La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Buone pratiche per un percorso inclusivo UMBERTIDE, 30 MARZO 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Buone pratiche per un percorso inclusivo UMBERTIDE, 30 MARZO 2006."— Transcript della presentazione:

1 Buone pratiche per un percorso inclusivo UMBERTIDE, 30 MARZO 2006

2 La scuola come luogo dellapprendere Comunica Al suo interno Al suo interno Con le famiglie Con le famiglie Con le altre scuole Con le altre scuole Con il territorio Con il territorio In rete In rete

3 La scuola come luogo dellapprendere Individualizza le strategie Relativamente a spazi, tempi, mediatori didattici Seleziona i saperi In funzione della rilevanza psicologica, epistemologica, culturale Personalizza i percorsi per: singoli alunni, gruppi, intera classe

4 Cosa fare… (Scuola Infanzia) Oltre alle abituali attività, sarebbe opportuno contestualizzare nei vari campi di esperienza: Oltre alle abituali attività, sarebbe opportuno contestualizzare nei vari campi di esperienza: Giochi e attività per educare a : Giochi e attività per educare a : Sentire, ascoltare, analizzare Sentire, ascoltare, analizzare Riconoscere memorizzare, ripetere, produrre suoni Riconoscere memorizzare, ripetere, produrre suoni Differenziare il significato di una parola dalla sua veste sonora Differenziare il significato di una parola dalla sua veste sonora Individuare di una parola: Individuare di una parola: - Come inizia? Come termina?, E lunga? È corta? - Come inizia? Come termina?, E lunga? È corta? ( A rriva un bastimento… carte, filastrocche, rime, assonanze…)

5 Cosa fare… ( Scuola Primaria – classe prima) Organizzare giochi e attività per la rilevazione delle competenze fonologiche Organizzare giochi e attività per la rilevazione delle competenze fonologiche (Il carrello della spesa, la lista della spesa, scritture su disegni) (Il carrello della spesa, la lista della spesa, scritture su disegni) Giochi ed attività per individuare: Giochi ed attività per individuare: Sillaba iniziale, fonema iniziale Sillaba iniziale, fonema iniziale Sillaba e fonema finale Sillaba e fonema finale Lunghezza della parola Lunghezza della parola Sillabe che la compongono Sillabe che la compongono ( Cerco cose che cominciano come… nomi lunghi, nomi corti, che finiscono…) Prevedere attività differenziate in relazione alle diverse fasi in cui si collocano gli alunni Prevedere attività differenziate in relazione alle diverse fasi in cui si collocano gli alunni

6 Cosa fare … Il carrello della spesa ( scuola infanzia / 1° classe)

7 Registrazione parole lette RISOSALELATTEFARINAORZO CAFFE CAFFE PASTATONNOZUCCHERO ALUNNI DATA RILEVAZIONE

8 Approccio sensoriale ai grafemi

9 Cerco…e…

10 LA CASA DEI SUONI fase alfabetica

11 COMPETENZA FONOLOGICA E CREATIVITA COMPETENZA FONOLOGICA E CREATIVITA GLI AMICI DEL SIGNORE B BUCA LA BESTIA BRUTTA VA SUL BORDO BORDO BRISCOLA? DICE LA BALENA? BUE? DICE LA BESTIA! BABBO NATALE? E DI BURRO? DICE IL BACO BRRUCO? BACO? BèCO? BABBèO E BRUMOSO IL BEL BAMBINO LLC LO AMMETTO SONO BRAVO COMPLIMENTI

12 Cosa fare… classe prima Presentare un carattere alla volta, a partire solo dallo stampato maiuscolo Presentare un carattere alla volta, a partire solo dallo stampato maiuscolo Passare ad un altro carattere solo quando tutti i bambini hanno consolidato il rapporto suono/segno Passare ad un altro carattere solo quando tutti i bambini hanno consolidato il rapporto suono/segno Apportare eventuali correzioni in stampato maiuscolo chiare e leggibili Apportare eventuali correzioni in stampato maiuscolo chiare e leggibili Utilizzare il laboratorio di informatica per attività di videoscrittura e di lettura/scrittura con software interattivo Utilizzare il laboratorio di informatica per attività di videoscrittura e di lettura/scrittura con software interattivo Presentare gradualmente le difficoltà ortografiche Presentare gradualmente le difficoltà ortografiche Motivare alla lettura attraverso semplici testi corredati di immagini - in stampato maiuscolo, con parole semplici e ad alta frequenza - Motivare alla lettura attraverso semplici testi corredati di immagini - in stampato maiuscolo, con parole semplici e ad alta frequenza -

13 Cosa fare… (Scuola Primaria - primo e secondo biennio) Riconoscere le varie tipologie di errore: Riconoscere le varie tipologie di errore: Fonologici (b/p, d/t, m/n, f/v, s/z, e a matrice visiva)fonetici (doppie, accenti) ortografici (digrammi, trigrammi ) Strutturazione graduale delle varie tipologie testuali Strutturazione graduale delle varie tipologie testuali Pianificazione del testo Pianificazione del testo Elaborazione testuale di tipo collettivo Elaborazione testuale di tipo collettivo Trasformazioni del testo Trasformazioni del testo Costruzione di matrici cognitive e mappe concettuali, inerenti apprendimenti essenziali, chiare e leggibili da tutti Costruzione di matrici cognitive e mappe concettuali, inerenti apprendimenti essenziali, chiare e leggibili da tutti Verbalizzazione mappe Verbalizzazione mappe Privilegiare le verifiche orali rispetto a quelle scritte Privilegiare le verifiche orali rispetto a quelle scritte

14 Cosa fare… 3 ( Scuola primaria primo e secondo biennio) Richiamare continuamente conoscenze e abilità essenziali Richiamare continuamente conoscenze e abilità essenziali Sviluppare le abilità relative alluso ottimale dei mediatori didattici di tipo attivo, analogico, iconico, simbolico, quali: Sviluppare le abilità relative alluso ottimale dei mediatori didattici di tipo attivo, analogico, iconico, simbolico, quali: tavola pitagorica, linea dei numeri, figure geometriche, cartine geografiche, mappe, strumenti vari… tavola pitagorica, linea dei numeri, figure geometriche, cartine geografiche, mappe, strumenti vari… Utilizzare computer e software interattivi per consolidare le abilità di base relative alla scrittura, alla lettura, al calcolo … Utilizzare computer e software interattivi per consolidare le abilità di base relative alla scrittura, alla lettura, al calcolo … Dare + tempo Dare + tempo Semplificare attività Semplificare attività Favorire attività di riflessione per lo sviluppo di modalità metacognitive Favorire attività di riflessione per lo sviluppo di modalità metacognitive

15 Cosa non fare Correggere hard magari con la penna rossa Correggere hard magari con la penna rossa Sovrapporre la correzione alla scrittura del bambino Sovrapporre la correzione alla scrittura del bambino Far svolgere la stessa attività ipotizzata per la classe senza introdurre elementi di semplificazione delle procedure Far svolgere la stessa attività ipotizzata per la classe senza introdurre elementi di semplificazione delle procedure

16 Cosa non fare? Non far: Non far: Scrivere in corsivo se labilità non si automatizza Scrivere in corsivo se labilità non si automatizza Leggere a voce alta Leggere a voce alta Prendere appunti Prendere appunti Copiare testi, operazioni matematiche ect… per migliorarne la qualità Copiare testi, operazioni matematiche ect… per migliorarne la qualità Puntare sullo studio mnemonico Puntare sullo studio mnemonico Dare prove di verifica troppo complesse Dare prove di verifica troppo complesse Pensare che risultati scadenti siano dipendenti da scarso impegno Pensare che risultati scadenti siano dipendenti da scarso impegno

17 Quali prospettive operative? Dalle buone pratiche a: Costituzione di una comunità di pratiche professionali allinterno dellistituzione scolastica Costituzione di una comunità di pratiche professionali allinterno dellistituzione scolastica PER PER Elaborazione di memoria comunitaria Elaborazione di memoria comunitaria Costruzione di oggetti didattici caratterizzati da facile trasferibilità e ricombinabilità Costruzione di oggetti didattici caratterizzati da facile trasferibilità e ricombinabilità IN UNA LOGICA DI RETE CON ALTRE COMUNITA DI PRATICHE E CON LA RICERCA TEORICA


Scaricare ppt "Buone pratiche per un percorso inclusivo UMBERTIDE, 30 MARZO 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google