La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fonti di distorsione nella misura delle disuguaglianze di salute: il confronto temporale e spaziale, laggiustamento per altre covariate, il bias ecologico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fonti di distorsione nella misura delle disuguaglianze di salute: il confronto temporale e spaziale, laggiustamento per altre covariate, il bias ecologico."— Transcript della presentazione:

1 Fonti di distorsione nella misura delle disuguaglianze di salute: il confronto temporale e spaziale, laggiustamento per altre covariate, il bias ecologico Annibale Biggeri Dipartimento di Statistica G. Parenti Università di Firenze Unità di Biostatistica, CSPO Firenze Convegno AIE - Roma 16 maggio 2008

2 introduzione Consideriamo solo la associazione tra indice di deprivazione (o variabili socio-economiche) ed esiti sanitari (mortalità). Lo scopo del ricercatore può essere la quantificazione delleffetto oppure il controllo del confondimento da variabili socio-economiche. Consideriamo nellordine: –Stabilità temporale dellassociazione –Stabilità spaziale o, meglio, significato dellindice (semplice o complesso) –Confondimento delletà e distorsione ecologica –La sezione di censimento

3 Lindice di deprivazione come confondente negli studi di epidemiologia descrittiva. Esempio: Grisotto et al., 2007 Diagramma di dispersione tra SMR aggiustati per deprivazione e SMR con standard regionale o locale (scala logaritmica). Retta di perfetta concordanza (in continuo) e Retta RMA (in tratteggio) Rosso:cause di morte significative con standard Regione e non con agg. per depriv. Verde: significativo SMR agg. per depriv. ma non con standard regione. luso dello standard regionale porti a dichiarare significativi degli SMR che sono spiegati da differenze di deprivazione materiale.

4 Stabilità temporale La distribuzione geografica dei livelli di deprivazione materiale è sorprendentemente stabile per tempo di calendario

5 andamenti secolari nella mortalità La tendenza alla omogeneizzazione dei livelli di mortalità e la migrazione dei fattori di rischio portano ad un diminuzione del valore predittivo dei differenziali geografici di deprivazione materiale log-RR per deprivazione materiale tumore del polmone, maschi, Toscana (Dreassi et al. SIM 2005)

6 tempi di latenza Lassociazione tra deprivazione materiale e mortalità causa-specifica mostra caratteristici tempi di latenza log-RR (intervalli di credibilità al 95%) e probabilità a posteriori per differenti lag temporali Mortalità Toscana Deprivazione mat (Biggeri e Dreassi, 2002 IBC)

7 le coorti di nascita (Catelan et al. Stat Mod 2006)

8 Le associazioni con variabili socio-economiche possono essere più evidenti nella dimensione temporale della coorte di nascita. indici relativi le coorti di nascita (Catelan et al. Stat Mod 2006)

9

10 stabilità spaziale – significato dellindice Il suo significato non è costante nelle differenti Regioni

11 significato degli indicatori: significato degli indicatori: la correlazione si inverte, è presente distorsione ecologica titolo di godimento dellabitazione e bassa istruzione (Ocello, 2008)

12 indice di deprivazione

13 laggiustamento per altre covariate Nelle regressioni ecologiche usare una variabile di risposta standardizzata per età (es. SMR) porta a una distorsione nella stima dellassociazione con lindice di deprivazione a meno che anche lindice sia stato standardizzato per età. la distorsione ecologica Il coefficiente di regressione ottenuto sui dati aggregati differisce dal coefficiente ottenuto sui dati individuali a causa di confondimento o modificazione di effetto generati dalla aggregazione.

14 Materiali Coorte censuaria della città di Firenze (Studio longitudinale toscano SLTo) arruolamento: censimento 1991 follow-up: 31 dicembre 1995 esito in studio: mortalità per tutte le cause restrizioni: uomini, anni di età soggetti con anni persona e 4312 decessi (un tasso grezzo di 7,6 per mille) su 2752 sezioni di censimento

15 Metodi Abbiamo definito un indice di deprivazione su base individuale come la somma di condizioni di svantaggio (da zero a quattro): bassa istruzione (licenza elementare o inferiore), disoccupazione, abitazione piccola (<25 mq), assenza di bagno nellappartamento. sullindice come lineare RR=1,31 (logRR=0.27)

16 Modelli statistici

17 Risultati: 1. modelli individuali e distorsione ecologica

18 commento alla distorsione ecologica Il coefficiente del modello sui dati individuali non tiene conto delleffetto contestuale veicolato dal valor medio per sezione di censimento. Vi è un importante effetto contestuale. Il modello di Cronbach fornisce il coefficiente totale che si ottiene sui dati aggregati ed è la somma delleffetto netto individuale più leffetto contestuale. I coefficienti per unità di dev. standard corrispondono ai confronti usuali (sui quartili, sezioni censuarie molto vs poco) =

19 Risultati: 2. modelli aggregati senza standardizzazione

20 Risultati: 3. modelli aggregati con standardizzazione

21 commento alla distorsione da mancata standardizzazione per età Lanalisi sui dati aggregati non riproduce lanalisi sui dati individuali. E meno distorta, sui nostri dati, lanalisi sui tassi grezzi per sezione. Il modello aggregato per età (m. 4) sembra portare alla sola stima delleffetto contestuale. Lanalisi che utilizza come variabile di risposta i tassi standardizzati per età produce risultati distorti. Nei nostri dati usando la covariata per unità di dev. standard si ha una sovrastima delleffetto. Il modello con lindice di deprivazione standardizzato per età porta a risultati non distorti.

22 riassumendo i differenti modelli indice per unità di dev. standard

23 indice per sezione tabelle relative agli uomini <75 anni (Paci et al SLTo 2007)

24 Attribuzione della Sezione di censimento 2001 Inviati n° 9072 Georeferenziati n° 7815 (86.1%) Cause per non georeferenziazione –621 (49.4%) indirizzi non validi –341 (27.1) indirizzo non rilevato –269 (21.4%) indirizzo mancante –26 (2.1%) lettere senza significato Georeferenziazione dei dati del RTRT 2004 (sedi principali)

25 conclusioni Abbiamo considerato solo la associazione tra indice di deprivazione (o variabili socio-economiche) ed esiti sanitari (mortalità). Stabilità temporale dellassociazione vi è una tendenza alla diminuzione della grandezza dellassociazione – latenza – coorte di nascita Stabilità spaziale o significato dellindice (semplice o complesso) varia da regione a regione Confondimento delletà e distorsione ecologica effetti contestuali su piccola scala – standardizzazione dellindice La sezione di censimento potenzialmente soggetta a distorsione ecologica

26 Ringraziamenti Ricerca finalizzata Regione Valle dAosta SLTo MIUR PRIN PON ATAS EU ESA


Scaricare ppt "Fonti di distorsione nella misura delle disuguaglianze di salute: il confronto temporale e spaziale, laggiustamento per altre covariate, il bias ecologico."

Presentazioni simili


Annunci Google