La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DOLORE ADDOMINALE Stimoli algogeni più comuni Irritazione diretta da: agenti chimici / mediatori prodotti da flogosi o ischemia (citochine) Tensione (acuta)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DOLORE ADDOMINALE Stimoli algogeni più comuni Irritazione diretta da: agenti chimici / mediatori prodotti da flogosi o ischemia (citochine) Tensione (acuta)"— Transcript della presentazione:

1 DOLORE ADDOMINALE Stimoli algogeni più comuni Irritazione diretta da: agenti chimici / mediatori prodotti da flogosi o ischemia (citochine) Tensione (acuta) delle membrane di rivestimento dei parenchimi Tensione della parete dei visceri cavi per distensione o contrattura spastica

2 DOLORE ADDOMINALE Stimoli algogeni più comuni Modificazioni metaboliche di un tessuto (chetoacidosi diabetica) Stiramento dei mesi Infiltrazione / compressione di strutture nervose

3 DOLORE ADDOMINALE Le vie nervose del dolore sono rappresentate da fibre di due tipi: Viscerale Somatico

4 DOLORE ADDOMINALE La localizzazione precisa del dolore dipende dalla numerosità delle fibre nervose che lo conducono Il dolore somatico è meglio definito di quello viscerale

5 DOLORE VISCERALE Innervazione viscerale Origina da : distensione dei visceri cavi spasmo dei visceri cavi distensione / flogosi di parenchimi

6 RECETTORI DEI VISCERI CAVI Terminazioni libere dei plessi di Meissner e di Auerbach Recepiscono solo stimoli dolorosi di due tipi: –A) Spasmo –B) Distensione Dolore di tipo colico

7 DOLORE VISCERALE Qualità: Dolore sordo, ottuso Localizzazione: Profonda, mal determinabile Decorso: - A crisi (organi cavi) - Continuo (parenchimi) Fenomeni riflessi: - Nausea, vomito - Tachicardia, sudorazione, ipotensione - Irrequietezza - Viscero-viscerali (coinvolgimento di organi limitrofi)

8 IRRADIAZIONE DEL DOLORE VISCERALE In base allembriogenesi il dolore viscerale è percepito in : Epigastrio stomaco, duodeno, vie biliari, fegato, pancreas Mesogastrio tenue, colon ascendente e trasverso prossimale, pancreas Ipogastrio colon trasverso distale, sigma, retto

9

10 DOLORE SOMATICO Innervazione somatica Superficiale : peritoneo parietale anteriore diaframma Profondo : peritoneo parietale posteriore mesentere

11 RECETTORI DEL DOLORE SOMATICO Terminazioni nervose mesentere mesocolon piccolo omento –sensibili a tutti gli stimoli algogeni –sensibilità presente fino a due cm. dal bordo dei visceri –porzione paraviscerale insensibile

12 DOLORE SOMATICO QUALITA: trafittivo, terebrante, intenso LOCALIZZAZIONE: definita - dolore riferito –iperestesia superficiale –sede di rilevamento superficiale dipendente da mono - bilateralità dellinnervazione - innervazione bilaterale: stomaco, duodeno, tenue, colon, appendice, colecisti, vie biliari, pancreas, utero, vescica - innervazione monolaterale: reni, ureteri

13 Sede ed irradiazione del dolore pancreatico: Il dolore viene avvertito in zona periombelicale ed epigastrica; posteriormente si estende a sbarra nel terzo inferiore del torace (metameri toracici T 8-11 )

14 Sede ed irradiazione del dolore ureterale: Il dolore viene avvertito in fianco e fossa iliaca omolaterale Metameri toracici T , L 1-2.

15 DOLORE SOMATICO DECORSO: prolungato nel tempo, accentuato da: –cambiamento di decubito –tosse –palpazione –corsa FENOMENI RIFLESSI: –difesa muscolare –peritonismo

16 FASI DEL DECORSO DEL DOLORE ADDOMINALE 1 a FASE DOLORE VISCERALE PURO Lesione limitata ai parenchimi o ai visceri Dolore addominale non ben distinguibile Dolore diffuso se la lesione è estesa Dolore cupo e oppressivo 2 a FASEDOLORE RIFERITO Iperestesia aspecifica superficiale La sensazione dolorosa è captata dal S.N.C. e quindi rinviata in periferia

17 FASI DEL DECORSO DEL DOLORE ADDOMINALE 3 a FASE DOLORE MISTO (viscerale e somatico) Reazione della sierosa peritoneale vicina al viscere: dolore meglio localizzabile Irradiazione caratteristica Dolore terebrante, trafittivo Reazione di difesa della muscolatura addominale (riflesso viscero - motore)

18 FASI DEL DECORSO DEL DOLORE ADDOMINALE 4 a FASEDOLORE SOMATICO PURO Segni di peritonismo Difesa muscolare più estesa ed importante Reazione della sierosa peritoneale e del peritoneo parietale Sintomatologia un po meno definita per estensione della lesione

19 DOLORE ESOFAGEO Il dolore esofageo può essere irradiato sul torace a livello del segmento spinale corrispondente alla lesione dellesofago. A) Una lesione del terzo superiore viene riferita in sede retrosternale, giugulare e toracica posteriore (dermatomeri T 4-5 B) Una lesione del terzo inferiore viene riferita in sede epigastrica alta e si continua a fascia nei dermatomeri corrispondenti

20 DOLORE ESOFAGEO Lesione al terzo sup. Lesione al terzo inf. AB

21 a b c de

22 DOLORE DIAFRAMMATICO Le porzioni centrali dei due emidiaframmi (cupole diaframmatiche) e la parte centrale del peritoneo diaframmatico, sono innervate dai nervi frenici destro e sinistro. Il dolore condotto da queste fibre è caratterizzato dalla comparsa di zone algogene alla spalla e alle regioni vicine (sopraclavicolari, mammarie). Le porzioni periferiche dei due emidiaframmi, invece, sono innervate da fibre afferenti somatiche provenienti dagli ultimi nervi intercostali.

23 Schema della innervazione del diaframma

24 IRRADIAZIONE DEL DOLORE NELLA PANCREATITE ACUTA ESTESA Dolore esteso, a sbarra Anteriormente: epi-mesogastrio ed ipocondri Posteriormente: terzo inferiore del torace (metameri toracic T8-11

25 IRRADIAZIONE DEL DOLORE NELLE PANCREATITI CIRCOSCRITTE a) Pancreatite circoscritta al segmento cefalico inferiore: lirradiazione del dolore è simile a quella delle vie biliari b) Pancreatite circoscritta al segmento cefalico superiore ed al corpo: lirradiazione avviene verso la scapola sinistra c) Pancreatite circoscritta alla coda del pancreas: lirradiazione avviene posteriormente e anteriormente verso lemiaddome medio e inferiore sinistro

26 ab a a c b AB

27 ABBOZZI, EVOLUZIONE ED INNERVAZIONE VISCERALE DOLORIFICA DEL PANCREAS Dallabbozzo pancreatico ventrale, origina la parte inferiore della testa, che possiede fibre afferenti sensitive contenute nello splancnico superiore destro. Dallabbozzo pancreatico dorsale originano invece la parte craniale della testa, il corpo e la coda. Linnervazione dolorifica di queste zone spetta al grande splancnico di sinistra

28 ABBOZZO PANCREATICO VENTRALE GRANDE SPLANCNICO DESTRO ABBOZZO PANCREATICO DORSALE GRANDE SPLANCNICO SINISTRO

29 IRRADIAZIONE DEL DOLORE PIELO - URETERALE Lirradiazione interessa i metameri corrispondenti allingresso nel S.N.C. delle fibre algoafferenti (T , L 1 ( 2 )). Il dolore da colica pielo-ureterale può essere irradiato pure al testicolo poiché questo organo condivide la stessa innervazione metamerica, avendo subito durante lo sviluppo una migrazione cranio-caudale.

30 DOLORE ADDOMINALE

31 ulcera bulbare ulcera gastrica gastrite appendicite ernia dello hiatus carcinoma gastrico

32 angina pectoris pericardite Infarto cardiaco aneurisma embolia periarterite nodosa sindrome di Ortner trombosi delle vene mesenteriche Trombosi della vena porta duodeniti ed ulcera duodenale postbulbare diverticolite carcinoma del pancreas Pancreatite calcolosi pancreatica

33 affezioni pleuriche e pleuromediastiniche pleuropericarditi tumore idronefrosi

34 stasi epatica ascesso epatico fase iniziale dellepatite colecistite empiema miomatosi colesterolosi ecc. periepatite acuta colangite calcoli biliari ascesso peri- colecistico o sottoepatico cistite calcolosi del cistico coledociti calcolosi del coledoco ecc. flessura epatica distonie coliti neoplasie appendicite

35 infarto renale tumore idronefrosi pielite calcolo renale pleurite della base

36 angina pectoris pericardite infarto cardiaco infarto splenico splenomegalie perisplenite (fase iniziale) pancreatite necrosi pancreatica acuta calcolosi pancreatica carcinoma del pancreas

37 ileite terminale carcinoma del cieco appendicite ernia tifo dissenteria

38 ulcera gastrica carcinoma gastrico coliti e tumori della flessura lienale

39 pleuropatie a sede sinistra tumore idronefrosi pielite infarto renale calcolo renale

40 calcolo ureterale Affezioni delle vescichette seminali cisti ovarica mioma carcinoma uterino gravidanza tubarica annessite

41 cistite ritenzione urinaria acuta ipertrofia prostatica

42 ipogastrio

43 colopatia muco-membranosa colite diverticolite dissenteria carcinoma del sigma ernia colon irritabile

44

45 DOLORE ADDOMINALE V iscerale Stomaco e intestino Fegato e vie biliari Pancreas Rene e ureteri Utero e vescica INNERVAZIONE VISCERALE Nervi splancnici Nervi vaghi

46 TRASMISSIONE DEL DOLORE VISCERALE Fibre afferenti simpatiche (dolorifiche) Fibre efferenti (motilità e secrezione) Plesso celiaco destro e sinistro Plesso ipogastrico Plessi pelvici Le fibre algogene viscerali raggiungono le radici midollari comprese tra T5 e L2

47 TERMINAZIONI NERVOSE TRONCHI NERVOSI Terminazioni nervose mesentere mesocolon piccolo omento –sensibili a tutti gli stimoli algogeni –fino a due cm. dai visceri –porzione paraviscerale insensibile Tronchi nervosi –nervi spinali –nervi frenici

48 GANGLI TRONCHI NERVOSI Gangli –Celiaci superiori –Arteria renale –Mesenterico superiore –Mesenterico inferiore Tronchi nervosi –Sistema dei nervi splancnici Splancnico superiore Splancnico medio Splancnico inferiore –Nervi vaghi

49 STRUTTURE INDOLORI Milza Peritoneo viscerale Grande omento

50 TRASMISSIONE DEL DOLORE SOMATICO Le fibre del dolore somatico raggiungono le corrispondenti radici posteriori del midollo spinale tra : T 5 e L 1 Nervi spinali C 3 e C 5 Nervo frenico


Scaricare ppt "DOLORE ADDOMINALE Stimoli algogeni più comuni Irritazione diretta da: agenti chimici / mediatori prodotti da flogosi o ischemia (citochine) Tensione (acuta)"

Presentazioni simili


Annunci Google