La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E FORMAZIONE CONTINUA C.d.L. in Scienze dell’Educazione degli Adulti e Formazione Continua Adulti e Formazione Continua A.A. 2014/2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E FORMAZIONE CONTINUA C.d.L. in Scienze dell’Educazione degli Adulti e Formazione Continua Adulti e Formazione Continua A.A. 2014/2015."— Transcript della presentazione:

1 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E FORMAZIONE CONTINUA C.d.L. in Scienze dell’Educazione degli Adulti e Formazione Continua Adulti e Formazione Continua A.A. 2014/2015

2 Prof. Mario SPATAFORA Docente di Organizzazione Aziendale e Formazione Continua Università Roma Tre Segretario Generale FB - Finance & Banking: Associazione per lo Sviluppo Organizzativo e delle Risorse Umane Coordinatore Centro Ricerche Europee e Studi (CRESfb)

3 Board Member-Special Advisor EBTN - European Banking & Financial Services Training Association Aisbl **** European Project’s Coordinator Prof. Mario SPATAFORA

4 Testi per la preparazione dell’esame H. Mintzberg, La progettazione dell’organizzazione aziendale, Il Mulino, Bologna (ultima edizione) *** E. Auteri, Management delle risorse umane, Guerini e Associati (ultima edizione) *** M. Spatafora, Una Finestra sull’Europa, La prospettiva del LifeLong Learning La prospettiva del LifeLong Learning Associazione Effebi (da richiedere) Associazione Effebi (da richiedere)

5 Bibliografia di riferimento - G. Alessandrini, Formare al management della diversità. Nuove competenze e apprendimenti nell’impresa, Guerini, Milano 2010; - Caltabiano, Sassu (a cura di), Il valore delle competenze, Milano, Franco Angeli 2006; - G. Alessandrini, Comunità di pratica e società della conoscenza, Carocci-Le Bussole, Roma 2012;

6 Struttura del corso Organizzazione Risorse Umane Formazione Micro e Macro Tecno- logia e ICT EducationTraining Recruting Gestione Sviluppo Employer Branding Sviluppo organizzativo Job description Job profile Procedure e Regolamenti

7 Le Qualificazioni in Europa APPRENDIMENTO PERMANETE Per apprendimento permanente si intende qualsiasi attività di apprendimento intrapresa dalle persone in modo formale, non formale e informale, nelle varie fasi della vita, al fine di migliorare le conoscenze, le capacità e le competenze, in una prospettiva personale, civica, sociale e occupazionale.

8 Le Qualificazioni in Europa ACCREDITAMENTO Un processo di certificazione della qualità il cui scopo è il riconoscimento e l’approvazione ufficiali di un programma d’istruzione o formazione da parte di un’autorità giuridica o professionale competente, in seguito alla verifica della sua conformità a determinati standard.

9 Le Qualificazioni in Europa QUALIFICAZIONE Risultato formale di un processo di valutazione e convalida, acquisito quando l'autorità competente stabilisce che i risultati dell'apprendimento di una persona corrispondono a standard definiti.

10 Le Qualificazioni in Europa CERTIFICAZIONE Rilascio di un certificato, un diploma o un titolo che attesta formalmente che un ente competente ha accertato e convalidato un insieme di risultati dell’apprendimento (conoscenze, know- how, abilità e/o competenze) conseguiti da un individuo rispetto a uno standard prestabilito.

11

12 Organizzazione Complesso delle modalità secondo le quali viene effettuata la divisione del lavoro in compiti distinti e viene realizzato il coordinamento fra tali compiti. H. Mintzberg Complesso delle modalità secondo le quali viene effettuata la divisione del lavoro in compiti distinti e viene realizzato il coordinamento fra tali compiti. H. Mintzberg

13 Meccanismi di Coordinamento ADATTAMENTO RECIPROCO: comunicazione informale e controllo del lavoro da parte dei lavoratori stessi; SUPERVISIONE DIRETTA: supervisore con responsabilità sul lavoro altrui→ impartisce ordini e controlla i comportamenti; STANDARDIZZAZIONE: riguarda di norma Processi di lavoro contenuti delle attività programmatiInput capacità/abilità dei dipendenti predefinite Output risultato del lavoro predeterminato

14 Le parti fondamentali dell’Organizzazione Vertice Strategico Tecnostruttura Staff di supporto Linea Intermedia Nucleo Operativo Mission & Branding

15 Il vertice strategico « Consiglio di Amministrazione» - Responsabilità globale della Vision e della Mission - Organizzazione: Amministratore Delegato, Direttore Generale, Manager, CEO, CFO… - Coerenza con le aspettative degli Stakeholders; 3 FUNZIONI PRINCIPALI: SUPERVISIONERELAZIONISTRATEGIA

16 La linea intermedia - Collegamento tra Vertice Strategico e Nucleo Operativo. - Gestisce il processo di supervisione del Vertice ed i feedback del Nucleo Operativo. I responsabili della Linea Intermedia «Capireparto» detengono l’autorità formale sul Nucleo operativo.

17 Il nucleo operativo Svolge le attività collegate alla produzione di beni e servizi (approvvigionamento, trasformazione, distribuzione, manutenzione…) Unità specializzate che forniscono un supporto ‘esterno’ rispetto al lavoro operativo (ad es. ufficio legale, ufficio paghe e contributi, servizio mensa…) Lo staff di supporto

18 La Tecnostruttura Gli analisti di staff definiscono le norme e le modalità del lavoro, cioè realizzano processi di standardizzazione a vari livelli (ad es. industrial engineers, analisti di pianificazione e controllo…)

19 Grazie per l’attenzione!


Scaricare ppt "ORGANIZZAZIONE AZIENDALE E FORMAZIONE CONTINUA C.d.L. in Scienze dell’Educazione degli Adulti e Formazione Continua Adulti e Formazione Continua A.A. 2014/2015."

Presentazioni simili


Annunci Google