La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tecniche colturali biologiche a confronto Aspetti produttivi e ambientali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tecniche colturali biologiche a confronto Aspetti produttivi e ambientali."— Transcript della presentazione:

1 Tecniche colturali biologiche a confronto Aspetti produttivi e ambientali

2 Produzione di granella (medie , t/ha) a b b Frumento a c b Pisello proteico Mais a b b

3 Sviluppo delle infestanti (media ) FrumentoCopertura %

4 Mais Copertura % Sviluppo delle infestanti (media )

5 Sviluppo delle infestanti nel pisello proteico (media ) Copertura %

6 Qualità granella frumento W (j*10 -4 ): indice correlato alla forza della farina e fornisce informazioni sulla qualità delle proteine. I valori variano da 340 (frumenti di forza) a 80 (farine da biscotto). P/L: esprime lequilibrio/squilibrio tra tenacità ed estensibilità dellimpasto. I valori variano da 1.2 (farine di forza) a <0.5 (farine da biscotto) Indici alveografici 2004 Proteine grezze % WP/L Olet Osov Conv Olet Osov Conv Olet Osov Conv

7 Micotossine Bolero Olet310n.r.17 Osov290n.r.12 Conv620n.r.27 DON μg/kg

8 Concentrazioni degli elementi nei tessuti N% sulla s.s. nelle paglie del pisello proteico b a b b a ab

9 K% sulla s.s. negli stocchi di mais a a b a a b Concentrazioni degli elementi nei tessuti

10 P% sulla s.s. nelle paglie del frumento b a a a b c a b c Concentrazioni degli elementi nei tessuti

11 Bilancio degli elementi nutritivi kg/ha di N: media del ciclo triennale

12 kg/ha di P: media del ciclo triennale Bilancio degli elementi nutritivi

13 kg/ha di K: media del ciclo triennale Bilancio degli elementi nutritivi

14 Caratteristiche del suolo

15

16 Indici biologici Respirazione suolo Potere mineralizzante TRAT mg C CO2 kg h mg N kg Olet a 2004Osov b Conv b Olet a 2006Osov b Conv b

17 Caratteristiche del suolo

18

19 Disponibilità N minerale nel suolo Anno rilevamento Prof cm

20 Conclusioni Livelli produttivi sostanzialmente uguali tra percorsi colturali Buona qualità merceologica-sanitaria dei sistemi biologici Difficoltà di controllo delle infestanti Difficoltà di bilanciare gli elementi nutritivi Nessuna variazione della s.o. nel breve periodo. Aumento dellattività microbica nel sistema con letame Potenziale maggior impatto ambientale del sistema biologico con sovescio

21 Hanno collaborato: Barbara Moretti, Sara Desogus, Dario Sacco, Carlo Grignani, Aldo Ferrero, Francesco Vidotto, Franco Tesio 1, Remigio Berruto, Giangiacomo Ghiotti, Patrizia Busato 2, Mario Bonino 3, Alberto Turletti 4. Si ringraziano: Mario Gilardi, Gabriele Gariglio, Mauro Gilli 1, Teresio Giletta, Piero Ballario 3. 1 Dip. Agronomia, Selvicoltura e Gestione del Territorio – Università di Torino 2 Dip. di Economia e Ingegneria Agraria Forestale e Ambientale – Università di Torino 3 Istituto Professionale Statale per lAgricoltura e lAmbiente P. Barbero - Fossano (CN) 4 Regione Piemonte - Assessorato allAgricoltura, Tutela della Fauna e della Flora


Scaricare ppt "Tecniche colturali biologiche a confronto Aspetti produttivi e ambientali."

Presentazioni simili


Annunci Google