La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto in rete Una biblioteca...per crescere In tempo di mondializzazione, il libro diviene alleato di tutte le battaglie: per la diversità culturale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto in rete Una biblioteca...per crescere In tempo di mondializzazione, il libro diviene alleato di tutte le battaglie: per la diversità culturale."— Transcript della presentazione:

1 Progetto in rete Una biblioteca...per crescere In tempo di mondializzazione, il libro diviene alleato di tutte le battaglie: per la diversità culturale e linguistica, per l’accesso ai saperi, per la libertà, per la pace … E poiché è insieme espressione del pensiero e testimonianza dell’essere, il libro dona una chance all’umanizzazione del mondo. Dal discorso d’insediamento di Koïchiro Matsuur direttore generale dell’UNESCO dal 1999 al 2009

2 Premessa N on si nasce con l'istinto della lettura, come si nasce con quello di mangiare e bere. Si tratta di un bisogno culturale che può essere innestato nella personalità infantile. Sappiamo che è un'operazione quanto mai delicata, perché il solo paragone che sopporta è quello con l'innesto di un nuovo senso: il senso del libro, la capacità di usare il libro come uno strumento per conoscere il mondo, per conquistare la realtà, per crescere. Gianni Rodari Un buon lettore si può preparare fin da piccolo, non bisogna aspettare che diventi uomo. I bambini possono diventare grandi lettori se vengono a contatto con libri capaci di suscitare il piacere di esser letti. Libri, dunque, per: - Diffondere la conoscenza - Promuovere l’arricchimento culturale - Favorire la comprensione, la tolleranza e il dialogo

3 Tutto nasce da... Normativa di riferimento: Legge 440/97 D.M. n. 180/99 - D.M. n. 175/2000 C.C. M.M. n.228/99, n.229/ Programma per la promozione e lo sviluppo delle biblioteche scolastiche Circolare MIUR n.93/02 in applicazione della L. n. 440 e della direttiva n. 53/02 nell’ambito scolastico Decreti di assegnazione delle economie relativi al progetto biblioteca del MIUR - ufficio scolastico regionale per la Puglia CSA- Bari ,00 euro, anno scolastico ,00 euro, anno scolastico La normativa di riferimento promuoveva le biblioteche scolastiche quali modello di centro scolastico di risorse multimediali. Il progetto, nella sua formulazione originaria, prevedeva, per la scuola capofila beneficiaria del finanziamento e assegnataria del progetto: - il potenziamento del patrimonio documentario; - il miglioramento delle dotazioni infrastrutturali; - l’incremento della dotazione multimediale; - l’istituzione di biblioteche interscolastiche, creando reti fra più istituti, anche di diverso ordine e indirizzo di studio.

4 Obiettivi …e da... Negli anni scolastici / il progetto ottenne dal C.S.A. finanziamenti per un totale di 8.650,00 euro, esigui rispetto agli obiettivi che si intendevano perseguire. Ottemperando all’accordo di rete, la dirigente della scuola capofila, dott.ssa Angela Ribatti, sollecitò ciascun dirigente a nominare un referente per costituire una commissione di docenti che potessero rappresentare le singole istituzioni. La commissione così costituita stabilì le azioni prioritarie da svolgere: - analisi e catalogazione del patrimonio librario esistente nelle singole scuole, secondo parametri omologhi, per la stesura informatizzata di un unico catalogo di consultazione; - elaborazione di un piano di acquisti condiviso, per l’implementazione del patrimonio librario; - individuazione di modalità operative, di gestione ed uso della biblioteca in rete da parte delle scuole consociate in rete e il territorio. Contemporaneamente il MIUR avviò il progetto di formazione denominato Biblioteche nelle scuole a cui parteciparono i componenti della commissione costituita. Tra gli obiettivi, lo sviluppo della formazione di figure in possesso di competenze funzionali a : - catalogazione secondo lo standard definito dal progetto SBN; - gestione delle risorse digitali e dei cataloghi elettronici; - adeguamento della biblioteca in un'ottica didattica.

5 . Elaborazione di accordo di rete con l’Ente comunale per il trasporto dei carrelli e il finanziamento per l’implementazione del patrimonio librario; forme di autotassazione delle scuole in rete; costituzione, nella pagina web di ciascuna scuola, di uno spazio dedicato alla socializzare delle esperienze di l lettura, di animazione e di ogni iniziativa promossa dalla biblioteca in rete; creazione di scaffali monotematici afferenti l’affettività, l’intercultura, l’ambiente, la mitologia e l’ epica; catalogazione, con software di gestione Winiride, del patrimonio librario acquistato con il finanziamento del progetto e del patrimonio documentario posseduto delle singole scuole; pubblicazione del catalogo online per la condivisione dei titoli delle pubblicazioni e per il prestito interbibliotecario, consultabile all'indirizzo: : avvio del progetto denominato La biblioteca itinerante. Una biblioteca pronta a viaggiare fra 14 scuole, tra primarie e secondarie di primo grado, aperta al territorio e al prestito interbibliotecario anche in orario exstrascolastico. Progetto che evolve: primi passi…

6 ...la biblioteca itinerante... La biblioteca itinerante viaggia fra le 14 scuole di Andria, in cerca di lettori da appassionare. All'inizio 3 scaffali carrellati e solo 622 titoli: narrativa, testi di divulgazione, humour ed horror, miti e leggende e un baule delle sorprese pieno di libri pop-up, testi con illustrazioni particolari, albi, silence book e libri di formato inconsueto. Ben presto i titoli di autori italiani e stranieri, noti e meno noti, ma tutti accattivanti per contenuti e immagini di qualità, triplicarono. Intorno all'arrivo dei carrelli, una serie di iniziative che alimentavano curiosità, interesse e attesa. I due mesi di permanenza divenivano, così, tempo della lettura per antonomasia in un clima di gioiosa effervescenza. L A B IBLIOTECA ITINERANTE HA CONSENTITO IL RISVEGLIO DELLE BIBLIOTECHE SCOLASTICHE, C ENERENTOLA DI MOLTE ISTITUZIONI.

7 Di evoluzione in evoluzione: Noi...alla festa del libro… Ormai alla settima edizione, è un appuntamento che continua ad attrarre, interessare e appassionare alla lettura gli alunni di tutte le età, contribuendo alla formazione dei giovani lettori. Dove Chiostro di San Francesco, biblioteche, comunale e diocesana, scuole. Chi Gek Tessaro, Annalisa Strada ( vincitori del premio Andersen), Roberto Piumini, Stefano Bordiglioni, Diego Mecenero, Giorgio Di Vita, Daniela Giarratana, Antonio Boffa, Rita Valentina Merletti, Bruno Tognolini, Sergio Guastini, Sergio Missiroli, soltanto alcuni dei nomi di spicco della letteratura per ragazzi che si sono avvicendati nel corso delle manifestazioni. Quando Nel 2007, alla turnazione dei carrelli e al prestito, si affianca la manifestazione Noi…alla festa del libro, nuovo punto di arrivo del progetto. Tre giornate con un intenso programma di incontri e attività realizzate nella prima decade di maggio, facendole coincidere con l'iniziativa nazionale Maggio dei libri. Cos’è Mostre di libri realizzati dagli alunni, conferenze, stand espositivi, dibattiti culturali, incontri con autori e illustratori, animazioni, spettacoli, attività laboratoriali di costruzione di libri, corso di fumetto, visite in biblioteche, lettura ad alta voce, parole appese a un filo: raccolta di pensieri parole e poesie, orientalibri e gare di lettura... soltanto alcune delle innumerevoli attività.

8 ...e storie piccine per bambini da 3 a 6 anni Cos’è Attività di lettura ad alta voce e animazione e percorsi dedicati Alla scoperta delle biblioteche scolastiche. Incontri di formazione rivolti ai docenti, alle famiglie e a un gruppo di alunni delle scuole superiori sui temi della diffusione delle buone pratiche e sull'importanza della lettura ai fini dello sviluppo del bambino da zero a sei anni Quando Dal 2010 la biblioteca itinerante si è arricchita di un carrello di “Storie piccine” con la possibilità, per le famiglie, di accedere al prestito e di condividere il piacere della lettura con i propri piccoli. Dove Itinerante per le scuole dell’infanzia del territorio.. Chi Esperti e volontari dell' ‘associazione Nati per leggere Docenti referenti del progetto biblioteca Sergio Guastini con il progetto Nei libri c’è tutto.

9 Interferenze creative: scrittori ed illustratori crescono: in rete si può! Parte prima D AL 2010 PRENDE AVVIO ANCHE IL PROGETTO SCRITTORI ED ILLUSTRATORI CRESCONO : IN RETE SI PUÒ ! L’ INTUIZIONE DI PARTENZA DEL PROGETTO È STATA QUELLA DI METTERE INSIEME PIÙ SCUOLE PER SOMMARNE LE POTENZIALITÀ, COSTRUENDO TRAME D ’ INTESA, ATTRAVERSO L ’ ALFABETO DELLA SCRITTURA CREATIVA E DEL FUMETTO. I RAGAZZI SI SONO INTEGRATI ALLA PERFEZIONE, PUR SENZA CONOSCERSI, APRENDOSI ALLA CREATIVITÀ ED ALLA SPERIMENTAZIONE, CON ORIGINALITÀ E FRESCHEZZA.

10 Alla ricerca dell’incantesimo perduto. Una fiaba inedita ideata e scritta dagli alunni di cinque classi di scuola secondaria di primo grado, divertente e ironica storia fantasy. E’ il racconto di alcuni ”topi non topi”, protagonisti di rocambolesche avventure fra incantesimi e trasformazioni. Un’avventura divertente e originale (in cui compaiono anche personaggi presi in prestito da altre fiabe più famose) che porta a scoprire il valore aggiunto della diversità. Il testo è poi stato rappresentato, in forma teatrale, nell’ambito del progetto Dall’odore della carta all’odore delle tavole del palcoscenico. Come si è sviluppato il lavoro in rete” Tempo a disposizione: undici giorni per ciascuna delle cinque scuole coinvolte. Tecnica utilizzata: “Insalata di fiabe” di Gianni Rodari. Mezzi di comunicazione fra gli scrittori in erba: internet e posta elettronica. Ingredienti indispensabili: creatività, alfabeto della scrittura creativa, sperimentazione e tanto entusiasmo. Partendo dall’antefatto, scritto dalla prima scuola, la fiaba si è arricchita progressivamente, passando di classe in classe. La trama ha preso forma con disegni, nuovi personaggi e situazioni divertenti. Interferenze creative: scrittori ed illustratori crescono: in rete si può! Parte seconda

11 Interferenze creative: scrittori ed illustratori crescono: in rete si può! Parte seconda Ikonos: Andria in nuvole. Un viaggio fantastico attraverso il fumetto, fra storia e arte della nostra città. Giorni dedicati al piacere di raccontare in un clima festoso e di reciproco incontro tra alunni di età e scuole diverse. Un’idea che prende forma nei curricoli per trasformarsi in storie intense raccontate da immagini e testo. Come si è sviluppato il lavoro in rete” Tempo a disposizione: 3 mesi Tecnica utilizzata: fumetto. Mezzi di comunicazione fra scrittori e disegnatori in erba: lavoro in presenza presso la biblioteca della scuola capofila, posta elettronica, videoconferenze. Ingredienti indispensabili: creatività, alfabeto della scrittura creativa e del fumetto, sperimentazione e tanto entusiasmo. Partendo dalle visite ai siti di interesse storico - artistico, le storie hanno preso forma condensandosi in una successione di situazioni narrative interessanti e originali e dando luogo ad una pubblicazione.

12 Interferenze creative: scrittori ed illustratori crescono: in rete si può! Parte terza Carnet de voyage. Una mappa di appunti e descrizioni della città di Andria attraverso i molteplici linguaggi espressivi in cui, scrittura e immagini, procedono di pari passo. Un tour della città rivisitata con occhi nuovi e rinnovato interesse. I ragazzi della scuola superiore di primo grado, muniti di block notes, matite e macchine fotografiche, a spasso per le vie, alla scoperta o riscoperta dei dettagli, degli scorci di storia passata, delle emozioni. Come si è sviluppato il lavoro in rete. Tempo a disposizione: 3 mesi Tecniche utilizzate: scrittura e illustrazione Mezzi di comunicazione fra scrittori e disegnatori in erba: lavoro in presenza presso la biblioteca della scuola capofila, posta elettronica, videoconferenze. Ingredienti indispensabili: creatività, alfabeto della scrittura di reportage e del fumetto, curiosità e tanto entusiasmo. Partendo dal lavoro degli alunni, circoscritto al gruppo classe della singola istituzione scolastica, si è sviluppato un diario di viaggio, un racconto in cui i ragazzi non solo documentano, ma “fermano”, su supporto cartaceo, le proprie emozioni, connotando così il carnet di spunti interessanti e curvature personali. Il progetto è in corso e darà luogo ad una pubblicazione.

13 Progetto in divenire… PUNTI DI FORZA Negli anni i referenti sono rimasti pressoché stabili; situazione che ha favorito continuità, condivisione di esperienze, crescita personale e acquisizione di competenze specifiche in merito alla gestione, alla organizzazione delle biblioteche scolastiche e alla conoscenza di esperienze di promozione della cultura del libro. Progettualità di rete e una serie di attività condivise: dall’animazione agli incontri con gli autori, distribuiti nell’arco dell’anno e a cura delle singole scuole. L’impegno costante dei docenti referenti nonché la fiducia e il sostegno dei dirigenti scolastici alle iniziative programmate dal gruppo di lavoro rendono possibile la crescita e l’ampliamento del progetto.

14 …migliorare si può! PUNTI DI DEBOLEZZA Difficoltà a far coincidere idee e proposte con le economie scolastiche a causa delle scarse risorse. Mancato raccordo con le iniziative territoriali. La costituzione di un unico gruppo di lavoro, nella componente docente, librerie, biblioteche, associazioni, ente comunale, consentirebbe una programmazione più organica e curvata ai reali bisogni della popolazione scolastica. Spesso, infatti, le proposte del territorio risultano frammentarie o si sovrappongono, per date e contenuti, a quelle della rete. Difficoltà dei referenti ad occuparsi delle attività afferenti il progetto in ore aggiuntive ad orari pieni di cattedra.

15 Le scuole del progetto

16 ISTITUTO COMPRENSIVO VITTORIO EMANUELE III- DANTE ALIGHIERI Le scuole del progetto SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO NICCOLO’ VACCINA

17 Ispirandosi alla intuizione educativa di Padre Nicolò Vaccina, la nostra scuola secondaria di primo grado, orgogliosamente vetusta nella struttura architettonica, risulta all’avanguardia per l’ampio ventaglio di progetti ed opportunità conoscitive offerte ai propri ragazzi. L’entusiasmo e la passione del corpo docente è affiancata dall’esuberanza dei propri studenti, in un cammino che parte dalla tradizione coscientemente compresa per donare una completezza di lettura della realtà. Le scuole del progetto La nostra scuola si chiama “SALVEMINI” dove di tutto semini, dove trovi un gran giardino, amato da ogni ragazzino ed incontri ragazzi e professori che sono autentici “SUPEREROI”. È una scuola speciale, la mia scuola ideale, dove si imparano tante cose, superando situazioni anche difficoltose. Ci diamo tanto da fare scoprendo che con gioia si può imparare. Il nostro Istituto Comprensivo “Jannuzzi – Di Donna” è un luogo davvero speciale dove, oltre a studiare e imparare, ti puoi divertire a danzare, cantare, giocare e colorare, con tanta fantasia in un mare di allegria. Da noi si cresce pian pianino si pianta il seme nella sezione PRIMAVERA e si raccolgono i frutti nella Scuola SECONDARIA. inoltre un campo vero, noi l’abbiamo per davvero, è il nostro VIGNETO che ogni anno ci fa vendemmiare, e poiché “in VINO veritas”, credeteci, da noi ogni sogno si può avverare!


Scaricare ppt "Progetto in rete Una biblioteca...per crescere In tempo di mondializzazione, il libro diviene alleato di tutte le battaglie: per la diversità culturale."

Presentazioni simili


Annunci Google