La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Evidenze epidemiologiche ed impatti sulla salute da grandi impianti Valerio Gennaro Medici per lAmbiente (ISDE, Genova) c/o Dip. Epidemiologia e Prevenzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Evidenze epidemiologiche ed impatti sulla salute da grandi impianti Valerio Gennaro Medici per lAmbiente (ISDE, Genova) c/o Dip. Epidemiologia e Prevenzione."— Transcript della presentazione:

1 Evidenze epidemiologiche ed impatti sulla salute da grandi impianti Valerio Gennaro Medici per lAmbiente (ISDE, Genova) c/o Dip. Epidemiologia e Prevenzione Istituto Nazionale per la Ricerca sul Cancro (IST) Genova Assemblea degli Eletti VERDI Roma, 22 –23 Giugno 2007

2 Epidemiologia è la disciplina che studia la disciplina che studia nelle popolazioni umane la diffusione delle malattie e delle cause di malattia al fine di conoscere e fare Prevenzione Primaria (rimanere sani) in modo tempestivoed efficace … anche…

3 10 strumenti dellepidemiologo 1. Esposizione 1. Esposizione (Si/…/No) 2. Malattie 2. Malattie / sintomi (Si/…/No) 3. Letteratura 3. Letteratura scientifica 4. Disegno 4. Disegno dello studio 5. Riferimenti 5. Riferimenti / Controlli 6. Fattori 6. Fattori confondenti 7. Statistica 8. Rigore 8. Rigore scientifico 9. Etica 10. Indipendenza

4 INCIDENZA E MORTALITA PER CANCRO IN ITALIA Tassi standardizzati per età (n.casi x ) - Periodo (Epidemiologia e Prevenzione, 2006) INCIDENZA E MORTALITA PER CANCRO IN ITALIA Tassi standardizzati per età (n.casi x ) - Periodo (Epidemiologia e Prevenzione, 2006)

5

6

7 Rete Monitoraggio, genotossicità particolato atmosferico urbano, Regione Emilia R.

8 Emissione PM10 nellaria in Europa Emissione PM10 nellaria in Europa (European Commission, 2003)* traffico stradale: 28 %; traffico stradale: 28 %; centrali elettriche: 24 %; centrali elettriche: 24 %; industrie: 14 %; industrie: 14 %; agricoltura: 13 %; agricoltura: 13 %; altre forme di trasporto: 11 %. altre forme di trasporto: 11 %. * European Commission: Airborne particles and their health effects in Europe. Brussels, ENV.C1/AZr March (2003). TNO, 1997, Particulate Matter Emissions (PM 10, PM 2.5, PM 0.1) in Europe in 1990 and 1993, TNO Report No TNO-MER-R96/472, The Netherlands).

9 Mortalità complessiva …Solo da PM 10 !

10

11 Lungo termine: 8220 decessi/anno (9%) Breve termine: 1372 decessi/anno (1.5%) OMS Europa, Mortalità per tutte le cause da PM10 oltre 20 micro gr./m3 Periodo: città italiane con oltre abitanti; 9 milioni di persone (16%) 9 milioni di persone (16%) Effetti (età +30 anni):

12 Mortalità complessiva …SOLO da PM2.5 e ruolo socio economico

13

14 Bibliografia WHO, 2006 …oltre 550 riferimenti…

15 DONNE: SENTINELLE DELL AMBIENTE Ogni incremento di 10 mcg/m3 di PM2.5 è associato (ss) a: +76% decessi Cardio V. +35% decessi Cerebro V.

16 Effetti cancerogeni sostanze emesse da inceneritori (Ann. Ist. Sup. San. 2004)AgenteIARC Effetto cancerogeno / sede Arsenico1 Pelle, polmoni, fegato, vescica,rene, colon Benzene1Leucemia Berillio1Polmone Cadmio1 Polmone, prostata Cromo1Polmone Nickel1Polmone Diossina (TCDD) 1 Linfomi, sarcomi non Hodgkin Cloroformio2B Vescica, rene, encefalo, linfoma Clorofenoli2B Sarcomi tess. molli, linfomi Hodgkin, L n H Idrocarburi Polic 2B Fegato, polmone, leucemia Mercurio2B Polmone, pancreas, colon, prostata, encefalo, rene Piombo2B Polmone, vescica, rene, gastroenterica Tricloroetilene2B Fegato, linfomi non Hodgkin

17 Studio Enhance Health (EH) Coriano, Forlì

18 lo studio risponde a due obiettivi complementari:lo studio risponde a due obiettivi complementari: valutare lo stato di salute della popolazione residente in prossimità degli impianti di incenerimento ed esaminare la relazione tra livelli di esposizione ad inquinanti ambientali e specifici effetti sanitari. Analizzare lo stato di salute della popolazione esposta alle emissioni in atmosfera di 2 inceneritori localizzati nellarea di CF. Obiettivo dello studio Enhance Health (EH):

19

20 Tuttavia, analizzando le singole cause, sono stati riscontrati alcuni eccessi di mortalità e incidenza da considerare con maggior attenzione. Infatti è stato riscontrato nelle donne un eccesso di mortalità per tumori dello stomaco, colon retto mammella e tutti i tumori. Risultati e Conclusioni dello studio EH lo studio epidemiologico dellarea di CF nellanalisi dellintera coorte per livelli di esposizione ambientale potenzialmente attribuibili agli impianti di incenerimento (tracciante metalli pesanti) con aggiustamento per livello socio-economico della popolazione, non mostra eccessi di mortalità generale e di incidenza di tutti i tumori.

21

22

23

24

25

26

27

28 Tutte le cause: 1654 Tumori: 524 Enhance Health 2007 Decessi: Osservati + Attesi (solo donne residenza superiore a 5 anni)

29 Mortalità Totale Enhance Health 2007 Coriano: Residenza superiore a 5 anni Esposizione metalli pesanti - Donne Livelli di esposizione MEDIO +7% +26% ALTO +9% +54% BASSO +17% +17% Mortalità Tumore

30 per non sottostimare la relazione causale tra le emissioni degli inceneritori Nostro obiettivo Individuare i punti di forza e debolezza dello studio EH e gli effetti sanitari della popolazione esposta.

31 8. altissima esposizione. residenti da oltre 10 anni nellarea a maggior livello di metalli (od altri inquinanti); Proposte: ulteriori analisi 5. totale ricoveri e/o dimissioni (SDO); 6. altre specifiche cause di ricovero (SNC, endocrino, immunitario, tumori,..); 7. totale altre cause; 9. R iferimento non esposto (veramente): a) residenti oltre i 3.5 km; b) Livello 0 ng/m3 (?); 3. trend: temporali ed esposizione (durata e livelli) 2. genere: confronto fulltime vs. partime; 1. classe detà: neonati, bambini, giovani, anziani;

32 Proposte: disaggregare 1. maschi con femmine (più esposte); 3. esposti per un lungo periodo (oltre 10 anni) vs, breve (5-10aa); 2. area non-esposta (0-1 nanog/m3: riferimento) con esposta (1-1,9: bassa); 4. residente nellarea a maggior inquinamento (7,4 – 52,0 ng/m3) Sapere se: se i metalli pesanti sono traccianti affidabili di altri inquinanti…

33 Riduzione del 30% delle spese militari annuali Spese militari annuali nel mondo: 780 miliardi di dollari (UNESCO 2001) Usare meglio le risorse già esistenti (buon senso)

34

35 United Nations Environment Programme UNEP, Depleted Uranium in Kosovo. Post-conflict Environmental Assessment Contaminazione del KOSOVO con Uranio Impoverito (emivita: 4.5 mld anni)

36 PRIMO: non sottostimare il rischio Valerio Gennaro, Lorenzo Tomatis Business bias: How epidemiologic studies may underestimate or fail to detect increased risks of cancer and other diseases. Int J Occup Environ Health 2005; 11: 356–359 Popolazione di riferimento: non esposti (solo) Popolazioni in studio: esposti (solo)

37 Perché non conviene inquinare ? Grandi impianti: grandi inquinamenti? Economici (bonifiche, cure, ecc.); Ambientali (locali); Ambientali (globali); Sanitari (malattie, decessi); Etico, sociali,… (usa e getta, guerre,…)

38 Grazie… AMBIENTE SALUTE Domande/commenti?


Scaricare ppt "Evidenze epidemiologiche ed impatti sulla salute da grandi impianti Valerio Gennaro Medici per lAmbiente (ISDE, Genova) c/o Dip. Epidemiologia e Prevenzione."

Presentazioni simili


Annunci Google