La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SPE-4 Modelli di inclusione. Modelli europei Vs. nordamericani Massimiliano Tarozzi a.a. 2011-2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SPE-4 Modelli di inclusione. Modelli europei Vs. nordamericani Massimiliano Tarozzi a.a. 2011-2012."— Transcript della presentazione:

1 SPE-4 Modelli di inclusione. Modelli europei Vs. nordamericani Massimiliano Tarozzi a.a

2 Modelli in Europa 1960s1970s1980s1990s2000s Assimilationist education France Differential exclusion Germany Multicultural education UK, Nordic countries Intercultural education Italy, EU

3 Due svolte fondamentali La scoperta della cultura come patrimonio condiviso da una comunità e il riconoscimento che il pluralismo culturale è una risorsa e una sfida per le moderne democrazie La scelta di un modello integrato invece che separato, tipico di sistemi educativi tradizionalmente meno meritocratici e più solidaristici come Francia e Italia.

4 3/22/123/22/12

5 3/22/123/22/12

6 Assimilazione – il caso della Francia Storicamente la scuola ha il mandato pubblico di costruire unidentità civica nazionale La laicità è una caratteristica tipica di tutte le istituzioni pubbliche francesi La parola chiave è integrazione 6

7 Assunti alla base dellassimilazione La differenza culturale è un deficit Approccio compensativo (imparare la lingua 2) La cultura dominante è universale Presupposto etnocentrico

8 La separazione differenziale – il caso della Germania Dagli anni 70 lapproccio principale è quello dellistruzione per stranieri ( Ausländerpädagogik ) Scuole o classi separate Si riteneva che gli immigrati tornassero nei propri luoghi dorigine prima possibile Mantenere la L1 e insegnare solo la lingua per la sopravvivenza.

9 Educazione Interculturale è lapproccio ufficiale della UE per: 1.Integrazione degli alunni migranti nella scuola; 2.Integrazione delle minoranze linguistiche e culturali; 3.Ma è anche stato fortemente promosso per favorire lidea di integrazione europea (seconda generazione di EI). Molte direttive europee fino al Libro Bianco del

10 Una sfida per i sistemi educativi I governi e la UE assegnano alla scuola e alle istituzioni educative il compito dellintegrazione. Leducazione è un approccio dellazione politica (Libro Bianco/2008) Non solo le scuole sono chiamate a ripensare i propri assetti per far fronte a questa sfida. Imparare e insegnare le competenze interculturali 1.Settori-chiave di competenza: la cittadinanza democratica, lapprendimento delle lingue, la storia 2.Insegnamento primario e secondario 3.Insegnamento superiore e ricerca 4.Apprendimento non formale e informale 5.Il ruolo degli educatori 6.Lambiente familiare10

11 Click to edit the outline text format Second Outline Level Third Outline Level Fourth Outline Level Fifth Outline Level Sixth Outline Level Seventh Outline Level Eighth Outline Level Ninth Outline LevelFare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello Fare clic per modificare stili del testo dello schema – Secondo livello Terzo livello – Quarto livello » Quinto livello Fare clic per modificare stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello

12 Italia ha adottato formalmente il modello interculturale come politica nazionale nel modo più compiuto fra le nazioni europee Una normativa coerente negli ultimi 25 anni

13 La via italiana allintercultura Adottare la prospettiva interculturale, la promozione del dialogo e del confronto tra culture, significa non limitarsi soltanto ad organizzare strategie di integrazione degli alunni immigrati o misure compensatorie di carattere speciale. Insegnare in una prospettiva interculturale vuol dire piuttosto assumere la diversità come paradigma dellidentità stessa della scuola, occasione privilegiata di apertura a tutte le differenze.

14 Cosè leducazione interculturale? Leducazione interculturale è un approccio mirato a facilitare le relazioni culturali a partire dal riconoscimento della differenza, ma per poi oltrepassarlo per la promozione del dialogo e dello scambio. Il suo concetto centrale è quello di mediazione culturale, che cerca costantemente la negoziazione fra punti di vista, assunti, valori, credenze, apparati simbolici e linguaggi culturalmente definiti.

15 Dialogo interculturale il dialogo interculturale è uno scambio di vedute aperto, rispettoso e fondato sulla reciproca comprensione, fra individui e gruppi che hanno origini e un patrimonio etnico, culturale, religioso e linguistico differenti (vedi sezione 3). Si pone in atto a tutti i livelli – allinterno delle società, fra le società europee e fra lEuropa e il resto del mondo; (Libro bianco, 2008)

16 Due contraddizioni Fra le istituzioni europee e le politiche nazionali Fra il modello teorico e ciò che avviene in classe16

17 Critica della pedagogia interculturale 1.Tendenza al folclore 2.Concetto limitato di uguaglianza (social justice) 3.Scivolamento nel relativismo culturale

18 Prima critica: pratiche superficiali Povertà teorica Esotico, episodico, ingenuo18

19 3/22/123/22/12

20 Differenze storiche, culturali, teoriche fra Europa e Stati Uniti nellapproccio alla differenza20 NORD AMERICAEUROPA Il multiculturalismo deriva dalla lotta per i diritti civili degli afro- americani. Nel tempo, ha incorporato le istanze di altre voci marginalizzate come donne, LGTB e disabili. la differenza è unicamente collegata ai processi migratori

21 MulticulturalismoInterculturalità Punti di forza È politica Social Justice Education Metissage/ibridit à Focus sullimmigrazione Punti di debolezza Separazione Focus sulle minoranze Relazioni intergruppo Concetto limitato di uguaglianza Tecnica didattica21


Scaricare ppt "SPE-4 Modelli di inclusione. Modelli europei Vs. nordamericani Massimiliano Tarozzi a.a. 2011-2012."

Presentazioni simili


Annunci Google