La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 PIANO PER LOFFERTA FORMATIVA 99/00 1 - Rassegna dei documenti di lavoro 2 - Piste di lavoro 3 - Curricola per il nuovo obbligo 4 - Risorse umane e finanziarie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 PIANO PER LOFFERTA FORMATIVA 99/00 1 - Rassegna dei documenti di lavoro 2 - Piste di lavoro 3 - Curricola per il nuovo obbligo 4 - Risorse umane e finanziarie."— Transcript della presentazione:

1 1 PIANO PER LOFFERTA FORMATIVA 99/ Rassegna dei documenti di lavoro 2 - Piste di lavoro 3 - Curricola per il nuovo obbligo 4 - Risorse umane e finanziarie

2 2 1 - DOCUMENTI DI LAVORO A che punto siamo del guado? Autonomia organizzativa e didattica (art.21 - L. 59/97) Regolamento sullautonomia (DPR 275/99) Dimensionamento U.S. (DPR 233/98) Riforma degli OO.CC nazionali, provinciali, distrettuali Decentramento competenze stato agli EE.LL (D.Lgs 112/98) Statuto studenti e studentesse (DPR 249/98) Servizio nazionale qualità dellistruzione (Direttiva 307/98)

3 3...E poi ancora Innalzamento dellobbligo scolastico (L.9/99) CCNL - e Contratto decentrato ( ) D.M. 111/99 poi integrato dalla direttiva 180e dal D.M. 179 resi operanti dalla CM 194 dellagosto 99, seguita dalle CM198 e Progetto lingue 2000 restano ancora pochi tasselli: cicli - norme sul bilancio - etc: tutto completato al 1° settembre 2000

4 4 In sintesi : che cosa siamo autorizzati a sperimentare? Adattamento di orario e calendario: restafermo il monte ore annuale previsto dal piano di studio (30 h TN - 36 TP) e non meno di 5 giorni settimanali - resta fermo il monte ore annuale previsto dal piano di studio (30 h TN - 36 TP) e non meno di 5 giorni settimanali - Il monte ore annuale delle discipline è calcolato su 33 settimane - non può essere inferiore al n° di ore risultante (p.e. 3x33) (15%)compensazioni tra le discipline (15%) di flessibilità articolazione flessibile del gruppo classe, classi, sezioni

5 5 E inoltre: Riorganizzazione dei percorsi didattici su obiettivi formativi e competenze Attivazione di insegnamenti integrativi facoltativi (p.e. scacchi - gruppo sportivo) attività in collaborazione con altre scuole (stages ) iniziative di orientamento scolastico iniziative di continuità accordi e convenzioni con altre scuole per attività di comune interesse (prestiti professionali)

6 6 2 - Piste di lavoro Che cosè questo POF? vita culturale Se la scuola non è la fabbrica delle nozioni, ma il luogo della vita culturale di ciascun ragazzo, allora il POF è: progetto formazioneun piano/progetto/processo intenzionale per la formazione degli alunni strumentogestione unitaria didattica e organizzativalo strumento guida per la gestione unitaria didattica e organizzativa della scuola. Una struttura collettiva di decisioni che porta fuori dall'empirismo verso la costruzione dellidentità di unU.S.

7 7 Chi lo costruisce? Il D.S. promuove lo studio dei documenti di lavoro (norme giuridiche), coordina le riflessioni degli insegnanti / ATA e ne valorizza le competenze; Il C. I. traccia le linee guida confrontandosi con:Il C.D. lo scrive e lo realizza confrontandosi con: Le famiglie degli alunni - lEnte locale - il Nucleo provinciale per lautonomia.

8 8 Con quali tempi? Entro il 1° settembre 2000 a partire da oggi tutte le scuole debbono dotarsi di un proprio piano dellofferta formativa; entro il 15 ottobre va inviata in Provveditorato la richiesta di fondi per realizzare la sperimentazione del 99/00 entro il 30 settembre vanno inviate le richieste per il progetto lingue 2000.

9 9 Siamo dunque allanno zero? La scuola si è dotata negli anni di: Carta dei serviziCarta dei servizi (in progress) Statuto degli studentiStatuto degli studenti calibrato sulle esigenze specifiche Pei - Progetti dellautonomia 98/99Pei - Progetti dellautonomia 98/99 Materiali vari per la rilevazione delle competenze degli alunni (griglia comune del C.C.) Scheda per lorientamento Progettualità disciplinari / interdisciplinari/Progettualità disciplinari / interdisciplinari/ etc:

10 10 E ora che fare? … 1.Definire i tempi base agli obiettivi 1. Definire i tempi del lavoro scolastico in base agli obiettivi di formazione 2.Ottimizzare risorse 2. Ottimizzare la distribuzione delle risorse umane e finanziarie 3Razionalizzare lesistente 3. Razionalizzare lesistente riconducendo i vari progetti ad alcune macroaree

11 11 3. CURRICOLA PER IL NUOVO OBBLIGO Il curricolo focale Il curricolo focale si sviluppa in macroaree: 1^ Integrazione o differenziazione adattamento del curricolo per i diversi stili cognitivi, leccellenza, il disagio 2^ Servizi alla persona organizzare lapprendimento intorno ai tempi di vita degli alunni, ai loro bisogni 3^ Sviluppo come orientamento imparare a scegliere

12 12 Le macroaree in cui si coagulano i saperi sono: 2comunicazione verbale 2logico-matematica 2scienze umane 2scienze della terra 2comunicazione non verbale e multimediale La specificità dellistituzione scolastica: leducazione degli adulti

13 13 4. LE RISORSE ECONOMICHE Finanziamento per la sperimentazione dellautonomia Finanziamento per la sperimentazione dellautonomia: Quota fissa per U.S Quota per n° alunni (7150 x alunno) Quota per docenti (74500 x doc.) TOTALE APPROSSIMATIVO £ Finanziamento per la formazione : Quota fissa per U.S Quota per n° docenti ( x doc) TOTALE £

14 14 LE RISORSE UMANE E STRUMENTALI Si potranno utilizzare le risorse economiche per potenziare: personalespese per il personale (tutte le componenti, anche esperti esterni) materialiacquisto materiali convenzioni con enti - associazioni - etc. formazioneformazione progettazioneprogettazione - valutazione - documentazione iniziative comunicazione con lesterno

15 15 Grazie dellattenzione e buon lavoro Marina Bordonali - Dirigente Scolastico Scuola Media Statale Martiri di Belfiore - Quistello (MN)


Scaricare ppt "1 PIANO PER LOFFERTA FORMATIVA 99/00 1 - Rassegna dei documenti di lavoro 2 - Piste di lavoro 3 - Curricola per il nuovo obbligo 4 - Risorse umane e finanziarie."

Presentazioni simili


Annunci Google