La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Storytelling Appunti per una strategia di comunicazione sociale Gaia Peruzzi FQTS 2012 Comunicare per cambiare Mappe, percorsi, esperienze Torino, 29 settembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Storytelling Appunti per una strategia di comunicazione sociale Gaia Peruzzi FQTS 2012 Comunicare per cambiare Mappe, percorsi, esperienze Torino, 29 settembre."— Transcript della presentazione:

1 Storytelling Appunti per una strategia di comunicazione sociale Gaia Peruzzi FQTS 2012 Comunicare per cambiare Mappe, percorsi, esperienze Torino, 29 settembre Pagina 1Tre storie, per cominciare

2 Indice 1.Che cosè lo storytelling? 2.Perché il volontariato e il Terzo Settore dovrebbero investire in questa strategia comunicativa? 3.Operativamente, cosa significherebbe per le organizzazioni del Terzo Settore fare comunicazione attraverso le storie? 4.Quali rischi e/o difficoltà si possono incontrare adottando questa strategia? Pagina 2Storytelling

3 1. Che cosè lo storytelling? Lo storytelling, o arte di raccontare storie, è una tecnica di comunicazione praticata strategicamente da molti soggetti pubblici e privati, in molti settori professionali. Essa si fonda sulla consapevolezza che le storie hanno il potere di costruire la realtà, e consiste nella costruzione e diffusione di narrazioni intenzionalmente mirate e sapientemente elaborate. Questa tecnica ha conosciuto una straordinaria fortuna in America negli anni Novanta, e da lì si è propagata in diversi culture e paesi. StorytellingPagina 3

4 Christian Salmon Si può sempre far rimontare larte dello storytelling alle pitture rupestri degli uomini delle caverne … Ma dal movimento letterario postmoderno degli anni 60, nato nelle università e da lì diffusosi in una cultura più larga, il pensiero narrativo si è propagato a altri campi: storici, giuristi, fisici, economisti e psicologi hanno riscoperto il potere che hanno le storie di costituire una realtà. E lo storytelling ha cominciato a rivaleggiare con il pensiero logico per comprendere la giurisprudenza, la geografia, la malattia o la guerra … Le storie sono divenute così convincenti che alcuni critici temono che esse divengano un sostituto pericoloso dei fatti e degli argomenti razionali. Tre storie, per cominciarePagina 4

5 Che cosè una storia? La storia è una narrazione, che nella forma classica presuppone: degli attori un intreccio di vicende, o trama, che implica una pluralità di punti di vista e posizioni uno svolgimento, che implica quasi sempre un cambiamento, un ribaltamento di situazione, una «soluzione». Le storie possono basarsi su fatti reali o immaginati. Il potere delle storie sta nella loro capacità di coinvolgere il pubblico, di immergerlo in situazioni, in mondi altri. Le storie funzionano quando interessano, appassionano, provocano immedesimazione; nel far ciò, esse ci fanno conoscere altre culture, e sperimentare punti di vista nuovi. StorytellingPagina 5

6 2. Perché il volontariato e il TS dovrebbero investire in questa strategia comunicativa? perché, per ottenere visibilità e popolare gli immaginari, per far conoscere la propria vita e la propria mission, hanno bisogno di raggiungere e interessare grandi numeri di persone, anche molto lontane dalle proprie culture. perché questa tecnica si è rivelata molto potente ed efficace nellindurre il cambiamento in altri tipi di settori e organizzazioni professionali (imprese, istituzioni politiche, giornalismo, scienze sociali, medicina, psicologia ) che popolano la sfera pubblica e sociale perché la vita del volontariato e del TS è ricca di personaggi, vicende, storie che potrebbero avere impatto sul grande pubblico StorytellingPagina 6

7 Perché le storie del volontariato e del sociale potrebbero funzionare col grande pubblico? Perché esse sono: 1.attuali 2.difficili e dolorose, quando non drammatiche, quindi commoventi 3.popolari, nel senso che riguardano classi e culture diverse 4.tante e sempre diverse 5.originali, nei temi e nei punti di vista proposti (la vita e le esperienze di frontiera del non profit sono realtà sconosciute a tante persone) 6.proposte di cambiamento, di stili di vita e mentalità StorytellingPagina 7

8 3. Operativamente, cosa significherebbe per le organizzazioni del TS fare comunicazione attraverso le storie? farsi fonti: investire nella ricerca e nella raccolta, nel proprio mondo, di storie e casi significativi, da proporre ai media accettare lidea che lorganizzazione possa essere in secondo piano rispetto al tema di disagio, o allobiettivo, da raccontare cominciare a riflettere seriamente sulle caratteristiche che rendono sociale la propria comunicazione, e che quindi possono distinguerla da altre forme di comunicazione StorytellingPagina 8

9 superare molti pregiudizi sui media cattivi, e imparare a negoziare con i professionisti e le redazioni del settore investire in una comunicazione professionale, rinunciando al dilettantismo e ai prodotti «fatti in casa», per perseguire una qualità anche estetica, di in grado di attrarre, di piacere al grande pubblico cominciare a creare sinergie fra associazioni grandi e di secondo livello, per poter progettar e creare prodotti adatti ai grandi media Pagina 9 Storytelling

10 4. Quali rischi e/o difficoltà potrebbe incontrare adottando questa strategia? difficoltà di mettere a fuoco dei criteri adeguati per selezionare storie significative (che cosa vogliamo comunicare?) difficoltà di concepire lesigenza di professionalizzazione di tali operazini difficoltà di concepire e realizzare progetti adeguati difficoltà di trovare come consulenti dei professionisti di comunicazione adeguati difficoltà, nel confezionare le storie, di governare il sentimentalismo StorytellingPagina 10

11 Pagina 11 Bibliografia essenziale Peruzzi G. Storie in cerca di autori. Dal volontariato al pubblico, attraverso i grandi media (e il teatro), in A Volterrani (a cura di) Raccontare il volontariato, I Quaderni Cesvot, n. 29, Salmon C., Storytelling, la machine à fabriquer des histoires et à former les esprits, La Découverte, 2007 Peruzzi G., Fondamenti di comunicazione sociale. Diritti, media, solidarietà, Carocci, Volterrani A., Saturare limmaginario. Per una nuova comunicazione sociale, Exorma, Storytelling


Scaricare ppt "Storytelling Appunti per una strategia di comunicazione sociale Gaia Peruzzi FQTS 2012 Comunicare per cambiare Mappe, percorsi, esperienze Torino, 29 settembre."

Presentazioni simili


Annunci Google