generali dell’Attività di Revisione del Bilancio) a) L’esistenza di 3 parti interessate: –Il revisore –Il responsabile dell’informazione oggetto di controllo –L’utilizzatore o destinatario della relazione del revisore b) L’oggetto del controllo c) I criteri adeguati di riferimento d) Sufficienti ed appropriati elementi di evidenza e) Una relazione scritta adeguata agli obiettivi dell’incarico

9 Page 9 Obiettivi e Principi Generali della Revisione (Doc.200 – Obiettivi e Principi Generali dell’Attività di Revisione del Bilancio) Il revisore deve operare in conformità alle norme di legge, ai principi di revisione e, ove applicabili, alle raccomandazioni emanate dalla Consob. Il revisore deve pianificare e svolgere la revisione con un atteggiamento di scetticismo professionale

10 Page 10 Ampiezza del lavoro e Reasonable Assurance (Doc.200 – Obiettivi e Principi Generali dell’Attività di Revisione del Bilancio) Il revisore deve determinare le procedure necessarie per svolgere la revisione secondo quanto stabilito dai principi di revisione. Il revisore che svolge la revisione contabile in conformità ai principi di revisione ottiene una reasonable assurance ( ragionevole sicurezza) che il bilancio nel suo complesso non contenga errori significativi NB: Esistono limitazioni intrinseche nel processo di revisione

11 Page 11 Rischio di Revisione e Significatività (Doc.200 – Obiettivi e Principi Generali dell’Attività di Revisione del Bilancio) Il concetto di reasonable assurance (ragionevole sicurezza) intrinseco all’attività di revisione, implica l’esistenza del rischio che il revisore esprima un giudizio non appropriato. Il Rischio che il revisore esprima un giudizio non appropriato nel caso in cui il bilancio sia significativamente errato è definito Rischio di Revisione Il revisore deve pianificare e svolgere il lavoro di revisione al fine di ridurre il rischio di revisione ad un livello accettabilmente basso e coerente con gli obiettivi di revisione. Individuazione degli errori significativi

12 Page 12 Responsabilità Gli amministratori della società sono responsabili della redazione e della presentazione del bilancio in conformità al quadro normativo di riferimento. La revisione del bilancio non solleva gli amministratori dalle loro responsabilità.

13 Page 13 Responsabilità Il revisore invece presenta una responsabilità limitata all’esercizio della sua attività professionale. L’obbligazione in capo al revisore relativamente all’esercizio della sua attività è una obbligazione di mezzi.

14 Page 14 Responsabilità Obbligazioni di mezzi: sono quelle in cui il debitore è tenuto a svolgere una determinata attività senza peraltro garantire che per il creditore ne derivi il risultato sperato. Oggetto dell'obbligazione è, dunque, lo svolgimento dell'attività secondo la corretta applicazione delle regole di diligenza e perizia tecnica (*). In contrapposizione a Obbligazioni di risultato: sono quelle in cui il debitore è tenuto a realizzare proprio quel determinato risultato dedotto come oggetto dell'obbligazione, quale esito della propria attività. Il risultato sperato fa parte della prestazione dovuta per cui non ci sarà esatto adempimento senza la realizzazione in concreto di quel risultato da parte del soggetto che si è in questo senso obbligato contrattualmente ex art cod.civ.(*) (*) Manuale di Diritto Privato (Torrente-Schlesinger, 18^ ed., pag 352)

15 Page 15 Principi di revisione in Italia Il revisore è tenuto allo svolgimento della sua attività professionale in conformità ai Principi di Revisione I Principi di Revisione sono Regole tecniche per lo svolgimento dell’attività professionale che garantiscono uniformità, valore e contenuto, al giudizio professionale emesso dal revisore e all’attività sottostante svolta. Emanati dal Consiglio nazionale dei Dottori Commercialisti e dal Consiglio nazionale dei Ragionieri

16 Page 16 Principi di revisione italiani DocTitolo Principi sull’indipendenza del revisore Doc.200Obiettivi e principi generali della revisione contabile del bilancio Doc.220Il controllo della qualità del lavoro di revisione contabile Doc.230La documentazione del lavoro di revisione Doc.240La responsabilità del revisore nel considerare le frodi nel corso della revisione contabile del bilancio Doc.250Gli effetti connessi alla conformità a leggi e regolamenti Doc.260Comunicazione di fatti e circostanze attinenti la revisione ai responsabili delle attività di governance Doc.300Pianificazione della revisione contabile del bilancio Doc.315La comprensione dell’impresa e del suo contesto e la valutazione dei rischi di errori significativi Doc.320Il concetto di significatività nelle revisione Doc.330Le procedure di revisione in risposta ai rischi identificati e valutati Doc.402Considerazioni sulla revisione contabile di imprese che utilizzano fornitori di servizi Doc.500Gli elementi probativi della revisione Doc.501Gli elementi probativi della revisione - Considerazioni addizionali per casi specifici Doc.505Le conferme esterne Doc.510La verifica dei saldi di apertura a seguito dell’assunzione di un nuovo incarico Doc.520Le procedure di analisi comparativa Doc.530Campionamento di revisione ed altre procedure di verifica con selezione delle voci da esaminare Doc.540La revisione delle stime contabili Doc.545La revisione delle misurazioni del fair value (valore equo) e della relativa informativa

17 Page 17 Principi di revisione italiani Doc.550Le parti correlate Doc.560Eventi successivi Doc.570Continuità aziendale Doc.580Le attestazioni della direzione Doc.600L’utilizzo del lavoro di altri revisori Doc.610L’utilizzo del lavoro di revisione interna Doc.620L’utilizzo del lavoro dell’esperto Doc.1005Considerazioni sulla revisione delle imprese ed enti minori Doc.1006Principio sulla revisione dei bilanci delle banche

18 Page 18 Principi di revisione internazionali Emanati dall’International Auditing and Assurance Standards Board (IAASB). Lo IAASB -è uno dei Board che compongono l’International Federation of Accountants (IFAC) -è un organismo collegiale finanziato dalla professione, che prevede la partecipazione di professionisti revisori, accademici e soggetti con comprovata esperienza nell’area

19 Elenco ISA ISA 200, Overall Objectives of the Independent Auditor and the Conduct of an Audit in Accordance with International Standards on Auditing ISA 210, Agreeing the Terms of Audit Engagements ISA 220, Quality Control for an Audit of Financial Statements ISA 230, Audit Documentation ISA 240, The Auditor's Responsibilities Relating to Fraud in an Audit of Financial Statements ISA 250, Consideration of Laws and Regulations in an Audit of Financial Statements ISA 260, Communication with Those Charged with Governance ISA 265, Communicating Deficiencies in Internal Control to Those Charged with Governance and Management ISA 300, Planning an Audit of Financial Statements ISA 315, Identifying and Assessing the Risks of Material Misstatement through Understanding the Entity and Its Environment ISA 320, Materiality in Planning and Performing an Audit ISA 330, The Auditor's Responses to Assessed Risks ISA 402, Audit Considerations Relating to an Entity Using a Service Organization 19

20 ISA 450, Evaluation of Misstatements Identified during the Audit ISA 500, Audit Evidence ISA 501, Audit Evidence-Specific Considerations for Selected Items ISA 505, External Confirmations ISA 510, Initial Audit Engagements-Opening Balances ISA 520, Analytical Procedures ISA 530, Audit Sampling ISA 540, Auditing Accounting Estimates, Including Fair Value Accounting Estimates, and Related Disclosures ISA 550, Related Parties ISA 560, Subsequent Events ISA 570, Going Concern ISA 580, Written Representations ISA 600, Special Considerations-Audits of Group Financial Statements (Including the Work of Component Auditors) ISA 610, Using the Work of Internal Auditors ISA 620, Using the Work of an Auditor's Expert Elenco ISA 20

21 Elenco ISA ISA 700, Forming an Opinion and Reporting on Financial Statements ISA 705, Modifications to the Opinion in the Independent Auditor's Report ISA 706, Emphasis of Matter Paragraphs and Other Matter Paragraphs in the Independent Auditor's Report ISA 710, Comparative Information-Corresponding Figures and Comparative Financial Statements ISA 720, The Auditor's Responsibilities Relating to Other Information in Documents Containing Audited Financial Statements ISA 800, Special Considerations-Audits of Financial Statements Prepared in Accordance with Special Purpose Frameworks ISA 805, Special Considerations-Audits of Single Financial Statements and Specific Elements, Accounts or Items of a Financial Statement ISA 810, Engagements to Report on Summary Financial Statements 21

22 Page 22 Principi di revisione internazionali Lo IAASB emette diverse tipologie di documenti: International Standards on Auditing (ISAs) per l’audit di historical financial information International Standards on Review Engagements (ISREs) per la review di historical financial information International Standards on Assurance Engagements (ISAEs) per incarichi dove si fornisce assurance su aspetti diversi da historical financial information International Standards on Related Services (ISRSs) per incarichi per servizi correlati (non si fornisce assurance)

23 Page 23 La revisione nel modello del Financial Reporting Supply Chain Nell’analisi del concorso dell’attività di revisione alla trasparenza dell’informativa finanziaria aziendale, ci soffermeremo in particolare sulle fasi conclusive dell’incarico ed in particolare sul ruolo dell’engagement leader In particolare, prenderemo in esame il processo decisionale adottato dall’engagement leader e gli elementi che concorrono alla formulazione del suo giudizio professionale

24 Page 24 Aggiustamenti proposti alla Direzione Il processo di revisione Espressione del giudizio professionale Esecuzione del lavoro Pianificazione Relazione di Revisione Valutazione significatività aggiustamenti Procedure di Conformità Procedure di Sostanza Discussione Aggiustamenti Lettera di attestazione Strategia di Revisione Piano di Revsione Analisi Aziendale Analisi Bilancio Analisi Dei Rischi

25 Page 25 La revisione contabile nel modello del Financial Reporting Supply Chain L’attività conclusiva del processo di revisione è infatti quella nella quale si fanno valutazioni relative al bilancio nel suo complesso e alla sua capacità segnaletica. Si tratta quindi del momento di sintesi di tutta l’attività effettuata in cui il revisore si pone nella prospettiva della valutazione della trasparenza dell’informativa di bilancio.


Scaricare ppt "Università degli studi di Pavia Facoltà di Economia a.a. 2014-2015 Trasparenza dell’informativa finanziaria 1."

Presentazioni simili


Annunci Google