La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Banca Fideuram: Piano Triennale 2005-2007 Banca Fideuram: Piano Triennale 2005-2007 Giuseppe Rosnati Direttore Generale Milano, 8 marzo 2005 Giuseppe Rosnati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Banca Fideuram: Piano Triennale 2005-2007 Banca Fideuram: Piano Triennale 2005-2007 Giuseppe Rosnati Direttore Generale Milano, 8 marzo 2005 Giuseppe Rosnati."— Transcript della presentazione:

1 Banca Fideuram: Piano Triennale Banca Fideuram: Piano Triennale Giuseppe Rosnati Direttore Generale Milano, 8 marzo 2005 Giuseppe Rosnati Direttore Generale Milano, 8 marzo 2005

2 Lo Scenario di Mercato è ragionevolmente positivo e noi siamo ben posizionati per approfittarne Negli ultimi tre anni siamo stati molto efficaci nellestrarre valore dagli asset in gestione, ma abbiamo perso quota di mercato. Dobbiamo ritornare a crescere in linea con le nostre ambizioni Il piano triennale fornisce tre risposte forti alle incertezze degli ultimi mesi Con il piano triennale ci poniamo obiettivi sfidanti ma raggiungibili, in linea con la storia e le ambizioni di una Grande Fideuram Lo Scenario di Mercato è ragionevolmente positivo e noi siamo ben posizionati per approfittarne Negli ultimi tre anni siamo stati molto efficaci nellestrarre valore dagli asset in gestione, ma abbiamo perso quota di mercato. Dobbiamo ritornare a crescere in linea con le nostre ambizioni Il piano triennale fornisce tre risposte forti alle incertezze degli ultimi mesi Con il piano triennale ci poniamo obiettivi sfidanti ma raggiungibili, in linea con la storia e le ambizioni di una Grande Fideuram Principali Messaggi

3 Scenario di Mercato Positivo Crescita delle attività finanziarie delle famiglie italiane ancora attraente … … ma principalmente concentrata nei segmenti Affluent e HNW Opportunità dalla riforma previdenziale principalmente nel wholesale, ma significativo gap previdenziale per i lavoratori autonomi Crescita del risparmio concentrata nei segmenti alti

4 2.305**2.305** 3.060**3.060** +9,2% +6,5% Attività Finanziarie delle Famiglie in Italia ( mld) CAGR E +7,3% Risparmio amministrato E 67,9 30,0 70,0 32,1 Risparmio gestito Attività Finanziarie Famiglie Italiane ancora in Crescita CAGR principali Paesi europei (%) * Media ponderata di Francia, Germania, Spagna e UK **Non include azioni non quotate, TFR e danni Fonte: Elaborazioni su dati Banca dItalia, Prometeia, ISVAP, Assogestioni Media* 4,0 Media* 4,0 ItaliaFranciaSpagnaGermaniaUK

5 BF Posizionata sui Segmenti a Maggior Tasso di Crescita 51,2% 27,8% AUM al Crescita attesa delle attività finanziarie 21,0% 8-10% 7-9% 4-6% 59,5 mld 59,5 mld Posizione Gruppo BF HNW: > 1 mln Mass: < Mass: < Affluent: mln

6 Scenario di Mercato Positivo Crescita delle attività finanziarie delle famiglie italiane ancora attraente … … ma principalmente concentrata nei segmenti Affluent e HNW Opportunità dalla riforma previdenziale principalmente nel wholesale, ma significativo gap previdenziale per i lavoratori autonomi Crescita del risparmio concentrata nei segmenti alti Maggiore importanza della scala come fattore critico di successo Pochi competitor capaci di auto-finanziare la crescita e avere risultati economici positivi Aumento del turnover dei promotori Consolidamento del settore

7 Il Consolidamento del Settore è Guidato dalla Scala AUM per PF ( mln) Soglia critica AUM per PF Soglia critica AUM totali CSFB (Italy) Banca Euromobiliare Azimut Finanza&Futuro Mediolanum Rasbank Gruppo Generali (Banca Generali + Simgenia) Banca Fineco Xelion AUM totali ( mld) Fonte:Assoreti, Dicembre 2004 Gruppo BF (Banca Fideuram + Sanpaolo Invest)

8 Utile Netto delle Principali Reti PF Italiane * Inclusa rete SPI **Aziende con conti economici più facilmente raffrontabili con BF 2003 ( mln) Fideuram* RAS Mediolanum** CSFB Azimut** Generali Finanza& Futuro Euromobiliare Xelion Fonte: Bilanci 2003

9 Possibili Effetti del Consolidamento del Settore Molti competitor faticheranno a trovare equilibrio economico e dovranno rivedere le loro strategie (riduzione investimenti, ricerca di nuove alleanze, vendita…) Molti promotori di qualità si muoveranno (noi stimiamo che oltre promotori di qualità cambieranno società nei prossimi tre anni) Banca Fideuram è nella posizione migliore per trarre vantaggio dallulteriore consolidamento Ha la dimensione per fare investimenti importanti Può essere un forte polo di attrazione per professionisti di qualità Molti competitor faticheranno a trovare equilibrio economico e dovranno rivedere le loro strategie (riduzione investimenti, ricerca di nuove alleanze, vendita…) Molti promotori di qualità si muoveranno (noi stimiamo che oltre promotori di qualità cambieranno società nei prossimi tre anni) Banca Fideuram è nella posizione migliore per trarre vantaggio dallulteriore consolidamento Ha la dimensione per fare investimenti importanti Può essere un forte polo di attrazione per professionisti di qualità

10 Scenario di Mercato Positivo Crescita delle attività finanziarie delle famiglie italiane ancora attraente … … ma principalmente concentrata nei segmenti Affluent e HNW Opportunità dalla riforma previdenziale principalmente nel wholesale, ma significativo gap previdenziale per i lavoratori autonomi Maggiore importanza della scala come fattore critico di successo Pochi competitor capaci di auto-finanziare la crescita e avere risultati economici positivi Aumento del turnover dei promotori Crescita del risparmio concentrata nei segmenti alti Consolidamento del settore 2004 anno a maggiore crescita economica (PIL mondiale) degli ultimi 15 anni; 2005 atteso con crescita appena inferiore Tre miliardi di nuovi consumatori stanno affacciandosi al mercato Mercati finanziari attesi tendenzialmente positivi per il 2005 Prospettive economiche favorevoli

11 Lo Scenario di Mercato è ragionevolmente positivo e noi siamo ben posizionati per approfittarne Negli ultimi tre anni siamo stati molto efficaci nellestrarre valore dagli asset in gestione, ma abbiamo perso quota di mercato. Dobbiamo ritornare a crescere in linea con le nostre ambizioni Il piano triennale fornisce tre risposte forti alle incertezze degli ultimi mesi Con il piano triennale ci poniamo obiettivi sfidanti ma raggiungibili, in linea con la storia e le ambizioni di una Grande Fideuram Lo Scenario di Mercato è ragionevolmente positivo e noi siamo ben posizionati per approfittarne Negli ultimi tre anni siamo stati molto efficaci nellestrarre valore dagli asset in gestione, ma abbiamo perso quota di mercato. Dobbiamo ritornare a crescere in linea con le nostre ambizioni Il piano triennale fornisce tre risposte forti alle incertezze degli ultimi mesi Con il piano triennale ci poniamo obiettivi sfidanti ma raggiungibili, in linea con la storia e le ambizioni di una Grande Fideuram Principali Messaggi

12 Forte Capacità di Adattamento a Diversi Contesti di Mercato Performance Raccolta Netta Crescita delle AuM Valore Produttività della Rete Reclutamento Asset Mix Ritorni delle Asset Class Mercati in espansione Incentivi su Raccolta Netta Reclutamento massiccio

13 Evoluzione delle Masse negli Anni CAGR % Masse quasi triplicate in sette anni Reclutamento massiccio Pieno successo del precedente piano triennale Asset under Managemet ( mld)

14 Forte Capacità di Adattamento a Diversi Contesti di Mercato Asset Mix Maturità dei Contratti Pricing prodotti Costi operativi Performance Raccolta Netta Redditività delle AuM Crescita delle AuM Valore Produttività della Rete Reclutamento Acquisizioni Asset Mix Ritorni delle Asset Class Mercati in espansione Incentivi su Raccolta Netta Reclutamento massiccio Mercati incerti o negativi Incentivi orientati alla redditività Reclutamento rallentato

15 Significativo Miglioramento del Product Mix 54,9 59,5 61,1 % 11,8 % 27,1 % 70,1 % 8,2% 21,7% +8,4 % Risparmio Non Gestito Altri Prodotti Vita Assets con commissioni ricorrenti (FC+GPF+UL) 33,6 41,7 41,0% 38,3% 20,7% 45,6% 41,5% 12,9% +24,1% Unit Linked Gestioni PatrimonialiFondi Comuni Product Mix ( mld)

16 Effetti sulla Redditività Trend dellUtile Netto Rettificato ( mln) Costante miglioramento della redditività ricorrente

17 Evoluzione delle Masse negli Ultimi 10 Anni Crescita rallentata negli ultimi tre anni (quasi nulla escludendo lacquisizione di SPI) Perdita di quota di mercato Raccolta netta 2004 negativa in un mercato che ha avuto raccolta positiva per circa 8 mld 18,5 20,3 25,4 32,2 43,5 49,5 48,7 54,9 58,1 59,5 Asset under Management ( mld) CAGR % Raccolta Netta ( mld) 49,6 46,7 50,7 CAGR % Esclusa SPI +1% SPI BF 7,73,72,31,0-0,8

18 Evoluzione QdM del Gruppo BF Rispetto alle Altre Reti QdM su AUM totali (%) Fonte: Assoreti NB: Dati pro-forma per gli anni

19 Rifocalizzazione della Strategia di Banca Fideuram Dobbiamo ritornare a crescere in linea con le nostre ambizioni Contesto macro-economico positivo Aspettative di crescita dei nostri mercati di riferimento Ben posizionati rispetto ai concorrenti fattore scala qualità della Rete modello di business efficiente

20 Lo Scenario di Mercato è ragionevolmente positivo e noi siamo ben posizionati per approfittarne Negli ultimi tre anni siamo stati molto efficaci nellestrarre valore dagli asset in gestione, ma abbiamo perso quota di mercato. Dobbiamo ritornare a crescere in linea con le nostre ambizioni Il piano triennale fornisce tre risposte forti alle incertezze degli ultimi mesi Con il piano triennale ci poniamo obiettivi sfidanti ma raggiungibili, in linea con la storia e le ambizioni di una Grande Fideuram Lo Scenario di Mercato è ragionevolmente positivo e noi siamo ben posizionati per approfittarne Negli ultimi tre anni siamo stati molto efficaci nellestrarre valore dagli asset in gestione, ma abbiamo perso quota di mercato. Dobbiamo ritornare a crescere in linea con le nostre ambizioni Il piano triennale fornisce tre risposte forti alle incertezze degli ultimi mesi Con il piano triennale ci poniamo obiettivi sfidanti ma raggiungibili, in linea con la storia e le ambizioni di una Grande Fideuram Principali Messaggi

21 Principali elementi del Piano Triennale Tre risposte forti a fronte delle incertezze degli ultimi mesi 1.Il Gruppo torna a fare investimenti significativi, da leader di mercato: Per diversificare e rafforzare lofferta Per potenziare lAsset Management Per ritornare a reclutare Per comunicare 2.Riaffermata con forza la centralità della rete 3.Pienamente confermato modello e perimetro

22 Specializzazione dellofferta Creazione di unofferta dedicata e distintiva per i clienti HNW Rafforzamento dellofferta per i clienti Affluent Presidio dellopportunità previdenziale Nuove tecniche di gestione del cliente Nuove tecniche di gestione del cliente Rafforzamento degli strumenti a supporto della relazione con il cliente, con filosofia rischio/rendimento Sofisticazione e progressiva personalizzazione in base alle esigenze del cliente 1. Investimenti da leader : Diversificazione dellOfferta

23 1. Investimenti da leader : Potenziamento dellAsset Management Investimenti nella struttura di Asset Management: Investimenti nella struttura di Asset Management: Rafforzare il team di Asset Manager per acquisire nuovi skill e competenze a supporto delle caratteristiche chiave della nuova offerta (nuove Asset Class, maggiore sofisticazione dei prodotti) Introduzione di nuove figure professionali (Portfolio Manager) a supporto dei Private Banker Rafforzamento e upgrade dei sistemi IT e delle operations per implementare le innovazioni in maniera efficace ed efficiente Professionisti qualificati Sistemi e processi operativi Professionisti qualificati Sistemi e processi operativi

24 Descrizione 1. Investimenti da leader : Reclutamento Rafforzamento del ruolo di aggregatore e leader di settore Inserimento di circa bancari e promotori con portafogli elevati nel triennio Rivisti pacchetti di ingresso e incentivi ai Manager ReclutamentoReclutamento Specializzazio ne distributiva Obiettivo: massimizzare gli investimenti sullofferta HNW Per valorizzare i Private Banker di BF Per attrarre Private Banker di alto profilo Presidio distributivo indipendente con un numero limitato di centri prestigiosi nelle principali piazze italiane Accesso privilegiato ai servizi distributivi per la clientela di fascia alta Implementazione successiva al lancio della nuova offerta HNW

25 Formazione Ridisegno del processo formativo Valorizzazione del ruolo del Private Banker in tutte le fasi del processo di vendita Valorizzazione del contenuto consulenziale 2. Centralità della Rete Innalzato pay-out Incentivi annuali rifocalizzati sulla Raccolta Netta Incentivi triennali on top, legati ad obiettivi complessivi di Raccolta Netta Piano di stock option per PB e Manager sullincentivazione triennale Riapertura piano di fidelizzazione per i PB di elevato patrimonio Incentivazione

26 Certezze su cui fare affidamento su cui fare affidamentoCertezze BF è e rimarrà quotata (ed è attualmente ricompresa nellindice S&P/MIB) Piena conferma del modello integrato verticalmente Produzione-Distribuzione Conferma missione di Banca leader specializzata nella gestione del risparmio della clientela (ricchezza finanziaria complessiva, non solo risparmio previdenziale) Maggiore focalizzazione sui segmenti alti di clientela Conferma attività bancaria indipendente da Sanpaolo IMI e con presenza di sportelli fisici sul territorio 3. Conferma modello e perimetro

27 Lo Scenario di Mercato è ragionevolmente positivo e noi siamo ben posizionati per approfittarne Negli ultimi tre anni siamo stati molto efficaci nellestrarre valore dagli asset in gestione, ma abbiamo perso quota di mercato. Dobbiamo ritornare a crescere in linea con le nostre ambizioni Il piano triennale fornisce tre risposte forti alle incertezze degli ultimi mesi Con il Piano triennale ci poniamo obiettivi sfidanti ma raggiungibili, in linea con la storia e le ambizioni di una Grande Fideuram Lo Scenario di Mercato è ragionevolmente positivo e noi siamo ben posizionati per approfittarne Negli ultimi tre anni siamo stati molto efficaci nellestrarre valore dagli asset in gestione, ma abbiamo perso quota di mercato. Dobbiamo ritornare a crescere in linea con le nostre ambizioni Il piano triennale fornisce tre risposte forti alle incertezze degli ultimi mesi Con il Piano triennale ci poniamo obiettivi sfidanti ma raggiungibili, in linea con la storia e le ambizioni di una Grande Fideuram Principali Messaggi

28 Ambizioni del Piano Triennale Confermarsi leader in Italia Ritornare ad essere gli innovatori nel risparmio gestito in Italia Affermarsi come Private Bank di riferimento per tutti i segmenti di fascia alta (Affluent e HNW)

29 Principale Obiettivo: Ritorno alla Crescita AUM Banca Fideuram ( mld) AUM ,8 9,0 3,8-5,3 63,6-65,1 Raccolta netta Performance (2,5-3,5%) AUM 2007E Obiettivo sfidante ma realistico ~8% CAGR AuM Crescita AUM in linea con crescita attesa di mercato (manteniamo la nostra QdM) 1mil annuo per PB Metà circa della Raccolta Netta del precedente triennale (in un mercato diverso)

30 Sintesi Principali Messaggi del Piano Triennale Tornare a crescere… Raccolta netta di 9 mld …diventando sempre più Private… Rafforzamento della focalizzazione sulla clientela di fascia alta …confermando lattuale modello di business Riaffermata centralità del ruolo del PB Perimetro inalterato … con investimenti importanti … Investimenti su offerta, Asset Management, recruiting, comunicazione Obiettivi e investimenti importanti, in linea con storia e ambizioni di una Grande Banca Fideuram


Scaricare ppt "Banca Fideuram: Piano Triennale 2005-2007 Banca Fideuram: Piano Triennale 2005-2007 Giuseppe Rosnati Direttore Generale Milano, 8 marzo 2005 Giuseppe Rosnati."

Presentazioni simili


Annunci Google