La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2 giugno 2015 Fondirigenti - Training Day Valorizzare le competenze manageriali per lo sviluppo d’impresa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2 giugno 2015 Fondirigenti - Training Day Valorizzare le competenze manageriali per lo sviluppo d’impresa."— Transcript della presentazione:

1 2 giugno 2015 Fondirigenti - Training Day Valorizzare le competenze manageriali per lo sviluppo d’impresa

2 2 giugno 2015 Slide 2 CARATTERISTICHE DEL PROGETTO Adecco Management School in collaborazione con Fòrema è lieta di presentare il piano formativo “VALORIZZARE LE COMPETENZE MANAGERIALI PER LO SVILUPPO D'IMPRESA” progettato per i dirigenti delle aziende della regione Veneto ed approvato da FONDIRIGENTI in data 16 aprile L'obiettivo del Piano è fornire ai partecipanti gli strumenti per sviluppare le capacità di lavorare all'interno di un team e di guidarlo attraverso lo sviluppo delle abilità relative a comunicazione efficace, fiducia, leadership diffusa, meccanismi di integrazione efficaci, valorizzazione delle diversità, flessibilità, capacità di apprendimento e decision making, capacità di perseguimento di un obiettivo, visone strategica integrata Il piano formativo, per raggiungere questi obiettivi, è strutturato su 8 singoli interventi organizzati in Training Day: portare i partecipanti al di fuori dei classici confini dell’ambiente formativo, per comprendere “sul campo”, con esperienze avvincenti e appassionanti, quali sono i fattori che determinano il successo di un team Ogni Training Day contiene elementi di collegamento agli altri e permette di sviluppare competenze e skills dei partecipanti da tre punti di vista: - il primo è quello dello sviluppo personale e del miglioramento delle attitudini ad interagire con un team e fornire il proprio reale contributo nel creare un ambiente sempre più produttivo e performante esplicitando la propria self leadership; - il secondo punto di osservazione è quello del team vero e proprio, riuscendo a vivere le dinamiche delle squadre vincenti dello sport ed individuando per se stessi, e per la propria organizzazione, modalità utili ad integrarsi sempre meglio nel proprio contesto di riferimento; - il terzo è quello della gestione del team secondo quello che è l’approccio più ricercato da ogni organizzazione poiché a sempre più alto valore aggiunto: il coaching.

3 2 giugno 2015 Slide 3 Il Piano formativo è rivolto solo a Dirigenti di aziende della regione Veneto aderenti a Fondirigenti La partecipazione alle azioni formative di questo Piano (fruibili anche singolarmente) è totalmente gratuita per i partecipanti e per le aziende aderenti a Fondirigenti Le aziende concorrono al finanziamento del Piano tramite il costo delle ore di lavoro del/dei dirigente/i in formazione Per l’iscrizione dei dirigenti occorre compilare l’apposita scheda allegata Per formalizzare la partecipazione delle aziende al Piano formativo, è prevista dalla normativa di Fondirigenti la compilazione di alcuni documenti che sarà cura di Adecco Management School / Fòrema fornire ed esplicare alle aziende stesse L’orario di inizio e fine di ciascun intervento formativo, nonché la location prevista, verranno comunicati agli iscritti qualche giorno prima dell’avvio del corso, corredato da tutte le informazioni di carattere organizzativo e logistico Scadenza iscrizioni: 10 giorni prima dell’avvio del percorso ASPETTI ORGANIZZATIVI

4 2 giugno 2015 Slide 4 FONDIRIGENTI – AVV. 1/2008 Presentazione Piani Formativi: 1.PUNTA IN ALTO - La comunicazione come elemento di sviluppo dei team eccellenti; 2.CAVALCARE L’ONDA - La fiducia come elemento di consolidamento e sviluppo dei team vincenti; 3.MEN OF HONOR - Sistemi di governance innovativi per la gestione efficace 4.HOLE IN ONE - La visione strategica per la realizzazione sostenibile degli obiettivi aziendali 5.ALL BACKS! - Come individuare, acquisire, sviluppare e trattenere i talenti in azienda 6.DRAGON BOAT TEAM: Come integrare e coordinare le competenze all’interno di team di successo 7.People Management - LEADERSHIP e MOTIVAZIONE IN LINGUA INGLESE 8.GLOBAL CONTACT: Creatività ed originalità per vincere le sfide del business (Internazionalizzazione PMI)

5 2 giugno 2015 Slide 5 PUNTA IN ALTO La comunicazione come elemento di sviluppo dei team eccellenti Contenuti La comunicazione e il team Regole, ruoli e mansioni Come si gestisce un briefing e come un debriefing L’organizzazione e la comunicazione La gestione delle informazioni importanti e quelle utili Comunicare prima e dopo la performance Comunicare in performance Il feedback dal capo, dai colleghi, dall’ambiente Ascoltare il feedback e dare il feedback La gestione dei conflitti Come raggiungere l’eccellenza attraverso gli strumenti di allineamento La strada dell’eccellenza: verso l’obiettivo “errori zero” Relazioni e professioni: amicizia, stima e fiducia Le tradizioni e le regole non scritte: ciò che il team non dice Attenzione e focus: come comunicare con se stessi Caratteristiche generali del corso Il corso si svolge all’interno della base PAN - Pattuglia Acrobatica Nazionale - a Rivolto (Ud) e consiste nel vivere due giorni gomito a gomito con i piloti di aeromobili considerati, da tutti, i migliori del mondo per professionalità, competenza ed abilità: le Frecce Tricolori. Attraverso l’ analisi delle strategie di comunicazione e interazione utilizzate da questo team straordinario, il percorso rappresenta un’occasione unica per comprendere il vero significato della parola empowerment. comprendere come si struttura il processo di comunicazione, la gestione del feedback, la valutazione, la gestione dei conflitti, dei briefing e debriefing, dei momenti di performance in team che ricercano l’eccellenza. Comprendere l’impatto che la comunicazione ha nell’individuare, definire e applicare meccanismi di ricerca della perfezione all’interno del team. Rivolto a chi vuole Calendario 14 e 15 maggio Rivotlo (Udine)

6 2 giugno 2015 Slide 6 CAVALCARE L’ONDA La fiducia come elemento di consolidamento e sviluppo dei team vincenti Contenuti Gli elementi fondamentali per creare fiducia L’impatto dell’ambiente sulle performance del team Le forze che generano performance e il loro utilizzo La coerenza come motore delle relazioni La competenza e la crescita del team Trovare senso di affidamento attraverso l’equilibrio personale La trasparenza e la gestione corretta del feedback Affrontare lo stress e i momenti difficili in team Differenze, vantaggi e limiti del coordinamento e della cooperazione Le sfide comuni: definire gli obiettivi e i ruoli Empowerment e senso di responsabilità Il vantaggio della fiducia in situazioni estreme Trasformare la competenza soggettiva in risorsa per il team Caratteristiche generali del corso Il corso è interamente svolto in outdoor. La base è presso una delle sedi riconosciute dalla Federazione Italiana Rafting. Nel giorno di training si vive l’emozione di cavalcare in team, a bordo di un gommone, un torrente in piena. Gli elementi di briefing e debriefing consentono di comprendere strumenti e strategie in modo approfondito e concreto trasformando le emozioni in strategie operative e gestionali. sviluppare un senso di fiducia ed affiatamento all’interno di un team di lavoro, di progetto, interfunzionale o di processo. Migliorare le relazioni tra i membri per ottenere un coordinamento più efficace, relazioni più solide e uno spirito di team profondo e condiviso. Ideale per comprendere quali sono i meccanismi che creano fiducia e generano rapporti produttivi nel team. Rivolto a chi vuole Calendario 26 giugno – Bassano (VI)

7 2 giugno 2015 Slide 7 MEN OF HONOR Sistemi di governance innovativi per la gestione efficace La governance DESCRIZIONE Tramite l’innovativa disciplina sportiva del Soft Air i partecipanti saranno immersi in un percorso di apprendimento sul campo, in situazioni che richiedono un completo coinvolgimento del soggetto (anche fisico) ed in condizioni non convenzionali, tali da richiedere al soggetto stesso l’utilizzazione di tutte le sue risorse, e la sperimentazione attiva in assenza di punti di riferimento stabili e rassicuranti. Condizioni di apprendimento estranee o poco familiari che permettano di sviluppare la capacità di gestire il team strutturando la catena di comando in modo efficace e affrontare la novità, il cambiamento e l’incertezza in tempo reale Compiti reali legati a problemi concreti. In queste situazioni la definizione precisa della struttura di comunicazione, delega, controllo e responsabilità diviene fondamentale per sviluppare performance eccellenti. CONTENUTI Le strutture di comando e la gestione armonica dei team complessi L’integrazione interfunzionale ed interculturale: quali strumenti La riduzione attiva delle barriere tra reparti/uffici diversi e lo sviluppo della collaborazione La creazione del senso di appartenenza attraverso la definizione corretta della catena di comando. Lo “sharing” delle competenze e lo sviluppo della comunicazione attiva Principi di delega e controllo efficaci “Il successo giunge soltanto quando l’intuizione si combina con il coraggio di prendere decisioni.” Uelli Prager Calendario 2 luglio Padova

8 2 giugno 2015 Slide 8 ALL BACKS! Come individuare, acquisire, sviluppare e trattenere i talenti in azienda Sviluppo dei talenti e delega DESCRIZIONE Gestire risorse in azienda significa avere la sensibilità di comprendere che questa è un organismo complesso e fatto di cose che si possono misurare e cose che non sono così facilmente definibili. Tra le risorse fondamentali dell’azienda ci sono i cosiddetti “assetti intangibili” composti in gran parte dalle persone e dalle loro conoscenze. Individuare i talenti e trattenerli è una dote fondamentale per un buon manager: un talento è colui che è in grado con la propria presenza di dare valore a tutta la squadra, sé giocare per la squadra ed elevare il livello dei propri compagni. In un’esperienza di rugby è possibile comprendere come andare avanti “passando la palla indietro” e come comprendere e coinvolgere i talenti rendendoli in grado di integrarsi nel team e svilupparne, in modo indotto, le performance. CONTENUTI Comprendere e definire le competenze dirette ed indirette dei ruoli Lo sviluppo delle attitudini di lavoro in team Comprendere, definire ed individuare i talenti Gli strumenti di sviluppo dei talenti e di potenziamento del team I principi di delega e controllo e le diverse personalità Trattenere i talenti e svilupparne le competenze: gratificazioni e formazione Utilizzare il talento per sviluppare le performance “Non è vero che le persone sono la più importante risorsa dell’azienda: le persone giuste lo sono!” Jim Collins Calendario 18 settembre – Rovigo

9 2 giugno 2015 Slide 9 HOLE IN ONE La visione strategica per la realizzazione sostenibile degli obiettivi aziendali Visione Strategica DESCRIZIONE Il golf è uno sport incredibile nel quale la mente funziona senza sosta e determina profezie che si autorealizzano continuamente: la capacità di indirizzare la propria mente nella direzione voluta è caratteristica dei grandi leader. La visione strategica contraddistingue l’operato dei manager in grado di realizzare visioni ambiziose ed impegnative con la capacità di realizzare una costante verifica delle risorse disponibili e della sostenibilità delle azioni da implementare. L’esperienza vissuta sul campo da golf permette di comprendere questi aspetti in un contesto diverso dall’azienda: in questo modo, senza la protezione delle abitudini manageriali consolidate, è necessario proiettarsi in processi cognitivi nuovi e apprendere strumenti profondi ed efficaci di gestione psichica degli obiettivi. CONTENUTI Il senso dell’obtv e le sue implicazioni Visione, missione e programmazione strategica Strategia e tattica I metodi per la gestione della direzione manageriale Il senso del tempo e le sue implicazioni Concetto della sostenibilità dei piani di azione Il budgeting personale e l’organizzazione delle attività Individuazione dei punti di miglioramento e l’analisi “rolling” Verifiche dei tempi e dei modi per la ridefinizione dei target: stage and gate Oggettività ed emotività nella pianificazione stretegica “Non riuscivo a trovare l'auto sportiva dei miei sogni, così l'ho costruita da solo.” Ferdinand Porsche Calendario 30 settembre – Golf Club Montecchia (PD)

10 2 giugno 2015 Slide 10 DRAGON BOAT TEAM Come integrare e coordinare le competenze all’interno di team di successo Contenuti I meccanismi di integrazione dei gruppi e il livello di evoluzione Le fasi di sviluppo del team I meccanismi di miglioramento e la definizione dei target personali Miglioramento personale e miglioramento di team: come gestire le priorità Autovalutazione oggettiva delle performance Le performance soggettive all’interno del team Il contributo del team nello sviluppo Strumenti di miglioramento complessivo: la metaposizione come strumento di evoluzione Autodeterminazione delle strategie di sviluppo: l’approccio di coaching Emozioni e ragione: le due facce della medaglia Superare i limiti percepiti coordinandosi con il team Caratteristiche generali del corso Il Dragon Boat è una disciplina sportiva di origine orientale, considerata esemplare nel facilitare dinamiche di generazione del team. Attraverso un percorso guidato offre la possibilità di vivere in modo profondo questo bellissimo sport a contatto con la natura, trasformando un gruppo di persone, con caratteristiche psico-motorie diverse, in un vero e proprio “team”/“equipaggio” pronto ad esprimersi anche in un contesto competitivo. consolidare la capacità di lavorare in team sperimentando processi e dinamiche che caratterizzano il funzionamento del team. Individuare metodologie efficaci per la costruzione e o sviluppo del team. Vivere situazioni progettuali in cui compiti e obiettivi a prima vista irraggiungibili possano essere conseguiti coniugando metodo e mobilitazione delle energie individuali e di gruppo Rivolto a chi vuole Calendario 8 ottobre – Canottieri Padova (PD)

11 2 giugno 2015 Slide 11 Contenuti La dirigenza: ruolo e responsabilità I risultati attraverso le risorse umane Fidarsi della fiducia Leader di se stessi Il denaro motiva? Motivazione e demotivazione Dott. Reinhard Sprenger Autore, Relatore, Trainer, Consulente per lo sviluppo personale Il dott. Reinhard Sprenger vive ad Essen e a Santa Fe, New Mexico. Dopo gli studi di filosofia, psicologia, economia aziendale, storia ed educazione fisica all’Università della Ruhr a Bochum e alla Libera Università di Berlino, consegue la laurea in filosofia nel 1985 e vince con la sua tesi “Identità nazionale e modernizzazione” il premio Carl Diem. Secondo il settimanale “Der Spiegel” è “l’autore di libri sul management aziendale più letto in Germania”. Tra i suoi clienti figurano quasi tutte le grandi aziende del DAX. Relatore, formatore e consulente per lo sviluppo del personale, suscita con le sue tesi sempre grande scalpore: “è l’unico guru del management che in Germania meriti davvero questo attributo” (Financial Times Germania). Seminario Formativo: Dr. REINHARD SPRENGER In lingua inglese Calendario: Ottobre/Novembre – Confindustria Padova

12 2 giugno 2015 Slide 12 GLOBAL CONTACT Creatività ed originalità per vincere le sfide del business (Internazionalizzazione PMI) Sviluppo energia personale DESCRIZIONE L’impresa nasce per la capacità dell’imprenditore di creare qualcosa che serve, che molto spesso “prima” non c’era. Poi le aziende crescono, si strutturano, si rinforzano, si “razionalizzano”, ma come si fa a non perdere quella scintilla che ha fatto nascere l’azienda, che ha fatto vedere all’imprenditore qualcosa che non c’era, che ha creato valore da un’intuizione? Vogliamo proporre un percorso diverso per risalire alla fonte delle idee, portando creatività ed originalità al servizio del business, in uno scenario macroeconomico che apre continuamente nuove sfide alle PMI, nei nuovi e diversi contesti internazionali. CONTENUTI Lo scenario competitivo per le PMI, l’allargamento dei confini e la ricerca di nuove opportunità di business anche in un contesto internazionale. Quali sono leve manageriali vincenti, nelle PMI, per l’innovazione e l’internazionalizzazione. L’intuizione imprenditoriale e la gestione manageriale: la ricerca e la valorizzazione di questo equilibrio. La creatività nelle posizioni dirigenziali. Saper coinvolgere i collaboratori nello sviluppo di nuove idee. Sperimentazione di alcune metodologie di creatività finalizzata al risultato. “Un uomo incapace di avere visioni non realizzerà mai una grande speranza né comincerà mai alcuna grande impresa” Woodrow Wilson Calendario: Ottobre/Novembre – Confindustria Padova

13 2 giugno 2015 Slide 13 CONTATTI Per ulteriori informazioni e aggiornamenti rivolgersi a: Fòrema S.c.a.r.l. Via E.P. Masini, Padova Tel Fax Chiara Nasci Tel Adecco Formazione s.r.l. Via Magarotto, 9 – Padova Cristina Ghiringhello Tel Tamara Tonioni Tel Giovanni Arzenton Tel


Scaricare ppt "2 giugno 2015 Fondirigenti - Training Day Valorizzare le competenze manageriali per lo sviluppo d’impresa."

Presentazioni simili


Annunci Google