La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progettare nel sociale Indicazioni tecniche-operative per costruire e valutare progetti in campo sanitario, sociale, educativo e culturale Luca Napoli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progettare nel sociale Indicazioni tecniche-operative per costruire e valutare progetti in campo sanitario, sociale, educativo e culturale Luca Napoli."— Transcript della presentazione:

1 Progettare nel sociale Indicazioni tecniche-operative per costruire e valutare progetti in campo sanitario, sociale, educativo e culturale Luca Napoli

2 Prima Tappa IDEAZIONE Seconda Tappa ATTIVAZIONE Terza Tappa PROGETTAZIONE Quinta Tappa VERIFICA Quarta Tappa REALIZZAZIONE LE TAPPE DI UN PROGETTO

3 Prima tappa: IDEAZIONE E il momento in cui una o più persone ipotizzano di realizzare un progetto, di attivare uniniziativa, di fare o proporre qualcosa … …è il momento di dar spazio alla fantasia e alla creatività!!

4 Seconda tappa: ATTIVAZIONE Una volta avviata una propria ipotesi di progetto bisogna cercare di verificare quali sono le risorse (umane, finanziarie e strumentali) disponibili, identificare meglio il proprio ruolo e coinvolgere altri, ottenere il consenso più o meno allargato che renderà possibile la realizzazione successiva

5 Terza tappa: PROGETTAZIONE Segue lelaborazione di un progetto cartaceo, lidentificazione e programmazione delle diverse fasi dellintervento. Si cerca di prevedere quali saranno le esigenze di personale, i tempi, le necessità tecniche e materiali per garantire loperatività

6 Quarta tappa: REALIZZAZIONE Corrisponde alla realizzazione dellintervento. Attraverso lavvio delle azioni si verificano le proprie ipotesi, si attuano gli interventi e i cambiamenti necessari per sostenere il progetto, si sviluppano processi di confronto e verifica in itinere per produrre gli aggiustamenti necessari

7 Quinta tappa: VERIFICA La verifica è posta come ultima tappa anche se processi di monitoraggio e valutazione più o meno espliciti si attivano lungo il percorso ad ogni tappa

8 Esiste una logica sequenziale tra le diverse tappe, che tuttavia si accavallano e sovrappongono. A seconda del modello di riferimento utilizzato, esplicitamente o più spesso implicitamente, troveremo che queste cinque tappe di un intervento si concretizzano in modo diverso.

9 TRE APPROCCI ALLA PROGETTAZIONE (L.Leone, M.Prezza, 1999) SINOTTICO RAZIONALE CONCERTATIVO PARTECIPATO EURISTICO lungo un continuum dalla massima pre-strutturazione alla massima apertura e flessibilità Massima pre-strutturazione Minima pre-strutturazione

10 Prima Tappa IDEAZIONE Seconda Tappa ATTIVAZIONE Terza Tappa PROGETTAZIONE Quinta Tappa VERIFICA Quarta Tappa REALIZZAZIONE Approccio Sinottico Razionale Si tratta di un approccio meccanicista che rimanda ad una causalità di tipo lineare. Assunti sottostanti: 1. È possibile circoscrivere i fattori causali alla base di disturbi e devianze individuali e sociali. 2. È possibile realizzare progetti che modifichino tali fattori e così prevenire effetti indesiderati

11 Prima Tappa IDEAZIONE Seconda Tappa ATTIVAZIONE PROGETTAZIONE VERIFICA REALIZZAZIONE Approccio Concertativo o Partecipato Viene data maggiore rilevanza alla fase dellattivazione. Le frecce nei due sensi indicano che esiste uninfluenza reciprova tra le diverse tappe. Assunti: 1. esistono sempre più letture dei bisogni e una pluralità di ipotesi interpretative 2. Scambiare e confrontare le reciproche percezioni del problema, definire con chiarezza i ruoli e le funzioni sono alcuni passaggi indispensabili che si collocano a monte di un progetto

12 Prima Tappa IDEAZIONE Seconda Tappa ATTIVAZIONE PROGETTAZIONE VERIFICA REALIZZAZIONE Approccio Euristico PROGETTAZIONE REALIZZAZIONE VERIFICA

13 Nellapproccio euristico (da Eurisko = ricerco) si rinuncia a conseguire degli obiettivi predeterminati a monte dagli operatori- progettisti. Esiste un fine, unindividuazione di strategie, uno specifico contesto e poi esiste un processo condiviso di ricerca partecipata attraverso cui si definiranno, con i soggetti, destinatari, obiettivi specifici, interventi e ipotesi trasformative più mirate. Mentre lapproccio concertativo realizzava una progettazione flessibile in cui si definivano alcuni obiettivi e altri rimanevano aperti, questo terzo approccio non individua proprio obiettivi specifici a priori. Lassunto alla base di questo approccio è che la centratura sul prodotto, sulla riuscita di un risultato predefinito può indurre a porre in secondo piano lattenzione ai processi, ai modi con cui si realizzano le cose, al come, e cioè ai reali risultati di un intervento sociale.

14 Percorso innovativo di PEER EDUCATION

15

16 La Peer Education

17 I destinatari 5 volontari nel ruolo di Tutor 10 adolescenti nel ruolo di peer educators 100 adolescenti (10 per ogni peer educators)

18 Il metodo La peer education quale metodologia attiva e partecipativa Attenzione ai processi più che ai prodotti

19 In primo piano…. …sullo sfondo

20 La rete territoriale YOUNG CLUB AGCI Comune di Pistoia Provincia di Pistoia Comune di Quarrata Erit Italia Ente Camposam. Istituto Enaudi Coop. Pantagruel Ist. darte Petrocchi

21 1. Quali risultati si intendono raggiungere? Per progettare insieme… 2. Attraverso quali azioni? 3. Con chi? 4. Da quali risorse possiamo attingere? 5. Con che tempi? Come possiamo verificare landamento del progetto?

22 Gruppo: classi 3B – 2A – 1C dellIst. dArte Petrocchi – sede di Pistoia Argomento scelto: SESSUALITA OBIETTIVOAZIONEPer verificare Stimolare il confronto e la discussione di gruppo sul tema scelto PROIEZIONE FILM in orario extra-scolastico con la presenza di un facilitatore (capo fila 1°C) allargando linvito a tutte le classi Trovare un modo per registrare: -il numero di partecipanti interni ed esterni al proprio gruppo - il gradimento delle iniziative da parte dei partecipanti Mettere a disposizione abilità e competenze e rappresentare i temi su cui si è lavorato STORIE A FUMETTI prendendo spunto da racconti anonimi precedentemente raccolti (capo fila 3B) ESPRESSIONI ARTISTICHE: dopo essersi confrontati sul tema ognuno rappresenta lidea che si è fatto (2A) Dare visibilità al lavoro svoltoMOSTRA FINALE nel mese di maggio (dedicato alle mostre) oppure nellambito della sfilata di fine anno (allallestimento penserebbero le classi che non hanno gli esami) Pubblicazione del fumetto sul GIORNALINO SCUOLA SITO INTERNET

23 Gruppo: classe 2H sperimentale dellIstituto darte Petrocchi – sede di Quarrata Argomento scelto: LA MUSICA OBIETTIVOAZIONEPer verificare 1. Mettere a disposizione abilità e competenze personali per comunicare con la musica CANZONE (capofila per la realizzazione del testo: Daniele; capofila per laccompagnamento musicale: Giada) COPERTINA CD VIDEO (la realizzazione del video è da valutare una volta terminata la canzone) 2. Dare visibilità al lavoro svolto SITO INTERNET della scuola e

24 Gruppo: Centro socio educativo LAquilone della Cooperativa Pantagruel Argomento scelto: RELAZIONE CON LALTRO SESSO OBIETTIVOAZIONEPer verificare 1. Stimolare il confronto e la discussione tra pari e, in particolare, con laltro sesso GRUPPI DI DISCUSSIONE (sollecitati dalla raccolta di domande anonime in scatola chiusa) solo per il gruppo Registrare n°partecipanti Chiedere se è piaciuto, se è stato interessante, (piccolo questionario) CINEFORUM (3 films)invitando anche il gruppo delle ragazze delle medie Registrare n°partecipanti Chiedere se è piaciuto, se è stato interessante, (piccolo questionario) 2. Dare risposta ad eventuali domande e dubbi sorti nel corso delle precedenti attività SEMINARIO con ESPERTO (da programmare solo se necessario) Registrare n°partecipanti Chiedere se è piaciuto, se è stato interessante, (piccolo questionario) 3. Comunicare landamento del progetto e ogni eventuale bisogno per portare avanti le azioni progettate SITO INTERNET (attivazione mail peer educators)

25

26

27

28

29

30

31


Scaricare ppt "Progettare nel sociale Indicazioni tecniche-operative per costruire e valutare progetti in campo sanitario, sociale, educativo e culturale Luca Napoli."

Presentazioni simili


Annunci Google