La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LICEO PUBLIO VIRGILIO MARONE AVELLINO POF: contenuti essenziali per una consultazione rapida ANNO SCOLASTICO 2014-2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LICEO PUBLIO VIRGILIO MARONE AVELLINO POF: contenuti essenziali per una consultazione rapida ANNO SCOLASTICO 2014-2015."— Transcript della presentazione:

1

2 LICEO PUBLIO VIRGILIO MARONE AVELLINO POF: contenuti essenziali per una consultazione rapida ANNO SCOLASTICO

3 studenti docenti d.s.g.a. commissioni dipartimenti collaboratori cons. di classe segreteria Dirigente cons. d’istituto tecnici Il POF o piano dell’offerta formativa si realizza con il lavoro delle diverse componenti ed organismi dell’Istituto

4 Cosa si trova in un POF Il piano dell’offerta formativa è la carta d’identità dell’Istituto, contiene le scelte educative, progettuali, organizzative che sono alla base della proposta educativa dei diversi istituti scolastici.

5 Come “sfogliare” il nostro POF INDIRIZZI DI STUDIO PIANO PROGETTUALE VALUTAZIONE REGOLAMENTO DI ISTITUTO

6 LE NOSTRE CONVINZIONI “L’ istruzione e la formazione sono le armi più potenti che si possono utilizzare per cambiare il mondo” Nelson Mandela LICEO PUBLIO VIRGILIO MARONE

7 Indirizzi presenti nel nostro Istituto Liceo classico Liceo economico sociale L. Scienze umane

8 Il LICEO delle SCIENZE UMANE consente di conoscere i fenomeni collegati alla costruzione dell’identità personale e delle relazioni umane e sociali

9 Il LICEO delle SCIENZE UMANE consente di: acquisire le conoscenze dei principali campi d’indagine delle scienze umane mediante gli apporti specifici e interdisciplinari della cultura pedagogica, psicologica e socio ‐ antropologica; raggiungere, attraverso la lettura e lo studio diretto di opere e di autori significativi del passato e contemporanei, la conoscenza delle principali tipologie educative, relazionali e sociali proprie della cultura occidentale e il ruolo da essere svolto nella costruzione della civiltà europea; saper identificare i modelli teorici e politici di convivenza, le loro ragioni storiche, filosofiche e sociali, e i rapporti che ne scaturiscono sul piano etico ‐ civile e pedagogico ‐ educativo; saper confrontare teorie e strumenti necessari per comprendere la varietà della realtà sociale, con particolare attenzione ai fenomeni educativi e ai processi formativi, ai luoghi e alle pratiche dell’educazione formale e non, ai servizi alla persona, al mondo del lavoro, ai fenomeni interculturali; possedere gli strumenti necessari per utilizzare, in maniera consapevole e critica, le principali metodologie relazionali e comunicative, comprese quelle relative alla media education.

10 Discipline 1° biennio2° biennioMonoennio 1° anno2°anno3°anno4°anno5°anno Lingua e lett.italiana Lingua e cultura latina Lingua e cultura straniera Geostoria 33 Storia 222 Filosofia 333 Scienze Umane Diritto 22 Matematica Fisica 222 Scienze Naturali Storia dell’arte 222 Scienze Motorie Religione Totale 27 30

11 Rr rE dopo...? Tutte le facoltà universitarie Corsi di specializzazione per assistente sociale, assistente per infanzia, operatore di animazione sociale…….

12 Il LICEO ECONOMICO SOCIALE consente di comprendere la complessità del mondo globalizzato

13 Il LICEO ECONOMICO SOCIALE consente di: conoscere i significati, i metodi e le categorie interpretative messe a disposizione delle scienze economiche, giuridiche e sociologiche; comprendere i caratteri dell’economia come scienza delle scelte responsabili sulle risorse di cui l’uomo dispone, e del diritto come scienza delle regole di natura giuridica che disciplinano la convivenza sociale; individuare le categorie antropologiche e sociali utili per la comprensione e classificazione dei fenomeni culturali; sviluppare la capacità di misurare, con l’ausilio di adeguati strumenti matematici, statistici e informatici, i fenomeni economici e sociali indispensabili alla verifica empirica dei principi teorici; utilizzare le prospettive filosofiche, storico ‐ geografiche e scientifiche nello studio delle interdipendenze tra i fenomeni internazionali, nazionali, locali e personali; acquisire in una seconda lingua moderna strutture, modalità e competenze comunicative corrispondenti almeno al livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento.

14 Discipline 1° biennio2° biennioMonoennio 1° anno2°anno3°anno4°anno5°anno Lingua e lett.italiana Lingua e cultura straniera Lingua e cultura straniera Geostoria 33 Storia 222 Filosofia 222 Scienze Umane Diritto ed economia Matematica Fisica 222 Scienze Naturali 22 Storia dell’arte 222 Scienze Motorie Religione Totale 27 30

15 Rr rE dopo...? Tutte le facoltà universitarie Corsi di specializzazione per assistente sociale, mediatore culturale, animatore di comunità terapeutiche…….

16 IL LICEO CLASSICO Consente di cogliere le intersezioni fra i saperi classici e moderni.

17 Il LICEO CLASSICO consente di: -raggiungere una conoscenza approfondita delle linee di sviluppo della nostra civiltà nei suoi diversi aspetti: linguistico, letterario, artistico, storico, filosofico, scientifico. acquisire la conoscenza delle lingue classiche necessaria per la comprensione dei testi greci e latini, attraverso lo studio organico delle loro strutture maturare tanto nella pratica della traduzione quanto nello studio della filosofia e delle discipline scientifiche, una buona capacità di argomentare, di interpretare testi complessi e di risolvere diverse tipologie di problemi anche distanti dalle discipline specificamente studiate.

18 Discipline 1° biennio2° biennioMonoennio 1° anno2°anno3°anno4°anno5°anno Lingua e lett.italiana Lingua e cultura latina Lingua e cultura greca Lingua e cultura straniera Geostoria 33 Storia 333 Filosofia 333 Matematica Fisica 222 Scienze Naturali Storia dell’arte 222 Scienze Motorie Religione Totale 27 31

19 E dopo...? Tutte le facoltà universitarie anche con prove di selezione per l’accesso programmato

20 IL PIANO DELLE ATTIVITA’ Sfoglia la margherita Il piano delle attività è visionabile sul nostro sito

21 GIORNATE SPECIALI Accoglienza classi prime: insieme con i genitori Scuola a porte aperte 13 Dicembre 2014 e 31 Gennaio 2015 Giornata della memoria Giornata del ricordo Orientamento in uscita Giornata della creatività Giornata della lotta alle mafie

22 INTERVENTI CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA Corsi di recupero Sportello didattico Imparare modulando: favorire l’apprendimento dell’Italiano Dall’accoglienza all’inclusione Istruzione domiciliare per allievi con gravi patologie

23 PROGETTI PER IL BENESSERE Prevenzione delle dipendenze C.I.C – Centro di Informazione e Consulenza Educazione all’affettività e alla sessualità

24 PROGETTI PER ARRICCHIRE L’OFFERTA FORMATIVA Corsi di lingua Spagnola,lingua Tedesca,di Informatica e di Diritto ogni martedì per tutti gli alunni delle classi prime Incontro con l’Autore per creare dei raccordi con le Scuole Medie del territorio sollecitando riflessioni di scottante lettura di testi e dibattiti con i rispettivi autori Poesia e narrativa del ‘900 per potenziare le conoscenze letterarie A Scuola di Memoria come preparazione al viaggio della memoria ad Auschwitz il 27 gennaio English for Art’s Sake, per il potenziamento delle competenze comunicative in lingua inglese Trekking letterario per la scoperta e la manipolazione intelligente della realtà attraverso le discipline scolastiche; Raccontiamo il sud per conoscere la nostra la realtà attraverso il cinema, il teatro,le poesie. Un tocco di classe per educare alla cittadinanza attiva Una startup per la cultura per sensibilizzare e promuovere una lettura della società attraverso la simulazione di una cooperativa sociale Dall’accoglienza all’inclusione per favorire l’autonomia e l’integrazione degli studenti diversamente abili Logica...mente per preparare gli studenti delle classi 5°al superamento dei test di logica per l’ammissione alle facoltà universitarie

25 INSEGNAMENTI AGGIUNTIVI DIFFERENTI PER I TRE INDIRIZZI A SCELTA DEGLI STUDENTI LICEO CLASSICO DIRITTOTEDESCOSPAGNOLO LICEO DELLE SCIENZE UMANE SPAGNOLOTEDESCO INFORMATICA LICEO ECONOMICO - SOCIALE SCIENZE SPERIMENTALIINFORMATICA

26 Attività culturali gestite dal consiglio di classe viaggi d’istruzione in Italia e all’estero, visite guidate partecipazione a spettacoli teatrali, cinematografici e a iniziative culturali

27 SPORT A SCUOLA Gruppo sportivo pallavolo Tornei interni ed esterni Beach volley Quattro giorni sulla neve Giochi studenteschi

28 CORSI PER LA CERTIFICAZIONE E IL POTENZIAMENTO DELLE LINGUE PET – FCE (Inglese B1 – B2) DELF (francese B1) CLIL Storia dell’Arte in lingua inglese

29 SICUREZZA E PREVENZIONE Simulazioni di evacuazione Piano di emergenza Primo soccorso Squadra antincendio

30 LA MISURAZIONE E LA VALUTAZIONE

31 VERIFICA E VALUTAZIONE La valutazione non è la somma dei voti ottenuti nelle diverse prove in quanto cambiano sia i livelli di difficoltà sia le abilità che vengono testate nelle singole prove. Nella valutazione finale il docente deve prendere in considerazione i livelli di partenza e la possibilità per l’allievo di frequentare proficuamente l’anno successivo.

32 … La misurazione considera la posizione del singolo alunno in rapporto alle posizioni del gruppo classe, la valutazione considera la posizione del singolo alunno in relazione a se stesso, in forza della considerazione squisitamente pedagogica, secondo la quale i processi di apprendimento sono processi individuali che hanno punti di partenza e punti di arrivo individuali. ” (cfr. Renzo Tassi)

33 IL REGOLAMENTO DI ISTITUTO

34 INGRESSI - USCITE Gli studenti devono recarsi in aula subito dopo il primo suono della campanella (ore 8.10). La prima ora di lezione inizia alle ore Autorizzazione all’ingresso fino alle ore 8.30 per residenti fuori raccordo previa richiesta L’ingresso in ritardo è consentito solo per seri motivi giustificabili. L’uscita anticipata da scuola è ammessa, solo su autorizzazione della Presidenza, in caso di seri e documentabili motivi.

35 DIVIETI A SCUOLA Non è consentito l’uso del cellulare durante le ore di lezione Divieto di fumo, anche delle sigarette elettroniche, nei locali di pertinenza della scuola. Divieto di abbigliamento non consono al luogo (no pantaloni corti, bermuda, gonne troppo corte ecc.)

36 RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA I docenti ricevono le famiglie: in orario antimeridiano, ogni settimana su appuntamento; alla fine del primo trimestre e a metà del pentamestre in orario pomeridiano. Per favorire la comunicazione tra scuola e famiglia è presente la figura del coordinatore

37 IL COORDINATORE DI CLASSE Il docente coordinatore è l'anello di raccordo tra il Consiglio di classe, l'allievo e la famiglia; è il punto di riferimento per la risoluzione di problemi concreti e per la ricerca di sinergie utili a favorire la collaborazione tra le diverse parti. Mantiene i rapporti con le famiglie curando in particolare la segnalazione di assenze numerose, saltuarie o ingiustificate.

38 VALIDITA’ DELL’ ANNO SCOLASTICO Per la validità dell’anno scolastico gli allievi non devono superare 223 ore di assenza nelle classi I e II 247 ore nelle classi III - IV e V fatte salve le deroghe del caso previste per malattie o impedimenti certificati.

39 I NI NOSTRI PARTNERS - A.S.L. - ENTI LOCALI - ASSOCIAZIONI CULTURALI E UMANITARIE - CENTRO DI IMPIEGO - UNIVERSITA’

40 Start ore DICEMBRE GENNAIO 2015


Scaricare ppt "LICEO PUBLIO VIRGILIO MARONE AVELLINO POF: contenuti essenziali per una consultazione rapida ANNO SCOLASTICO 2014-2015."

Presentazioni simili


Annunci Google