La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL SISTEMA IDRICO INTEGRATO NEL COMUNE DI CHIOGGIA IL DEPURATORE DI VAL DA RIO Relatore: Adriano TOLOMEI – Veritas S.p.A – Direttore Territoriale Unità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL SISTEMA IDRICO INTEGRATO NEL COMUNE DI CHIOGGIA IL DEPURATORE DI VAL DA RIO Relatore: Adriano TOLOMEI – Veritas S.p.A – Direttore Territoriale Unità"— Transcript della presentazione:

1 IL SISTEMA IDRICO INTEGRATO NEL COMUNE DI CHIOGGIA IL DEPURATORE DI VAL DA RIO Relatore: Adriano TOLOMEI – Veritas S.p.A – Direttore Territoriale Unità Locale di Chioggia ESPERIENZE QUALIFICANTI DI VALORIZZAZIONE E TUTELA AMBIENTALE LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE

2 22 maggio CHI E VERITAS Veritas – Veneziana Energia Risorse Idriche Territorio Ambiente Servizi - è la prima multiutility del Veneto per abitanti serviti nei settori delligiene ambientale e del ciclo idrico integrato, la sua sede si trova a Venezia, Santa Croce 489. PRESENTAZIONE VERITAS LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE

3 22 maggio LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE IL CONTESTO TERRITORIALE

4 22 maggio Da evidenziare che la parte di territorio formata da terre emerse, in alcuni periodi dellanno, è soggetta al noto fenomeno dellacqua alta. Per questo ci sono 11 impianti di modulazione e sollevamento nel solo centro storico. LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE IL CONTESTO TERRITORIALE

5 22 maggio Il territorio subisce, in maniera rilevante, le ricadute conseguenti alla presenza di tre foci di fiumi importanti come Adige, Brenta e Bacchiglione. LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE IL CONTESTO TERRITORIALE

6 22 maggio In questo contesto si è inserita lattività dellAzienda prima ASP oggi VERITAS, dedicata a rispondere con azioni concrete sia alle esigenze essenziali, sia alle esigenze ambientali (oltre l85% degli utenti è collegata alla fognatura e collettata al depuratore). LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE IL CONTESTO TERRITORIALE

7 22 maggio LE FASI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO Captazione e potabilizzazione Adduzione Distribuzione e Vendita Collettamento Depurazione Interconnessione acquedotti Venezia e Chioggia in linea con Mosav Implementazione sistema di adduzione e costruzione vasche accumulo Chiusura anello, ricerca perdite, bonifica contatori Collettamento 85% utenze, rifacimento infrastrutture, smaltim acque meteoriche Adeguemento tecnologico ed ambientale del Depuratore LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE

8 22 maggio I sistemi idrico e fognario sono stati sviluppati nel territorio di Chioggia nel corso degli ultimi anni, ma è dalla metà degli anni 90 che con una pianificazione territoriale è stata data attuazione ad interventi strutturali sia per il comparto idropotabile che per la salvaguardia della laguna e del territorio, con nuove linee di alimentazione da Venezia per Chioggia – Cavarzere – Polesine e con le opere di salvaguardia dalle maree con linnalzamento delle rive di Chioggia LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE LE AZIONI CONCRETE

9 22 maggio Per quanto riguarda la Tutela Ambientale, VERITAS, recependo con due anni di anticipo i contenuti della d.G.R. n del , che nelle Norme Tecniche di Attuazione vieta dal 1 gennaio 2008 luso di sistemi di disinfezione che impiegano cloro gas o ipoclorito, limpianto di Val da Rio dal 2003 si è dotato di uno dei primi impianti di disinfezione a raggi ultravioletti in Italia. LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE LE AZIONI CONCRETE

10 22 maggio INTERVENTI PREVISTI Tubazioni Vasche di prima pioggia LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE IPROGRAMMIIPROGRAMMI

11 22 maggio Relativamente al Servizio Idrico Integrato, dal 1996 al 2008 sono stati realizzati circa 75 mln di investimenti LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE GLI INVESTIMENTI REALIZZATI

12 22 maggio IL COMPLESSO E PARTICOLARE TERRITORIO IN CUI OPERA LAZIENDA NELLA UNITA LOCALE DI CHIOGGIA TRA TERRA LAGUNA E MARE Il territorio del Comune di Chioggia occupa una superficie complessiva di 185,19 Kmq, di cui 89 Kmq cioè ben il 48% è formato da aree lagunari LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE LA PARTICOLARITA

13 13 SS ROMEA LAGUNA DI VENEZIA SUD LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009 IL DEPURATORE DI VAL DA RIO

14 14 Rete fognaria di Sottomarina e frazioni con fluttuazioni stagionali ed alta diluizione Rete fognaria del Centro Storico di Chioggia caratterizzata da elevata salinità Scarico effluente depurato al fiume Brenta Flussi in arrivo ed in uscita allimpianto LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009

15 15 LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE

16 22 maggio LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE

17 17 LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009 ALCUNE PARTICOLARITA: LA SALINITA

18 18 CREAZIONE DI ADEGUATI VOLUMI PER LA RIMOZIONE BIOLOGICA DEI NUTRIENTI MASSIMO CONTROLLO DEI PARAMETRI GESTIONALI (ricircolo e supero fanghi, ossigeno disciolto, ricircolo nitrati, ecc…) CREAZIONE DI AMPIE SUPERFICI PER LA SEDIMENTAZIONE (riduzione di fenomeni di bulking e foaming in occasione die picchi di salinità) VERSATILITA DEL PROCESSO DI TRATTAMENTO FANGHI ADEGUAMENTO DELLIMPIANTO DAL PUNTO DI VISTA AMBIENTALE CON RESTYLING ARCHITETTONICO E CREAZIONE DI AMPIA MASCHERATURA A VERDE LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009 LINEE GIUDA PER LA RISTRUTTURAZIONE

19 19 installazione di un gruppo elettrogeno demergenza realizzazione delle reti di distribuzione su cunicoli ispezionabili installazione di un sistema di abbattimento odori in corrispondenza della sala fanghi, del ricevimento bottini, nonché copertura di alcune vasche implementazione di un sistema di telecontrollo dellimpianto e di tutte le stazioni di sollevamento esterne realizzazione dellimpianto antincendio LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE realizzazione di due cupole per il contenimento emissioni odorose in atmosfera 22 maggio 2009 GLI INTERVENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO

20 20 MATERIALI COMPRESSIBILI CON SCADENTI CARATTERISTICHE MECCANICHE DI RESISTENZA E DEFORMABILITA LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009

21 21 INTERVENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO Adeguamento al comparto dissabbiatura e potenziamento del sistema di diffusione aria della linea picchi LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009

22 22 INTERVENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO Potenziamento del sistema di ricircolo nitrati e fanghi, nonché del sistema di diffusione aria a bolle fini della linea 3° lotto LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009

23 23 INTERVENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO Completa rivisitazione dellex bacino combinato con creazione di nuovi volumi per il trattamento biologico, modifica del funzionamento da radiale a plug-flow per un migliore controllo dellossigeno disciolto LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009

24 24 INTERVENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO Sostituzione delle vecchie soffianti a lobi con tre soffianti centrifughe con funzionamento a inverter LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009

25 25 INTERVENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO Realizzazione di un nuovo comparto per la lavorazione dei fanghi comprendente un pre ispessitore statico, un pre ispessitore dinamico a tavolo vibrante, un post ispessitore e n. 2 nastropresse LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009

26 26 INTERVENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO Realizzazione della linea per lo sfruttamento del biogas con installazione di un nuovo gasometro a membrana LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009

27 27 INTERVENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO Realizzazione di una stazione per il ricevimento dei bottini da autoespurgo e per lo stoccaggio temporaneo dei reflui extrafognari LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE 22 maggio 2009

28 28 LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE INTERVENTI DI ADEGUAMENTO IMPIANTISTICO Realizzazione di due cupole per il contenimento emissioni odorose in atmosfera

29 02/01/ maggio LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE LO SVILUPPO Accordo di programma per la salvaguardia ambientale del bacino del Lusenzo nella laguna di Venezia Soggetti: Il Ministero dellambiente della tutela del territorio e del mare; Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti-magistrato alle acque di Venezia; Il Commissario delegato per lemergenza concernente gli eccezionali eventi meteorologici del 26 settembre 2007 che hanno colpito parte della Regione Veneto; La Regione Veneto Il Comune di Chioggia AATO Laguna di Venezia

30 02/01/ maggio LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE FINALITA E OBIETTIVI 1.Miglioramento stato ambientale del bacino del Lusenzo; 2.Prevenzione idraulica area di Sottomarina; 3.Prevenzione e riduzione delle condizioni che possono portare alla iperproliferazione macroalgale e alla conseguente anossia del bacino del Lusenzo, anche attraverso il collettamento degli sfiori della fognatura mista; 4.Il miglioramento della gestione idraulica del territorio in caso di eventi meteorici eccezionali attraverso il collettamento a linvaso delle acque meteoriche.

31 22 maggio LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE

32 22 maggio LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE

33 GRAZIE PER LATTENZIONE 22 maggio LA TUTELA DELLE ACQUE FLUVIALI, LAGUNARI E MARINE


Scaricare ppt "IL SISTEMA IDRICO INTEGRATO NEL COMUNE DI CHIOGGIA IL DEPURATORE DI VAL DA RIO Relatore: Adriano TOLOMEI – Veritas S.p.A – Direttore Territoriale Unità"

Presentazioni simili


Annunci Google