La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il valore della sinergia “DAFNE e Intesa Sanpaolo”: un caso di successo Paolo Morandin Responsabile Ufficio Cash Management Divisione Corporate & Investment.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il valore della sinergia “DAFNE e Intesa Sanpaolo”: un caso di successo Paolo Morandin Responsabile Ufficio Cash Management Divisione Corporate & Investment."— Transcript della presentazione:

1 Il valore della sinergia “DAFNE e Intesa Sanpaolo”: un caso di successo Paolo Morandin Responsabile Ufficio Cash Management Divisione Corporate & Investment Banking Intesa Sanpaolo

2 Contenuti Lo scenario di riferimento della fattura elettronica La collaborazione con il consorzio DAFNE

3 La fatturazione elettronica in Europa (1/2) Quadro Normativo Molto stringente Lasco Stringente In fase embrionaleMeno del 10%Tra il 10% e il 20% Diffusione Fonte: Osservatorio “Fatturazione elettronica e dematerializzazione” Politecnico di Milano, Maggio 2010 Italia Germania PoloniaSpagna Austria Francia Portogallo Danimarca Olanda UK Estonia Svezia Finlandia

4 La fatturazione elettronica in Europa (2/2) +71% Il mercato Italiano rappresenta circa il 10% dei volumi complessivi europei Fonte: Analisi Value Partners su dati E-Invoicing e EBPP European Market Overview, Bruno Koch Milioni di documenti Il grado di penetrazione della fatturazione elettronica in Italia non presenta ancora volumi significativi… …ma i trend positivi dimostrano un interesse crescente nei confronti del servizio da parte di: -Service provider che stanno definendo offerte integrate con servizi di fatturazione elettronica -Aziende che vedono nella fatturazione uno strumento di efficientamento e ottimizzazione dei propri processi contabili -Organi legislatori che, spesso recependo business requirements di mercato stanno spingendo verso l’adozione della fatturazione elettronica (es. Legge Finanziaria 2008 – Decreti attuativi, Decreto anticrisi, …)

5 Le barriere all’adozione Rilevanza per categoria dimensionale Fatturato (mln €) < >100 Conservazione Sostitutiva Fatturazione elettronica Integrazione del ciclo dell’ordine Base empirica: 122 Organizzazioni che non utilizzano soluzioni di conservazione sostitutiva, fatturazione elettronica e integrazione del ciclo dell’ordine Change management Benefici poco chiari Normativa poco chiara o troppo complessa Costo/investimento eccessivo Mancanza di competenze Benefici poco chiari Change management Normativa poco chiara o troppo complessa Mancanza di competenze Costo/investimento eccessivo Change management Benefici poco chiari Normativa poco chiara o troppo complessa Mancanza di competenze Costo/investimento eccessivo Fonte: Osservatorio “Fatturazione elettronica e dematerializzazione” Politecnico di Milano, Maggio ° 4° 1°2° 5° 1° 4°1° 4°5° 3°2°3° 2° 4° 1° 2° 5° 1° 4° 1° 4° 5° 3° 2°3° 2° 4° 1° 2° 5° 1° 4° 1° 4° 5° 3° 2° 3°

6 I principali driver per la diffusione della fatturazione elettronica in Italia Business needs degli utenti (imprese, PA, retail) Fattori abilitanti su regole, standard e e tecnologie SEPA PSD Legge Finanziaria 2008 Evoluzioni normative e iniziative di autoregolamentazione Crisi finanziaria ed espansione del commercio internazionale spingono gli utenti a richiedere servizi innovativi ed interoperabili, a supporto di business communities estese e dell’integrazione della FVC Le iniziative di standardizzazione (es. ISO 20022, UN/CEFACT, CEN/ISSS, E-Invocing Expert Group, etc) spingono all’armonizzazione dei servizi a livello internazionale Le iniziative istituzionali del Sistema Bancario Italiano (es. CBI) che abilitano il colloquio basato su standard comuni tra community estese di controparti commerciali Conservazione sostitutiva*: ~2.500 aziende hanno già adottato processi di conservazione a norma + 40% rispetto al 2008 Piena integrazione del ciclo ordine-fattura-pagamento*: ~5.000 aziende stanno sviluppando l’integrazione DAFNE: Novartis e Comifar tra i primi casi in Italia di scambio end-to-end di fatture elettroniche * Fonte: Osservatorio “Fatturazione elettronica e dematerializzazione” Politecnico di Milano, Maggio 2010

7 Gli obiettivi di riposizionamento dell’offerta del Gruppo Intesa Sanpaolo in relazione ai business needs del mercato L’innovazione prodotta negli ultimi anni, è stata nella maggior parte dei casi finalizzata a business case di mercato… …che hanno assicurato una piena rispondenza con i requisiti espressi da tutte le tipologie di clientela Estendere l’offerta di einvoicing Estendere servizi a realtà complesse Integrazione con servizi bancari evoluti come facilitatore dei processi commerciali dell’azienda come attore di riferimento nei processi di filiera (es. distretti) come partner globale delle aziende clienti Sofisticazione del modello di business

8 Contenuti Lo scenario di riferimento della fattura elettronica La collaborazione con il consorzio DAFNE

9 Il Consorzio DAFNE: la business community del settore del farmaco etico La mission Creare e sviluppare una partnership all’interno della filiera farmaceutica per l’ottimizzazione del processo di distribuzione del farmaco Volumi totali documenti (2009) Volumi totali documenti: -Ordini distributori: Ordini ospedalieri: Risposta all’ordine: DDT & Notifica merce: Fattura telematica*: * Di cui in regime di Fattura Elettronica a Norma su piattaforma Intesa Sanpaolo Fonte: Sito Consorzio DAFNE DAFNE è un Consorzio di filiera, costituito da Aziende Farmaceutiche e Aziende di Distribuzione Intermedia, attivo dal 1992 Gli operatori che partecipano al Consorzio coprono oltre il 95% della quota di mercato del farmaco etico Il Consorzio è sviluppa progetti innovativi di collegamento telematico per la “dematerializzazione” e l’integrazione tra i soggetti partecipanti Il Consorzio Dafne

10 L’offerta del Gruppo Intesa Sanpaolo Easy Fattura consente la gestione di tutte le fasi di vita dei documenti… …garantendo il rispetto della normativa vigente in materia fiscale e civilistica… …e l’ottenimento di significativi savings da parte del cliente, in termini di costi e tempi dedicati alla fatturazione Ciclo passivo Easy Fattura Ciclo attivo Conservazione a norma ciclo attivo / passivo Funzionalità di base Guest Veicolazione documenti Anticipo fatture Incassi e riconciliazione Funzionalità di base Pagamenti e riconciliazione Conservazione a norma delle fatture Produzione supporti ottici per consegna al cliente Conservazione a norma di libri e registri contabili

11 La scelta del Consorzio DAFNE Il consorzio DAFNE (Business Community - distretto farmaceutico) ha scelto Intesa Sanpaolo per la fornitura del servizio integrato di fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva a norma La partnership prevede: - Fornitura dei servizi a produttori e distributori di prodotti farmaceutici - Personalizzazione del servizio sulla base di specifici requisiti e formati - Sviluppo di una soluzione integrata Cliente-Banca - Soluzione estendibile a ulteriori attori del comparto farmaceutico (enti pubblici e ospedali) Una partnership di valore Clienti già attivi

12 I pilastri della collaborazione DAFNE – Intesa Sanpaolo Pricing standard di riferimento per tutte le aziende del Consorzio DAFNE Estensione già concordata dell’offerta di servizi nelle fasi evolutive Accordo quadro che disciplina il framework della collaborazione tra il Consorzio ed il Gruppo ISP Approccio progettuale e di partnership E’ stato costituito un apposito Tavolo Tecnico-Funzionale che ha definito i business requirements della nuova soluzione Easy Fattura in considerazione delle esigenze del Consorzio DAFNE

13 Il modello di servizio adottato HUB InvoicingCMTrade Buyer Seller Banche Passive di accredito (seller) Factoring Banche Proponente o altra Banca Flussi finanziari Flussi finanziari + documentali Seller Clearing & Settlement Banche Proponente o altra Banca Banche Passive di addebito (buyer)

14 Le attività svolte dai soggetti coinvolti Decodifica il file nel layout stabilito e crea il pdf Il conservatore (Intesa Sanpaolo) appone firma / marca temporale e manda in conservazione Veicola formato Easydafne 2 + pdf nelle modalità prescelte (CBI, Posta, , Circuito interno Intesa Sanpaolo, Guest) Supplier Organizza e spedisce file in formato-layout prestabilito e condiviso all’interno del Consorzio Attiva registro IVA fatture elettroniche (numerazione separata) Appone firma digitale (possibilità di firma massiva) e invia a Intesa Sanpaolo Riceve il PDF e i relativi dati, da acquisire nel proprio gestionale Invia a Intesa Sanpaolo per conservazione sostitutiva Network - Banca Intesa Sanpaolo Customer Appone protocollo di archiviazione Il conservatore (Intesa Sanpaolo) appone firma / marca temporale e manda in conservazione Network - Banca Intesa Sanpaolo

15 I benefici dalla collaborazione per i soggetti coinvolti Riduzione dei costi e dei tempi di processo Eliminazione dell’archivio cartaceo, con recupero di spazi Riduzione del personale addetto e suo impiego in attività a maggior valore Integrazione della gestione delle “transazioni fisiche” e “finanziarie” con successiva riconciliazione automatica dei pagamenti effettuati e ricevuti Possibilità per le amministrazioni finanziarie di controllare più velocemente le fatture Elevata automatizzazione delle operazioni L’offerta del servizio consente di rafforzare il rapporto fiduciario con il cliente, che identifica la Banca come un “partner” Il servizio di conservazione a norma garantisce retention della clientela nel tempo (fatture conservate per 10 anni) Il servizio consente di generare margini da ricavi commissionali, grazie all’estensione dell’offerta dei servizi La gestione elettronica delle fatture consente di razionalizzare ed efficientare l’erogazione telematica di servizi in molteplici aree, quali ad esempio: anticipo fatture, factoring, sourcing del Gruppo,...

16 I key success factor dell’iniziativa L’approccio progettuale pragmatico e focalizzato sul bisogno finale del cliente, anche attraverso un suo coinvolgimento diretto, ha consentito di: -Creare soluzioni in linea con le esigenze di mercato -Creare un committment nell’adozione delle soluzioni studiate in partnership Nello specifico, la fatturazione elettronica rappresenta un servizio innovativo per il mercato domestico; “fare sistema” permette di: -Attenuare le barriere all’adozione da parte di soggetti di mercato… -…poiché una massa critica di controparti rende immediato il beneficio del servizio Lessons learned Condivisione business requirements in tavoli di lavoro congiunti Forte cooperazione nella messa a punto della soluzione Condivisione del know-how su processi bancari e aziendali (es. fiscalità) Condivisione di obiettivi di diffusione della fatturazione elettronica


Scaricare ppt "Il valore della sinergia “DAFNE e Intesa Sanpaolo”: un caso di successo Paolo Morandin Responsabile Ufficio Cash Management Divisione Corporate & Investment."

Presentazioni simili


Annunci Google